Phil Zimmermann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Phil Zimmermann

Philip "Phil" R. Zimmermann (Camden, 12 febbraio 1954) è un crittografo statunitense, creatore di Pretty Good Privacy (PGP), il software libero di crittografia e firma digitale più usato al mondo.

Creazione di PGP e accuse dal governo statunitense[modifica | modifica wikitesto]

Phil Zimmermann fu il primo a rendere la crittografia asimmetrica (o "a chiave pubblica") facilmente accessibile a tutti quando creò Pretty Good Privacy e lo distribuì come software libero nel 1991.[1]

A seguito della diffusione di questo sistema, Zimmermann divenne oggetto di un'indagine criminale portata avanti dal governo degli Stati Uniti d'America per aver violato le vigenti restrizioni imposte sull'esportazione di software crittografico. L'indagine durò tre anni, finché all'inizio del 1996 il governo ritirò le accuse.[2]

Tutt'ora lo standard PGP permette a due persone di comunicare (ad esempio tramite posta elettronica) in totale riservatezza anche se il canale di comunicazione fosse sotto sorveglianza o non-sicuro. Inoltre PGP porta con sè il concetto di firma digitale.

Successi e meriti[modifica | modifica wikitesto]

Zimmermann fondò la PGP Inc., acquisita poi dalla Network Associates (NAI) nel dicembre 1997, nella quale rimase per tre anni. Nel 2002, la PGP Inc. venne acquistata dalla NAI da parte di una nuova compagnia chiamata PGP Corporation, per la quale Zimmermann attualmente lavora come consigliere speciale e consulente.[3] Fa inoltre parte del Center for Internet and Society della Stanford School of Law.

Zimmermann ha ricevuto numerosi premi tecnici e umanitari per la sua opera pionieristica nel campo della crittografia:[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Creatore di PGP su Philip Zimmermann. URL consultato il 18 aprile 2015.
    «Philip R. Zimmermann è il creatore di Pretty Good Privacy, un pacchetto software crittografico.».
  2. ^ (EN) Testimony of Philip R. Zimmermann to the Subcommittee on Science, Technology, and Space of the US Senate Committee on Commerce, Science, and Transportation. su Philip Zimmermann, 26 giugno 1996. URL consultato il 18 aprile 2015.
  3. ^ Servizi di consulenza su Philip Zimmermann. URL consultato il 18 aprile 2015.
  4. ^ (EN) Letters to Phil from human rights groups su Philip Zimmermann. URL consultato il 18 aprile 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 75558298 · LCCN: n95026072