Personaggi di Kenichi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

1leftarrow.pngVoce principale: Kenichi.

Indice

Dojo Ryōzanpaku[modifica | modifica sorgente]

Il dojo Ryōzanpaku è la casa dove vivono combattenti di abilità immensa specializzati in diversi stili di lotta. Questo luogo è così famoso da attrarre molte sfide da altri dojo che cercano di rubargli l'insegna, le sfide sono così numerose che è stato necessario creare una lista d'attesa degli sfidanti. Questa diventa indirettamente una fonte di reddito in quanto gli sfidanti sconfitti vengono curati dai maestri Akisame e Kensei.

Anche con questa strategia però il dojo è sempre in passivo e per poter andare avanti fa affidamento sulla creatività dei residenti che per le vacanze ad esempio sfruttano una nave ed un cottage costruiti direttamente da loro oltre a dirigersi verso un'isola non segnalata dalle mappe e conosciuta solo da loro.

Per ovviare alle spese arrivano addirittura a fare da babysitters ad alcuni bambini per coprire le spese. Una fonte di reddito è anche Kenichi che viene spesso ingannato dal maestro Kensei facendogli acquistare delle finte foto di Miu.

I maestri del dojo, anche se immensamente potenti, mancano di raziocinio e spendono soldi in cose del tutto inutili. Anche l'Anziano Saggio non è al di fuori di questa consuetudine infatti è visto spesso con degli enormi lecca lecca e con uno strano orologio[1]. I maestri hanno anche grossi problemi ad avere rapporti con le persone normali rilasciando inavvertitamente grosse quantità di ki[2]. Solo Akisame and Kensei hanno dei redditi fissi con le loro cliniche di fisioterapia ed agopuntura.

La vita al dojo è cambiata radicalmente dopo l'arrivo di Kenichi, i combattimenti tra maestri si sono ridotti significativamente[3] e tutti si sono aperti l'uno con l'altro riuscendo ad interagire meglio[4].

Kenichi Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Ken'ichi Shirahama (白浜 兼一?) Seiyu: Tomokazu Seki

  • Prima apparizione: Battaglia 1
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Karate, Jujitsu, Arti marziali cinesi, Muay Thai ed esperto d'armi (anche se non le ha mai utilizzate in battaglia)

Kenichi Shirahama è un ragazzo di 16 anni che frequenta il suo secondo anno di scuola superiore. All'età di 6 anni, in compagnia del suo vecchio amico Ryūto, andò in un negozio dove scambiò la sua spilla a forma di gatto con quella con il simbolo dello ying yang di una ragazzina di nome Miu, anch'essa di 6 anni. I due ragazzi videro questa ragazzina sconfiggere un gruppo di criminali e Kenichi la salvò, fischiando con una moneta, da un loro attacco a sorpresa ma il merito di questo gesto andò invece a Ryūto. In quel giorno i due amici si fecero la promosse di diventare più forti ma mentre Ryūto la segui fino in fondo diventando il capo del Ragnarok e membro dello YOMI, Kenichi invece se ne dimenticò subendo numerose angherie.

Un giorno mentre si stava recando a scuola incontra di nuovo Miu ma anche non riconoscendola immediatamente i due diventano molto amici. Kenichi è membro del club di karate ma viene sottoposto ad ogni angheria per fargli decidere di smettere così si allena da solo per diventare più forte. Miu dopo aver sentito i problemi dell'amico decide di insegnarli una prima mossa che gli permette di battere agevolmente Daimonji colui che si prendeva gioco di lui e che lo aveva sfidato in un incontro in cui il perdente avrebbe dovuto lasciare il club. Anche dopo la vittoria decide di abbandonare il club per il bene di Daimonji che ne sarebbe uscito distrutto. Dopo aver sentito cosa è stato in grado di fare il capitano della squadra di karate si interessa a lui, una prima volta viene sconfitto per poi riuscire a batterlo al secondo incontro dopo l'allenamento al Ryōzanpaku. I problemi per Kenichi però sono appena iniziati in quanto è diventato molto famoso fra i delinquenti di un gruppo chiamato Ragnarok. Gli allenamenti al dojo sono sempre più disumani ma riesce a superarli con la forza di volontà e l'amore che prova per Miu. Tutti questi sforzi lo fanno crescere sempre di più e non ha problemi a sconfiggere il gruppo di Takeda. Vista l'impossibilità di convincere Kenichi ad unirsi al Ragnarok gli Otto Pugni lo vogliono sconfiggere e così mandano all'assalto anche Shinnosuke Tsuji, Thor e Sigfrido che vengono anch'essi inesorabilmente annientati. Kenichi però ha un principio che vuole rispettare ad ogni costo, lui non vuole colpire le donne, questo comportamento lo mette in pericolo contro Kisara che però capisce cosa ci sia davvero dietro alle mosse del ragazzo e si ritira dopo alcuni colpi. Durante queste vicende nasce un nuovo gruppo di nome Alleanza Shinpaku, creato da Niijima, di cui Kenichi è involontariamente uno dei comandanti ma a cui si uniscono molti dei combattenti sconfitti dal ragazzo che vedono in lui una persona corretta su cui poter fare affidamento e nell'Alleanza un gruppo di amici fidati cosa che nel ragnarok non avveniva.

