Personaggi secondari di Un posto al sole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Un posto al sole (soap opera).

Questa voce descrive alcuni tra i personaggi secondari della soap opera Un posto al sole, trasmessa da Rai 3 dal 21 ottobre 1996.

Indice

1996[modifica | modifica sorgente]

Giacomo Palladini[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Antonio Cuomo. Zio di Tancredi Palladini, muore nella prima puntata della soap, lasciando la sua eredità al nipote. Nel testamento però include anche sua figlia, Anna Boschi, che eredità l'appartamento della Terrazza di palazzo Palladini.

Pietro Boschi[modifica | modifica sorgente]

Marito di Maria Boschi e padre di Franco, entra ed esce di galera. Quando è a casa, picchia violentemente la moglie, fino a ridurre quasi in fin di vita. Durante una discussione con Franco, cade dalla Terrazza di palazzo Palladini e muore sugli scogli.

Stefi Rovere[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Luana Pantaleo, Stefi era la migliore amica di Angela Poggi, nonché la prima fidanzata di Diego Giordano. Stefi è presente fino al 2002, più un breve ritorno nel 2005.
Di carattere allegro e frizzante, si innamora subito di Diego. Lui, inizialmente, non la calcolerà molto perché preso da Elisa. Poi, venuto a sapere dei vincoli di parentela che lo legano alla ragazza, fingerà di mettersi con Stefi. La finzione funzionerà talmente bene da far innamorare Diego.
La loro storia d'amore dura diversi anni, ma si concluderà amaramente dopo gli esami di maturità della ragazza: lei scopre di essere rimasta incinta, Diego decide di sposarla e crescere il bambino con lei, ma Stefi non è d'accordo e abortisce. La coppia scoppia. Fino al 2002 Stefi rimarrà amica di Angela, poi si allontanerà lentamente fino a intraprendere la carriera universitaria lontana da Napoli.

Helga[modifica | modifica sorgente]

È presente solo nei primi mesi della soap. Era l'infermiera di Tiziana Torrisi. La donna si infatua di Luca, instaurando anche una relazione, ma lui la lascia presto perché troppo innamorato della moglie defunta Giovanna. È proprio Helga a informare Alessandro che Tiziana non è più paralitica.

Aldo de Filippo[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Enzo Salomone, è stato presente fino al 2005. Era il capo redattore di Michele Saviani. Nel corso degli anni sarà un valido aiuto per Michele, anche se a volte tenterà di ostacolare l'animo indomito del giornalista milanese perché poco incline alla politica del giornale. Proprio durante uno di questi famosi bisticci Michele viene a sapere che Aldo sta per diventare il suo patrigno: la madre Marisa infatti è innamorata di Aldo. I due si sposano nel 2001.

Dario Campese[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Antonio Acampora, è stato una guest star fino al 2007, anche se negli ultimi anni appare molto meno che in precedenza. Era il compagno di classe e il migliore amico di Diego. Di carattere stupido e ingenuo, ha sempre cercato di abbordare qualche ragazza, con scarsissimi risultati. Perde la verginità a 18 anni, nel letto di Raffaele Giordano, grazie all'intraprendenza di due abili gemelle.

Vito Russo[modifica | modifica sorgente]

Era il commissario di polizia di Posillipo prima dell'avvento del commissario Arletti. È proprio Vito Russo ad aiutare Luca de Santis a incastrare i colpevoli della morte di Jasmine. Nel corso degli anni, fino al 2000, sarà coinvolto in altri casi riguardanti gli abitanti di Palazzo Palladini.

Don Antonio[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Nello Mascia. È il parroco a cui tutti i personaggi si sono affidati nel corso degli anni. È stato particolarmente vicino a Franco quando era malato di tumore e a Teresa dopo la scoperta del legame tra lei e Salvatore. È stato presente fino al 2001.

Antonio e Laura Graziani[modifica | modifica sorgente]

Sono i genitori adottivi di Silvia, nonché gli zii di Guido. Mal sopportando la decisione della figlia di aver lasciato l'università per fare la cameriera, inizialmente hanno con lei diversi scontri. Dopo aver rivelato alla figlia di essere stata adottata, escono di scena nel 2002, dopo una leggera crisi matrimoniale sedata da Silvia.

Patrizia Sciarra[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Beatrice Palme, è una nota giornalista. La Sciarra, molto amica della contessa, è sempre tra gli invitati ai grandi party dell'alta società. Arrivista e egocentrica, la donna ha come unico obiettivo la carriera: è desiderosa di avanzare nel lavoro, fino a diventare una giornalista tra le più quotate. Quando, nel 1997 conosce Franco Boschi, instaura con lui una relazione, nonostante l'uomo abbia già un legame stabile con Silvia. Dopo essere rimasta per qualche tempo con Franco, viene lasciata, non appena lui scopre che la donna si sta seriamente innamorando di lui e lo raccomanda in ogni piccolo lavoro. La sua casa viene svaligiata proprio da Franco, nel 2000, quando lui malato di tumore, per disperazione ricade nell'attività malavitosa.

Francesca e Ambra[modifica | modifica sorgente]

Francesca è presente da quest'anno al 1998, Ambra è presente dal 1997 al 1998. Entrambe, poi, rientrano, nel 2003. Francesca è una collega di Michele, omosessuale dichiarata, ha un flirt con Claudia, per poi incontrare Ambra e innamorarsi di lei. Le due donne, felici e desiderose di avere un figlio, chiedono a Michele di mettere incinta Francesca. Il ragazzo, anche se titubante, accetta. Il progetto, però, sia per la gelosia delle loro rispettive compagne, sia per l'amicizia e la mancata attrazione tra loro, non va in porto. Poco dopo le due decidono di sposarsi, Francesca accetta una proposta di lavoro ad Amsterdam e si trasferiscono.
Francesca torna poi nel 2003, per indagare, come giornalista, sul conto di Roberto Ferri e la sua organizzazione (quella che lo lega anche a Sveva). Ciò che Francesca scopre non sarà mai pubblicato perché la donna viene assassinata, inscenando un incidente stradale. Ambra, terribilmente addolorata, fa ritorno ad Amsterdam.

1997[modifica | modifica sorgente]

Nikki[modifica | modifica sorgente]

La prima vera ragazza di Guido. Tra i due però sarà solo amore platonico perché lui scoprirà ben presto che lei è un transessuale. Alla scoperta di ciò Guido l'aiuterà ad integrarsi nel palazzo in cui la donna vive e a rimettersi con il suo fidanzato storico.

Ciccio[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Francesco Paolantoni, è stato presente in alcune puntate. Era un amico di Raffaele Giordano. I due insieme erano soliti fare diversi scherzi, soprattutto a Rita e Renato. Paolantoni tornà nella soap nel 2011, col personaggio di Max Peluso, giornalista ed ex calciatore, curiosamente anche lui vecchio amico di Raffaele

Agnese e Gregorio Cozzolino[modifica | modifica sorgente]

Interpretati rispettivamente da Valeria Valeri e Carlo Croccolo, sono i genitori di Giulia e Rita. Agnese, abbandonata da giovane da Gregorio, si trasferisce per qualche tempo da Giulia e Renato. Durante questi mesi le liti tra le suocera e Renato sono molto frequenti, tanto da convincere l'uomo a cercare il suocero. L'uomo però non vuole sapere nulla di Agnese, anche dopo l'incontro con la donna e le figlie, l'uomo dice di non sentirsela a sistemare il suo matrimonio. Sarà durante una crociera che Agnese fa con un'amica (Marisa Merlini) che lei e Gregorio si ritrovano e successivamente si trasferiscono in America Latina.

Noah[modifica | modifica sorgente]

Un sensibile ragazzo di colore che farà breccia nel cuore di Silvia e le farà vivere la sua prima storia d'amore. L'unione finirà dopo che lui sarà costretto a tornare a casa dopo essere stato licenziato al lavoro e per sposare la donna a cui è destinato.

Adrien[modifica | modifica sorgente]

Un ragazzo con cui Eleonora aveva instaurato una relazione mentre si trovava a Londra. Era un attore di teatro che va a Napoli perché sente la mancanza della sua ragazza. Il ragazzo fa uso di cocaina e porterà anche Eleonora ad abusarne. Muore di AIDS a Londra pochi mesi dopo la fine della storia con Eleonora.

Manuela e Elisa Secoli[modifica | modifica sorgente]

Manuela è interpretata da Marina Suma, è stato il primo amore di gioventù di Raffaele. La donna passa a trovare il suo ex fidanzato e le rivela che ha avuto una figlia da lui: Elisa (interpretata da Carlotta Lo Greco). Le due vanno a vivere negli USA poco tempo dopo che Raffaele ha riconosciuto legalmente Elisa e dopo che Manuela si rimette con un suo ex. Madre e figlia tornano entrambe pochi mesi dopo la morte di Rita. Manuela e Raffaele tenteranno di instaurare una storia ma lui non è pronto perché l'amore e il ricordo di Rita è ancora troppo forte. Elisa è, per l'appunto, la prima figlia di Raffaele. La ragazza, prima di sapere che Giordano è il padre, instaura una relazione con Diego, che finisce non appena i due scoprono di essere fratelli. Durante il suo ritorno del 2001, Elisa aiuta il fratello a superare il lutto per la morte della madre.

Lorenzo Macchia, Gabriele e Amanda[modifica | modifica sorgente]

Lorenzo è interpretato da Lorenzo Flaherty nel 1997 e da Edoardo Costa nel 1999. È stato un fidanzato di Claudia. Era il direttore di una casa di appuntamenti e in breve tempo costringe Claudia a prostituirsi. Finisce ucciso nel 1999 da una sua amante, Amanda (Maria Cristina Grimaldi), mentre è sotto processo per l'omicidio di Gabriele, il cugino di Claudia (interpretato da Ettore Bassi) che aveva ucciso nel 1997.

Lucia Caccia[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Regina Senatore è presente fino al 2007 con assiduità e poi dal 2009. Lucia è la madre di Guido; vedova da molti anni, madre di cinque figli, è piuttosto invadente, comica e chioccia, metterà non poche volte in imbarazzo il suo povero figlio maggiore.

Andrea[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Pietro Genuardi, era il coordinatore del centro sociale frequentato da Eleonora. Finirà anche con l'innamorarsi di lei, non ricambiato.

1998[modifica | modifica sorgente]

Jasmine Abucar[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Soraya Castillo, e presente anche nell'anno precedente, era una prostituta che viene liberata da Luca. I due si innamorano, si sposano ma lei viene uccisa fuori dal municipio e con l'abito da sposa ancora addosso perché era a conoscenza di troppe cose riguardanti l'omicidio di una prostituta sua amica.

Chiara Caselli e Fulvio Spataro[modifica | modifica sorgente]

Presenti dal 1997 sono una coppia di coniugi. Lei, avvocatessa in carriera, conosce Alberto mentre lavorano, uno contro l'altra, al processo Masullo, che vede come imputato Luca con l'accusa di eutanasia. In questa occasione il giovane Palladini e Chiara hanno una storia. Venuto a sapere del flirt tra i due la reazione di Fulvio (Raffaele Buranelli) sarà inarrestabile. L'uomo fa picchiare Alberto e rapire Alessandro, prima di essere definitivamente arrestato. Successivamente, nel 2000, si alleerà con Sonia, per inscenare il finto rapimento di Gianluca.

Commissario Caravello[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Luciano Nozzolillo. Inizialmente aiuta Luca e Vito Russo a indagare sull'omicidio di Jasmine. In realtà ne è l'assassino. Dopo aver attentato anche alla vita di Luca e dell'agente Russo viene arrestato.

Giusi e Graziano Faiello[modifica | modifica sorgente]

Giusi è interpretata da Carmela Pecoraro, è una ragazza di sedici anni incinta che va a chiedere aiuto a Giulia al centro di accoglienza. La ragazza è sola dopo la morte della madre e deve badare anche ad altri suoi due fratellini più piccoli. Giulia non può far altro che avvisare i servizi sociali, anche perché il padre della ragazza sembra sparito. Giusi non riesce a perdonare a Giulia di aver avvertito i servizi sociali, ma la donna riesce a rintracciare suo padre. Interpretato da Antonio Covatta, Graziano è il padre di Giusi. Si affezionerà molto a Giulia che le offre anche un lavoro ai cantieri Palladini. Qui Graziano si rivela però un violento e viene licenziato. Lo stesso atteggiamento lo potrà constatare anche Giulia, Graziano infatti, ubriaco e convinto che Giulia sia innamorato di lui, la violenta. Sarà solo grazie alla testimonianza di Giusi che ha scoperto tutto che Graziano verrà arrestato.

1999[modifica | modifica sorgente]

Addolorata Salvetti[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Lucianna De Falco Addolorata è la sorella maggiore di Assunta. È presente fino al 2008 con più o meno frequenza durante gli anni ed è stata presente anche nella prima serie di Un posto al sole d'estate. Di un carattere irruente e maleducato, è egocentrica e convinta che tutti gli uomini siano innamorati di lei. Ha avuto un solo grande amore: Pompeo. I due sono arrivati anche all'altare ma lui l'ha abbandonata perché si è scoperto omosessuale. Addolorata si è così buttata su molti uomini, è stata innamorata anche di Guido e ha avuto un rapporto con Michele.

Gaetano Salvetti[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Antonello Liegi è presente anche fino al 2003 e poi per breve tempo anche nel 2006 e nel 2008. Don Gaetano Salvetti è il padre di Assunta e Addolorata. Ha sempre desiderato avere un figlio maschio, ma ciò non avvenuto. È stato un abile alleato di Guido, anche se quest'ultimo non l'ha mai considerato tale perché l'uomo è invadente e intransigente. Proprietario di una macelleria di successo, è probabilmente il suo affetto più grande, dopo il nipote Vittorio.

Cristina Morraca e la lotta camorra-Palladini[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Tiziana Sensi, era la figlia di Tommaso Morraca (Mario Merola). Si avvicina ad Alessandro in un pomeriggio di pioggia. Successivamente prende in affitto l'appartamento di Alberto. Qui Alessandro viene a sapere che la ragazza è fidanzata con Robbie, ma ciò nonostante i due sono molto attratti. Con l'andare del tempo si scoprirà l'identità della ragazza e inizierà una dura lotta Palladini contro camorra, vi parteciperà anche Franco che con la complicità di Alessandro si finge un camorrista. La dura lotta tra le due fazioni, dopo la morte di Tommaso Morraca nelle braccia di Cristina, finisce con la morte di Robbie. Cristina si costituisce alla polizia e per qualche tempo lei e Alessandro cambiano identità e si spostano di città in città. Ma la forza della camorra ha la meglio e dopo un attentato e il loro matrimonio Cristina muore tra le braccia di Alessandro.

Ottone (Otto) von Blucker[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Luigi De Filippo, è il primo marito di Claudia. La ragazza che dopo la sua partenza avrebbe dovuto farsi suora in realtà ha incontrato questo anziano signore e si è sposata. Matrimonio più di convenienza che d'amore. I due si trasferiscono nell'appartamento di Alberto dopo l'uscita di scena dei Morraca. Otto muore poco dopo d'infarto, lasciando Claudia piena di debiti.

