Personaggi di Mad Men

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Mad Men.

Indice

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella serie televisiva Mad Men e comparsi in più di un episodio.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Don Draper[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Don Draper.

Donald Francis "Don" Draper (vero nome Dick Whitman; Jon Hamm) è il direttore creativo dell'agenzia pubblicitaria newyorchese Sterling Cooper, della quale in seguito diventerà socio, per poi figurare tra i fondatori della Sterling Cooper Draper Pryce. Draper è il protagonista della serie, e le trame degli episodi trattano principalmente della sua vita professionale e privata.

Peggy Olson[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Peggy Olson.

Margaret "Peggy" Olson (Elisabeth Moss) è, all'inizio della serie, la segretaria di Don Draper, una ragazza molto semplice e ingenua. In seguito, grazie al suo talento e alla sua iniziativa, viene promossa copywriter e diventa la più fidata collaboratrice di Don.

Pete Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pete Campbell (personaggio).

Peter "Pete" Campbell (Vincent Kartheiser) è un giovane e ambizioso rappresentante delle vendite alla Sterling Cooper (nelle prime tre stagioni) e alla Sterling Cooper Draper Pryce (dalla quarta).

Betty Francis (Betty Draper)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Betty Draper.

Elizabeth "Betty" Francis (nata Hofstadt, ex signora Draper; January Jones) è la moglie di Don Draper nelle prime tre stagioni della serie e la madre dei suoi tre figli, Sally, Bobby e Gene. Dopo il loro divorzio, si risposa con Henry Francis. Bella ed elegante, in passato ha lavorato come modella, ora fa la casalinga.

Joan Harris (Joan Holloway)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Joan Holloway.

Joan Harris (nata Holloway; Christina Hendricks) è la capoufficio della Sterling Cooper prima e della Sterling Cooper Draper Pryce poi, figura di riferimento per le altre segretarie.

Roger Sterling[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Roger Sterling.

Roger Sterling Jr. (John Slattery) è uno dei soci della Sterling Cooper e in seguito uno dei fondatori della Sterling Cooper Draper Pryce.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Megan Calvet[modifica | modifica wikitesto]

Megan Calvet (Jessica Paré) è una splendida ragazza che lavora alla Sterling Cooper Draper Pryce. Dopo la morte di Miss Blankenship, la sostituisce come segretaria di Don Draper. Più smaliziata della dolce e fragile Allison, ha con Don un rapporto sessuale, ma promette di non fare scenate da innamorata. Nell'episodio finale della quarta stagione, Don le chiede di accompagnarlo in California per fare da baby-sitter ai suoi figli e, al loro ritorno, le chiede a sorpresa di sposarlo. La ragazza accetta felice. Nella quinta stagione, Megan e Don sono sposati e lei ora lavora come copywriter alla Sterling Cooper Draper Pryce. Il loro rapporto sembra ottimo, anche se Megan, a differenza della prima moglie di Don, Betty, è molto più indipendente e moderna e non si adatta al ruolo di moglie remissiva e ubbidiente. In compenso, il rapporto con la figliastra Sally è molto buono, finché Betty non interviene a mettere zizzania. I genitori di Megan, Emile e Marie (Julia Ormond), sono invece ai ferri corti. La ragazza, pur ottenendo brillanti successi nel suo lavoro all'agenzia (riesce a trovare un'idea per la campagna pubblicitaria di un cliente insoddisfatto, la Heinz), in cuor suo non ha abbandonato il suo sogno, che è quello di diventare attrice: a un certo punto, rivela a Don che intende licenziarsi, temendo che lui ci rimanga male: invece, Don accetta la sua scelta. Megan lascia l'agenzia e inizia a presentarsi a vari provini, ma senza successo. Sempre più demoralizzata e scontenta, sebbene gli amici e la madre la critichino per il suo atteggiamento infantile e l'ammoniscano che in realtà la sua situazione è migliore di quella di tanti altri che lottano per fare quello stesso lavoro, alla fine ricorre all'appoggio del marito per ottenere la parte in uno spot pubblicitario.