Durante il viaggio a Chinatown conosce Ma Renka, la figlia di Ma Kensei, che dopo un primo impatto molto violento si infatua di lui arrivando anche a seguirlo al Ryōzanpaku ed a volerlo riportare in Cina con lei. Miu è gelosa di Kenichi ma non capisce questo nuovo sentimento nato in lei e per questo a fare le spese delle litigate tra Miu e Renka finisce sempre per essere il povero Kenichi.

In uno scontro epico riesce a battere anche l'Eremita ma viene a scoprire che il leader dei Ragnarok è il suo migliore amico di quand'era piccolo: Ryūto. Nel loro primo incontro Kenichi viene battuto da una tecnica chiamata Seikuken e gli viene sottratta la spilla regalatagli da Miu. Segnato da questo evento non riesce ad allenarsi adeguatamente e l'Anziano Saggio decide che è ora di condurlo nella Valle dell'oscurità per fargli apprendere questa tecnica. Durante l'allenamento però perde la strada e viene salvato da Isshinsai Ogata che si scoprirà essere il primo discepolo del Ryōzanpaku caduto sulla via dell'Asura lasciandosi consumare dall'ira ed uccidendo un uomo. Ogata gli propone di diventare suo discepolo[5] ma Kenichi rifiuta scegliendo di voler continuare ad usare le arti marziali solo per proteggere chi gli sta a cuore[6], questa sua calma e voglia di proteggere gli altri lo fanno diventare un combattente Sei. Di ritorno dal viaggio affronta di nuovo Ryūto e grazie all'utilizzo combinato dei vari ritmi dei maestri del Ryōzanpaku lo sconfigge riuscendo così a recuperare la spilla ma non l'amico che viene portato via da Ogata.

Dopo aver sconfitto il Ragnarok un nuovo nemico vuole affrontare Kenichi, lo Yami, che vuole per uno dei suoi discepoli il titolo di più forte del mondo. La prima ad affrontare Kenichi è Li Raichi che gli provoca diversi grattacapi non volendo colpire una donna ma grazie al suo cuore riesce a fare breccia nella dura scorza dell'avversaria che finisce anch'essa per prendersi una cotta per lui[7].

Il primo componente dello YOMI ad affrontare Kenichi è Radin Tidat Jihan in un combattimento all'ultimo sangue in montagna. Solo la necessità di proteggere Miu dà la forza al giovane di battere l'avversario che viene ucciso dal suo maestro con una valanga.

Il Ryōzanpaku viene invitato al torneo D of D e qui Kenichi affronta un nuovo avversario di nome Shō Kanō che ha messo gli occhi proprio su Miu. Kanō ferisce gravemente tutti i più forti componenti dell'Alleanza Shinpaku e Miu, rinvenendo dopo essere stata rapita, va su tutte le furie perdendosi nella rabbia e rischiando di cadere sulla via dell'Asura cercando di uccidere il proprio avversario. Kanō vuole che questo accada così da poter tenere la ragazza accanto a sé ma Kenichi, che non capisce questo mondo, lo vuole fermare. Avvicinatosi a Miu la ragazza fuori di sé non lo riconosce e lo attacca ferendolo ripetutamente, solo una mossa estrema, insegnatagli dal maestro Ma Kensei, riesce a fare tornare in sé Miu. Per Shō Kanō questa è una dichiarazione di guerra e vuole affrontare Kenichi al torneo per sistemare le cose. Intanto Kenichi e Miu dimostrano un affiatamento fuori dal comune e sconfiggono il team Drago a tre teste oltre a riuscire a colpire l'Anziano Saggio travestito da Garyuu X. La sfida finale è proprio con Kanō che dapprima dimostra una netta superiorità ma Kenichi grazie al suo vero Seikuuken ribalta la situazione. Kenichi combatte per proteggere Miu e questo gli dà una forza che altrimenti non avrebbe mai raggiunto. Kanō decide di farla finita utilizzando tutte le mosse sei maestri dello Yami in aggiunta all'utilizzo simultaneo di Sei e Dou ma Kenichi con uno dei suoi colpi più potenti, il Mubyoshi, riesca a sconfiggerlo. Shō Kanō si sacrifica per proteggere Miu che a sua volta aveva fatto scudo a Kenichi da dei proiettili sparati da molto vicino.

