Pezzotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pezzotto in lavorazione
Pezzotti

Il pezzotto è un tappeto tessuto con stracci, tipico della Valtellina.

Tradizionalmente serviva a riciclare abiti, tovaglie, tende o quant'altro fosse rotto e non più usabile. Era quindi un oggetto povero, che nasce con la cultura contadina e montanara condizionato dalla penuria dei materiali e dettato dalla necessità di non sprecare nulla.

Viene tessuto su un telaio con un ordito in cotone o canapa e armatura a tela molto rada. La trama è realizzata inserendo nel passo una strisciolina ricavata da stracci al posto del filo di trama.

Tutti i materiali sono riutilizzabili nei pezzotti, per quelli in produzione oggi vi sono apposite ditte che preparano la striscia di tela, spesso di maglina, pronta già tagliata, essendo il lavoro di preparazione della striscia lungo e noioso.

Prodotti similari[modifica | modifica wikitesto]

  • In Italia è tipico della Valtellina in provincia di Sondrio, tappeto in cui, combinando i colori e disponendoli adeguatamente, si ottengono disegni colorati, tradizionalmente geometrici (strisce, rombi, triangoli), su fondo scuro (gli stracci più abbondanti).
  • In Norvegia e Slovacchia serviva come tappeto.
  • In Giappone ha la caratteristica del materiale, tessuto in seta, con le strisce ricavate dai Kimono, il kotatsugake, soprattutto nel nord serviva a coprire lo scaldatoio, un tavolino sotto cui era posto lo scaldino, coperto con questo largo pezzotto che tratteneva il calore e permetteva a chi era seduto attorno di scaldarsi gambe e mani.
  • In Canada fu portato dagli immigrati scandinavi, chiamato Cloutie nelle zone di immigrazione scozzese e Catalogne in Québec, trovò particolare fortuna presso gli Acadiani dove divenne Couvertures de marriage che le madri tessevano per il matrimonio delle figlie con stracci bianchi.
  • Negli Stati uniti arrivò nel 1760 con gli acadiani, che cacciati dal Canada conquistato dagli inglesi, sbarcarono in Louisiana.

Con questa tecnica, oltre ai tappeti, si possono realizzare abiti, borse, tovagliette, copriletti, cuscini e altri oggetti d'arredamento. Da pochi anni questo prodotto regionale ha visto un'ampia rivalutazione del suo mercato grazie alla scaltrezza di alcuni mercanti che lo hanno venduto e lo vendono tuttora come tappeto tipico di diversi paesi europei, ora andini, ora africani.

Nel gergo giovanile della lingua napoletana attestatosi negli anni 2000, app'zzottato significa falsificato, donde in lingua italiana viene localmente chiamato pezzotto il falso (ad esempio CD contraffatti venduti in mezzo alla strada). Sempre a Napoli, in campo informatico, il pezzotto identifica una fix software effettuata in poco tempo e frettolosamente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • H. L. Allen, Weaving contemporary rag rugs -- Lark Books 1963

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moda