Goffredo Frangipane[modifica | modifica sorgente]

Investigatore privato a cui Silvia si affida per trovare i genitori naturali dopo essere venuta a sapere di essere stata adottata. Goffredo scoprirà che la madre di Silvia è Teresa mentre il padre è Don Salvatore. Tra Goffredo e Silvia si instaura un rapporto d'amore che finisce quando lei scopre che lui è sposato. Dopo breve tempo però la loro relazione ricomincia per poi terminare pochi mesi dopo quando Silvia si rende conto che Goffredo non lascerà mai la moglie. Fa un breve ritorno nel 2001 assunto da Sonia per indagare sulla fidanzata di Alberto: Mira.

Roberta Cantone[modifica | modifica sorgente]

Roberta è stata la prima vera fidanzata di Guido. Già presente nel 1997 era un'infermiera che conosce Guido mentre era ricoverato per problemi di salute. Roberta si invaghisce di lui, probabilmente catturata dal successo del ragazzo, all'epoca, infatti, Guido era un imprenditore, possedeva una fabbrica di indumenti extra large. Dopo la chiusura della fabbrica Roberta lascia Guido che le aveva appena chiesto di sposarlo. Torna nel 1999 poco tempo prima che Guido sposi Assunta. Roberta ha qualche problema con il fidanzato e va a vivere alla Terrazza con Guido. L'attrazione che i due provano, complice anche l'astinenza sessuale forzata che Guido deve subire, è ancora viva. In attimo di smarrimento Guido fa l'amore con Roberta, l'amore per Assunta avrà però la meglio e Roberta torna dal suo fidanzato.

Libero Batese[modifica | modifica sorgente]

Di carattere petulante e monotono, Libero è l'uomo che viene scelto da Alberto Palladini per sostituire Raffaele come portiere dopo che quest'ultimo non può più esercitare per via della sua cecità. Nei pochi mesi in cui lavora a Palazzo Palladini, Libero ha diversi scontri con quasi tutti i condomini del palazzo che sono considerati da lui dei sudici e dei perdi tempo. L'unica con cui Libero instaura un'amicizia è Teresa, l'uomo tenterà in vari modi di conquistarla, riuscendoci solo in parte, la donna, che ancora si incolpa per la relazione che in passato ha avuto con don Salvatore, non si lascerà mai andare veramente. Dopo aver avuto un'offerta di lavoro in Svizzera, Libero decide di trasferirsi.

Salvatore Fossatari[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Andrea Tidona, Salvatore è il sacerdote con cui, all'inizio degli anni settanta, Teresa aveva avuto una relazione sfociata con una gravidanza indesiderata, dalla quale nasce Silvia. Dotato di una fede apparentemente incrollabile, Salvatore parte per l'Africa poco dopo aver conosciuto sua figlia e aver rivisto Teresa. Silvia lo conosce per breve tempo, instaurandoci un rapporto migliore rispetto a quello che inizialmente costruisce con la madre naturale, ma Salvatore, dedito alla Chiesa e a Dio, lascia Silvia, che seppur a malincuore, accetta la decisione dell'uomo.

Vera e Alice[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Rosaria De Cicco, Vera si avvicina a Luca. I due sono accomunati dalla passione per l'alcool. Michele cercherà anche di aiutarli, ma solo Luca ne uscirà. Vera è un'alcolista dopo la separazione dal marito e dopo aver perso l'affidamento della figlia Alice. Sarà proprio grazie ad Alice, in visita dalla madre per un viaggio di lavoro del padre, che Luca si troverà a dover farle da padre; Vera gliela affida mentre lei è in una casa di cura per disintossicarsi. In questo periodo Luca e Alice si avvicinano molto e scopriamo un lato tenero e attento del medico di Palazzo Palladini. Dopo il ritorno di Vera, la donna tenta di instaurare una relazione con Luca, proponendogli di trasferirsi a Padova con lei ed Alice dopo aver avuto un'offerta di lavoro. Luca però declina l'invito, Vera e Alice partono senza di lui.

Gianluca Palladini[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Gianluca Palladini.

2000[modifica | modifica sorgente]

Giorgia Balestra[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Laura Chiatti era una compagna di classe di Diego. La ragazza, molto attratta dal giovane Giordano, cerca di farlo capitolare. Diego è però troppo innamorato di Stefi perché la cosa possa accadere. Sarà l'occupazione scolastica e una lite con Stefi, che spingeranno Diego nelle braccia di Giorgia. Dopo quella notte e una rottura passeggera con Stefi, Giorgia sparisce dalle vite di Diego e dell'amico Dario.

Petrit Reka[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Edmund Budina, è il padre naturale di Niko. Fa il suo ingresso durante l'estate 2000, con un breve ritorno nel 2001 e uno più duraturo nel 2008. Nei primi tempi, avendo ritrovato il figlio, lo convince a tornare con lui, ma Niko, dopo aver provato a vivere con il padre e la nuova moglie decide di tornare dai Poggi. Petrit è presente anche all'undicesimo compleanno del figlio. Dopodiché si perdono le sue tracce, tutti credono che si sia trasferito in Albania, la sua terra d'origine. Nel 2008, aiutando la madre Giulia a sfamare dei senza tetto, Niko vede, tra loro, il padre. Da qui i due ricominciano a frequentarsi, ma Niko è piuttosto lontano; dopo un'aggressione subita da Petrit per colpa di Niko, i due si riavvicinano. Giulia inoltre procura a Petrit un lavoro come portiere a Palazzo Palladini. Tra loro si instaura un buon rapporto che lentamente si tramuta in passione. Renato ostacola il rapporto, rivelando anche a Niko la relazione tra la madre e il padre naturale. Per Niko è dura da sopportare ma lentamente se ne fa una ragione e Giulia e Petrit sono liberi di vivere il loro amore alla luce del sole. Dopo essere stato assunto come interprete al centro di accoglienza della Poggi, Petrit decide di trasferirsi in missione umanitaria in Albania, dopo breve tempo anche Giulia lo raggiungerà.

Luciano Simeoli[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Edoardo Sylos Labini era un ragazzo che Silvia ha incontrato grazie a una chat. Lei viene a sapere subito che lui è gay e tra i due si instaura una bellissima amicizia. Lui la sostiene molto per la sua passione per Michele e gioisce con lei quando i due si mettono insieme. Successivamente lui si trasferisce a Milano per lavoro con il suo compagno Oscar. Poco tempo dopo Silvia si scopre incinta, consapevole di una notte di amore avuta con Luciano in un attimo di solitudine reciproca; Silvia teme che il figlio possa essere di Luciano e non di Michele. Nonostante i dubbi decide di accettare la proposta di Michele di sposarsi. La verità viene comunque fuori, Michele lascia Silvia e lei va a Milano, da Luciano. Tornano a settembre di quell'anno con la piccola Rossella. Per qualche tempo tenteranno di essere una famiglia, ma la natura di Luciano lo richiama, l'uomo lascia Silvia e si trasferisce in Canada con il suo compagno, Oscar. Fa il suo ritorno a Napoli nel settembre 2011, interpretato da Fabio Balasso. Chiede di poter incontrare la figlia Rossella, con la quale instaura un tenero rapporto. Ha un nuovo compagno, Bernard.

Barbara Breschi[modifica | modifica sorgente]

Insegnante di ripetizioni d'inglese di Diego, instaura una relazione con lui dopo la rottura del rapporto del ragazzo con Stefi per via del tradimento con Giorgia. La relazione viene osteggiata sia da Rita sia, anche se in maniera più lieve, da Raffaele Giordano. La donna, parlando con Rita, resasi conto della differenza di età e dei suoi doveri nei confronti della famiglia che ha creato con il marito, decide di rimettersi con il marito e lasciare Diego.

Tommy (Tommaso) Ricciardi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato prima da Massimo Poggio e da Luciano Scarpa poi. Grazie a lui Giò supererà le inibizioni che gli abusi subiti dal padre le avevano creato. I due si conoscono al lavoro, sono entrambi muratori, dopo qualche tempo tutti e due perderanno il lavoro per vari dissidi con il datore di lavoro che vede in malo modo una donna come muratore. La loro storia, tra alcuni tira e molla, dura fino al 2002 quando lei lo lascia dopo il tradimento di lui con Sabina, sua collega dell'agenzia immobiliare. Tommy, appassionato di corse ippiche, aveva perso numerose somme di denaro ed era anche stato incolpato, ingiustamente, dalla sua datrice di lavoro: Gloria. Le cose vengono comunque superate e Giò vive la sua prima storia d'amore.

Valentina Noti e Marco Altieri[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Manuela Ruggiero e presente fino al 2002, con breve ritorno nel 2004. Era una giornalista come Michele, i giornali per i quali lavorano erano però avversari. I due si avvicinano quando Michele scopre di avere un fratello: Marco (Maximilian Nisi). Il ragazzo, chiuso in manicomio, viene fatto fuggire da Michele, ma le cose si complicano perché Marco è molto instabile e attenterà anche alla vita di Marisa, la madre di Michele. Viene successivamente ricoverato nuovamente in casa di cura. Michele vive così la sua storia con Valentina, la loro relazione dura fino al ritorno di Silvia da Milano. Lei si mette con Cafasso, il capo di lei e Michele alla radio in cui i due lavorano, dopo aver lasciato i rispettivi giornali. Valentina fa un breve ritorno nel 2004, soffiando un'idea televisiva ad Elena, il suo progetto, però, grazie a Roberto non andrà in porto.

Ciro Gambardella[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Carmine Recano, è un ragazzo pressoché ventenne che, nel tentativo di rubare un motorino, viene colto in fragrante dal proprietario, un ragazzo di nome Mario Lodi e non si fa scrupoli ad ucciderlo con un colpo di pistola, sotto gli occhi impotenti di Rita Giordano; dopo una tentata rapina a Caffè Vulcano, sventata da Franco Boschi, Rita si decide a denunciarlo; quel gesto però le costerà caro perché Ciro scopre che era stata lei a denunciarlo e le spara nel parcheggio di un supermercato; Rita morirà pochi giorni dopo in ospedale. Disperato per la morte della moglie, Raffaele sfida Ciro a prendersela pure con lui, Ciro cade nella trappola e viene rapito da Raffaele che lo sequestrerà per giorni nella torre di palazzo Palladini, torturandolo in ogni modo; Ciro sembra destinato ad una morte atroce, ma Rita in sogno convince Raffaele a fermarsi, facendogli capire che quella non era giustizia, ma solo una vendetta che lo avrebbe abbassato al suo stesso livello. Raffaele libera Ciro consegnandolo alle autorità; Gambardella viene così arrestato e condannato per duplice omicidio. Dopo 10 anni lo ritroviamo in carcere, interpretato ora da Antonio De Matteo, sul punto di uscire con la semilibertà, il caso vuole che il programma di riabilitazione lo mandi a fare le pulizie nell'ospedale dove lavora Ornella, la seconda moglie di Raffaele, proprio nel suo reparto; ben presto Ornella scopre chi è Ciro, decidendo però di non dire nulla per il momento a Raffaele, convinta che davvero l'uomo voglia cambiare vita. Raffaele però scopre tutto, vedendo Ciro uscire dall'ospedale e dopo un confronto con Ornella affronta l'uomo; Ciro cerca di convincerlo a non cercare vendetta, ma Raffaele non vuole crederci e prega Ornella di stargli lontano, la donna però decide comunque di aiutarlo a reimparare a leggere e Ciro dopo un attimo di perplessità accetta l'aiuto. In ospedale Ciro conosce Viola ed è amore a prima vista; dopo aver scoperto che Simone, il fidanzato della ragazza, è rimasto invischiato con la Camorra per un debito di gioco e anche Viola potrebbe rischiare ritorsioni, si offre di fare lui il lavoro sporco uccidendo il Boss rivale che Simone non aveva aiutato a far fuori. Ornella però lo coglie sul fatto convincendolo a desistere; datosi alla fuga, verrà ferito gravemente dagli uomini di Nunzio Vintariello, il Boss che aveva commissionato il delitto; rifugiatosi nella torre di palazzo Palladini, lo stesso luogo dove era stato sequestrato anni prima, viene scoperto proprio da Raffaele; dopo un confronto tra i due, in cui gli spiega che avrebbe ucciso di nuovo solo per proteggere Viola e Ornella, Ciro muore sotto gli occhi dello stesso Raffaele, di Ornella e di Viola a cui prima di morire riesce a rivelare i propri sentimenti.

2001[modifica | modifica sorgente]

Marisa Saviani[modifica | modifica sorgente]

Psicologa di fama, interpretata da Mita Medici, è la madre di Michele. È presente dal 1997 al 2002 con molta assiduità. Si innamora di Aldo, il capo di Michele e lo sposa. In passato, aveva sposato Ettore Martini, il padre di Michele, subendo anche qualche tradimento da parte dell'uomo. Non appare più dal 2004, dopo il tentato omicidio di Silvia ai danni da Michele. Ritorna il 9 ottobre 2013, in occasione del matrimonio del figlio con Silvia. È un ritorno fugace, in cui si viene a sapere che la donna è ora sola e molto dedita al lavoro.

Ursula[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Valentina Carnelutti era la fidanzata di Marco, il fratello di Michele. Aiuta il suo ragazzo a fuggire dalla protezione di Michele.

Sofia Corsani Ferri[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Barbara Blanc, Sofia è la prima moglie di Roberto Ferri. Presente dal 2005, è una donna fragile e non molto stabile emotivamente, ha una relazione con Alessandro e sarà proprio questa storia a dare il via alla vendetta che Roberto attiverà contro i Palladini, che porterà questi ultimi alla perdita temporanea dei cantieri. Dopo la fine della storia con Alessandro per la sua poca voglia di combattere, Sofia si trasferisce a Parigi. Successivamente si allea con Eleonora per sconfiggere Roberto, rivelando anche alla donna che Roberto ha ucciso il suocero, il padre di Sofia. Torna a Napoli per assistere al processo per l'omicidio di suo padre e pur di incastrare Roberto, arriva a dichiarare che l'uomo minacciava suo padre da diverso tempo. Nel frattempo Sofia riallaccia i rapporti con Alessandro, pochi mesi prima che il ragazzo sposi Anna e gli rivela il suo amore mai sopito; Alessandro tuttavia sposa Anna e Sofia ritorna a Parigi, rimanendo in contatto con Eleonora ancora per qualche tempo.

Giorgio Bruni[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Carlo Cartier è il primo marito di Ornella, nonché padre di Viola. Dopo un incidente aereo che avrebbe dovuto avere anche Giorgio tra le vittime, Ornella scopre che il marito ha una doppia vita. Lui, infatti, ha un'altra donna e un'altra figlia. Per Ornella è un colpo duro che metterà la fine al suo matrimonio. Anche Viola viene a sapere la verità, chiudendo i rapporti con il padre. Poi, anche con l'aiuto di Diego Viola perdona il padre. Giorgio si lascia anche con Paula (Iris Peynado), la sua seconda donna. Con l'andare degli anni Giorgio avrà diversi scontri con Giordano, secondo lui le differenze sociali tra Ornella e il portiere di Palazzo Palladini sono troppo ampie per tirare fuori una buona storia d'amore. Giorgio, dopo aver truffato Ornella con la promessa di comprare un appartamento per Viola, si suicida. È il 2005.