Nei suoi successivi scontri riesce a sconfiggere anche Boris Ivanov e Ethan Stanley oltre a salvare la sorella di quest'ultimo, Rachel. Il suo animo gentile ha fatto inoltre breccia in Chikage Kushinada, uno dei suoi possibili rivali, che salta il loro incontro preferendo una festa di compleanno.

Anche se viene spesso ricordata la totale mancanza di talento di Kenichi per le arti marziali, gli viene altresì riconosciuto un talento fuori del comune per quanto riguarda l'impegno. Questo in breve tempo lo ha portato a diventare da uno degli studenti più deboli della scuola ad uno dei discepoli più forti del continente, in grado di sconfiggere avversari con molti anni più di lui d'allenamento.

Kenichi è un ragazzo gentile, compassionevole, volenteroso e con dei principi che vuole rispettare a costo della vita. Odia la violenza fine a se stessa e uno dei suoi principi gli impedisce di colpire le donne. A dispetto di ciò è anche un pervertito ed assieme al maestro Ma Kensei non perde l'occasione di spiare Miu e Shigure mentre fanno il bagno oltre ad acquistare foto di Miu che il più delle volte si rivelano dei falsi. Ha iniziato ad utilizzare anche lo stile di combattimento del maestro Ma Kensei (ecchi mode) che lo porta a diventare molto più preciso nell'afferrare le donne[8] oltre a riuscire a toccare per la prima volta Miu durante l'allenamento[9]. Come risultato di questa sua gentilezza riesce a guadagnarsi l'affetto di molte persone oltre al cuore di Ma Renka e di Li Raichi.

Kenichi non utilizza un unico stile di combattimento e sceglie tra tutte quelle apprese quella migliore per l'occasione. Non ha mai utilizzato armi ma Shigure gli ha insegnato come difendersi da esse e non averne paura. La prima mossa che ha imparato è il "kouho haiho", una mossa di difesa di Miu. Istintivamente il ragazzo ha combinato le cose che ha appreso creando delle tecniche finali molto potenti chiamate "saikyo" (le più forti) combo. Fa anche un utilizzo frequente del Seikuuken, mossa adatta solo a combattenti Sei (Miu ad esenmpio non la può apprendere), che gli è stata insegnata direttamente da Hayato, sempre l'Anziano Saggio gli ha fatto capire come passare al secondo stadio di questa potentissima tecnica chiamato "Ryuusui" (let: acqua che scorre) che riduce il Seikuuken ad uno strato sottilissimo lungo la pelle permettendogli di capire meglio le mosse dell'avversario seguendo la loro corrente. L'attacco più forte di Kenichi è il "Mubyoshi" (let: senza ritmo) che ha inventato da solo. Questa mossa combina karate, muay thai, jujitsu ed arti marziali cinesi in un singolo colpo talmente potente da sconfiggere chiunque immediatamente. Il suo nome deriva dal fatto che essendo un attacco combinato di diverse arti marziali ha un ritmo quasi impossibile da decifrare. Il suo unico punto debole è la necessità di avvicinarsi molto all'avversario lasciando Kenichi scoperto da un eventuale contrattacco. Comunque attualmente le uniche due persone ad essere in grado di fermare questo colpo sono state Ryūto (a malapena) ed Hayato.

Nel capitolo 348 Kenichi rivela di aver appreso un'altra tecnica nell'allenamento fatto con l'Anziano Saggio, il "Korui Nuki". Questa mossa consiste in un calcio dato sfruttando il proprio centro di gravità e le aperture nella difesa dell'avversario incanalando tutta la forza di Kenichi in un singolo punto d'impatto. È talmente potente da distruggere la guardia di Polluce e colpirlo direttamente mettendo fine allo scontro tra di loro[10].

Miu Fūrinji[modifica | modifica sorgente]

Miu Fūrinji (風林寺 美羽?) Seiyu: Tomoko Kawakami

  • Prima apparizione: Battaglia 1
  • Tipo di combattente: Dou
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Stile sconosciuto, ma predilige l'uso di calci e di prese al corpo

Miu Furinji è una ragazza di 16 anni che frequenta la stessa scuola di Kenichi ed è al secondo anno. È la nipote di Hayato Fūrinji e la figlia di Saiga Fūrinji, attuale capo dello Yami. Non si sa di preciso quando il nonno la prese in custodia ma è con lui dall'età di 6 anni. Nei 10 anni trascorsi sotto le sue cure ha continuato a praticare le arti marziali diventando un'abile lottatrice[11]. Sua madre Shizuha Fūrinji è morta per mano di suo padre mentre la stava proteggendo[12]. Nel destino di Miu infatti si cela la necessità di superare l'oscurità che si nasconde in lei[13] cosa che ha fatto prima con l'aiuto di Hayato ed ora con quello di Kenichi[14].

