Pescherie di Giulio Romano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°09′22.18″N 10°47′34.34″E / 45.15616°N 10.792871°E45.15616; 10.792871

Pescherie di Giulio Romano

Le Pescherie di Giulio Romano (o Loggia di Giulio Romano), edificate nel 1536 su progetto dell'architetto di palazzo Te, erano dedicate al commercio del pesce. La costruzione era costituita da due porticati ad archi tondi nel tipico bugnato giuliesco, con attico sovrastante dove si aprono finestre rettangolari incorniciate da lesene. Le pescherie erano poste ai lati del ponte di epoca medievale che scavalcava il Rio, corso d'acqua che attraversa la città di Mantova dal lago Superiore al lago Inferiore. Erano collegate alle attigue Beccherie, il macello pubblico realizzato negli stessi anni sempre su disegni di Giulio Romano, che fu però demolito nel 1872. Verso la fine del secolo XIX anche le Pescherie furono ristrutturate perdendo la loro originaria funzione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Bedogni, G. Billoni, F. de Vincenzi, C. Micheli, Libroguida di Mantova, Mantova, Ed. Grafica Giulio, 1990
  • Paolo Carpeggiani, Chiara Tellini Perina, “Giulio Romano a Mantova”, Editrice Sintesi, Mantova, 1987

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]