Mira Jovanović[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Julka Bedeschy, Mira è stata uno dei tanti amori di Alberto Palladini. Di origini nomadi, Alberto e Mira si incontrano in un locale in cui lei fa la cantante. Mira era la ex fidanzata del compagno di cella di Alberto quando lui era in carcere con l'accusa di aver ucciso Sonia. Mira inizialmente vuole uccidere, o comunque far male, ad Alberto, poi, invece, finirà con l'innamorarsene. Tra Mira e l'avvocato Palladini nasce un amore molto contrastato dalla famiglia di lei e anche da Sonia. La famiglia di Mira è contraria all'unione perché lei dovrebbe stare con la sua gente, Sonia invece cerca di usare l'unione tra Alberto e Mira per avere l'affidamento definitivo di Gianluca. Dopo avercela fatta, Sonia porta Gianluca a Siena, mentre Mira lascia Alberto, pur amandolo, dopo aver capito che i loro stili di vita sono troppo diversi.

2002[modifica | modifica sorgente]

Irene Sartori[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Francesca Muzio, era la madre di Filippo. La conosciamo dopo che Eleonora ha sentito parlare al telefono Roberto con una donna che sembra averlo in pugno. Eleonora scopre tutta la verità su Irene: in passato la donna ha dato un figlio da Roberto. Con lei Eleonora instaura un buon rapporto così come con il figlio di lei. Durante delle confidenze, la Palladini viene a sapere che Roberto non ha mai riconosciuto legamento Filippo, pur mantenendolo. Già da diversi anni, Irene è una donna malata di cuore, ma nonostante ciò è dotata di una gran forza di carattere. È lei a conoscere vari segreti su Roberto, come il fatto di aver ucciso Attilio Corsani, il padre di Sofia, la prima moglie di Roberto. La storia di Irene finirà con la sua morte, che avviene tra le braccia di Ornella, dopo una lite con Roberto.

Davide e Gabriele De Luca[modifica | modifica sorgente]

Interpretato dal piccolo Federico Rossi (che alcuni anni dopo interpreterà Sandro Ferri), Davide fa ritorno con Anna dalla Nuova Zelanda. Tutti pensano si tratti del figlio che la donna ha avuto da Alessandro, ma le cose sono diverse. Anna ha sottratto Davide al suo compagno: Gabriele De Luca (Riccardo Serventi Longhi). L'uomo, violento e codardo, non fa altro che picchiare e maltrattare il figlio, tant'è che il piccolo, a causa dei traumi subiti, non parla. Nessuno, tranne Maria sembra conoscere il segreto di Anna. Gabriele, rintracciando Anna, la fa arrestare. Grazie a un complicato piano a cui entrano a far parte, oltre a Maria e Alessandro, anche Franco e Giò, Anna riesce ad evadere e portare via Davide dal padre. Nel frattempo Maria riesce a contattare Olga, la nonna paterna di Davide. Anna intanto progetta di scappare per Sumatra con Davide e Alessandro. La verità sui maltrattamenti che il piccolo Davide subisce viene comunque a galla, grazie al piccolo che, esasperato, rivela tutto all'ispettore Arletti, quando questo rintraccia Anna nel suo nascondiglio. Gabriele viene arrestato al posto di Anna e il piccolo va a vivere con Olga.

Ispettore Giuseppe Arletti[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Ivan Castiglione è l'ispettore che si occupa della vicenda di Davide De Luca e Anna, dell'attentato di Roberto Ferri ad opera del fratello di Toni Santoro e di molti altri casi con protagonisti gli abitanti di Palazzo Palladini. Molto vicino a Franco, nel 2006, con la conoscenza più approfondita di Giovanna, veniamo a sapere che lei e Arletti in passato sono stati insieme. Dopo il tentato omicidio di Giovanna nel luglio 2007, grazie alla testimonianza di Nunzio, si scopre che Arletti è in contatto con la camorra e che è stato lui ad attentare alla vita del commissario. Arletti muore pochi mesi dopo cadendo da un palazzo, durante un conflitto fisico con Franco che aveva appena scoperto la verità.

Lino Viscovo[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Vittorio Ciorcalo e presente dal 1999 fino al 2004, Lino era il cameriere di Caffè Vulcano. Originariamente famoso per essere molto sfortunato, con l'andare degli anni sarà protagonisti di vari episodi grotteschi con la complicità di Raffaele. Nel 2002 si fidanza con Grazia (Stefania Spugnini), una postina molto sbadata. Dopo la fine del loro amore, Lino si consola facendo il cameriere per la navi da crociera, lasciando Napoli e Caffè Vulcano.

Azzurra Vallone[modifica | modifica sorgente]

È stato il primo amore di Niko. Il loro tenero amore platonico è durato per tutto il tempo delle elementari. I due si sono rivisti durante l'estate 2007 (durante la seconda serie di Un posto al sole d'estate), Azzurra era interpretata da Martina Carletti. Niko era desideroso di ricominciare la loro storia, ma Azzurra si lega anche a Pasqualino (Luigi Petrazzuolo). La sua successiva partenza per gli USA fa rimanere entrambi i ragazzi a bocca asciutta.

2003[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Catalano[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gigi Savoia, è il padre di Carmen. Dopo la morte della moglie, è stato l'unico punto d'appoggio della figlia. Giuseppe è un uomo all'antica, ma non per questo ottuso. Molto accanto alla figlia, l'aiuta a superare la sua fissazione per Filippo Sartori, non riuscendoci. Si trasferisce a Campobasso nel 2005 proponendo alla figlia di seguirlo, ma lei preferisce rimanere a Napoli. I due rimangono in contatto, Giuseppe aiuta anche Carmen a liberarsi di Roberto Ferri dopo la sparizione di Filippo.

Sveva Kessler[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Lara Lamberti, Sveva era una italo tedesca che faceva parte di una società di malaffare di cui anche Roberto Ferri, per qualche tempo, ha fatto parte. Viene uccisa dopo il rapimento di Sandro.(Sveva è stata interpretata da 2 attrici diverse: l'ultima compare solo nelle ultime puntate, quelle in cui Sveva viene uccisa)

Matteo Consoli[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Raffaello Balzo e presente anche nel 2004, Matteo è stato il secondo grande amore di Viola. Molto sensibile e timido, conosce Viola per puro caso, lei se ne innamora all'istante. Successivamente lui le fa da fisioterapeuta dopo la caduta che impedisce a Viola di continuare a ballare. L'affiatamento tra i due è molto forte, e dopo il trasferimento alla Terrazza, finalmente, Matteo si lascia andare all'amore per Viola. Qualche tempo dopo, anche se Viola ha molta paura di essere abbandonata come era successo con Diego, i due fanno l'amore. Viola incoraggia Matteo a perseguire la sua passione per la danza. Lui l'ascolta, tant'è che gli viene anche offerto un ruolo in un musical a Londra, è in quest'occasione che Matteo chiede a Viola di sposarlo, ma lei non accetta e rimane a Napoli. In quel periodo, tra l'altro, la passione tra Viola e Andrea stava nascendo.

Fabrizio Alberti[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Alberto Gimignani è un amico di gioventù di Ornella che la donna ritrova dopo molto tempo. Segretamente innamorato di lei, Fabrizio crea anche un fumetto con protagonista un'eroina dalle fattezze simili a quelle di Ornella. Dopo poco tempo dal loro incontro Fabrizio rivela a Raffaele che soffre di sclerosi multipla, inizialmente Ornella non ne saprà nulla. Dopo una crisi, Fabrizio è costretto a rivelare la verità anche a lei. Ornella si offre di accompagnare Fabrizio da un medico suo amico esperto di sclerosi a Viareggio, Fabrizio accetta. Dopo una giornata al Carnevale Fabrizio e Ornella fanno l'amore. Ornella non rivela nulla a Raffaele. Poco tempo la donna si scopre incinta e non sa chi è il padre del bambino. Sarà dopo che Rocco, il cugino di Raffaele e padre di Elena, viene a sapere della notte d'amore tra Ornella e Fabrizio che Raffaele verrà a sapere la verità. Lui e Ornella si lasciano. Fabrizio viene informato della possibilità che il bambino di Ornella sia suo, ma dopo il test di paternità alla nascita del bambino, si scopre che Patrizio è figlio di Raffaele e Fabrizio esce definitivamente dalla vita di Ornella.

Pietro Bianchi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Alessandro Cossu. Pietro è il primo uomo al quale Silvia si lega dopo la fine del suo matrimonio con Michele. Inizialmente sembra andare tutto per il meglio: Pietro ricopre di attenzioni Silvia, anche se il più delle volte è lei che paga per lui. Resasi conto che Pietro è in realtà uno gigolò, Silvia per qualche tempo paga i suoi servigi, poi smette, desiderosa di una relazione esclusiva con lui. Pietro la maltratta non appena Silvia le offre quello che lui considera "una miseria" per avere rapporti solo ed esclusivamente con lei. Tutta questa faccenda, più i relativi strascichi della fine del matrimonio con Michele, butterà definitivamente Silvia nel tunnel dell'alcolismo.

Bruno Rocchi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Alessio Di Clemente. Bruno Rocchi era un amico d'infanzia di Franco, ora diventato calciatore di successo. L'amicizia con Franco finì in maniera veloce e drastica, e Franco non ne aveva mai capito il reale motivo. Si scoprirà poi che Bruno aveva chiuso ogni contatto con l'amico dopo aver scoperto la relazione che Boschi aveva con la madre, Monica. Bruno è desideroso di vendetta nei confronti di Franco, dovuto anche al fatto che oltre che con Franco, Bruno ha chiuso ogni rapporto anche con Monica. Rocchi, per qualche tempo, ha anche una storia con Angela, mentre Franco sta con Giò. Dopo la fine delle due storie, Franco e Angela tornano insieme e Bruno incontra nuovamente la madre morente, trasferendosi in America dove gli viene offerto un ingaggio, dopo un incidente al ginocchio che avrebbe potuto rovinargli la carriera.

Rocco Giordano[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gianfranco Gallo, è il cugino di Raffaele, nonché padre di Elena e primo marito di Marina. Di carattere solare e divertente, simile a Raffaele, è anche capace di essere spietato, per disperazione. Lo conosciamo prima dell'estate del 2003, Rocco è in carcere per aver fallito la sua attività di ristoratore in USA. Marina cerca di stare vicina al marito, pur non amandolo. Quando viene scarcerato, Rocco viene lasciato da Marina, nonostante lui provi più volte a ricucire il loro matrimonio. Rocco si lega molto a Raffaele e costruisce un bel rapporto anche con la figlia Elena. Sarà però quando verrà a sapere, passeggiando per le vie del centro di Napoli, che il figlio di Ornella potrebbe non essere di Raffaele che si accende in lui una cieca disperazione. Rocco comincia a ricattare Ornella: in cambio di soldi non rivelerà a nessuno la verità. La realtà viene comunque fuori, Raffaele infuriato con Rocco lo caccia di casa, e lui, dopo una lettera ad Elena, si trasferisce definitivamente in Messico.

Ettore Martini[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Angelo Sorino, Ettore è il padre di Michele e di Marco. Di professione giornalista, Ettore viene ucciso da alcuni camorristi nel periodo natalizio dei primi anni novanta. Nel corso degli anni il suo nome verrà spesso citato, sarà anche presente in alcuni flashback e sogni di Michele.

2004[modifica | modifica sorgente]

Paolo Solari[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Vito di Bella e presente sino all'ottobre del 2005, Paolo è stato uno degli amori di Giò. I due si incontrano in un pomeriggio di pioggia a Caffè Vulcano: tra i due scocca subito una grande simpatia. Successivamente i due si perdono di vista, Giò incontra Paolo un giorno, al lavoro: il ragazzo è su un letto dell'ospedale, in coma. Per diverse settimane Giò gli sta accanto, gli legge alcuni libri e passa del tempo con lui. Al risveglio, Paolo non ricorda nulla di Giò, se non il loro primo incontro. Adriana, la fidanzata di Paolo, lo trasferisce in una clinica privata. Giò lo ritrova poi a Palazzo Palladini, scoprendo così che Paolo è un grande amico di Eleonora. Giò convince Eleonora ad assumerla alla Star Box, dove anche Paolo ha da poco cominciato a lavorare. Giò viene assunta come autista personale di Paolo. Inizialmente tra i due i rapporti sono esclusivamente di lavoro, poi Paolo si lascia andare, chiude la relazione con Adriana e si mette con Giò. I due dopo breve vanno a vivere insieme, Paolo tradisce Giò con Adriana una sera, ma dopo un chiarimento, i due tornano insieme. Giò rimane anche incinta; lei e Paolo decidono così di sposarsi. Ma prima del grande evento e dopo la tragica morte di Eleonora, a Paolo viene offerto un lavoro in Usa. Lui e Giò si trasferiscono. Qui nasce anche Stella. Al loro ritorno, per Natale 2004 Giò decide di non ripartire più per gli Usa e di rimanere a Napoli. Paolo fa da pendolare. Giò viene violentata nel maggio 2005, Paolo cerca anche un testimone falso che accusi Lorenzo Sabelli (Alessandro Adriano) dello stupro. Il vero violentatore, Claudio, viene però arrestato. Per Giò è un lento ritorno alla vita. Lei e Paolo si sposano nell'ottobre 2005 e successivamente, insieme alla figlia Stella, decidono di trasferirsi a Torino, dove a Paolo è stato offerto un lavoro.

I Sabelli[modifica | modifica sorgente]

I Sabelli sono una famiglia dell'alta società napoletana, capitanata dalla madre Matilde (Catherine Spaak), la donna, di origine francesi e con la passione per le piante, ha fatto da madre al figlio del marito deceduto Jacopo (Stefano Quatrosi) e ha adottato un altro figlio, non potendone avere di suoi, lui è Lorenzo (Alessandro Adriano e in seguito Luca Ferrante). È proprio quest'ultimo che conosciamo per primo, già negli ultimi mesi del 2004, Lorenzo cerca Marina, la trova, in ospedale, mentre tenta di uccidersi dopo l'incidente che le ha deturpato il viso. Tra Lorenzo e Marina si instaura un buon rapporto, Lorenzo, dopo breve, rivela a Marina di essere suo figlio: Marina aveva avuto un bambino, ancora quindicenne, che la madre aveva venduto per non rovinare la vita alla figlia. Il rapporto tra Marina e Lorenzo si fa qui molto complicato, soprattutto perché Matilde tenta in tutti i modi di allontanare Marina da Lorenzo, anche offrendogli dei soldi. Marina si avvicina molto anche a Jacopo, fino a instuarare con lui una relazione. Dopo lo stupro di Giò e il tentativo di Paolo Solari di far ricadere la colpa su Lorenzo, Marina si allea con i Sabelli per trovare la verità. Quando il vero colpevole viene scovato, Lorenzo se ne va da Napoli per trasferirsi a Parigi. La relazione tra Marina e Jacopo, invece, prosegue ancora per qualche tempo, fino a che, dopo la morte di Eleonora, Marina si rende conto di amare ancora e soltanto Roberto. A Jacopo non resta altro che lasciarla. Dopo alcuni mesi, pentita, Marina cerca di rintracciare Jacopo, ma scopre che l'uomo si è trasferito all'estero con la sua nuova compagna. Negli ultimi mesi del 2008, vendendo a sapere da Roberto dell'alcolismo della madre, Lorenzo ritorna a Napoli.