Prima di trasferirsi alla scuola Kouryou frequentava una scuola all'apparenza molto famosa ma in cui non si trovava bene perché tutte le ragazze erano gelose di lei per il suo aspetto. Proprio per questo motivo ha deciso di indossare degli occhiali e vestirsi in modo meno appariscente ma grazie alla vicinanza di Kenichi in questa sua nuova scuola è riuscita a farsi moltissimi amici e per dimostrare a Chikage Kushinada che non vuole più fingere decide di recarsi a scuola vestita come nel quotidiano.

Anche se bellissima, dolce e sensibile non aveva nessun amico prima di incontrare Kenichi ed a causa dei suoi numerosi impegni al Ryōzanpaku nessuna vita sociale. Miu inoltre adora i gatti ed è molto dispiaciuta di non poterne tenere uno al dojo, sia Kisara che Ma Renka gli ricordano questi felini e si mette per questo, inconsciamente, a giocare con loro[15].

Miu dimostra di essere una combattente fortissima durante tutti gli scontri ed ha dei riflessi fuori dal comune per esempio è in grado di lanciare in aria chiunque si trovi dietro di lei. Il suo stile di combattimento è fatto di grandi salti e calci potentissimi oltre a diverse prese al corpo. La sua mossa più potente è il "Fūrinji Kohuouyoko" che consiste in un calcio dall'alto verso il basso da una discreta altezza[16].

Kenichi è stato in grado di colpirla una solo volta in tutti i loro allenamenti tramite la mossa del maestro Ma Kensei[9], lo stile di combattimento dei due ragazzi è molto diverso ma hanno dimostrato di conoscersi profondamente e di fidarsi ciecamente l'uno dell'altra al torneo D of D dove hanno lottato sempre insieme[17].

Miu durante durante la storia passa da vedere Kenichi come semplice amico a qualcosa di più, probabilmente infatuandosene. Infatti è gelosa di tutte le ragazze che come Ma Renka o Li Raichi gli si avvicinano e non vuole che il ragazzo veda Rachel mezza nuda durante il torneo D of D[18]. Kenichi è infatti la prima persona che ha detto di volerla proteggere e ciò è avvenuto sia durante lo scontro con Radin Tidat Jihan, in montagna quando lei aveva la febbre[19], sia quando ha perso la ragione contro Shō Kanō[20]. Decide di non seguire Shō Kanō da suo padre grazie alla presenza di Kenichi. È altresì molto preoccupata per Kenichi durante i suoi combattimenti e si stupisce di quanto sia migliorato in così breve tempo. Prega perché ritorni salvo sia dalla Valle dell'oscurità sia dal viaggio con Shigure per poi scoprire che i due hanno fatto un bagno insieme diventando ancora più gelosa[21]. La fiducia di Miu e Hayato arriva al punto che decidono di donare gli Ikada appartenuti al padre della ragazza a Kenichi[22].

Hayato Fūrinji[modifica | modifica sorgente]

Hayato Fūrinji (風林寺 隼人?) Seiyu: Hiroshi Arikawa

  • Prima apparizione: Battaglia 6
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Tutte, è in grado inoltre di copiare qualunque stile utilizzi il proprio avversario

Hayato è il nonno di Miu e l'Anziano Saggio del Ryōzanpaku, ha sconfitto 500 maestri Shaolin fin quasi ad ucciderli. Attualmente è imbattuto ed è anche conosciuto con il nome di "Invincibile Super Man" (無敵超人, mutekichōjin, let. "uomo senza eguali"). I suoi calci hanno una velocità tale che per vederli occorre un replay ad 1/1000 della velocità normale. È molto rispettato dagli altri maestri del Ryōzanpaku che, anche se non ne hanno paura, preferirebbero non incontrarlo in combattimento. Utilizzando solo lo 0,0002% è in grado di tener testa a Kenichi e Miu contemporaneamente ed a spaccare un albero in due[23], sempre al torneo D of D ha sconfitto un avversario di livello maestro con un solo dito. Prima della costruzione del dojo viaggiava con la nipote per il mondo portando la pace in ogni regione che attraversava. Ha 108 tecniche speciali e può copiare qualunque tecnica un avversario usi contro di lui come la "Saikyou Combo", la "Saikyou Combo 2" e la "Soutenshu" di Kenichi e lo "Hyōi Kazekirihane" di Miu. Conosce il Seikūken e ne ha creato una versione potenziata detta "Ryūsui (acqua che scorre) Seikūken" che Kenichi ha appreso proprio da lui, la sua tecnica preferita sembra essere lo "Human Shuriken".

Una mossa particolare illustrata nel manga è il "lampo della dimenticanza" con cui può cancellare la memoria delle persone. Con questa tecnica è in grado anche di scegliere quanto rimuovere infatti se al capo dell'organizzazione per cui lavorava Apachai ha rimosso tutti i ricordi a Kenichi ha cancellato solo gli ultimi minuti di conversazione[24].