Trudy Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Gertrude "Trudy" Campbell (nata Vogel; Alison Brie) è la moglie di Pete Campbell. Figlia unica di Tom e Jeannie Vogel, nella prima stagione è presentata con una personalità molto decisa e impositiva, anche sul marito, ma anche viziata e capricciosa. Trudy e Pete si sposano all'inizio della prima stagione e vanno ad abitare in un appartamento in Park Avenue, Manhattan, acquistato con l'aiuto dei genitori di lei. Trudy è innamorata del marito, e si sforza di aiutarlo in vari modi, ad esempio pregando un suo ex fidanzato perché pubblichi un racconto di Pete nella sua rivista. Nel corso della seconda stagione, fra i due aumentano i dissidi a causa del forte desiderio di Trudy di avere un figlio, desiderio non condiviso da Pete: quando scopre di avere problemi di fertilità, Trudy vorrebbe adottare un bambino, ma Pete si oppone. Nella terza stagione, Trudy e Pete sembrano andare più d'accordo, sebbene Pete sia occasionalmente infedele verso la moglie. Nella quarta stagione, Trudy finalmente riesce a rimanere incinta, per la gioia di Pete, e dà quindi alla luce una bambina, che viene chiamata Tammy (dal nome del padre di Trudy, Tom). Nella quinta stagione, Pete e Trudy hanno lasciato il loro appartamento a Manhattan per trasferirsi in una villa unifamiliare fuori città: quella nuova sistemazione è l'ideale per Trudy, che con la maternità è diventata molto più "casalinga" e si dedica con passione alla bambina, mentre è molto sgradita a Pete, che rimpiange la metropoli. Nonostante il marito si lamenti, Trudy boccia decisamente la possibilità di un loro ritorno a New York, e neppure vuole che Pete cerchi un appartamento per sé da usare saltuariamente. La donna non si accorge però del progressivo allontanamento del marito, sempre più insoddisfatto e frustrato e stanco della noiosa vita matrimoniale: solo nell'ultima puntata della quinta stagione, preoccupata perché Pete torna a casa tardi e malconcio e dispiaciuta per la faticosa vita da pendolare cui è costretto (in realtà ha avuto una lite con il marito della sua amante), acconsente a cercare un appartamento per lui a Manhattan.

Bert Cooper[modifica | modifica wikitesto]

Bertram "Bert" Cooper (Robert Morse) è il socio anziano della Sterling Cooper, un gentiluomo un po' eccentrico, trattato con grande rispetto da Sterling e Draper. Ha fondato l'agenzia nel 1923 assieme al padre di Roger Sterling e conosce Roger Sterling Jr. fin da quando questi era bambino; la defunta signora Cooper ha fatto conoscere a Roger la sua futura moglie Mona, ed egli tiene in ufficio una vecchia foto dei due Sterling insieme. Anche la sorella minore di Cooper, Alice, è socia della Sterling Cooper e, al termine della seconda stagione, suggerisce al fratello di acconsentire alla vendita dell'agenzia alla Puttnam, Powell & Lowe. Cooper è il proprietario di un dipinto di Mark Rothko e di una riproduzione dell'illustrazione erotica Il sogno della moglie del pescatore, dell'artista giapponese Hokusai, entrambi appesi nel suo ufficio, ed è un ammiratore di Ayn Rand. È appassionato dell'arte e della cultura giapponese, e fra le sue manie vi è la pretesa che chi entra nel suo ufficio debba obbligatoriamente togliersi le scarpe (egli stesso cammina spesso scalzo). È un sostenitore del Partito Repubblicano ed è lui a spingere perché la Sterling Cooper si occupi della campagna presidenziale di Nixon del 1960. Nella speranza di danneggiare Don Draper, Pete Campbell gli rivela il segreto di quest'ultimo, e cioè che egli ha assunto l'identità di un altro, ma Cooper rimane indifferente alla cosa. Dopo aver acconsentito a malincuore alla cessione della sua agenzia al termine della seconda stagione, sembra accettare un ruolo più marginale nella gestione degli affari; tuttavia, alla fine della terza stagione, torna al centro della scena quale cofondatore della Sterling Cooper Draper Pryce. Nella quarta stagione, si scopre che anni prima è stato sottoposto a una orchiectomia. Sempre nella medesima stagione, in polemica con la linea seguita da Don Draper, Bert annuncia ai partner le sue dimissioni, ma nella quinta serie egli si trova ancora al suo posto in ufficio, sebbene ora il suo ruolo sia più marginale.