Sasà De Vivo[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gianni Lanni e presente già dal 2003, più in una puntata del 2005, Sasà era un cantante neo melodico molto amico di Raffaele. Lo conosciamo quando Raffaele, per motivi economici, decide di fare un doppio lavoro e aiuta Sasà ad affiggere cartelli pubblicitari per le vie della città. Successivamente, Eleonora viene convinta da Paolo Solari ad assumere Sasà alla Star Box come cantante. Qui Sasà conosce meglio Giò e se ne innamora perdutamente. Il ragazzo tenta più volte di far capitolare Giò, dedicandole canzoni e con mielose dichiarazioni d'amore. Giò però, innamorata di Paolo, pur divertita dalla corte di Sasà non asseconderà mai le sue avances.

Arturo e Nina Zanetti[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gianni Franco lui e da Francesca Di Salvo lei, sono presenti già dal 2003. Sono padre e figlia. Li veniamo a conoscere durante un pranzo al quale Giulia e Renato partecipano. Arturo si dimostrerà fin dall'inizio interessato a Giulia. Nina, invece, dopo aver conosciuto Angela e Franco instaurerà un'amicizia d'interesse con lei per arrivare a lui. Lentamente nasce una storia d'amore tra Giulia e Arturo, lei arriva anche a lasciare casa, malgrado le richieste di Niko di non farlo. Arturo apre una fondazione per aiutare le persone in difficoltà, mettendo Giulia come coordinatrice. Nina, invece, convince Angela a rivolgersi a un hacker, Mirko (Roberto Ingenito), per falsificare dei risultati degli esami all'università, figurando di averli passati con voti molto alti, quando in realtà non erano nemmeno stati superati. Dopo la scoperta della verità sia Angela che Nina vengono espulse dall'università. Ciò porta a varie crisi tra Angela e Franco, Nina in questo frangente tenterà di avvicinare Franco, ma lui non cederà, rimanendo comunque innamorato di Angela. Nina si mette dopo breve con Gianni Principe (Francesco Stella). La relazione tra Arturo e Giulia, invece, prosegue senza intoppi. Renato è molto ferito dalla fine del matrimonio con Giulia. Il giorno dopo aver avuto una lite proprio con Renato, Arturo viene trovato morto. Dell'omicidio viene inizialmente accusato Renato, poi vengono sospettati anche Gianni e Nina, in realtà, il colpevole è Sebastiano Parisi, un collega di Zanetti, che prima di essere arrestato, attenta alla vita sia di Giulia che di Nina.

Caterina Aloise[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Almerica Schiavo è la zia di Carmen. La signora viene assunta da Ornella come donna delle pulizie mentre Ornella è incinta di Patrizio. Caterina si invaghisce di Raffaele, e lui, complice una somiglianza sia fisica che caratteriale di Caterina con la moglie defunta Rita, inizialmente sembra cedere; in definitiva, con la sola esclusione di un bacio, tra i due non accadrà mai nulla. Raffaele aiuta anche la donna a risolvere dei problemi dovuto al suo passato: Caterina aveva infatti truffato alcune persone, fingendosi veggente, ma in realtà era solo stata plagiata da un suo ex compagno. Quando Caterina si rende conto di non poter avere Raffaele, lascia Napoli.

Carlo Fiorentino[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Giorgio Gobbi, Carlo è stato un poliziotto con problemi d'alcolismo che per diversi mesi ha avuto una relazione con Silvia. Lui e quest'ultima si incontrano al bar Vulcano, quando lui le chiede insistentemente da bere, Silvia comprende subito i problemi con l'alcool dell'uomo e, identificandosi con lui a causa del loro comune passato, cerca di aiutarlo. Per diverso tempo i due si frequentano, e anche grazie all'amore che Silvia gli infonde Carlo smette di bere. La causa della sua dipendenza è dovuta alla morte del figlio e al suo successivo divorzio con la moglie. Dopo aver ucciso un ragazzo durante una sparatoria proprio a Palazzo Palladini (per approfondimenti vedi Eleonora Palladini), Carlo ricade nel tunnel dell'alcolismo, trascinando con sé, dopo breve, anche Silvia. Scoperta la ricaduta dell'ex moglie nella sua dipendenza, Michele toglie l'affidamento della figlia Rossella a Silvia. Quest'ultima, indifesa e fragile, decide di allontanarsi da Napoli con Carlo per qualche tempo, tentando, in tutti i modi, di uscire dall'alcolismo. Il ritorno di Silvia, qualche mese dopo, non segnerà quello di Carlo. L'uomo, infatti, dopo essersi completamente disintossicato, tenta di ricostruire il suo matrimonio con la ex moglie.

Giuseppe Di Salvo[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gennaro Silvestro, Giuseppe è un operaio dei cantieri Palladini, per diversi mesi frequenta Carmen (Serena Rossi), ma mentre il ragazzo nutre sentimenti reali verso di lui, lei lo usa solo per ingelosire l'ex Filippo (Michelangelo Tommaso). Scoperta la verità, Giuseppe perde la testa e aggredisce Carmen che eviterà di finire violentata solo grazie all'intervento di Filippo; il gesto costa al ragazzo il licenziamento dai cantieri. Furioso per aver perso il lavoro Giuseppe irrompe a Palazzo Palladini durante la festa di compleanno del piccolo Sandro, insultando Eleonora (Helene Nardini) e Filippo per averlo sfruttato per anni e poi averlo licenziato, venendo allontanato di forza da Roberto (Riccardo Polizzy Carbonelli). Deciso a vendicarsi dei Palladini, che lo hanno pure denunciato, Giuseppe coinvolge Carmen in furto a casa di Eleonora, che però cercherà fino all'ultimo di dissuaderlo. Ma il ritorno a sorpresa di Eleonora complica le cose; Giuseppe ormai fuori controllo vuole soldi per scappare, ma Eleonora non ha contanti in case ed essendo le banche già chiuse, tiene in ostaggio le due donne, dopo essersi impossessato di una pistola trova sulla cassaforte di Eleonora. La cosa inizia ad insospettire sia Roberto che Filippo e il secondo con una scusa riesce ad entrare a casa di Eleonora; Giuseppe intuisce che il ragazzo ha capito la situazione e da una rissa tra i due un colpo di pistola accidentale ferirà Carmen. Filippo convince Giuseppe a fargli portare Carmen in ospedale, intanto Roberto non potendo più evitare l'intervento della Polizia convince Giuseppe a fuggire con il suo aiuto. Intanto il poliziotto Carlo Fiorentino (Giorgio Gobbi) calandosi dal terrazzo di sopra riesce ad entrare in casa e affrontato il ragazzo sarà costretto a sparargli per evitare che spari ad Eleonora, per Giuseppe non ci sarà nulla da fare, il ragazzo muore sul colpo.

2005[modifica | modifica sorgente]

Armando Fusco[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Giuseppe Zeno, è un ragazzo con cui Franco fa amicizia in palestra. Tra i due nasce un bel rapporto che si tramuta ben presto, per Armando, in amore. Il ragazzo, che non si accetta, rivela il proprio amore a Franco. Lui lo rifiuta, e insieme ad Angela lo aiuta ad accettarsi e a difendersi dalle stupide accuse di alcuni frequentatori della palestra. Poco dopo Armando lascia Napoli, deciso a rivelare ai genitori la propria omosessualità.

Fulvio Greco e Toni Santoro[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Federigo Ceci, già presente dal 2004 Fulvio è stato assoldato da Roberto Ferri per fingersi guardia del corpo di Eleonora Palladini. Prima di sapere che Fulvio è d'accordo con Roberto per prenderle Sandro, Eleonora se ne innamora. Sarà proprio l'amore che la donna prova per lui che convinceranno Fulvio a tirarsi indietro con Ferri, e lasciare che sia l'uomo a mettere fine al piano. Eleonora, saputa la verità, e temendo che Sandro fosse stato rapito, quando invece era solo con Roberto, lascia Fulvio. La corte dell'uomo si fa più serrata, tanto da convincere Eleonora della buona fede dell'uomo. Successivamente, quando Toni Santoro (Peppe Barile), l'uomo che in passato aveva rapito Filippo e la stessa Eleonora, si rifà vivo con lo scopo di vendicarsi delle vari torti subiti da Ferri, Eleonora e Fulvio scappano a Milano con Sandro. Sarà dopo un'accorata richiesta di Roberto che Eleonora fa ritorno, in incognito, a Napoli. Ma proprio durante questa occasione Santoro uccide Eleonora tra le braccia di Roberto. Successivamente, Santoro, in ospedale per l'aggressione subita da Ferri dopo l'omicidio di Eleonora, viene ucciso. Inizialmente Roberto si auto incolpa dell'omicidio; si verrà poi a scoprire che l'assassino è la guardia carceriera che faceva la posta a Santoro in ospedale. Dopo la morte di Santoro, Roberto entra in depressione e Fulvio lascia Napoli con il cuore spezzato.

Sandro (Alessandro) Ferri[modifica | modifica sorgente]

Interpretato inizialmente da Giulio Pirozzi, poi da Giulio Maria Furente e, dal 19 novembre 2012, da Federico Rossi, è figlio di Eleonora e Roberto, tuttora presente nella soap. Concepito in seguito ad uno stupro; la madre decide di affrontare la gravidanza, il bambino nasce nel marzo del 2003 e gli viene attribuito il nome di Alessandro, in onore dello zio. Eleonora, nei primi tempi, lo cresce da sola. Poi, quando si lega a Roberto, lo allevano insieme. Poco dopo si scopre che Sandro ha problemi d'udito, la malattia è ereditaria, i genitori di Roberto, infatti, erano entrambi sordi. Grazie ad alcuni accorgimenti, il bimbo viene curato completamente. Dopo la morte della madre, Sandro viene accudito prima da Filippo e Carmen, poi dal nonno Tancredi in Spagna. Roberto, superati i primi mesi di lutto dalla morte di Eleonora, riprende il piccolo Sandro con sé e lo cresce da solo. Sandro negli anni cresce e diventa abile sia a scuola che in diversi sport. Gli scontri col padre, nel corso del tempo e per motivi diversi, sono sempre molto accesi. Il piccolo, e in seguito anche da adolescente, finirà sempre con il legare molto con tutte le donne con cui il padre instaura una relazione. Sandro è particolarmente legato a Marina, il fratello Filippo e a Greta, anche per questo ha un rapporto difficile con il padre. Dopo la separazione tra Roberto e Greta ottiene dal padre il permesso di vivere con la donna e la sorellina, sempre accudito da Teresa. In questo periodo Greta inizia una nuova relazione con Edoardo Nappi, un professore che ha creato un corso di teatro per i giovani dei quartieri difficili della città. Sandro piano piano si appassiona ma questo suo interesse scatena la gelosia del padre e l'invidia degli altri ragazzi che infatti prima lo invitano a fumare uno spinello per prendersi gioco di lui e poi lo picchiano. A seguito di questo fatto Roberto riesce a riportare a casa sua il ragazzo tenendolo sotto uno stretto controllo. Sandro, non riuscendo a sostenere il peso di questa situazione si avvicina ad un ponte ma viene notato da Tommaso che interviene prima che sia troppo tardi. Saputi i suoi problemi lo convince che l'unico modo per risolverli è fumare sul serio e inizia a fornirgli dell'erba, in questo modo Sandro rifiuta di riavvicinarsi sia a Filippo che a Marina legandosi sempre di più al fratellastro. Dopo un ennesimo scontro con il padre si reca da Tommaso che si dimostra piuttosto scocciato, sentendosi rifiutato Sandro torna a casa e tenta il suicidio tagliandosi il polso.

Barbara Cifariello[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Denny Mendez e presente dal 2004 e poi anche nel 2009, Barbara è stata una delle prime ragazze di Guido dopo la fine del matrimonio con Assunta. Ladra di professione insieme al nonno (Antonio Allocca), Barbara abbandona la professione e diventa un'onesta cameriera al Caffè Vulcano. Guido rimane subito estasiato dal fascino di Barbara, tanto da scegliere lei alla collega Lidia (Claudia Giulia Moretti). La relazione tra Barbara e Guido prosegue per vario tempo, lei conosce anche Vittorio, il figlio di Guido e Assunta. Prima dell'estate 2005 il padre di Barbara, Manuel (Jonis Bascir), si rifà vivo con la ragazza. Dopo le iniziali incomprensioni tra i due, dovute in gran parte dagli anni di lontananza, si ritrovano. Manuel è costretto a tornare a Santo Domingo perché sprovvisto di permesso di soggiorno. Barbara decide, dopo poco, di seguirlo, chiedendo anche a Guido di andare con lei. Il ragazzotto inizialmente accetta, ma poi lascia Barbara partire da sola.
La ritroviamo dopo quattro anni, Barbara è ritornata alla vita della ladra, usa Guido per riuscire a rubare una preziosa collana. Dopo il furto, Guido scopre la verità, e dopo una notte d'amore, decide di coprire Barbara che se ne va nuovamente.

Davide Rosini[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Luca Levi è presente dal 2004, più qualche settimana del 2007, rientrando dal maggio al dicembre del 2010. Davide è un prete, nonché il migliore amico di Andrea. È lui ad accompagnare Viola nel suo cammino che la porterà vicina alla scelta di prendere i voti e aiutare Michele e l'amico Andrea a combattere contro la delinquenza giovanile, aiutando Rosario (Gianluca Di Gennaro) a ritrovare la via della legalità. Nel 2007 cerca di far capire ad Andrea di essere innamorato ancora di Viola e di non buttarsi in un matrimonio, quello con Elena, destinato a finire. Lo ritroviamo, nel 2010, come sacerdote della parrocchia in cui Teresa è assidua frequentatrice. In questo periodo Davide vive una profonda crisi che lo porta anche a ritirarsi a vita privata. Per qualche tempo vive alla Terrazza con Andrea e lavora come contabile alla palestra di Franco e Nicola (Antonio Mancino). Dopo aver sostenuto molto Arianna durante la malattia che la colpisce, Davide ritrova la fede e ritorna al sacerdozio.

Stefano Naldi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Massimo Bulla, è presente anche nel 2010. Stefano è un assistente sociale che Angela conosce a Bruxelles. Tra loro nasce anche una brevissima storia che metterà la fine del matrimonio tra la donna e Franco. Ritroviamo poi Stefano nel 2010, scoprendo, dalla sue parole, che lui e Angela hanno fatto coppia per cinque anni mentre entrambi lavoravano in Etiopia. La presenza di Stefano infastidisce Franco, sia in quest'anno che nel 2010. Mentre sta rientrando a Napoli con Angela nel giugno 2010, dopo un'imboscata, Stefano perde l'uso delle gambe. Dopo l'incidente Angela starà molto vicina a Stefano, anche mettendo fine alla sua già complicata storia con Franco, Stefano per un periodo va a vivere nell'ex centro d'assistenza di Giulia. Dopo aver saputo da Katia che Angela e Franco hanno ricominciato a frequentarsi e che per lui non c'è speranza di riottenere l'amore di Angela, Stefano parte per gli Usa, lì verrà ricoverato in una clinica di riabilitazione, e, forse, riprenderà a camminare.