I suoi metodi di allenamento sono i più spaventosi di tutto il Ryōzanpaku e sono molto comuni i segnali di cattivo auspicio come la rottura a metà della tazza da te, della teiera e delle bacchette di Kenichi mentre i due erano nella Valle dell'Oscurità. Hayato chiama spesso Kenichi col soprannome di "Ken-chan" ed è l'unico maestro a scusarsi direttamente con lui per tutto quello che sta passando. Ha molto fiducia in Kenichi e dice addirittura che il ragazzo gli ricorda se stesso da giovane, questa sensazione comunque non è l'unico a provarla, anche Silcardo Jenazard dice che l'odore di quel giovane ragazzo gli ricorda qualcuno che ha affrontato in passato[25]. Da giovane ha combattuto in coppia con Kushinada che attualmente fa parte dello Yami[26].

Anche se il più anziano del dojo, Hayato, ha dimostrato in diverse occasioni di essere anche estremamente irresponsabile. Tende a spendere i pochi soldi del dojo per oggetti totalmente inutili ed appena c'è la possibilità di combattere non si tira indietro. Alcune volte è stato visto mangiare caramelle e lecca lecca. Dopo aver utilizzato lo 0,0002% della sua forza contro Miu e Kenichi dice di doversi riposare per aver utilizzato tutta quella forza infatti sta diventando più debole rispetto a com'era un tempo. Ha un'abilità unica, la bivocalità, con cui riesce a parlare con 2 voci differenti allo stesso tempo; abilità utile nell'allenamento di Kenichi e Miu ma anche per frivolezze come il karaoke[27]. Riesce inoltre a muovere separatamente le due sezioni del proprio corpo senza apparente difficoltà. È anche in grado di comprimere la propria voce in modo tale che solo una persona possa sentirla chiaramente[28]. Con tutte queste abilità e grazie alla sua incomparabile potenza è considerato da molti non umano.

Shio Sakaki[modifica | modifica sorgente]

Shio Sakaki (逆鬼 至緒?) Seiyu: Unshō Ishizuka

  • Prima apparizione: Battaglia 7
  • Tipo di combattente: Dou
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Karate

Apachai Hopachai[modifica | modifica sorgente]

Apachai Hopachai (アパチャイ・ホパチャイ?) Seiyu: Hiroya Ishimaru

  • Prima apparizione: Battaglia 7
  • Tipo di combattente: Dou
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Muay Thai e Muay Boran

Shigure Kōsaka[modifica | modifica sorgente]

Kōsaka Shigure (香坂 しぐれ?) Seiyu: Mamiko Noto

  • Prima apparizione: Battaglia 7
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Armi

Kensei Ma[modifica | modifica sorgente]

Ba/Ma Kensei (馬 剣星?) Seiyu: Issei Futamata

  • Prima apparizione: Battaglia 7
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Arti marziali cinesi stile armonioso

Akisame Kōetsuji[modifica | modifica sorgente]

Kōetsuji Akisame (岬越寺 秋雨?) Seiyu: Jūrōta Kosugi

  • Prima apparizione: Battaglia 7
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Katsujin Ken
  • Arti marziali: Aikijujitsu

Ragnarok[modifica | modifica sorgente]

Gli Otto Pugni[modifica | modifica sorgente]

Odino[modifica | modifica sorgente]

Ōdīn (オーディーン?) Seiyu: Ken Narita

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei / Dou
  • Principio di combattimento: Satsujin-ken

Vedi Ryūto Asamiya degli Yomi

Berserker[modifica | modifica sorgente]

Bāsākā (バーサーカー?) Seiyu: George Nakata

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Lotta di strada

Freyja[modifica | modifica sorgente]

Fureia (フレイア?) Seiyu: Atsuko Tanaka

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei
  • Arti marziali: Bōjutsu

Vedi Kaname Kugatachi dell'alleanza Shinpaku

Loki[modifica | modifica sorgente]

Roki (ロキ?) Seiyu: Keiji Fujiwara

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei
  • Arti marziali: Karate

Sigfrido[modifica | modifica sorgente]

Jīkufurīto (ジークフリート?) Seiyu: Mitsuaki Madono

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei

Vedi Hibiki Kugenin dell'alleanza Shinpaku

Eremita[modifica | modifica sorgente]

Hāmitto (ハーミット?) Seiyu: Ryo Horikawa

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Rivelazione del nome: Battaglia 49
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Arti marziali cinesi stile violento

Vedi Natsu Tanimoto dell'alleanza Shinpaku

Thor[modifica | modifica sorgente]

