Ritorno all'Isola che non c'è

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritorno all'Isola che non c'è
Ritorno all'isola che non c'è.jpg
Jane e Peter in una scena del film
Titolo originale Return to Never Land
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA, Canada, Australia
Anno 2002
Durata 72 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione, avventura, fantastico
Regia Robin Budd, Donovan Cook
Soggetto J.M. Barrie
Sceneggiatura Temple Mathews, Carter Crocker
Produttore Christopher Chase, Michelle Pappalardo-Robinson, Dan Rounds, Cheryl Abood
Casa di produzione DisneyToon Studios, Walt Disney Pictures, Walt Disney Television Animation
Distribuzione (Italia) Buena Vista International Italia
Storyboard Roger Allers, Eric Chu, John Flagg, Warren Leonhardt, Daniel Lafrance, Dave Pemberton, Brian Pimental, Arna Selznick
Art director Wendell Luebbe
Character design Charles Bonifacio
Animatori Lianne Hughes, Andrew Collins, Pieter Lommerse, Bob Baxter, Ryan O'Loughlin
Montaggio Anthony F. Rocco
Effetti speciali Del Larkin, Adam Phillips, Dan Turner
Musiche John Flansburgh, John Linnell, Joel McNeely
Tema musicale "The Second Star to the Right", musica di Sammy Fain e testo di Sammy Cahn
Scenografia Alex Nicholas, Nick Pill
Sfondi Beverley McNamara, Piero Sgro
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Ritorno all'Isola che non c'è (Return to Never Land) è un film del 2002 diretto da Robin Budd e Donovan Cook. È un film d'animazione prodotto dai DisneyToon Studios di Sydney e uscito negli Stati Uniti in 10 febbraio 2002, distribuito dalla Walt Disney Pictures. Il film è il sequel de Le avventure di Peter Pan (1953), basato sull'opera più famosa di J. M. Barrie, Peter e Wendy. Il film è uscito in home video con il titolo Peter Pan: Ritorno all'Isola che non c'è.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante il bombardamento di Londra della seconda guerra mondiale negli anni '40, l'ex compagna di giochi di Peter Pan, Wendy Darling, è cresciuta, si è sposata e ha due figli: una figlia, Jane, e un figlio, Danny. Suo marito, Edward, è inviato a combattere in guerra. Wendy cerca di tenere loro alto il morale con le storie di Peter Pan, ma Jane è diventata cinica sotto le pressioni della guerra, sminuendo le storie che la madre racconta e ridicolizzando involontariamente la fede di suo fratello in esse. Jane ha promesso a suo padre che si prenderà cura di sua madre e della famiglia quando lui non ci sarebbe più stato. Ma quando Wendy le dice che deve essere trasferita in campagna per la sua sicurezza, Jane litiga con la madre e Danny. In seguito, Wendy rimprovera Jane per il suo sfogo e il suo comportamento.

Capitan Uncino, ancora in cerca di vendetta contro Peter Pan, irrompe nel casa dei Darling. Non conoscendo il numero di anni che sono passati, Uncino scambia Jane per Wendy e la rapisce per usarla come esca per Peter. Tornato all'Isola che non c'è, lascia cadere Jane nei tentacoli in attesa della "bestia" (una piovra gigante), aspettandosi che anche Peter venga divorato mentre si tuffa dietro "Wendy" per salvarla, insieme a Trilli. Peter salva Jane, e Uncino ottiene un assaggio della sua stessa medicina quando la piovra lo attacca e quasi lo mangia, ma viene salvato da Spugna. Nel frattempo, dopo aver scoperto che Jane è la figlia di Wendy, Peter pensa che voglia seguire le orme di sua madre. Lui la porta a casa sua per essere la madre dei Bimbi Sperduti, ma Jane rifiuta, perché lei è più interessata a tornare a casa. I ragazzi cercano di farla divertire e di insegnarle a volare, ma lei non ci riesce perché non crede. Jane si arrabbia e sbotta che lei non ne può più e non crede nelle fate, il che comincia a uccidere lentamente Trilli. Peter racconta ai Bimbi Sperduti che se Jane non crede, "la luce di Trilli si spegnerà". Peter dice ai ragazzi che devono fare di lei una parte del gruppo.