2006[modifica | modifica sorgente]

Marco Valle[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Ciro Di Maio, Marco è stato un fidanzato di Carmen. Di professione dj, Marco conosce Carmen proprio durante un'intervista radiofonica. Tra i due c'è subito feeling, in breve Carmen si lascia andare con lui, affascinata soprattutto dalla somiglianza delle origini tra lei e il ragazzo. I due in breve tempo vanno a vivere insieme e lui offre a Carmen di cambiare casa discografica, cioè di lasciare la Star Box per una major più importante. Carmen inizialmente accetta, ma poi, l'amore ancora vivo che sente per Filippo ha la meglio. Carmen lascia Marco che addirittura voleva chiederle di sposarla, rimane alla Star Box e si rimette con Filippo. Dopo alcuni mesi, Carmen incontra per caso Marco e scopre che lui sta con una nuova ragazza e che si stanno per sposare.

Dana Ionescu[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Eva Deidda, è stata la prima donna alla quale Franco si lega dopo la fine del suo matrimonio con Angela. Dana è una spogliarellista con una situazione abbastanza complicata: incinta e accusata di omicidio. Franco tenterà di tutto per aiutarla, tutto ciò lo metterà in contatto con la polizia locale e con Giovanna. Gli sforzi di Franco vengono comunque premiati, il vero assassino viene arrestato e Dana viene accolta in una casa di recupero per ragazze in difficoltà.

Leone Pergolesi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Vanni Corbellini, Leone è il padre naturale di Andrea, il loro legame lo si viene a conoscere per caso, quando cioè Emma torna con lui dagli Stati Uniti. Leone è un uomo piuttosto lunatico e instabile, oltre che un rinomato pittore. Lui ed Emma fanno coppia per qualche settimana, fino a che lui finirà con il lasciarla, desideroso di vivere la sua vita in totale libertà.
Durante la sua permanenza a Napoli, Leone cerca di recuperare il rapporto con il figlio Andrea, riuscendoci solo in parte.

Gina Esposito[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da un'invecchiata grazie al make up Rosa Pianeta, Gina è la madre di Marina. Quest'ultima la incontra, per puro caso, in un albergo di bassa leva dove è costretta a chiedere riparo dopo aver bucato la ruota dell'auto. In quest'occasione Marina viene a conoscenza in quali occasioni disagiate la madre vive: è malata e sottopagata. Malgrado il forte rancore che prova nei confronti della donna, Marina l'ospita a casa sua, nell'appartamento di proprietà di Elena. Gina si rivela subito una donna piuttosto burbera, fumatrice accanita, dalle condizioni di salute piuttosto precarie, tanto che viene ricoverata, dopo poco, per problemi di respirazione. Le viene proibito di fumare e ordinato di stare a riposo. Gina ha però bisogno di denaro e si fa assumere da Giulia al centro d'accoglienza, come donna delle pulizie. È proprio in questo luogo che la donna conosce Valeria, una giovane ragazza incinta che chiede aiuto a Giulia per dare in adozione il suo bambino. Gina convince la ragazza a vendere il piccolo, trovando anche una coppia disposta all'affare. Valeria, bisognosa di denaro, accetta. Il giorno del parto, Valeria rischia la vita, tanto da chiamare in soccorso Giulia. Qui l'assistente sociale viene a conoscenza del piano di Gina. Marina viene a sapere la verità, e rivivendo la sua adolescenza, quando la madre aveva venduto Lorenzo, caccia Gina della sua vita senza più alcun rimpianto.

Chiara Reali[modifica | modifica sorgente]

Conosciuta inizialmente come Laura Raimondi, interpretata da Barbara Di Bartolo, Chiara Reali era una donna che Eleonora incontra nella casa di cura per malati di mente. Chiara, venuta a sapere della morte di Eleonora, si finge un'altra donna e si fa assumere come segretaria da Roberto Ferri. Il suo intento è quello di proteggere Sandro da Ferri, proprio come le aveva chiesto Eleonora. La vera identità di Chiara viene scoperta da Marina Giordano, inizialmente, dopo aver instaurato con lei una storia, Roberto rimane colpito dal segreto di Chiara, poi, resosi conto della buona fede della donna, i due si fidanzano. Chiara è ormai convinta che Roberto sia cambiato dai tempi in cui Eleonora era ricoverata. La relazione tra Roberto e Chiara prosegue per qualche tempo, ma la donna ha diversi squilibri, dovuti al fatto che, in passato, ha messo fine alla vita del marito e del figlio in un incidente stradale in cui lei era alla guida. Chiara non ha ancora ben risolto il lutto, il fratello Federico (Daniele Favilli) sta molto vicino alla donna, così come lo stesso Ferri. Per un certo periodo Chiara riprende anche a dipingere e si avvicina a Renato. Quest'ultimo finisce con l'invaghirsi di Chiara, tutto ciò creerà la rottura del matrimonio tra i coniugi Poggi, e Roberto, incentrato più sulla sua vita di imprenditore che su quella di fidanzato di Chiara, trascura spesso la donna. L'equilibrio psichico già piuttosto precario di Chiara subisce un ulteriore scossa dopo questi ultimi fatti e la donna prende la decisione di trasferirsi in Toscana.

Federico Reali e Riccardo Ranieri[modifica | modifica sorgente]

Entrambi presenti anche nel 2007, sono stati rispettivamente interpretati da Daniele Favilli e Marco Morellini. Reali è il fratello di Chiara, inizialmente presente per sostenere la sorella con i suoi problemi psicologici, successivamente, gode di vita propria. Federico si allea con Marina per far capitolare Ranieri, per Riccardo Federico è come un figlio, già da diversi anni lavora per lui, come braccio destro. La smania di potere di Reali, però, lo spinge al desiderio di liberarsi di Ranieri. Inizialmente il piano va in porto, poi Marina, decide di lasciar perdere Federico, che prospetta addirittura di far uccidere Riccardo. Marina instaura una relazione con Riccardo, mirando più ai suoi soldi che all'amore. Federico cercherà più volte di mettere in guardia Riccardo, ma non riuscendoci mai, in definitiva. Riccardo nello stesso periodo rincontra Paola Nuzzi e scopre che lei è sua figlia. Federico si allea con la prostituta Ludovica Mancini, cercando di incastrare Filippo. Riccardo non riconoscerà mai legalmente Paola come figlia, non farà in tempo, pochi mesi dopo il matrimonio con Marina, muore durante un amplesso, tutta la sua eredità va a Marina. Il piano di Federico per incastrare Filippo gli si ritorce contro, lui viene arrestato. Ritroviamo Reali durante l'estate 2008 (terza serie di Un posto al sole d'estate), cerca di convincere Ludovica a prostituirsi nuovamente, anche allontanandola dalla madre. Ludovica, distrutta dalla lite con la madre Adriana, inizialmente accetta, poi, quando rivela al cliente di essere sieropositiva, viene brutalmente picchiata. Federico la lascia agonizzante nel letto ed esce definitivamente dalla sua vita.

Cinzia Maiori[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Veronica Mazza. Presente dalla fine del 2005 all'inizio del 2008 e in alcune puntate del 2009 e poi nuovamente dal 2013, Cinzia è stata fidanzata di Guido. Di professione infermiera e di indole sbadata e gelosa, Cinzia ha lasciato il suo promesso sposo per amore di Guido, nonostante il parere contrario della famiglia. La loro storia è durata diverso tempo, passando da situazioni tragicomiche, dovute soprattutto alla gelosia di entrambi, fino ad arrivare alla rottura dopo il ritorno di Assunta nella vita di Guido.
Durante la sua permanenza a Palazzo Palladini, Cinzia ha instaurato un buon rapporto con Silvia. Per qualche tempo ha lavorato anche a Bolzano, scatenando le gelosie di Guido nei confronti del coinquilino con cui la donna divideva l'appartamento. Dopo la fine della storia con Guido, torna al paese natio, per poi rifarsi viva, poco dopo la fine del ritorno di fiamma tra Guido e Assunta, promessa sposa e incinta di un altro uomo. Cinzia rietra nella vita di Guido nei primi mesi del 2013, i due si rincontrano grazie ad una chat di cuori solitari e in varie altre occasioni. Guido, pur essendo ancora innamorato di Loredana, comincia comunque a rifrequentarla, dando a sé e a Cinzia una seconda possibilità. La relazione tra i due non dura però a lungo, in quanto Guido non riesce a dimenticare Loredana e così, con una serie di simpatici stratagemmi convince Cinzia a instaurare una relazione con il capo dei vigili urbani Oscar Rossetti (interpretato da Giancarlo Ratti) che già in precedenza si era interessato alla donna. Inizialmente Cinzia è un po' titubante nell'accettare la corte di Oscar, ma, in seguito, la donna comprende che l'uomo è una persona buona e da sani principi che le porterà rispetto e affetto per un tempo indeterminato. I due vanno a vivere a Milano durante l'estate 2013.

2007[modifica | modifica sorgente]

Paola Nuzzi[modifica | modifica sorgente]

Presente negli ultimi mesi del 2006 e fino ai primi mesi del 2008, Paola Nuzzi era interpretata da Martina Melani. Sindacalista, decisa e determinata, incontra Roberto Ferri 'grazie' ad un incidente stradale di cui entrambi sono vittime. Inizialmente tra i due c'è della simpatia, ma tutto si spegne non appena i due scoprono di essere avversari: lui è deciso a licenziare qualche operaio dai cantieri, lei li difende. Nel corso dei mesi scopre di essere la figlia di Riccardo Ranieri, ma il rapporto tra i due non è buono. La madre di Paola, morta da tempo, le aveva descritto l'uomo come un poco di buono e Paola non vuole avvicinarsi al padre. Resasi poi conto delle buone intenzioni dell'uomo, gli si avvicina e tra i due nasce un buon rapporto. Riccardo si convince anche a riconoscere legalmente Paola come sua figlia, ma muore prima di farlo.
Durante tutto questo periodo Paola e Roberto si innamorano e hanno una storia. Lei studia anche per l'esame di stato che le permetterà di diventare avvocato. Quando conosce Alessandro Palladini, complice anche le diversità caratteriali e di idee che la dividono da Roberto, Paola se ne invaghisce. Tra i due ci sarà anche un bacio, poi, quando Alessandro le rivela il piano che ha ideato con Corrado Morgante per mandare sul lastrico Ferri, Paola si allontana. Dopo la scomparsa e la presunta morte di Filippo, Paola sta accanto a Carmen e a Roberto. Da quest'ultimo non riceve però nient'altro che critiche e cattiverie, tanto che Paola decide, seppur a malincuore, di trasferirsi a Firenze. Roberto la guarda allontanarsi, convinto che le loro diversità non sarebbero mai state superate.

Achille Napolitani[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gianni Garofani, Achille è uno stimato medico di base. È lui a curare Teresa, negli ultimi mesi del 2006, quando soffre di cuore. In questa occasione incontra Silvia e se ne invaghisce. Silvia risponde positivamente alla corte dell'uomo, e, anche se spaventata dall'avvinarsi di una nuova storia, instaura un relazione con lui. Inizialmente le cose tra i due vanno bene, ma dopo un'aggressione verbale che subisce da parte dell'uomo, Silvia lo lascia. Successivamente Achille le chiede perdono, confidandole di amarla seriamente, Silvia lo perdona e i due tornano insieme. Achille offre anche a Silvia di andare a vivere con lui, ovviamente anche Rossella è invitata. Silvia, anche se titubante, accetta. La convivenza comincia a farsi fin troppo soffocante, Achille accusa di sentirsi spesso trascurato per via del lavoro della donna e dei forti legami che la Silvia ha con la famiglia. Silvia si allontana sia dalla famiglia sia dal lavoro per amore dell'uomo. Teresa e Otello preoccupati per l'isolamento di Silvia, cercando di farle capire che probabilmente Achille non è l'uomo per lei, gli sforzi risulteranno essere un ulteriore motivo di allontanamento. I mesi passano e Achille si rivelerà un uomo dispotico e violento, arriva anche a minacciare Rossella e picchiare più volte Silvia. Quest'ultima, passa la sua vita isolata e impaurita. Sarà grazie ad un incontro fortuito con Antonio, un suo ex, che Silvia sarà costretta a rivelargli la verità. Antonio e Teresa aiutano Silvia dalle grinfie di Achille, che viene denunciato.

Antonio Pane[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Leandro Amato e presente, ma non ininterrottamente, dal 2006 al 2009, Antonio è stato un fidanzato di Silvia. Molto garbato e sensibile, a lui Silvia preferisce Achille per ben due volte. Antonio è un falegname, e lo conosciamo proprio mentre sistema l'appartamento dei Palladini dopo la morte di Eleonora. È Antonio a 'salvare' Silvia dalle violenze di Achille. Per qualche tempo i due si frequentarano, ma Silvia, dopo alcuni mesi, lo lascia perché non riesce a lasciarsi andare fisicamente con lui, tanto da instaurare un rapporto puramente sessuale con uno sconosciuto (Antonio Cossia). Dopo diversi mesi, sentendo la sua mancanza, Silvia cerca Antonio, e grazie ad Andrea lo ritrova in paesino sperduto del sud. Silvia non gli si avvicina per paura che Antonio si sia rifatto una vita con un'altra. Sarà però lui a rintracciarla, la sera stessa, dicendole di amarla. I due si mettono nuovamente insieme e decidono, in breve tempo, di sposarsi. Dopo una rapina subita a Caffè Vulcano, nella mente di Antonio riaffiorano vecchi ricordi: scopriamo che il suo vero nome è Giuseppe e in passato è stato un rapinatore che, in divisa da carabiniere, fermava le auto a un finto posto di blocco. Un suo ex socio di malaffare si rifà vivo, chiedendogli la refurtiva di un colpo, e Antonio, non possedendola, comincia ad essere ricattato. La tensione dentro l'uomo cresce di giorno in giorno, soprattutto dopo che Michele comincia a investigare sul suo passato. Antonio è costretto a rivelare tutta la verità a Silvia, che ne rimane sconvolta. Per liberarsi dell'ex socio Alessio (Fabrizio Bordignon), dopo un incidente d'auto, finge la propria morte e fugge all'estero. A morire è stato solo Alessio. Prima di partire, Antonio va da Silvia, rivelandole di essere vivo, ma di dover lasciare Napoli e costruirsi un'altra nuova identità.

Cesare D'Onofri[modifica | modifica sorgente]

Presente, ma non ininterrottamente, fino al 2009, Cesare D'Onofri è un professore universitario che ha una relazione con Viola ed è interpretato da Blas Roca Rey. Cesare e Viola si conoscono all'università, durante un esame. Lui la boccia, Viola ne soffre molto, quella è la sua prima bocciatura. Successivamente Viola ripeterà l'esame, prendendo 27, il suo voto più basso; per Viola è un altro duro colpo, Cesare la spinge a fare di più, considerate le sue potenzialità. Viola sceglie D'Onofri come relatore della sua tesi.
Durante il periodo di stesura dell'elaborato il rapporto tra Viola e il professore, complici i loro stessi gusti e il fascino di lui, s'infittisce fino a diventare amore. Per qualche periodo i due stanno insieme, il professore è sposato, ma in procinto di divorziare.
Qualche tempo dopo Viola scopre che il matrimonio di Cesare va a gonfie vele e che lui ha diverse relazioni con altre studentesse. Per Viola è un duro colpo, decide di cambiare relatore della tesi e di laurearsi comunque. Dopo la laurea, D'Onofri, ora divorziato, le offre un lavoro come ricercatrice, ma lei rifiuta.
Successivamente i due si incontrano dopo la rottura di Viola con Andrea, Cesare offre nuovamente un impiego alla ragazza che stavolta accetta.
La vicinanza lavorativa li porterà poi a instaurare nuovamente una relazione, che finirà dopo poco, quando Cesare scopre che Viola non lo ama come lui ama lei e la lascia.
Viola continua comunque a lavorare per lui.

