Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Pervez Musharraf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pervez Musharraf
Pervez Musharraf 2004.jpg

Presidente del Pakistan
Durata mandato 20 giugno 2001 –
18 agosto 2008
Predecessore Muhammad Rafiq Tarar
Successore Muhammad Mian Soomro

Capo esecutivo del Pakistan
Durata mandato 12 ottobre 1999 –
21 novembre 2002
Predecessore Nawaz Sharif (primo ministro)
Successore Zafarullah Khan Jamali (primo ministro)

Ministro della Difesa del Pakistan
Durata mandato 12 ottobre 1999 –
23 ottobre 2002
Predecessore Nawaz Sharif
Successore Rao Sikandar Iqbal

Dati generali
Partito politico Lega Mussulmana del Pakistan-Quaid
(prima del 2010)
Lega Mussulmana di tutto il Pakistan
(dal 2010)

Pervez Musharraf پرويز مشرف (Delhi, 11 agosto 1943) è un politico e militare pakistano, ex Presidente del Pakistan dal 20 giugno 2001 al 18 agosto 2008, autore del Colpo di Stato pakistano del 1999, e dal 6 ottobre 1998 al 28 novembre 2007, capo di stato maggiore delle Forze armate pakistane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Daryaganj (hindi: दरियागंज, urdu: درِیاگںج, punjabi: ਦਰਿਯਾਗਂਜ), un sobborgo/cittadina satellite di Delhi. Dopo la creazione del Pakistan vi si è trasferito con la famiglia, composta da funzionari governativi. Anche la madre, Zarin, ha conseguito un master all'Università di Lucknow (India) nel 1944.

Musharraf ha studiato al Saint Patrick's School, Karachi, nel 1958, successivamente al Forman Christian College a Lahore. Ha inoltre partecipato ad un master/corso di media management alla Università indiana di Delhi. Da maggio a luglio 1999, Pakistan e India sono stati coinvolti nel conflitto del Kargil, combattuto nel distretto di Kargil nel Kashmir, quando era capo di stato maggiore dell'esercito e primo ministro Sharif.

Ha preso il potere il 12 ottobre 1999 in seguito a un colpo di Stato che ha deposto il primo ministro in carica Nawaz Sharif e ha assunto il titolo di presidente del Pakistan il 20 giugno 2001, per essere poi rieletto il 6 ottobre 2007; in conseguenza del golpe militare, nel 1999 il Pakistan è stato sospeso dal Commonwealth. Il 3 dicembre 2007, dopo la convalida della sua elezione a presidente da parte della Corte Suprema, ha lasciato la carica di capo di stato maggiore dell'esercito.

Il partito maggiore che lo sostiene in Parlamento è la Lega Musulmana-Quaid. Dopo la morte della rivale Benazir Bhutto, avvenuta il 27 dicembre 2007 in un attentato suicida, Musharraf è stato accusato di essere il mandante dell'omicidio. Il 18 agosto 2008 ha annunciato le sue dimissioni alla tv nazionale e il 19 aprile 2013 è stato arrestato con l'accusa di alto tradimento.[1] Il 26 aprile 2013 una corte pakistana ha posto Musharraf agli arresti domiciliari in relazione alla morte di Benazir Bhutto[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pakistan, arrestato l'ex premier Musharraf
  2. ^ (EN) Musharraf remanded over Benazir Bhutto case, BBC News Asia, 26 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.
  3. ^ Bhutto:nuovo ordine arresto Musharraf, ANSA, 26 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente del Pakistan Successore Flag of the President of Pakistan.svg
Muhammad Rafiq Tarar dal 20 giugno 2001 al 18 agosto 2008 Asif Ali Zardari
Controllo di autorità VIAF: 29069765 · LCCN: no00002146 · GND: 123954703