Dopo che Jane li ha lasciati, viene avvicinata da Uncino, che la inganna con un accordo. Egli promette di portarla a casa e che non farà del male a Peter se lei accetta di aiutarlo a trovare il suo tesoro. Egli dà Jane un fischietto per segnalargli quando lo individua. I Bimbi Sperduti vanno alla ricerca di Jane e alla fine Peter la trova. Jane suggerisce di giocare alla "caccia al tesoro". Peter e i suoi amici le mostrano come si divertono e lei comincia a cambiare la sua immagine seria e impara anche a divertirsi. Quando Jane trova il tesoro, prende il fischietto che le ha dato Uncino e lo getta via, rifiutandosi di aiutarlo. Peter e i suoi amici fanno di Jane la prima Bimba Sperduta, il che la commuove molto, e festeggiano. Tuttavia, uno dei Bimbi sperduti trova il fischietto e soffia. Uncino e il suo equipaggio arrivano e catturano Peter Pan e i suoi amici, per poi lasciare andare Jane come ringraziamento per averli "aiutati". Nonostante Jane neghi di aver voluto aiutare Uncino in questo modo, Peter la chiama traditrice e le dice che poiché lei non crede alle fate Trilli sta morendo.

Jane si precipita a casa dei Bimbi Sperduti, ma arriva da Trilli troppo tardi. Jane è in lacrime rendendosi conto che Trilli è morta per colpa sua. La ritrovata fede di Jane, tuttavia, fa rivivere Trilli all'ultimo minuto. Entrambi si affrettano alla Jolly Roger, dove trovano i Bimbi Sperduti legati e Peter (legato ad un'ancora) in procinto di camminare sull'asse. Jane lo salva, e con l'aiuto di "fantasia, coraggio e la polvere di fata", impara a volare e slega Peter. La nave di Uncino viene affondata dalla piovra (che ha sostituito il coccodrillo), che insegue lui e i pirati in fuga su una barca a remi. Ora che può volare, Jane è in grado di tornare a casa da Wendy e Danny. Dopo essersi scusata con sua madre per il suo comportamento precedente, Jane si riconcilia con Danny, e Wendy e Peter si incontrano di nuovo, per la prima volta dopo anni. Anche se Peter è deluso dal fatto che è cresciuta, Wendy gli assicura di non essere davvero cambiata. Peter capisce questo e lo nota, e si salutano prima che Peter voli via. Edward torna dall'esercito e la famiglia è riunita. Peter Pan e Trilli guardano per qualche secondo prima di volare a casa tranquillamente.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jane Darling: È la protagonista del film (nonostante il titolo). È una bambina dolce e coraggiosa, di circa 12 anni. Da piccola (4 o 5 anni) credeva in Peter Pan, ma a causa dell'assenza del padre, partito per combattere, e delle condizioni gravi causate dalla guerra ha smesso di crederci. Dopo essere stata rapita dal crudele Capitan Uncino, inizierà a conoscere Peter Pan e lentamente riacquisterà la capacità di credere in lui.
  • Peter Pan: È il protagonista maschile del film. È il solito ragazzo immaturo e spensierato che era nel primo film. La sola differenza è che in questo film dimostra nostalgia per Wendy e che si dimostra più serio in diverse scene del film.
  • Capitan Uncino: È il principale antagonista. È il solito pirata vanitoso, cinico, egoista e crudele. In questo film tenterà più volte di sfruttare Jane per arrivare e Peter Pan e ucciderlo.
  • Spugna: È il braccio destro e migliore amico di Uncino. È un uomo maldestro, buffo e simpatico, esattamente come nel primo film. In questo film, però, si dimostrerà molto più stupido e maldestro di quanto lo era nel primo film, e alla fine sembrerà tifare per Peter Pan e Jane.
  • Trilli: È la fatina che accompagna sempre Peter Pan. È una fatina molto dolce e simpatica, sebbene si dimostri gelosa nei confronti delle donne, esattamente come nel primo film. Come nel primo film odiava Wendy, nel secondo odia Jane. Ma quando Jane imparerà a credere in Peter Pan e nelle fate, salvandola dalla morte, le due diventeranno grandi amiche.
  • Bimbi Sperduti: L'allegra combriccola che segue sempre Peter Pan e che si diverte a prendere in giro gli uomini di Uncino.
  • Pirati di Uncino: I prepotenti servi di Uncino. Anche in questo film hanno un ruolo marginale.
  • Wendy Darling: È la migliore amica di Peter Pan. Da protagonista femminile nel primo film, nel secondo è diventata una figura marginale, apparendo all'inizio e alla fine del film. È una donna dolce e premurosa, e continua a credere in Peter Pan, sebbene non possa più andare sull'Isola che non c'è.
  • Edward: È il padre di Jane. È uomo premuroso e gentile, oltre che coraggioso. Vuole molto bene alla sua famiglia, in particolare a sua figlia, a cui ha fatto promettere di aver cura di Wendy e degli altri. Partirà all'inizio del film per combattere in guerra, lasciando Jane nella disperazione più profonda. Tornerà alla fine, sano e salvo.
  • Daniel Darling: È il fratello di Jane. Più piccolo di lei di diversi anni, è un bambino dolce e spensierato. Sebbene ci sia la guerra, riesce a divertirsi e a credere a Peter Pan, di cui ascolta sempre le storie raccontate dalla madre. A causa di questo avrà spesso dei litigi con Jane, che non crede in Peter Pan, sebbene i due si vogliano molto bene.