2008[modifica | modifica sorgente]

Nicoletta e Ombretta Maltesi[modifica | modifica sorgente]

Presente già dal 2005 e interpretata da Antonella Ippoliti Nicoletta è stata fino a quest'anno la segretaria di Michele a Senza Prezzo. Di carattere frivolo e piuttosto superficiale, nel corso degli anni, Nicoletta instaura una relazione di sesso prima con Andrea poi con il suo capo Michele. Con quest'ultimo le cose però si complicano, confidandosi con Silvia, veniamo a sapere che Nicoletta si sta lentamente innamorando di Michele. Lui, non sembra pensarla così, tant'è che la tradisce con Ombretta (Emanuela Tittocchia), la sorella di lei. Michele viene subito a sapere del suo grande errore perché Ombretta viene assunta come stagista a Senza Prezzo. Dopo diverse situazioni, anche piuttosto comiche, Nicoletta viene a sapere la verità e si licenzia dal giornale. Michele incontra sia lei che Ombretta, in tempi diversi, al Caffè Vulcano, in compagnia dello stesso uomo, entrambe sembrano essere sentimentalmente legate a costui.

Ginevra D'Ambrosio[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Valeria Fabrizi, presente anche nelle ultime puntate del 2007 e in due del 2009, Ginevra è la madre di Ornella. Di carattere burbero e poco incline al dialogo, ha da sempre un bruttissimo rapporto con la figlia. Dall'estate 2007 comincia a dare diversi problemi alla figlia, per via del suo carattere intrattabile, tutte le badanti se ne vanno dopo poco essere state assunte. Dopo un tentativo di furto sventato da Andrea, è costretta a stare dalla figlia perché non autonoma fisicamente. In questi mesi gli scontri tra Ginevra e Ornella sono all'ordine del giorno, ma la donna non risparmia commenti al vetriolo nemmeno a Raffaele, Diego e Viola. Con l'andare delle settimane e dopo aver rivelato alla figlia di essere sul lastrico, Ginevra si addolcisce. È infatti grazie a suo finto rimprovero che Viola si riavvicina ad Andrea e che Ornella riesce ad accettare il fatto che Raffaele ha lasciato il lavoro di portiere per quello di ristoratore.
Sistemando le sue cose, Viola e Andrea scoprono che Ginevra ha avuto una relazione, in passato, con un napoletano. I due, e successivamente anche Ornella, si mettono alla ricerca dell'uomo, trovandolo. L'uomo è Amedeo, Ginevra lo rincontra e gli sta accanto durante un duro intervento che l'uomo subisce. Successivamente i due si trasferiscono, insieme, a Parigi.
Nel 2009 Ginevra va a trovare la figlia dopo aver saputo della crisi che la donna ha avuto dopo la morte di un suo paziente, oltre ad averle regalato, in precedenza, un viaggio romantico con Raffaele.

Adriana Trevi[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Fiorenza Tessari e tuttora guest star, Adriana è la professoressa di Niko, inflessibile e gelida nel lavoro e nella vita privata, oltre che nei banchi di scuola, Niko se la ritroverà anche come madre della sua fidanzata: Adriana è infatti la madre di Benedetta (Elisa Della Valentina), la nuova ragazza di Niko.
Adriana, dopo un breve periodo in cui era diventata anche una specie di guru per Niko, gli farà la guerra perché non lo ritiene adatto alla figlia, al contrario, si avvicina molto a Renato, tanto da innamorarsene e da decidere di mettere fine al suo matrimonio, già da tempo in crisi. I primi tempi sono difficili ma alla fine il rapporto con Renato si consolida e diventa una grande amica di Ornella e trova una nuova ammiratrice in Rossella divenuta sua studentessa. A causa di un incidente con la moto è costretta in convalescenza per diversi mesi ma a scuola viene sostituita da Viola che dopo un inizio difficile riesce a conquistare la fiducia degli alunni stravolgendo sia il programma che il metodo di insegnamento. Adriana vorrebbe anticipare il rientro per non "perdere" la sua classe ma alla fine capisce la buona volontà di Viola.

Sabrina Guarini[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Greta Scarano e presente fino al 2009, Sabrina è un'aspirante attrice che si innamora di Diego. Dotata di un innato sentimento di libertà, Sabrina ha un bruttisimo rapporto con la famiglia d'origine, soprattutto con il padre Oliviero (Antonio Fattorini). Nel corso dei mesi la sua relazione con Diego si fa sempre più importante, il padre ostacola questo sentimento, ritenendo Diego un fallito. Sabrina riapre e chiude i rapporti con il padre più di una volta, così come la sua attività di attrice. Dopo aver perdonato il padre definitivamente il padre, che viene anche arrestato per bancarotta fraudolenta, se ne va in America con Diego, decisa a intraprendere la carriera di attrice.

Luca Damiani e Daria Simeoni[modifica | modifica sorgente]

Interpretati da Edoardo Velo e Giorgia Wurth, lei è presente anche nel gennaio del 2009.
Lui è un manager discografico di successo che instaura una relazione di sesso prima e d'amore poi, con Elena; essendo però un uomo egoista, approfittatore e senza scrupoli, dopo aver instaurato una relazione extra con Daria e aver estromesso Raffaele dalla gestione del ristorante di cui il Giordano era inizialmente il proprietario, viene lasciato da Elena. Luca farà di tutto per riconquistarla, ma l'orgoglio e la rabbia della giovane sono comunque più forti e i suoi sforzi non vengono mai premiati. Viene ucciso in un giorno di dicembre del 2008. Nei primi tempi dell'omicidio viene accusata Elena, essendo anche colei che ha trovato il cadavere e che nutriva più odio nei confronti di Luca. Lorenzo, tornato da poco da Parigi, nutre però dei dubbi sull buona fede di Daria; fingendosi innamorato di lei, la convince a confidarsi, scoprendo così che è lei a avere ucciso Luca dopo una lite dovuta al fatto che Luca non intendeva riconoscere né allevare il bambino che Daria aspettava da lui. Daria viene così arrestata ed Elena scarcerata.

Nicola Lanza[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Antonio Mancino è presente fino ai primi mesi del 2010. Lanza, un uomo sulla quarantina, è ispettore di polizia presso il commissariato dove lavora anche Giovanna Landolfi (Clotilde Sabatino). L'ispettore entra nella serie come sostituto di Arletti. Oltre a lavorare in polizia, gestisce una palestra di boxe. Le vicissitudini di Katia Cammarota (Stefania De Francesco),alle prese con le cattive frequentazioni da parte del figlio Nunzio, porteranno l'ispettore e la stessa Katia ad un avvicinamento. Questo avvicinamento porterà Katia a lasciare Palazzo Palladini dopo il bacio dato a Lanza.

2009[modifica | modifica sorgente]

Benedetta Petrini[modifica | modifica sorgente]

Già presente nel 2008, Benedetta è la ragazza di Niko, nonché figlia maggiore della professoressa Trevi. Lei e Niko si incontrano alla festa di compleanno di Mario, tra i due è subito attrazione, ma si perdono di vista.
Niko riesce a rintracciarla, incorrendo anche in un incidente stradale. Inizialmente la loro è solo un'amicizia. Benedetta è fidanzata con un altro ragazzo, ma poi si rende conto che è Niko il ragazzo giusto per lei. Proprio mentre fanno l'amore per la prima volta, sopraggiunge Adriana. La donna non accetta molto la relazione, ma se ne fa una ragione. Quando Niko aiuta Penni (Ada Febbraio) con i suoi guai con Pietro (Luca Riemma), Benedetta ne è gelosa. Successivamente hanno dei problemi anche per via di Valeria (Benedetta Valanzano). Benedetta mal sopporta la nuova relazione della madre con Renato. La storia tra Niko e lei, comunque, resta in piedi. Dopo l'estate 2009 Benedetta di trasferisce a Bologna per frequentare l'università. Non supera, però, la prova d'ammissione e, presa dallo sconforto, bacia un altro ragazzo. Dice a Niko che vuole rimanere a Bologna, senza rivelare la verità alla madre. Niko, inizialmente, l'appoggia, poi la verità viene comunque fuori, compreso il bacio con l'altro ragazzo. La coppia Niko-Benedetta scoppia e lei va a Bologna, lavorerà per un anno, poi tenterà nuovamente l'esame d'ammissione per il Dams. È interpretata da Elisa Della Valentina.

Valeria Paciello[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Valeria Paciello.

Attilio Palmieri e Luisa Bianchi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Lorenzo Gioielli e presente anche per le prime settimane del 2010, Attilio è un medico primario. Collega e superiore di Ornella, inizialmente avrà con lei più di uno scontro in quanto la reputa una lavativa. Dopo averla difesa dalle accuse di inadempienza mosse dal padre di un ragazzo morto in ospedale, Attilio si innamora di lei. L'aiuta anche ad uscire dalla dipendenza dai farmaci e, dopo la separazione da Raffaele, instaura con lei una relazione. La loro storia durerà diversi mesi, fino a che lei si rende conto dell'egoismo dell'uomo e lo lascia.
Luisa, invece, è stata interpretata da Manuela Gatti, è stata presente fino al marzo del 2010. La donna era una veterinaria che, in gioventù aveva condiviso con Raffaele, Renato e Alfredo un'amicizia profonda. Rincontrata dopo averla creduta morta per un'omonimia in un avviso funebre, Raffaele comincia a frequentarla, instaurandoci una relazione. L'uomo sembra essere molto coinvolto dalla donna, tanto da convincersi a trasferirsi a Taurasi, il paesino dove la donna vive. La decisione, però, non verrà mai realizzata: Raffaele comprende, infatti, che trasferirsi significherebbe anche allontanarsi dal figlio Patrizio. La relazione tra Raffaele e Luisa, comunque, procede, terminando solamente dopo la fine della storia tra Ornella e Attilio e dopo che Luisa propone a Raffaele di vivere insieme a Napoli.

Marcello Basile[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Filippo Sandon, Marcello è il fratellastro (nato dal II matrimonio della madre) di Andrea. Di carattere completamente opposto al fratello, Marcello è timido, riservato, con la testa sulle spalle e non molto fortunato in campo sentimentale. Trasferendosi a Napoli nel febbraio 2009 per seguire un corso da notaio, viene lasciato dalla sua ragazza e comincia a instaurare un rapporto più profondo con il fratello. Durante un'uscita con Andrea, Marcello viene a conoscenza dei ripetuti tradimenti del ragazzo verso Viola. Pur disapprovando il modo d'agire di Andrea, Marcello decide di tenere per sé questa scoperta. Quando Andrea e Viola si lasciano, Andrea va a Londra, mentre Marcello rimane a Napoli. Tra lui e Viola c'è un buon rapporto, il giovane tenterà anche un avvicinamento di carattere amoroso, ma lei rimanderà tutto nei binari dell'amicizia, legandosi nuovamente a D'Onofri.
Marcello conosce quindi Cristiana (Simona Augelli), la figlia di D'Onofri, al Caffè Vulcano e instaura con lei una relazione, rimanendo comunque innamorato di Viola. Quest'ultima viene ben presto lasciata dal professore che capisce di non essere amato da lei. Viola comincia a sentire della gelosia nei confronti di Marcello, tanto che, quando lui decide di andare a vivere con Cristiana, Viola lo ferma e gli dichiara il suo amore.
Nei primi tempi di vita di coppia non ci sono intoppi, ma quando Viola si sente pronta per fare l'amore scopre che Marcello sente molto la rivalità con il fratello e teme che un rapporto con Viola sia inferiore rispetto a quello che la ragazza aveva con Andrea. Marcello decide così di entrare in analisi, arrivando, poi, a superare le sue paure grazie a un escamotage inventato da Viola. Da quel momento la coppia vive serena fino a quando, poco prima dell'estate, Andrea fa il suo ritorno a Napoli.
Inizialmente la coppia non sembra risentire particolarmente dell'entrata in scena dell'ex di Viola, continuando a vivere spensierata, sennonché, la vicinanza tra Andrea e Viola crea insicurezza e gelosia in Marcello che finisce, più volte, con il litigare con Viola. È proprio dopo una di queste liti che Viola si lascia andare e fa l'amore con Andrea. La ragazza instaura un triangolo amoroso che finisce non appena entrambi le chiedono di sposarla. Dopo un periodo di crisi, Viola sceglie Marcello, il giorno prima delle nozze, però, rivela al ragazzo il suo tradimento con Andrea; per Marcello è un grosso dolore, ma, anche dopo un colloquio con Andrea, decide di sposare ugualmente Viola.
Al ritorno dal viaggio di nozze, però, Marcello prende la decisione di lasciare Viola: Viola si trasferisce per qualche mese a Madrid e Marcello a Fisciano, il paesino in cui ha il suo studio da notaio.

Elisa Marotta[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Ester Botta, è presente fino all'ottobre del 2010. Elisa è un wedding planner che arriva a Palazzo Palladini per occuparsi del matrimonio di Marina e Roberto Ferri. I rapporti con la futura signora Ferri sono subito piuttosto aspri, Marina reputa Elisa una poco di buono, petulante e priva di idee sensate. Elisa, dal canto suo, considera Marina una donna rigida, prepotente e arrogante.
Studentessa di psicologia vicina alla laurea, Elisa ha anche un fratello, Alberto, con il quale ha un rapporto di complicità e confidenza. Nei primi tempi Elisa ha una serie di litigi con il suo capo Rebecca, gli scontri tra le due sono dovuti al fatto che Rebecca utilizza Elisa non solo come dipendente ma anche come baby sitter del figlio, facendola passare per la madre del piccolo anche con Lorenzo, il ragazzo che frequenta. La relazione tra Lorenzo e Rebecca si conclude in breve tempo, il giovane si concentra su Elisa, anche se la loro storia comincia lentamente, considerando la passione che Lorenzo prova e sente ancora per la ex moglie Greta. Poche settimane dopo essersi lasciati andare all'amore, però, Greta costringe Lorenzo, con un ricatto, a lasciare Elisa, pur amandola.
Dopo l'attentato alla vita di Greta, Elisa e Lorenzo smettono anche di frequentarsi, il ragazzo è sempre più confuso tra i sentimenti che nutre per l'ex moglie e quelli che sente per Elisa.
Quest'ultima continua la sua vita, laureandosi a pieni voti e, successivamente trasferendosi nell'appartamento di Ornella. Dopo la fine definitiva della relazione tra Lorenzo e Greta, il ragazzo tenta di riavvicinarsi nuovamente ad Elisa, la coppia, così, si riforma. Successivamente Elisa sarà la prima che incontrerà Filippo, ritornato a Napoli distrutto dalla morte del figlio, e si legherà molto a lui. Il legame che si forma tra Elisa è Filippo forma una profonda amicizia. Lorenzo, geloso e possessivo, più volte cerca di far allontanare i due. La relazione tra Lorenzo ed Elisa, così, subisce numerose scosse, legate principalmente a Filippo e alla conseguente gelosia di Lorenzo nei suoi confronti. I due finiscono anche con il lasciarsi, e, nonostante Elisa tenti più volte di convincere Lorenzo dell'inesattezza delle sue paure, Lorenzo non lascia nessuna speranza alla ragazza. Elisa, sconfitta, si trasferisce a Firenze dal fratello Alberto.
Durante la sua trasferta a Firenze, Elisa mantiene i contatti con Filippo, consentendo così di far capire che l'amore per Lorenzo, da parte, non è per nulla sopito. Comprendendo la sofferenza dell'amica, Filippo cercherà di far riavvicinare Elisa al suo amato, riuscendoci. Dopo essersi ritrovati, Elisa e Lorenzo partono per un viaggio di alcuni mesi.