Ken Cosgrove[modifica | modifica wikitesto]

Kenneth "Ken" Cosgrove (Aaron Staton) lavora come rappresentante delle vendite presso la Sterling Cooper. Originario del Vermont, ha frequentato la Columbia University. Assieme agli amici e colleghi, è sempre molto impegnato a bere drink, flirtare con le segretarie e spettegolare in ufficio, ma è anche scrittore a tempo perso: un suo racconto viene pubblicato sulla rivista The Atlantic Monthly, il che suscita l'invidia di Pete e del copywriter Paul Kinsey. Nella terza stagione Ken e Pete sono promossi entrambi a capo del reparto vendite, e il fatto di dover dividere l'incarico fa infuriare Pete. Ken non è ambizioso e competitivo come il collega, ma ciò nonostante è bravo nel suo lavoro ed ha una mente più creativa, il che gli consente di scavalcarlo alla fine della terza stagione. Il personaggio non compare nelle prime puntate della quarta stagione, perché non è stato chiamato a far parte della nuova Sterling Cooper Draper Pryce: tuttavia, viene assunto in seguito, per il disappunto di Campbell che così si trova a lavorare di nuovo con la sua nemesi, sebbene stavolta sia lui il suo superiore. Sempre nella quarta stagione, Ken mette fine alla sua vita da scapolo impenitente e si fidanza con una ragazza proveniente da una famiglia dell'alta società di New York, Cynthia Baxter (Larisa Oleynik), il cui padre Ed (Ray Wise) è un importante uomo d'affari: nella quinta stagione i due sono ormai sposati. Ken, che non ha abbandonato la sua passione per la scrittura, ha grande stima della collega Peggy Olson, che ritiene ingiustamente sottovalutata; anch'egli, d'altra parte, non è pienamente soddisfatto del trattamento che riceve alla Sterling Cooper Draper Pryce. Nel penultimo episodio della quinta stagione, Roger gli chiede perentoriamente di sfruttare la sua parentela con Ed Baxter per assicurare un nuovo cliente all'agenzia, cosa che Ken aveva sempre voluto evitare: accetta, ma pretende che da quell'affare sia escluso il suo eterno rivale, Pete Campbell.

Harry Crane[modifica | modifica wikitesto]

Harold "Harry" Crane (Rich Sommer) ricopre, inizialmente, la posizione di media buyer alla Sterling Cooper. Originario del Wisconsin, è molto amico dei colleghi Paul, Ken e Sal, con i quali forma un gruppo affiatato, ma, a differenza di questi, è sposato, con Jennifer; il loro matrimonio sembra uno dei più riusciti della serie: Harry è sincero con la moglie e spesso chiede il suo consiglio anche in faccende di lavoro. Sebbene gli piaccia flirtare con le altre ragazze, si mantiene fedele alla moglie almeno fino all'undicesima puntata della prima stagione, quando, ubriaco, ha un rapporto occasionale con Hildy, la segretaria di Pete. Confessa tutto a Jennifer, che lo caccia di casa; nel corso della seconda stagione, comunque, i problemi coniugali appaiono risolti, e i due diventano genitori di una bambina. Harry appare talvolta fin troppo cauto e remissivo, e in un'occasione la sua riluttanza a prendere posizioni porta al licenziamento del suo amico Sal Romano. Tuttavia, è anche il primo a intuire le grandi potenzialità della televisione per la pubblicità, e riesce così a farsi promuovere a capo del reparto televisivo della Sterling Cooper. Al termine della terza stagione, passa assieme ad alcuni colleghi alla nuova Sterling Cooper Draper Pryce come capo del reparto media, e in seguito mostra sempre più sicurezza di sé e decisione, soprattutto nel trattare con i network televisivi.

