Pete Travis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pete Travis (Salford, ...) è un regista inglese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prima di diventare un regista, Pete Travis era un assistente sociale.

Dopo aver preso una laurea in produzione cinematografica, Travis compra i diritti cinematografici di Faith, romanzo di Nick Hornby, per 12 mila sterline; con l'aiuto di un produttore che investe sul progetto, il cortometraggio calcistico viene presentato al London Film Festival l'11 novembre 1997. In un'intervista al The Guardian Travis dichiara: «Credo che il segreto per fare un buon film sul calcio è il non avere il calcio in esso. Il calcio è la passione dei suoi sostenitori, e non si può presentare solo mostrando 11 ragazzi in campo. Faith rappresenta più lo spirito del calcio che lo sport stesso.»[1]

Travis si interessa di cinema e film in tarda età, ispirato da Alan Clarke, Costa-Gavras e Frank Capra[2][3].

Il suo secondo cortometraggio è Bill's New Frock del 1998, lavoro ispirato all'omonimo romanzo di Anne Fine, che vince il premio ScreenScene Award all'Atlantic Film Festival[4].

Grazie ai suoi primi due lavori, Travis ottiene l'opportunità di dirigere episodi di serie Tv come Metropolitan Police, Home Farm Twins, Cold Feet, Other People's Children e The Jury, per un periodo che va dal 1997 al 2002.

Nel 2003 viene chiamato a dirigere la miniserie televisiva Henry VIII, sceneggiata da Peter Morgan, con attori del calibro di Ray Winstone, Joss Ackland e Mark Strong.

Sempre nello stesso anno viene chiamato da Paul Greengrass, dopo aver visto i suoi contributi in The Jury ed Henry VIII, per dirigere il film per la Tv Omagh, sceneggiato dallo stesso Greengrass, che racconta la storia dell'attentato terroristico di Omagh nel 1998[2]. Grazie a questo film Travis vince il Discovery Award al miglior regista esordiente ed il Best Single Drama, condiviso coi produttori[5].

Il suo primo vero film arriva nel 2008, quando esce Prospettive di un delitto.

Nel 2009 arriva il secondo film, Endgame, che narra la fine dell'Apartheid in Sudafrica. Il film viene proiettato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival[6].

Nel 2010 firma per dirigere il film Dredd, che esce nei cinema nel 2012[7].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Veronica The Guardian, 1 novembre 1996, Londra, The Guardian.
  2. ^ a b (EN) Intervista a Pete Travis, indielondon.co.uk. URL consultato il 24-09-2012.
  3. ^ (EN) Ispirazione per Travis, collider.com. URL consultato il 24-09-2012.
  4. ^ (EN) Premio per il secondo cortometraggio, playbackonline.ca. URL consultato il 24-09-2012.
  5. ^ a b (EN) Premi, Imdb Official Site. URL consultato il 24-09-2012.
  6. ^ (EN) Endgame, Variety. URL consultato il 24-09-2012.
  7. ^ (EN) Dredd, digitalspy.co.uk. URL consultato il 24-09-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19965704 LCCN: no2008098324