Differenze rispetto al libro[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'ultimo capitolo del romanzo Le avventure di Peter Pan Peter, tornato dopo molti anni a prendere Wendy, scopre che la ragazza è cresciuta ed ha avuto una figlia, che porta poi nell'Isola che non c'è. Nel film è invece Capitan Uncino a rapirla.
  • Data la poca importanza che ha, nel libro non viene definito bene il carattere di Jane che sembra però molto simile alla madre alla sua età, ovvero curiosa e vivace. Nel film invece Jane è molto matura e non crede alle favole, conseguenza della guerra che ha distrutto il suo paese e la sua famiglia.
  • Nel libro non viene accennato al fatto che Jane abbia un fratellino. In compenso, il libro dice che, quando Jane cresce, diventa madre di una bambina di nome Margaret, che viene a sua volta portata sull'Isola da Peter Pan.
  • Nel libro non viene menzionato che il marito di Wendy, ovvero il padre di Jane, sia in guerra, in quanto lo stesso romanzo fu scritto prima che le Guerre Mondiali iniziassero. Soprattutto, nel libro, il padre di Jane è uno dei bambini sperduti diventato grande, non l'Edward del film.
  • Nel libro Wendy dice chiaramente alla figlia di essere stata anni prima sull'Isola che non c'è.
  • Nel libro Peter Pan non accetta che Wendy sia cresciuta e la "rimpiazza" con la figlia. Nel film, invece, a scambiare Jane per Wendy è Capitan Uncino.
  • Nel film è presente Trilli ma nel libro Peter spiega a Wendy che le fate vivono pochissimo, infatti al loro secondo incontro, un anno dopo che i bambini lasciano l'Isola, la fatina è morta.
  • Nel libro Capitan Uncino e quasi tutti i suoi pirati vengono uccisi da Peter prima che i bambini tornino a casa, quindi non sono presenti quando Jane va sull'Isola. Lo stesso Spugna, nonostante sopravviva a questa strage, vaga per il mondo a raccontare le sventure di Uncino. Quindi, nemmeno lui è presente quando Jane va sull'Isola.
  • Nel libro i bambini sperduti vanno a vivere a casa di Wendy, John e Micheal, quindi non incontrano Jane sull'Isola.
  • A parte il viaggio di Jane verso l'Isola che non c'è, la storia del film in generale non è descritta nel libro.
  • Come babysitter nel libro Jane non ha Nana II, un cane, ma una donna.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Joel McNeely compose la colonna sonora di Ritorno all'Isola che non c'è.