Bobby Draper[modifica | modifica wikitesto]

Robert "Bobby" Draper (interpretato nel corso delle stagioni della serie dagli attori bambini Maxwell Huckabee, Aaron Hart, Jared S. Gilmore e Mason Vale Cotton) è il secondogenito di Don e Betty Draper.

Gene Draper[modifica | modifica wikitesto]

Eugene Scott "Gene" Draper è il terzogenito di Don e Betty Draper. Nato nel corso della terza stagione, il 21 giugno 1963, è stato chiamato come il defunto padre di Betty.

Sally Draper[modifica | modifica wikitesto]

Sally Beth Draper (Kiernan Shipka) è la primogenita di Don e Betty Draper. Da personaggio secondario, diventa una figura sempre più importante nel corso della terza e della quarta stagione (secondo la cronologia della serie, nella terza stagione ha 9 anni e 11 nella quarta). La morte del nonno, Gene Hofstadt, è un momento cruciale nella formazione di Sally, la colpisce profondamente e contribuisce a incrinare fortemente il suo rapporto con la madre. Il fatto che il fratellino appena nato venga chiamato come il nonno e che gli sia data la stanza che era stata di Gene senior convince la bambina che il neonato sia il fantasma del nonno ed ella ne diviene terrorizzata, al punto di non volerlo avvicinare. Sally è una ragazzina molto intelligente e legatissima al padre, tanto più dopo la separazione dei genitori e il conseguente trasferimento da casa di Don. Il suo comportamento problematico e ribelle e il fatto che frequenti Glen spingono Betty a portarla da una psicologa infantile nel corso della quarta stagione. A seguito del matrimonio fra suo padre e Megan, Sally stringe un buon rapporto di complicità e amicizia con la giovane matrigna, della quale diventa amica; accorgendosi di ciò, Betty, invidiosa e ferita, tenta di incrinare questo rapporto: da allora Sally diventa più fredda con Megan. Nel frattempo la ragazzina continua a frequentare Glen, ma in modo molto innocente: i due sono solo ottimi amici.

Henry Francis[modifica | modifica wikitesto]

Henry Francis (Christopher Stanley) è un consigliere politico molto vicino al governatore di New York Nelson Rockefeller e al Partito Repubblicano. Il personaggio viene introdotto nel corso della terza stagione: conosce Betty Draper a un party organizzato da Roger Sterling e ne è immediatamente attratto. Dopo qualche tempo, la donna si rivolge a lui per chiedere il suo intervento per salvaguardare una locale area naturale. Betty sente che con Henry c'è una sintonia ben maggiore che con il marito Don. Capendo che la donna è infelice, Henry si offre di sposarla: al termine della terza stagione, i due si recano a Reno, dove la donna può ottenere rapidamente il divorzio. All'inizio della quarta stagione, vengono presentati come già marito e moglie e abitano con i figli di lei nella casa di Don, che in seguito lasceranno per trasferirsi a Rye. Henry ha una figlia, ormai adulta; la madre di Henry disapprova il matrimonio del figlio. L'unione con Betty, inizialmente molto felice, comincia a mostrare le prime crepe, principalmente perché i due non sono d'accordo su come affrontare le prime crisi adolescenziali di Sally.

