Persoonioideae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Persoonioideae
Persoonia levis oatley 2 email.jpg
Persoonia levis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Proteales
Famiglia Proteaceae
Sottofamiglia Persoonioideae
L.A.S. Johnson & B.G. Briggs, 1975
Tribù

Persoonioideae L.A.S. Johnson & B.G. Briggs, 1975 è una sottofamiglia di piante della famiglia Proteaceae[1], che include generi quali Persoonia, Acidonia, Toronia e Placospermum.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le piante di questa sottofamiglia sono cespugli sclerofillosi o piccoli alberi, raramente alberi da foresta pluviale[2]. Esse sono prive di radici proteoidi[2]. I cotiledoni non sono auricolati[2]. Le foglie sono semplici, pinnatifide o intere[2]. L'infiorescenza è per lo più racemosa, raramente ramificata ('panicolata'), bratteata. I fiori sono attinomorfi o zigomorfi, non disposti in coppie regolari. I filamenti staminali sono ampi e totalmente saldati ai tepali[2]. Le ghiandole ipogine sono solitamente 4, tutte uguali o, occasionalmente, con le ghiandole posteriori ridotte o assenti[2]. La punta dello stilo non è modificata a presentatore di polline[2]. Il polline è triporato. Gli ovuli possono essere 1, 2 o più e sono ortotropi[2]. Il frutto è una drupa o un follicolo[2]. I cromosomi sono per lo più n = 7, raramente n = 14. La lunghezza media dei cromosomi, che sono molto grandi, è pari a 7-17 μm nella metafase mitotica[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Le specie costituenti questa sottofamiglia sono principalmente presenti in Australia, ad eccezione di un genere monospecifico presente in Nuova Caledonia ed un altro presente in Nuova Zelanda[2].

Come la maggior parte delle Proteaceae, quasi tutte le specie di Persoonioideae sono piante che vivono in maniera ottimale in suoli poveri di sostanze nutriente, ben drenati, acidi, silicei. Due specie del sudovest (Acidonia microcarpa e Persoonia graminea) crescono in habitat paludosi, altre tre specie (P. acicularis, P. bowgada e P. hexagona) tollerano suoli moderatamente calcarei e parecchie specie sudorientali talvolta crescono su suoli di derivazione dal basalto, ma queste sono eccezioni. Si ritrova la maggiore diversità tra specie in aree con suoli derivati da arenarie e graniti.

Placospermum coriaceum è la sola specie delle Persoonioideae, che solitamente completa tutto il suo ciclo vitale nelle foreste pluviali. Le altre sono basicamente piante degli strati cespugliosi degli altopiani e delle foreste sclerofille e dei boschi. Comunque, alcune specie, come la Persoonia arborea, la P. media e la P. amaliae occasionalmente si ritrovano circondate dalle foreste pluviali, che hanno sostituito le comunità di sclerofille in cui le piante erano germogliate.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La sottofamiglia è suddivisa in due tribù[2]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L.A.S. Johnson & B.G. Briggs, Bot. J. Linn. Soc. 70: 170 (1975)
  2. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Flora of Australia Online - Persoonioideae

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bernhardt, P. and Weston, P. H., The pollination ecology of Persoonia (Proteaceae) in eastern Australia in Telopea, vol. 6, 1996, pp. 775–804.
  • Maynard, G. V., Pollinators of Australian Proteaceae in McCarthy, Patrick (ed.) (a cura di), Flora of Australia: Volume 16: Eleagnaceae, Proteaceae 1, CSIRO Publishing / Australian Biological Resources Study, 1995, pp. 30–33, ISBN 0-643-05693-9.
  • Weston, P. H., Persoonioideae in McCarthy, Patrick (ed.) (a cura di), Flora of Australia: Volume 16: Eleagnaceae, Proteaceae 1, CSIRO Publishing / Australian Biological Resources Study, 1995, pp. 47–125, ISBN 0-643-05693-9.
  • Weston, P. H., Proteaceae subfamily Persoonioideae in Australian Plants, vol. 22, nº 175, ASGAP, 2003, pp. 62–78.
  • Weston, P. H. (2006). pers. comm.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Botanica