Petronace di Montecassino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Petronace di Montecassino

Abate

Nascita 670
Morte 747
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 6 maggio

Petronace di Montecassino (Brescia, 670Montecassino, 747) è stato un abate italiano. Ricostruì e ripopolò l'Abbazia di Montecassino dopo che era stata distrutta dai Longobardi nel 584. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica che lo ricorda il 6 maggio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Originario di Brescia, Petronace intraprese nel 717 un pellegrinaggio per visitare la tomba di San Benedetto da Norcia e ricostruire l'abbazia di Montecassino su esortazione di Papa Gregorio II. Dell'abbazia rimanevano solo rovine, ma un piccolo numero di eremiti vivevano ancora lì. Petronace, spinto da ardore religioso, rimase con loro, fu eletto superiore e si dedicò a riedificare e ripopolare il monastero facendo tornare da Roma i monaci cassinesi che vi erano rifugiati. Fu per questo chiamato Secondo fondatore di Montecassino.

Per reperire i fondi per la costruzione, fu aiutato dai nobili locali come i longobardi duchi di Benevento. Petronace ricevette dal papa Zaccaria il libro della Regola scritto da san Benedetto in persona.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Sgarbossa, I Santi e i Beati della Chiesa d'Occidente e d'Oriente, II edizione, Edizioni Paoline, Milano, 2000, ISBN 88-315-1585-3, p. 260