Paul Kinsey[modifica | modifica wikitesto]

Paul Kinsey (Michael Gladis) è uno dei copywriter della Sterling Cooper. Amico di Ken, Harry, Sal e Pete, e come loro dedito all'alcol e ad infastidire le ragazze, Paul in passato ha avuto una relazione con Joan, quindi ha frequentato una donna afro-americana di nome Sheila, con la quale nel corso della seconda stagione si reca in Mississippi per aiutare a far registrare nelle liste elettorali gli elettori di colore. Sfoggia uno stile più bohèmienne e alternativo dei suoi colleghi, ascolta musica jazz e occasionalmente fuma marijuana; Joan sostiene che spesso stia solo recitando una posa. È un grande fan della serie Ai confini della realtà, è un sostenitore di Kennedy e in genere ha idee politiche più progressiste rispetto ai colleghi (in un'occasione viene apostrofato come "comunista" e la sua barba viene paragonata a quella di Fidel Castro). Sebbene inizialmente incoraggi Peggy nei suoi primi passi come copywriter, in seguito, quando il talento di lei comincia a metterlo in ombra, diventa sempre più geloso e competitivo. A differenza di lei, non viene chiamato a far parte della Sterling Cooper Draper Pryce: il personaggio è uscito dalla serie al termine della terza stagione, ma ricompare in un episodio della quinta: nel frattempo si è unito al movimento Hare Krishna, e professa ormai indifferenza verso i beni materiali. Tuttavia chiede lo stesso l'aiuto dell'amico Harry Crane per far conoscere una sua sceneggiatura di un episodio di Star Trek ai produttori di Hollywood: Harry, pur non nutrendo molta fiducia nelle sue possibilità di successo, lo incoraggia a trasferirsi a Los Angeles per tentare di realizzare il suo sogno.

Duck Phillips[modifica | modifica wikitesto]

Herman "Duck" Phillips (Mark Moses), introdotto al termine della prima stagione, è, nel corso della seconda, direttore del reparto account della Sterling Cooper. Ex marine e combattente sul fronte del Pacifico durante la seconda guerra mondiale, in precedenza impiegato presso gli uffici londinesi della Young & Rubicam, una relazione extraconiugale e la sua dipendenza dall'alcol gli sono costati il licenziamento. Ora egli ha smesso totalmente di bere ed è ansioso di far bene alla Sterling Cooper, anche se il fatto di non aver recuperato il rapporto con l'ex moglie, dalla quale ha avuto due figli, che sta anzi per risposarsi, sembra causargli dolore. Appena assunto, pone ai colleghi l'obiettivo di allargare la clientela e renderla al contempo più prestigiosa. Nel corso della seconda stagione, spinge perché vengano assunti creativi più giovani e perché venga abbandonato il contratto con la Mohawk Airlines per firmarne uno con la ben più importante American Airlines, decisione che Don Draper non approva e che infatti si rivela fallimentare, acutizzando la frattura tra i due. Al termine della seconda stagione, visti frustrati i suoi sforzi di ottenere la partnership nell'agenzia, Phillips favorisce l'acquisizione della Sterling Cooper da parte dell'agenzia britannica Puttnam, Powell & Lowe, ma neppure questa mossa si risolve in un suo successo: i nuovi proprietari, infatti, constatato che lui e Don Draper non possono lavorare insieme, preferiscono licenziare lui piuttosto che rinunciare al talento di Don. Durante la terza stagione, Duck fa la sua ricomparsa: lavora ora presso la Grey, un'altra agenzia di New York. Si intuisce che ha ripreso a bere. Cerca, senza successo, di convincere Pete e Peggy a lasciare la Sterling Cooper, e a seguito di questo incontro egli e Peggy hanno una relazione di breve durata. Ricompare nuovamente nel corso della quarta stagione, dapprima in una breve apparizione nell'episodio Il premio, poi in una scena in Il compleanno: in entrambi i momenti viene presentato come ubriaco e ormai ricaduto definitivamente nell'alcolismo. Cerca inutilmente di riconquistare Peggy e si presenta inaspettatamente di notte alla Sterling Cooper Draper Pryce, dove trova proprio la ragazza e Don Draper, con il quale ingaggia una breve lotta.