Tōru (トール?) Seiyu: Naomi Kusumi

  • Prima apparizione: Battaglia 70
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Sumo

Vedi Yūma Chiaki dell'alleanza Shinpaku

Valchiria[modifica | modifica sorgente]

Nanjō Kisara (南條 キサラ?) Seiyu: Minami Takayama

  • Prima apparizione: Battaglia 12
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Taekwondo

Vedi Nanjō Kisara dell'alleanza Shinpaku

Membri minori[modifica | modifica sorgente]

Taichi Kōga[modifica | modifica sorgente]

Kōga Taichi (古賀 太一?) Seiyu: Mayumi Yamaguchi

  • Prima apparizione: Battaglia 14

Ikki Takeda[modifica | modifica sorgente]

Takeda Ikki (武田 一基?) Seiyu: Kazuki Yao

  • Prima apparizione: Battaglia 14
  • Tipo di combattente: Sei
  • Arti marziali: Boxe

Vedi alleanza Shinpaku

Kōzō Ukita[modifica | modifica sorgente]

Ukita Kōzō (宇喜田 孝造?) Seiyu: Tōru Ōkawa

  • Prima apparizione: Battaglia 14
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Judo

Vedi alleanza Shinpaku

Shinnosuke Tsuji[modifica | modifica sorgente]

Tsuji Shinnosuke (辻 新之助?)

  • Prima apparizione: Battaglia 24
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Koppou

Shiratori[modifica | modifica sorgente]

Shiratori (白鳥?)

Vedi alleanza Shinpaku

Tsukuba[modifica | modifica sorgente]

Tsukuba (築波?)

  • Prima apparizione: Battaglia 4
  • Rivelazione del nome: Battaglia 5
  • Arti marziali: Mix di Karate e Boxe

Takashi Furukawa[modifica | modifica sorgente]

Furukawa Takashi (古川 たかし?)

Numero 20[modifica | modifica sorgente]

20 gō (20号?)

Yami[modifica | modifica sorgente]

Un'Ombra, Nove Pugni[modifica | modifica sorgente]

Saiga Fūrinji[modifica | modifica sorgente]

Fūrinji Saiga (風林寺 砕牙?)

  • Prima apparizione: Battaglia 192
  • Tipo di combattente: ?
  • Simbolo Yami: Ombra
  • Soprannome: Ichiei / L'Ombra
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sconosciute

Isshinsai Ogata[modifica | modifica sorgente]

Ogata Isshinsai (緒方 一新斎?) Kensei (拳聖?) Seiyu: Akio Ohtsuka

  • Prima apparizione: Battaglia 119
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Flusso
  • Soprannome: Kensei / Pugno sacro
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sconosciute. Conosce comunque sia jujitsu che le arti marziali cinesi come ex discepolo del Ryōzanpaku

Alexander Gaidar[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 180
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Ghiaccio
  • Soprannome: Senmetsu no Kenshi / Pugno della distruzione
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sambo

Silcardo Jenazad[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 183
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Re
  • Soprannome: Kenmashajin / Pugno della divinità demoniaca
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Pencak Silat
  • Stato attuale: deceduto

Diego Carlo[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 199
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Acciaio
  • Soprannome: Waraukouken / Pugno sorridente d'acciaio / Pugno furente di ferro
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Lucha Libre

Akira Hongō[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 167
  • Tipo di combattente:Sei
  • Simbolo Yami: Cielo
  • Soprannome: Jinetsukenjin / Pugno divino
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Karate

Mikumo Kushinada[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 258
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo Yami: Acqua
  • Soprannome: Youken no Urukiboshi / Pugno ammaliante
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Jujitsu

Agaard Jum Sai[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 266
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Fiamma
  • Soprannome: Il sovrano dei pugni e l'imperatore delle gomitate
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Muay Thai e Muay Boran

Sehrul Rahman[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 266
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo Yami: Vuoto
  • Soprannome: Pugno di Brahman
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Kalarippayattu

Ma Sougetsu[modifica | modifica sorgente]

Ba/Ma Sōgetsu (馬 槍月?)

  • Prima apparizione: Battaglia 68
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo Yami: Luna
  • Soprannome: Divinità del Pugno feroce
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Kempo cinese

Membri minori[modifica | modifica sorgente]

Sai Kagerou[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 286
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Esperto spadaccino, specialmente nell'Iaidō

Fortuna[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 250
  • Tipo di combattente: Dou
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: ?

Christopher Eclair[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 146
  • Tipo di combattente: Sei
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Savate

Li Tenmon[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 157
  • Tipo di combattente: Dou
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Ditangquan

YOMI[modifica | modifica sorgente]

Kajima Satomi[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 265
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Ombra
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sconosciute

Shō Kanō[modifica | modifica sorgente]

Kanō Shō (叶 翔?)