2010[modifica | modifica sorgente]

Giacomo Nicolodi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Giacomo Nicolodi.

Patrizio Giordano[modifica | modifica sorgente]

Interpretato prima da Giordano Rispo e poi da Stefano Marotta, Patrizio è il figlio di Ornella e Raffaele. È presente dalla sua nascita, avvenuta nel 2004. È tuttora guest star.
Di indole sensibile e giocherellona, Patrizio somiglia psicologicamente più al padre che alla madre. Da lui non ha però ereditato la fede calcistica: tifa Inter dai primi anni dell'infanzia, per il dispiacere del padre. Durante la breve separazione dei genitori, avvenuta in quest'anno, decide di vivere con Raffaele, soffrendo, comunque, per la temporanea rottura tra i genitori. È grande amico di Sandro, e aveva legato molto anche con il più maturo Nunzio. A partire dal 2012 ha un relazione con Asia, la figlia di uno dei più odiosi individui conosciuti dal padre Raffaele, tale Max Peluso (interpretato da Francesco Paolantoni. La relazione tra i due ragazzi verrà spesso osteggiata da entrambe le famiglie, ma i due sapranno sempre ritagliarsi qualche attimo per loro, infischiandosene delle reazioni, per lo più infantili e teatrali, dei loro padri.

Alberto Marotta[modifica | modifica sorgente]

È presente dagli ultimi mesi del 2009, ma la sua storia vera inizia nel 2010. Fratello maggiore di Elisa, Alberto è interpretato da Riccardo Festa. Di professione medico, inizialmente appoggia soprattutto la sorella nelle sue disavventure, poi, dopo aver conosciuto Greta se ne invaghisce. Dopo l'aggressione subita da Marina ed essere diventata cieca, Greta si lega molto a lui, tanto da andarci a vivere insieme dopo le dimissioni dall'ospedale, e, successivamente, instaurandoci una relazione. Dopo essersi reso conto che Greta lo usa principalmente per i suoi scopi e che non è affatto innamorata di lui, Alberto la lascia e si trasferisce a Firenze.
Lo ritroviamo poi poco prima dell'estate 2012, l'uomo incontra Greta in ospedale, dopo che lei ha fatto un'ecografia. I due ricominciano piano piano a rifrequentarsi e, dopo l'estate, tornano insieme. Greta sembra intenzionata a crescere la piccola Cristina con lui. Dopo breve, però, grazie all'abilità di Roberto di riconquistarla, Greta lascia Alberto.

Flavio Durante[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Vanni Bramati, Flavio è il fratello acquisito di Greta. I due sono figli di genitori diversi: il padre di lei ha sposato la madre di lui. Si viene a sapere dell'esistenza di Flavio grazie a una rivelazione che Greta fa a Roberto. La ragazza racconta a Roberto di aver avuto un bellissimo rapporto con Flavio durante l'infanzia, ma che, con l'andare degli anni e con l'arrivo della maturità sessuale di entrambi, la relazione tra i due si era fatta sempre più torbida, fino a sfociare nell'abuso. Greta, impaurita e vittima del fratello, per vari anni non aveva reagito alle sevizie subite fino a che, a vent'anni circa, era riuscita a scappare. Nel corso degli anni, per non farsi trovare dal fratello, Greta cambia spesso città di residenza. Flavio, che non ha mai smesso di cercarla, la rintraccia a causa dei numerosi articoli di giornale che parlano di lei per via dell'aggressione subita da parte di Marina. Inizialmente Greta è terrorizzata dal ritorno del fratello, ma, dopo un incontro in cui lui le rivela un piano per vendicarsi di Marina, Greta diventa nuovamente sua complice. Il piano, però, finirà con il ritorcesi contro i due. Flavio, dopo essersi innamorato di Marina, è costretto a raccontarle la verità, essendo stato smascherato da Lorenzo, mentre Greta, indotta da Flavio, si allontana da Roberto, col quale stava instaurando un rapporto stabile e diverso da quelli che finora aveva avuto con gli uomini. Lo smascheramento del piano porterà Flavio a perdere completamente la testa: confuso, dopo aver sequestrato Lorenzo e la stessa Greta, Flavio spara a Roberto giunto a salvare Greta e successivamente prende la Giordano in ostaggio. La fuga dura circa una settimana, nella quale il rapporto tra i due si modifica ulteriormente, portando la donna alla consapevolezza delle similitudini che legano lei a Flavio e, forse, a lasciarsi andare ad un amore nuovo. Questo amore, però, non vedrà mai la luce. Flavio viene ucciso in una sparatoria dopo un tentativo disperato di fuga da un accerchiamento. Marina non può far altro che piangere la sua morte.

2011[modifica | modifica sorgente]

Sarah Ferreira[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Elena Sotgiu, è presente già dal luglio del 2010. Precedentemente, nel 2003, era stata interpretata da un'altra attrice. Sarah è la figlia di Giorgio Bruni e Paula Ferreira e quindi è la sorellastra di Viola. Dopo che nel 2003 si viene a sapere della sua esistenza e dopo un breve avvicinamento con Viola, sia di Sarah che della madre si perdono completamente le tracce. La ritroviamo dopo otto anni, quindicenne e indipendente, alla ricerca di Viola, dopo che una lite con un presunto fidanzato la riporta a Napoli. Con questa scusa, e a causa dell'assenza di Viola, Sarah si insidia nella vita di Ornella e Raffaele. Con l'andare delle settimane, Ornella comincia a porsi delle domande sulla prolungata presenza della ragazza nella sua abitazione, scoprendo a poco a poco che Sarah è stata abbandonata dalla madre. La donna infatti è scappata con un uomo colto e ricco che per ora non vuole saperne di Sarah. I coniugi Giordano si ritrovano così, loro malgrado, a doversi occupare della ragazza, successivamente anche con l'assenso di Paula. Durante la sua permanenza a Palazzo Palladini Sarah lega molto con Niko, instaurando con lui un rapporto prima conflittuale, poi di tipo sentimentale. Dopo il ritorno di Viola, le due ragazze si ritrovano amiche e complici, scontrandosi però spesso a causa del desiderio di Viola, non corrisposto da Sarah, di far studiare la sorella.
Nel corso della sua permanenza a Palazzo Palladini, che dura fino a giugno, Sarah crescerà molto: farà l'amore per la prima volta con Niko, riuscirà a passare brillantemente la prima liceo e, successivamente, dopo aver capito il legame che lega Niko a Rossella, accetterà la proposta della madre di fare una crociera con lei e il nuovo compagno e, successivamente, di tornare a vivere con lei.

Ilaria Pisano e Aurora Iodice[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Francesca Perini e presente, in modo discontinuo, anche nel 2010, Ilaria è una ragazza psicologicamente fragile che Marina conosce durante il suo periodo di degenza in ospedale psichiatrico. Tra le due donne viene ad instaurarsi un rapporto molto profondo, soprattutto dopo che la Giordano salva Ilaria dall'ennesimo tentativo di violenza sessuale da parte di un inserviente.
Nel novembre del 2010 Ilaria ritorna nella vita di Marina. Ora la ragazza è ospite di una casa famiglia e, anche se migliorate, le sue condizioni di salute mentale sono ancora piuttosto precarie. A causa di un incidente dal quale esce indenne, Ilaria incontra Filippo, che più tardi si scopre essere stato suo vicino di casa molti anni prima. I due cominciano a frequentarsi, ma la storia tra i due risente molto delle condizioni di salute di Ilaria. Filippo è costretto più volte ad occuparsi di lei, offrendole lavoro alla Star Box, facendole reincontrare il padre e aspettando che la ragazza sia disposta a lasciarsi andare in campo sessuale. La relazione tra i due prosegue in modo altalenante per diversi mesi; Ilaria, grazie a Filippo, reincontra anche la madre e trova l'amore vero. I due finiscono anche con il fare l'amore, ma la loro storia si conclude dopo che Ilaria si rende conto, dopo aver saputo di un tradimento di Filippo, di dovercela fare da sola.

Aurora è invece interpretata da Sara Bertelà. Filippo, che a quel tempo aveva una relazione con Ilaria, contatta Aurora per cercare di convincerla ad incontrare la figlia, abbandonata da Aurora quando era ancora molto piccola. Nei primi tempi Aurora rifiuta la vicinanza di Ilaria, poi si lascia andare all'affetto mai sopito che nutriva per la figlia. Proprio grazie al ricongiungimento con la figlia Ilaria, Aurora fa la conoscenza di Marina Giordano, con la quale instaura un feeling particolare ed immediato. Un'amicizia, la loro, destinata a diventare un amore intenso. Le due condivideranno una passionale relazione, non entrata mai veramente nel vivo per via dei dubbi di Marina sulla propria sessualità. Dopo svariati tentativi falliti nel cercare di far star bene Marina, Aurora decide di lasciare Napoli, così scrive una lettera d'addio a Marina e parte definitivamente per Milano in compagnia di sua figlia Ilaria.

Nunzio Vintariello[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nunzio Vintariello.

Ex capo del cartello camorristico del Centro storico di Napoli, è il nonno di Nunzio Boschi Cammarota.

Simone Torino[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Luca Seta e presente fino al marzo 2012, Simone è uno stimato medico e vecchio amico di Arianna. Dopo aver finto di essere amico di Angela in una cena organizzata per farlo incontrare con Viola, Simone, che già precedentemente era stato colpito dalla bellezza della ragazza, tenta il tutto per tutto per conquistarla. Viola è però ancora molto innamorata di Andrea. L'attrazione che Simone prova per Viola è molto forte e il ragazzo non smette mai di cercare di conquistare la giovane Bruni. Anche grazie alla sua bellezza nonché alla sua solare e divertente simpatia, alla fine, Simone la conquista. Viola, in realtà, non è mai stata indifferente al fascino del ragazzo, ma il sentimento che provava per Andrea l'ha sempre frenata.
Tra i due, comunque, nasce una storia semplice e divertente che finisce, però, dopo che Simone, a causa del vizio e dei debiti di gioco, si mette nei guai con la camorra. Nonostante ciò, dopo circa un mese, Simone e Viola tornano insieme. La loro storia continua per diverso tempo, fra altri e bassi, fino a terminare in modo molto brusco dopo che la ragazza scopre che Simone ha ripreso a giocare d'azzardo, utilizzando anche il denaro del loro conto comune. Per qualche tempo Torino cercherà di riconquistare Viola, arrivando anche a ricattarla non appena scopre la notte di passione che la Bruni ha passato con Andrea; Simone, infatti, costringe Viola a rimanere con lui pena dire tutta la verità ad Arianna, la moglie di Andrea.
Il gioco di Simone termirà non appena Andrea rivelerà alla moglie il tradimento infertole. Simone, di conseguenza, decide di partire per qualche tempo.
Torna dopo qualche tempo, sotto spoglie di un ammiratore anonimo, cercando di riconquistare Viola. La ragazza, inizialmente molto colpita da queste avances, si allontanerà quando saprà l'identità dell'ammiratore, e soprattutto dopo aver capito che la stabilità mentale di Simone è molto compromessa. Torino finirà anche con l'aggredire nuovamente Viola, dopo un primo tentativo avvenuto ai tempi in cui la ricattava. Dopo il fatto viene ricoverato in una clinica per persone con problemi psicologici.
Nell'ottobre 2013 si rifà vivo con Viola, chiedendole perdono, ammettendo di essere cambiato e asserendo di aver compreso i suoi errori. Il ragazzo è ancora ospite della clinica. Viola, colpita, gli risponde con una lettera di perdono e d'addio.

Ferdinando Rizzo[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Marco Bonini, è presente anche nel 2012. Ferdinando è un operaio dei cantieri Ferri-Ranieri che, per realizzare il suo sogno di aprire una sala da ballo, mette soldi da parte facendo il gigolò. Entra nella vita di Marina per caso e piano piano riesce a infonderle la passione per il ballo. Fra i due ben presto nasce una passionale relazione che verrà messa a dura prova prima dalla paura di Marina che l'uomo la usi per avere i suoi soldi, in seguito per la scoperta della donna della seconda attività dell'uomo e, infine, dall'attrazione che Ferdinando sembra provare per Greta. La relazione tra Marina e Ferdinando si concluderà in malo modo, dopo che lui l'ha tradita con Greta e, dopo che l'uomo ammette di averla usata solo per i suoi soldi. Marina, nuovamente ferita, si vendica su Ferdinando facendolo aggredire da un gruppo di uomini che distruggono anche il locale dell'uomo, costruito con il denaro di Marina.
Qualche tempo dopo viene assoldato da Marina e il marito di Greta Roberto Ferri affinché cerchi di convincere Greta a tornare e scappare con lui. Facendo ciò Ferri spera di riuscire a ricattare Greta che per la fuga è stata persino costretta a derubare il marito. Il piano non andrà a buon fine, tant'è che Ferdinando rivelerà a Greta i piani di Ferri e verrà anche ferito da una disperata Fournier.
Poco prima dell'estate 2012 Marina lo assume come tuttofare, per finta pietà, quando in realtà vuole umiliarlo, dopo che lui le rivela di essere sul lastrico. In questo periodo l'uomo prende sempre più le distanze da Marina, pur continuando a lavorare per lei e si avvicina a Silvia, che sembra l'unica ad offrirgli ascolto e rispetto. L'avvicinamento tra i due porterà anche a un bacio. Questo fatto porterà ad una crisi profonda in Silvia, e di conseguenza anche nel suo matrimonio con Michele. Dopo aver subito un furto in casa, Marina incolpa Ferdinando del fatto. L'uomo, ormai stanco delle continue vessazioni della Giordano, lascia il lavoro e la vita degli inquilini di Palazzo Palladini.

Vera Morandi[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Vanessa Villafane, è presente fino al marzo del 2012. Vera è una poliziotta sotto copertura che Filippo conosce mentre fa jogging. Fra i due ragazzi nasce subito una forte attrazione che li porta ad iniziare una relazione esclusivamente sessuale. Con il proseguire del tempo, i due, anche in maniera inconsapevole, finiscono con l'affezionarsi l'uno all'altra e, infine, con l'innamorarsi. Filippo si confida con Vera relativamente al suo passato e alla morte del figlio Valerio, Vera, invece, trova in Sartori una tenerezza e intimità che, a causa del suo lavoro, non era mai riuscita a tirar fuori. Nei primi mesi della loro relazione Filippo aiuta la Morandi con le indagini su un omicida di escort, successivamente Filippo verrà invece arruolato dalla polizia e dalla stessa Vera come fonte per consentire alla giustizia di porre fine ad un intero clan camorristico; alcuni esponenti della camorra, infatti, si sono messi in contatto con Filippo per lo smaltimento di alcuni rifiuti tossici tramite le imprese Palladini.
Dopo essere riusciti a rintracciare e arrestare diversi esponenti del clan carrostico, Filippo e Vera devono affrontare una nuova prova; il ragazzo, in seguito ad un agguato di camorra, rimane ferito e subisce dei gravi danni ai reni, che lo porteranno necessariamente alla dialasi. Vera, inizialmente, rimane accanto a Filippo. Successivamente, dopo gli ulteriori sviluppi sull'indagine dei rifiuti che vede coinvolto anche Alberto Palladini, la donna si allontana e parte per l'estero, alla ricerca appunto del Palladini, ormai latitante.