Lane Pryce[modifica | modifica wikitesto]

Lane Pryce (Jared Harris) compare per la prima volta all'inizio della terza stagione: inglese, è il direttore finanziario della Sterling Cooper e il tramite tra la Puttnam, Powell & Lowe e la sede di New York. Suo compito è limitare le spese e occuparsi dei necessari tagli al personale; promuove sia Pete Campbell sia Ken Cosgrove a capi del reparto account. Il suo rapporto con Cooper, Sterling e Draper è inizialmente piuttosto freddo, mano a mano che si chiarisce lo scarso interesse dei nuovi proprietari inglesi nello sviluppo della loro branca americana. Lane rischia di essere rimpiazzato da un giovane e brillante nuovo arrivato e trasferito a Bombay, ma per sua fortuna il suo sostituto rimane ferito in un incidente ed egli rimane al suo posto. Quando, al termine della terza stagione, apprende che la Puttnam, Powell & Lowe è intenzionata a rivendere la Sterling Cooper e che il suo lavoro lì serviva solo ad aumentarne il valore, Pryce si unisce a Sterling, Cooper e Draper nel loro piano di fondare una nuova agenzia reclutando gli elementi migliori della Sterling Cooper: all'inizio della quarta stagione, infatti, è uno dei soci fondatori della Sterling Cooper Draper Pryce. Nel corso della stessa serie, il suo matrimonio entra in crisi, poiché sua moglie Rebecca non sopporta di vivere a New York e vuole assolutamente tornare a Londra, Lane invece ormai si sente a casa in America. Dopo la separazione, in contrasto con la sua immagine di inglese compassato, egli inizia a frequentare una coniglietta di Playboy di colore, di nome Toni Charles (Naturi Naughton). Riceve la visita inaspettata del padre, Robert (William Morgan Sheppard), giunto apposta dall'Inghilterra per convincerlo a riappacificarsi con la moglie: Lane vorrebbe invece presentargli la sua nuova fiamma, ma il padre è irremovibile, e arriva a usare le vie di fatto, picchiandolo con il suo bastone. Lane è costretto ad assentarsi da New York per qualche tempo per riunirsi alla famiglia; egli e Rebecca hanno un figlio di nome Nigel. All'inizio della quinta stagione, Lane è tornato assieme alla moglie e i due vivono a New York, ma l'uomo non è soddisfatto. La sua situazione finanziaria, anche a causa del contributo forzoso che ha dovuto fare, in qualità di partner, per risollevare l'agenzia al termine della quarta stagione, peggiora sempre di più, ma di questo l'uomo non informa nessuno, neppure la moglie, ricorrendo a menzogne e sotterfugi. Sembra che egli possa assicurarsi un buon successo personale, convincendo un manager della Jaguar a diventare cliente dell'agenzia, ma l'affare va a monte, il che dà origine a una violenta lite con il collega Pete Campbell. Lane è attratto da Joan, ma anche da quel punto di vista le speranze dell'uomo vengono deluse, perché la donna rifiuta, sia pure benevolmente, le sue avance. Nella dodicesima puntata della stagione, quando Don scopre che Lane, disperatamente bisognoso di denaro, ha falsificato una sua firma su un assegno, Lane viene costretto a dimettersi: incapace di sopportare la vergogna e non sapendo come risolvere la sua situazione, Lane si suicida, impiccandosi nel suo ufficio.

Stan Rizzo[modifica | modifica wikitesto]

Stan Rizzo (Jay R. Ferguson) è il direttore del reparto artistico della Sterling Cooper Draper Pryce. In precedenza aveva lavorato nello staff di Lyndon B. Johnson per le elezioni presidenziali del 1964. Peggy non va inizialmente molto d'accordo con lui a causa del suo atteggiamento condiscendente, e perché egli insiste a prenderla costantemente in giro ritenendola repressa ed eccessivamente seriosa: per dimostrargli il contrario, e per verificare che la presunta libertà sessuale di lui è in realtà tutta millanteria, Peggy accetta di mettersi a lavorare di fronte a lui completamente nuda, mentre Stan si mostra estremamente a disagio e imbarazzato. Dopo ciò, l'uomo inizia a rispettarla di più e i due lavorano bene insieme.

