Peshmerga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Peshmerga iracheno nel 2005, col suo equipaggiamento militare statunitense e il suo fucile d'assalto di concezione sovietica (AK 47)

La parola Peshmerga in curdo[1] indica letteralmente un combattente guerrigliero che intende battersi fino alla morte.

Altri usi[modifica | modifica sorgente]

Peshmerga su un carro T-55 fuori Kirkuk in Iraq

Il nome è stato ugualmente usato per:

  • una parte dei combattenti autonomisti e indipendentisti curdi in Iraq, appartenenti al Partito Democratico del Kurdistan. In particolare, Peshmerga è il nome ufficiale delle forze armate del Governo Regionale del Kurdistan nella regione semiautonoma (a tutto agosto 2014) del Kurdistan iracheno.[2] Queste forze si sono in passato scontrate con i militanti dell'Unione Patriottica del Kurdistan (ed anche del PKK turco, presente nella parte nord dell'Iraq) e con i guerriglieri islamisti di Ansar al-Islam; sempre nell'agosto 2014, alcuni battaglioni della milizia peshmerga sono stati integrati nella Guardia Nazionale Irachena (al-Ḥkharas al-Watanī‎), e sono parte della nuova 2ª divisione irachena, di base a Mossul. La storia di questi combattenti è però molto più antica, e i peshmerga sono stati attivi nei vari sconvoglimenti della storia dell'Iraq dalla sua indipendenza, nella guerra Iran-Iraq, nella prima e nella seconda guerra del golfo. Durante le guerre del Golfo hanno cooperato con le forze speciali dell'Alleanza contro Saddam Hussein, salvando vari piloti e incursori sul loro territorio, e tenendo occupato l'intero V corpo iracheno nel 2003 a nord, impedendogli di schierarsi contro le forze alleate a sud.[3] Hanno avuto e hanno proprie forze speciali, al 2014 in parte amalgamate con l'esercito iracheno.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lingua curda: پێشمەرگە' (pīs mergah, "fronte alla morte")
  2. ^ Project Muse, "KRG's security sector including its military forces - Peshmerga"; vedi [1]
  3. ^ Lortz, Michael G., Willing to Face Death: A History of Kurdish Military Forces - the Peshmerga - From the Ottoman Empire to Present-Day Iraq, Florida State University, 28 novembre 2005. URL consultato il 1º luglio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]