Radin Tidat Jihan[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 176
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Re
  • Soprannome: Nagaraja
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Pencak Silat

Tirawit Kōkin[modifica | modifica sorgente]

Tīrawitto Kōkin (ティーラワィット コーキン?)

  • Prima apparizione: Battaglia 188
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Fiamma
  • Soprannome: Narasimha
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Muay Thai e Muay Boran

Ethan Stanley[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 176
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Vuoto
  • Soprannome: Polluce
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Kalarippayattu

Rachel Stanley[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 176
  • Tipo di combattente: Dou
  • Simbolo YOMI: Acciaio
  • Soprannome: Castore
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Lucha Libre

Boris Ivanov[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 175
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Ghiaccio
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sambo

Ryūto Asamiya[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei / Dou
  • Simbolo YOMI: Flusso
  • Soprannome: Odino (nei Ragnarok)
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Arti marziali antiche

Chikage Kushinada[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 188
  • Tipo di combattente: Sei
  • Simbolo YOMI: Acqua
  • Significato del nome: "Chi" (sangue) + "Kage" (ombra) = Ombra di sangue
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Jujitsu

Ro Jisei[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 188
  • Tipo di combattente: ?
  • Simbolo YOMI: Luna
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Sconosciute

Membri minori[modifica | modifica sorgente]

Li Raichi[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 157
  • Tipo di combattente: Dou
  • Soprannome: Scintilla
  • Principio di combattimento: Satsujin Ken
  • Arti marziali: Chichouken

Luchador grassone[modifica | modifica sorgente]

Milizia di Boris[modifica | modifica sorgente]

I servi di Radin[modifica | modifica sorgente]

Seta e Hayami[modifica | modifica sorgente]

Alleanza Shinpaku[modifica | modifica sorgente]

Comandanti[modifica | modifica sorgente]

Haruo Niijima[modifica | modifica sorgente]

Niijima Haruo (新島 春男?) Seiyu: Takumi Yamazaki

  • Prima apparizione: Battaglia 1
  • Arti marziali: Arte della fuga stile Niijima

Kenichi Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Vedi Kenichi Shirahama del dojo Ryōzanpaku

Capitani[modifica | modifica sorgente]

Natsu Tanimoto[modifica | modifica sorgente]

Hāmitto (ハーミット?) Seiyu: Ryo Horikawa

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Nome rivelato: Battaglia 49
  • Tipo di combattente: Sei
  • Soprannome: Eremita
  • Arti marziali: Hikaken e Hakkyōken

Ikki Takeda[modifica | modifica sorgente]

Takeda Ikki (武田 一基?) Seiyu: Kazuki Yao

  • Prima apparizione: Battaglia 14
  • Tipo di combattente: Sei
  • Soprannome: Takeda il pugile
  • Arti marziali: Boxe

Hibiki Kugenin[modifica | modifica sorgente]

Kugen'in Hibiki (九弦院 響?) Jīkufurīto (ジークフリート?) Seiyu: Mitsuaki Madono

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei
  • Soprannome: Sigfrido, il compositore immortale
  • Arti marziali: Una sua versione del Go no Sen, probabilmente basato sul Wing Chun

Yūma Chiaki[modifica | modifica sorgente]

Chiaki Yūma (千秋 祐馬?) Tōru (トール?) Seiyu: Naomi Kusumi

  • Prima apparizione: Battaglia 70
  • Tipo di combattente: Dou
  • Soprannome: Thor
  • Arti marziali: Sumo

Kisara Nanjō[modifica | modifica sorgente]

Nanjō Kisara (南條 キサラ?) Seiyu: Minami Takayama

  • Prima apparizione: Battaglia 12
  • Tipo di combattente: Dou
  • Soprannome: Valchiria
  • Arti marziali: Taekwondo

Kaname Kugatachi[modifica | modifica sorgente]

Fureia (フレイア?) Seiyu: Atsuko Tanaka

  • Prima apparizione: Battaglia 48
  • Tipo di combattente: Sei
  • Soprannome: Freyja
  • Arti marziali: Bōjutsu

Miu Fūrinji[modifica | modifica sorgente]

Fūrinji Miu (風林寺 美羽?) Seiyu: Tomoko Kawakami

  • Prima apparizione: Battaglia 1
  • Tipo di combattente: Dou

Vedi Miu Fūrinji del dojo Ryōzanpaku

Renka Ma[modifica | modifica sorgente]

Ba/Ma Renka (馬 連華?) Seiyu: Mika Kanai

  • Prima apparizione: Battaglia 66
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Kempo cinese

Vice capitani[modifica | modifica sorgente]

Kōzō Ukita[modifica | modifica sorgente]

Ukita Kōzō (宇喜田 孝造?) Seiyu: Tōru Ōkawa

  • Prima apparizione: Battaglia 14
  • Tipo di combattente: Dou
  • Soprannome: Ukita il lanciatore
  • Arti marziali: Judo

Altri[modifica | modifica sorgente]

Shiratori[modifica | modifica sorgente]

Shiratori (白鳥?)