Sal Romano[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore "Sal" Romano (Bryan Batt) è il direttore del reparto artistico della Sterling Cooper. Italoamericano, viene da Baltimora. Sebbene dapprima fidanzato e poi sposato con una ragazza di nome Kitty (Sarah Drew), Sal ha chiare tendenze omosessuali, ma è il primo a non riuscire ad ammetterlo con sé stesso: al contrario, assieme ai colleghi maschi fa ostentatamente battute sessiste e tiene a che la sua immagine sia fedele allo stereotipo del latin lover. Nel corso della prima stagione, Sal respinge le avances di un cliente della Sterling Cooper, che invece ha capito la sua intima natura. Col tempo questo lavoro di repressione dei propri impulsi diventa sempre più frustrante per Sal, che in una puntata della seconda stagione, Il violino d'oro, sembra anche iniziare a provare una certa attrazione, mai palesata, per il collega Ken Cosgrove; anche la moglie, dapprima ingenuamente innamorata, comincia a divenire sospettosa sulle tendenze del marito. L'omosessualità di Sal viene scoperta casualmente da Don Draper nel primo episodio della terza stagione, quando egli finalmente cede all'attrazione per un facchino di un albergo: tuttavia, Don non cambia atteggiamento verso Sal, mostrandosi molto discreto e rispettoso, e anzi incoraggiandolo a sviluppare il suo talento per la regia di spot televisivi. Sempre nel corso della terza stagione, Sal rifiuta le avances di un importante cliente della Sterling Cooper, Lee Garner Jr. della Lucky Strike, che quindi, offeso, pretende il suo licenziamento, senza ovviamente rivelarne il vero motivo: il personaggio è quindi ormai uscito dalla serie.

Freddy Rumsen[modifica | modifica wikitesto]

Frederick C. "Freddy" Rumsen (Joel Murray) è un anziano ed esperto copywriter della Sterling Cooper. È il primo a notare e incoraggiare il talento della timida segretaria Peggy Olson e da allora è uno dei suoi maggiori alleati. È un tipo spiritoso e simpatico, ma ha anche seri problemi con l'alcol, il che finisce per costargli il posto di lavoro quando si ubriaca poco prima di una presentazione per i clienti della Samsonite. L'incidente non ha gravi conseguenze perché al suo posto se ne occupa Peggy, ma Pete riferisce lo stesso l'accaduto a Duck Phillips e Roger Sterling, che sono d'accordo nel licenziare Freddy. Il suo posto viene preso da Peggy, che però non riesce a godersi la promozione pensando che le è stata concessa a spese di colui che l'ha sempre aiutata e sostenuta (episodio Un nuovo inizio della seconda stagione). Freddy Rumsen, rimasto comunque in ottimi rapporti con Sterling e Draper, ricompare però nel secondo episodio della quarta stagione, quando viene assunto dalla Sterling Cooper Draper Pryce: ha ormai smesso completamente di bere e Peggy è felicissima di poter lavorare di nuovo con lui, sebbene la sua età avanzata lo porti ad avere idee un po' antiquate, soprattutto sul ruolo delle donne, a cui la ragazza a volte non può trattenersi dal reagire con fastidio.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Allison[modifica | modifica wikitesto]

Allison (Alexa Alemanni) è la segretaria di Don Draper, dapprima alla Sterling Cooper, quindi alla Sterling Cooper Draper Pryce. Inizia come addetta alla reception e arriva alla scrivania di Don solo nella terza stagione, in sostituzione di Jane Siegel. Il personaggio ha un ruolo molto marginale nelle prime tre stagioni: ha una relazione altalenante con Ken Cosgrove, con il quale trascorre la notte durante il party per la maratona elettorale delle elezioni presidenziali del 1960. Nel 1964 circa (nell'intervallo tra la terza e la quarta stagione), viene assunta alla Sterling Cooper Draper Pryce e riprende il suo posto quale segretaria di Draper. Nella notte del party natalizio dell'ufficio, Allison si reca a casa di Don per portargli le chiavi che egli, ubriaco, ha dimenticato all'agenzia: i due finiscono per fare l'amore. Per Draper però la cosa non conta assolutamente nulla, come la ragazza capisce. Continua, con qualche imbarazzo, a lavorare per lui per qualche tempo, ma nel quarto episodio della quarta stagione ha una crisi di pianto durante un focus group in cui si trattava il tema delle relazioni con gli uomini. Decide di dare le dimissioni, ma la freddezza e l'insensibilità dimostrate per l'ennesima volta da Draper le fanno perdere il controllo e lasciare l'ufficio dopo una violenta scenata.