Album[modifica | modifica wikitesto]

L'album uscì nel 2002, ma non ne esiste una versione italiana. Tutte le tracce sono scritte e composte da Joel McNeely, tranne dove specificato altrimenti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Do You Believe in Magic? - 2:58 - scritta da John Sebastian e interpretata dai BBMak
  2. Main Title - 2:07
  3. Second Star to the Right - 1:58 - scritta da Sammy Fain e Sammy Cahn e interpretata da Jonatha Brooke
  4. The Tale of Pan - 1:45
  5. I'll Try - 4:07 - scritta e interpretata da Jonatha Brooke
  6. Jane Is Kidnapped - 3:34
  7. A Childhood Lost - 2:37
  8. Here We Go Another Plan - 0:24 - scritta da Randy Rogel e interpretata da Jeff Bennett
  9. Summoning the Octopus / Pan Saves Jane - 2:42
  10. Flight Through Never Land - 2:43
  11. So to Be One of Us - 1:29 - scritta dai They Might Be Giants
  12. Meet The Lost Boys - 1:16
  13. Now that You're One of Us - 0:38 - scritta dai They Might Be Giants
  14. Longing for Home - 2:16
  15. Hook and The Lost Boys - 3:24
  16. Hook Deceives Jane - 2:57
  17. Jane Finds the Treasure - 2:00
  18. Pan Is Captured - 2:17
  19. I'll Try (Reprise) - 1:09 - scritta e interpretata da Jonatha Brooke
  20. Jane Saves Tink and Pan - 3:29
  21. Jane Can Fly - 2:36
  22. Flying Home - 3:27
  23. Reunion - 2:21

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali nel corso del 2002 sono state:

In Kuwait il film uscì il 21 gennaio 2003

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano del film venne eseguito dalla Royfilm e diretto da Leslie La Penna su dialoghi di Manuela Marianetti. I testi delle canzoni sono invece di Lorena Brancucci, e la direzione musicale è di Ermavilo. L'unico membro del cast del ridoppiaggio del film originale a ritornare nel proprio ruolo è Enzo Garinei, doppiatore di Spugna. Alessio De Filippis e Carlo Reali, voci di Peter Pan e Capitan Uncino, avevano già doppiato i personaggi nella serie TV House of Mouse - Il Topoclub e nei film direct-to-video tratti da essa.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film aprì alla terza posizione del box office dietro Crossroads - Le strade della vita e John Q. Ritorno all'Isola che non c'è incassò 48.423.368 dollari sul mercato interno e 61.432.424 dollari all'estero, per un totale di 109.862.682 dollari. Con un budget stimato di 20 milioni di dollari, questo fece di Ritorno all'Isola che non c'è un modesto successo cinematografico. Questo fu prima delle vendite di DVD, che era il mercato inizialmente previsto per il film. La reazione critica fu mista, con un punteggio totale del 46% su Rotten Tomatoes.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima e unica edizione VHS del film uscì in Italia nel marzo 2003, insieme alla prima edizione DVD.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La videocassetta conteneva il film con audio Dolby Surround.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione DVD del film uscì in Italia nel marzo 2003. Il film era presente in formato 1.66:1.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
  • Lingue in Dolby Digital 5.1: italiano, inglese, ebraico e russo;
  • Sottotitoli in italiano, inglese, croato, sloveno, ebraico e russo;
  • Contenuti speciali:
    • Gioco interattivo: Salviamo i Bimbi Sperduti;
    • Disney Storytime: C'è un nuovo eroe nell'Isola che non c'è;
    • Quando Jane e Capitan Uncino si incontrano per la prima volta;
    • Un regalo per Trilli;
    • Pluto istruttore di volo;
    • Art Attack: Come realizzare una mappa del tesoro.

Prima edizione speciale[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione DVD del film uscì in Italia il 14 maggio 2008. Il DVD conteneva alcuni contenuti speciali dell'edizione precedente e altri nuovi, e il film era presente in formato 1.78:1. Il DVD era acquistabile anche con la Platinum Edition de Le avventure di Peter Pan.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]
  • Lingue in Dolby Digital 5.1: italiano, inglese, tedesco e turco;
  • Sottotitoli in italiano, inglese, tedesco, turco e inglese per non udenti;
  • Contenuti speciali:
    • Quando Jane e Capitan Uncino si incontrano per la prima volta;
    • Un regalo per Trilli;
    • La sfida di Trilli: alla ricerca della luce;
    • Rosetta e il fiore;
    • Iridessa e le lucciole;
    • Trilli e la campana.

Seconda edizione speciale[modifica | modifica wikitesto]

La terza edizione DVD del film è uscita il 7 novembre 2012. Il DVD è acquistabile anche in un cofanetto con la coeva edizione speciale DVD de Le avventure di Peter Pan.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il DVD è identico a quello dell'edizione precedente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]