Matsui[modifica | modifica sorgente]

Mizunuma[modifica | modifica sorgente]

Altri componenti[modifica | modifica sorgente]

Partecipanti al Torneo D of D[modifica | modifica sorgente]

Tsutomu Tanaka[modifica | modifica sorgente]

Pankration team[modifica | modifica sorgente]

Spartacus[modifica | modifica sorgente]

Capoeira team[modifica | modifica sorgente]

Capo[modifica | modifica sorgente]

Aisha[modifica | modifica sorgente]

Silvio[modifica | modifica sorgente]

Eliot[modifica | modifica sorgente]

Altri componenti[modifica | modifica sorgente]

Drago a tre teste[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 201

Kaku Shin Ten[modifica | modifica sorgente]

Chou Yin Lin[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 201
  • Arti marziali: Baguazhang

Yo Tekai[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 201
  • Arti marziali: Shin Yiken

Gemini team[modifica | modifica sorgente]

Forza speciale nera[modifica | modifica sorgente]

Cavo fiammeggiante K[modifica | modifica sorgente]

Famiglia Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Honoka Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Shirahama Honoka (白浜 ほのか?) Seiyu: Tomoe Sakuragawa

  • Prima apparizione: Battaglia 2

Mototsugu Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Shirahama Mototsugu (白浜 元次?) Seiyu: Daisuke Gōri

  • Prima apparizione: Battaglia 9

Saori Shirahama[modifica | modifica sorgente]

Shirahama Saori (白浜 さおり?) Seiyu: Ai Orikasa

  • Prima apparizione: Battaglia 2

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

James Shiba[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 173
  • Tipo di combattente: Dou
  • Arti marziali: Boxe

Sensei[modifica | modifica sorgente]

Yūka Izumi[modifica | modifica sorgente]

Izumi Yūka (泉 優香?)

Daimonji[modifica | modifica sorgente]

Daimonji (大門寺?)

  • Prima apparizione: Battaglia 2

Naoki Yamato[modifica | modifica sorgente]

  • Prima apparizione: Battaglia 63

Ryou/"Hakubi" Ma[modifica | modifica sorgente]

Ba/Ma Ryō (馬 良?)

Ma Sougetsu[modifica | modifica sorgente]

Ba/Ma Sōgetsu (馬 槍月?)

  • Prima apparizione: Battaglia 68
  • Tipo di combattente: Dou
  • Soprannome: Divinità del Pugno feroce
  • Arti marziali: Kempo cinese ma anche Hikaken e Baguazhang

Jennifer Gray[modifica | modifica sorgente]

Genson Ryū & Kōan Shokatsu[modifica | modifica sorgente]

Ryū Genson (劉 玄孫?) Shokatsu Kōan (諸葛 孔暗?)

Fukujirō Yasunaga[modifica | modifica sorgente]

Yasunaga Fukujirō (安永 福次郎?)

  • Prima apparizione: Battaglia 1
  • Nome rivelato: Battaglia 77

Kyōko Ono[modifica | modifica sorgente]

Ono Kyōko (小野 杏子?)

  • Prima apparizione: Battaglia 26
  • Nome rivelato: Battaglia 77

Chihiro Takashima[modifica | modifica sorgente]

Takashima Chihiro (鷹島 千尋?)

  • Prima apparizione: Battaglia 3

Shizuha Fūrinji[modifica | modifica sorgente]

Fūrinji Shizuha (風林寺 静羽?)

  • Prima apparizione: Battaglia 192
  • Tipo di combattente: Dou
  • Stato attuale: deceduta

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 234 pag. 6
  2. ^ Killing intent = Intento omicida
  3. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 189 pag. 11
  4. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 292 pag. 17
  5. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 121 pag. 13
  6. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 122 pag. 3
  7. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 330 pag. 7
  8. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 162 pag. 15
  9. ^ a b Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 215 pag. 13
  10. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 348 pag. 8-9
  11. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 106 pag. 11
  12. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 192 pag. 16
  13. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 222 pag. 12
  14. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 249 pag. 12
  15. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 94 pag. 22
  16. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 212 pag. 22
  17. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 233 pag. 17
  18. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 226 pag. 17
  19. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 184 pag. 10
  20. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 223 pag. 12
  21. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 292 pag. 15
  22. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 292 pag. 9
  23. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 230 pag. 8
  24. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 109 pag. 20
  25. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 183 pag. 20
  26. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 346 pag. 5
  27. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 231 pag. 9
  28. ^ Manga di Shijō saikyō no deshi Ken'ichi Cap. 233 pag. 11

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]