2012[modifica | modifica sorgente]

Loredana Ruta[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Veronique Vergari, è presente dal 2010. Si tratta di una delle escort al servizio di Peppe Femiano. Dopo aver testimoniato contro l'uomo in un processo per evasione fiscale, trova il coraggio di dichiarare il proprio amore a Guido. La relazione tra i due prosegue malgrado delle difficoltà caratteriali e legate alla smania della stessa di pubblicare un romanzo erotico.

Le sorelle Cirillo[modifica | modifica sorgente]

Manuela e Micaela sono due gemelle interpretate da Cristiana Dell'Anna, Serena è la primogenita, interpretata da Miriam Candurro. Sono presenti anche nel 2013 e 2014. Manuela lavora in una lavanderia e mentre sta riconsegnando un abito viene investita da Niko che, nell'urto, strappa l'abito facendo infuriare la ragazza che gli chiede un risarcimento. Niko, poco dopo, scopre che l'abito è di Renato, il quale aveva detto a Manuela di averlo pagato 1000€ e che in realtà aveva comprato per pochi soldi. Poco tempo dopo, Franco e Angela iniziano a cercare una baby sitter e da loro si presenta Micaela, la sorella di Manuela, che si rivelerà in realtà essere la stessa Manuela. Fingendosi Micaela (che comunque esiste), Manuela comincia a provare una vera attrazione per Niko, vivendo anche una certa gelosia nei confronti di Rossella, con la quale il ragazzo è fidanzato. Tra Niko e Micaela alla fine nasce una storia. Dopo qualche mese, Niko scopre che Micaela altri non è che Manuela e, dopo una serie di piccole vendette reciproche, i due si rimettono insieme, partendo anche entrambi per la Spagna dopo che Niko viene accettato per il progetto Erasmus. La relazione, a causa della lontananza e della immaturità di entrambi subirà diversi ostacoli, primo fra tutti un tradimento reciproco. Niko e Manuela rimangono separati per diverso tempo, per poi tornare insieme e optare anche per una convivenza.

Serena è la più grande delle sorelle Cirillo, nonché quella che ha maggiormente la testa sulle spalle. La ragazza, dopo l'abbandono della madre, si è dovuta occupare per anni delle gemelle e della casa e ha mantenuto la famiglia con il suo lavoro di cassiera al cinema. Durante uno dei suoi turni Serena intravede Filippo e se ne invaghisce. In seguito trova lavoro come colf a casa di Roberto Ferri, dopo che questi ha licenziato la fidata domestica Teresa. Per questo motivo inizialmente gli abitanti del palazzo non vedono di buon occhio Serena, anche se un giorno, trovandosi chiusa in ascensore insieme a Teresa, la giovane riesce a stringere un legame con la donna, che convince i condomini della sua onestà. Per puro caso Serena salverà la vita a Filippo, dopo averlo trovato per strada agonizzante a causa delle mancate sedute di dialisi. L'attrazione di Serena per Filippo, se non per un brevissimo bacio, non sfocerà subito in amore. La ragazza, infatti, conoscerà il cugino di lui Tommaso e, un po' per simpatia e un po' perché convinta del disinteresse di Filippo nei suoi confronti, instaura una relazione con lui. Il ragazzo, sconclusionato e senza denaro, si trasferisce da Filippo e, in seguito, viene convinto da Roberto a donare un rene al cugino dietro un pagamento di 400.000 €. La relazione tra Serena e Tommaso, a causa di ciò, termina bruscamente e Serena dichiara a Filippo tutto il suo amore, stavolta venendo ricambiata da Filippo. Dopo però che quest'ultimo viene a sapere che Serena era a conoscenza della compravendita del rene tra Tommaso e Ferri, Filippo la lascia e va via da Napoli.
Serena riesce a rintracciarlo, dopo diversi mesi, a New York; i due si chiariscono e tornano insieme a Napoli, dove decidono di convivere a casa di Filippo.

Tommaso Sartori[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Michele Cesari, è presente anche nel 2013 e nel 2014. Tommaso è il cugino scapestrato di Filippo. Il ragazzo è stato cresciuto dal padre Giorgio (ingegnere nautico e proprietario di un'azienda che è sull'orlo del fallimento), con il quale però ha un rapporto conflittuale. Tommaso è un ragazzo problematico, uno skipper spesso disoccupato con una forte passione per la musica elettronica; chiede una mano al cugino, che decide di dargli un lavoro. Roberto Ferri non vede di buon occhio il giovane, ma quando suo figlio Filippo necessita di un trapianto di rene, Ferri non esita a chiedere a Tommaso di vendergliene uno dei suoi per 400.000 €. Tommaso accetta, ma Filippo scopre l'accordo fra lui e suo padre e così chiude tutti i rapporti con Roberto. Tommaso comunque si sottopone al test del DNA dopo aver avuto il dubbio di essere figlio di Ferri ma il test viene falsificato da Roberto; in seguito Tommaso, dopo aver dilapidato tutti i soldi, ha un incidente in moto con Manuela Cirillo e viene ricoverato in ospedale in gravi condizioni, con il rischio di perdere l'unico rene rimastogli. In sala d'attesa, Filippo scopre da Giorgio che in realtà Tommaso è suo fratello e così Filippo affronta suo padre disgustato dalla sua indifferenza. Tommaso in ogni caso si riprende e dopo aver appianato i rapporti con Filippo, cerca in tutti i modi di conquistare la fiducia di Roberto, che nel frattempo lo assume alle imprese sotto la guida di Renato. Il giovane, nonostante un approccio iniziale non troppo entusiastico, si scopre molto organizzativo e abile, riuscendo a proporre un nuovo progetto che prevede un contratto tra i cantieri Palladini e l'azienda di Giorgio. Tommaso tuttavia si fa prendere la mano e sottrae una grossa somma di denaro dai cantieri per giocarli in borsa, ma perde tutto e quando il fatto viene scoperto, il ragazzo viene licenziato. Tommaso quindi cade nella tossicodipendenza e viene ricoverato in una clinica grazie all'interessamento di Marina Giordano (che ha una relazione con suo padre Giorgio); una volta uscito, Tommaso cerca di nuovo un contatto con suo padre Roberto, che decide di sfruttarlo per i suoi interessi: gli chiede quindi di fare da skipper a sua suocera Gloria per poi farla annegare durante una gita. Questi accetta, ma quando Gloria cade in mare dopo essere inciampata, Tommaso decide di salvarla. Marina, che aveva intuito il piano di Ferri, si reca da Tommaso insieme a Giorgio e i due lo convincono che Roberto lo voleva solo sfruttare. Tommaso si trasferisce a casa delle sorelle Cirillo quando Serena inizia a convivere con Filippo e Manuela si rende conto di non avere la possibilità di affrontare tutte le spese nonostante l'aiuto di Niko che inizia a lavorare come cameriere al "Vulcano". Continua nonostante tutto la battaglia legale per ottenere il riconoscimento di paternità da parte di Ferri e continua il difficile rapporto con il padre ma solo perché Marina gli concede un aiuto economico.

2013[modifica | modifica sorgente]

Eugenio Nicotera[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Paolo Romano, Nicotera è presente dal 2011, ma è in quest'anno che la sua storia entra nel vivo. Inizialmente lo veniamo a conoscere grazie al suo lavoro di magistrato. L'uomo, infatti, è in prima linea per cercare di incastrare Alberto Palladini e i suoi loschi traffici camorristici.
L'uomo, legato da una stima reciproca con Michele Saviani, finirà con l'innamorarsi, ricambiato, di Viola. I due si conoscono dopo una visita guidata condotta dalla ragazza, il feeling tra i due è subito evidente anche se la loro relazione nasce molto lentamente, soprattutto a causa dell'impossibilità di Eugenio di essere facilmente rintracciabile, essendo lui oberato di lavoro e sotto scorta. La storia con Viola, malgrado un inizio lento, porta i due ad unirsi moltissimo e convincerli anche ad optare per una convivenza. In seguito all'attentato camorristico che l'uomo subisce, e dopo le pressioni di Ornella che lo convincono di non poter continuare la storia d'amore con Viola, Eugenio chiude la relazione.

Maddalena De Luca[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Pina Turco, Maddalena è la moglie di Salvatore De Luca, un informatore di Michele che viene ucciso dalla camorra. Maddalena è una donna risoluta e volitiva, che ha dovuto fare i conti con una vita difficile: da ragazza era eroinomane, ma Salvatore era riuscito a farla disintossicare e lei lo aveva sposato più per gratitudine che per vero amore; dopo la morte del marito è costretta a mantenersi allestendo una bancarella abusiva. Sentendosi in colpa per l'accaduto, Michele decide di aiutare la vedova di Salvatore; dopo un'iniziale diffidenza verso Saviani, Maddalena si scopre attratta da lui e lo coinvolge nelle sue indagini per trovare il mandante dell'omicidio di suo marito. Anche Michele si sente attratto da Maddalena e la aiuta a riprendersi dalla tossicodipendenza, nella quale era ricaduta dopo essere rimasta vedova; in un momento di confusione, Michele tradisce sua moglie Silvia con Maddalena. La giovane successivamente scopre che il responsabile dell'omicidio è Arturo De Maio, un magistrato colluso con la camorra, così decide di vendicarsi. Dopo che l'uomo è entrato in casa sua per un confronto, Maddalena lo tramortisce con il ferro da stiro e lo tiene segregato per diverse ore. Michele, preoccupato dalla scomparsa della donna, si reca a casa sua e scopre che Maddalena sta torturando De Maio per farsi raccontare la verità. Il magistrato alla fine confessa tutto a Maddalena, ma Michele la convince a lasciarlo andare perché si è resa responsabile di un sequestro di persona. De Maio comunque viene coinvolto in una sparatoria insieme a Michele e resta ucciso. A Michele non resta che fare una scelta fra Maddalena e Silvia, che nel frattempo ha scoperto il tradimento. Tuttavia l'uomo decide di restare con sua moglie e chiude per sempre la storia con Maddalena.

Gloria Fournier[modifica | modifica sorgente]

Interpretata da Valeria Cavalli e presente anche nelle ultimissime puntate del 2012, Gloria è la mamma di Greta. Donna magnetica, sofisticata, snob e arrivista, è molto più simile a Greta nei primi momenti della sua storia, piuttosto che dopo l'inizio della sua relazione con Ferri. Gloria entra in scena mentre ospita la figlia e la nipote nel suo appartamento di Treviso. Inizialmente cerca di convincere Greta, in crisi con Ferri, a rifarsi una vita e lasciare il marito, poi, successivamente, quando viene a sapere che l'uomo è molto ricco, Gloria la spinge verso di lui, fino a convincerla a tornare a Napoli.
Greta e Roberto ritornano insieme, e, dopo il licenziamento, Gloria si trasferisce a Palazzo Palladini. Durante la convivenza il carattere arrivista e senza scrupoli di Gloria diverrà chiaro a tutti, soprattutto a Marina (Nina Soldano), con la quale i rapporti diverranno sempre più tesi. La donna, apparentemente molto devota alla figlia, cercherà in tutti i modi di allontanarla dal marito, fino a che, una sera in cui Greta è fuori per lavoro, Gloria seduce Ferri, confuso, in quel periodo, dall'atteggiamento indipendente e a suo parere egoista della moglie. Successivamente, resasi conto che Roberto intende rimanere con Greta, Gloria comincia a ricattare il genero, dopo aver registrato una compromettente conversazione fra lei e l'uomo. La donna minaccia di dire la verità alla figlia se lui non le comprerà un appartamento a Parigi e le consentirà una cospicua somma mensile vita natural durante. Gloria continua a fare i suoi comodi in casa della figlia, vessando continuamente il genero e la domestica Teresa. Roberto, esasperato, decide di sbarazzarsene e convince il figlio Tommaso a farle da skipper in una gita in barca per poi gettarla in mare al momento opportuno; mentre Gloria e Tommaso sono in barca, la donna si ubriaca e inciampa finendo in mare, ma Tommaso non se la sente di lasciarla affogare e la salva, mettendo fine al piano di Ferri. Tornata a Napoli, Gloria cerca nuovamente di ricattare il genero, ma Roberto non cede e racconta la verità a Greta, che decide di cacciare di casa sia il marito che la madre. In un momento di instabilità, Gloria impugna la pistola che Roberto tiene in cassaforte e la punta contro i familiari: dopo aver fatto partire per sbaglio un colpo, Gloria fugge in preda al panico con l'automobile di Roberto ed ha un incidente; la donna finisce in coma e la polizia comunica a Roberto che la dinamica dell'incidente lascia supporre che Gloria si sia schiantata volontariamente con l'intento di suicidarsi. Non si sveglierà più e nessuno andrà a trovarla. Cancellata.

Giorgio Sartori[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Stefano Davanzati, Giorgio è il padre di Tommaso, fratello di Irene e zio di Filippo. Entra in scena nei primi mesi dell'anno ed egli, durante una lite, rivela al figlio di non essere il suo vero padre. Tommaso è molto colpito da questa rivelazione e, in seguito, viene a sapere che il vero padre è Roberto. Giorgio, pur venendo ripetutamente rifiutato da Tommaso, rimane accanto al figlio nelle innumerevoli delusioni che Roberto gli infligge. Prima dell'estate, Giorgio instaura una relazione con Marina, che, però, finisce quando viene a conoscenza del patto che la donna aveva fatto con Tommaso: instaurare un rapporto sereno con il padre in cambio di denaro. Qualche tempo i due si riconciliano, ma successivamente il rapporto finisce perché lei lo tradisce con Roberto. Dopo alcune settimane, nel febbraio 2014, Giorgio muore e affida Tommaso alle cure di Marina.

2014[modifica | modifica sorgente]

Eduardo Nappi[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Vincenzo Ferrera, presente dal 2013, è un insegnante di inglese balzato agli onori della cronaca per approcci sessuali ad alcune sue allieve. Perennemente sporco e trasandato, vive in un tugurio. Diventa l'amante di Greta, ma essendo un morto di fame, viene lasciato.

Genny (Gennaro) Auriemma[modifica | modifica sorgente]

Interpretato da Gennaro Mirto e presente dal 2012, Gennaro è un ventenne dedito ad attività illecite, rozzo e analfabeta. Dopo aver salvato Giulia e Angela da un tentativo di scippo, conosce Franco, frequenta la sua palestra e contribuisce a mandarlo in carcere con l'ingiusta accusa di omicidio.
La sua storia entra nel vivo negli ultimi mesi del 2013, quando incontra Rossella e inizia a baciarla ripetutamente. Il loro legame è tuttavia osteggiato da diversi elementi, soprattutto l'incolmabile differenza sociale e culturale che li separa.