Joey Baird[modifica | modifica wikitesto]

Joey Baird (Matt Long) è un giovane artista che lavora come freelance per la Sterling Cooper Draper Pryce dall'inizio della quarta stagione. Joey e Peggy sembrano inizialmente lavorare bene insieme, ma successivamente il ragazzo esagera con il suo umorismo a volte pesante e i suoi commenti ingiuriosi. Il suo bersaglio è soprattutto Joan, della quale fa anche una caricatura oscena ritraendola mentre pratica sesso orale a Lane Pryce: scoperta la cosa, Peggy gli ordina di scusarsi, ma, visto che Joey non la prende sul serio, lo licenzia.

Jimmy e Bobbie Barrett[modifica | modifica wikitesto]

Bobbie Barrett (Melinda McGraw) è la moglie (e manager) del comico Jimmy Barrett (vero nome Jimmy Bernstein; Patrick Fischler), che viene scelto per interpretare uno spot delle patatine Utz. Quando Jimmy, noto per il suo umorismo pesante e tagliente, prende in giro crudelmente la moglie del produttore delle patatine per la sua stazza, Don deve intervenire per rimediare alla gaffe: ha un incontro con Bobbie, alla quale dice che Jimmy deve assolutamente scusarsi. Nel riaccompagnarla a casa in auto, Don e Bobbie copulano, e la loro relazione clandestina prosegue durante il corso della seconda stagione. Bobbie ha un'idea per un programma televisivo di candid camera presentato da Jimmy, che Don l'aiuta a pubblicizzare. Mentre si recano nella casa al mare di lei, i due hanno un incidente automobilistico, senza gravi conseguenze: vengono riaccompagnati in città da Peggy, chiamata in aiuto, alla quale viene chiesto anche di essere discreta sull'accaduto. La ragazza inoltre ospita Bobbie (che non vuole farsi vedere dal marito con i segni dell'incidente sul volto) nel suo appartamento per qualche giorno: Bobbie le chiede se stia dando una mano a Don perché è innamorata di lui, ma Peggy le risponde che è per ricambiare l'aiuto che in passato egli le ha dato in un'altra occasione. La relazione fra Bobbie e Don termina bruscamente quando ella rivela all'amante che ha parlato delle sue capacità a letto con alcune sue amiche ed ex amanti di lui. In seguito, Jimmy rivela a Betty i suoi sospetti di una relazione fra i loro rispettivi coniugi, e la donna caccia il marito di casa. In un altro episodio successivo, Don incontra per caso Jimmy in un casinò e lo colpisce con un pugno.

Glen Bishop[modifica | modifica wikitesto]

Glen Bishop (Marten Weiner, figlio del creatore della serie Matthew Weiner) è il figlio di Helen Bishop, vicina di Betty. Nel corso della prima stagione, ambientata nel 1960, ha nove anni. Ha una cotta per Betty e una sera, quando ella si trova a casa sua per fargli da baby-sitter, entra in bagno mentre la donna lo sta usando e le chiede in dono una ciocca dei suoi capelli. Quando Helen lo scopre, proibisce al figlio di vedere i Draper. Nella seconda stagione, Glen scappa di casa e si nasconde nel giardino dei Draper, nella casetta giocattolo dei bambini. Propone a Betty di fuggire con lui, ma, quando ella invece avvisa sua madre di venire a prenderlo, reagisce con rabbia pensando di essere stato tradito. Ricompare nel corso della quarta stagione, in cui stringe amicizia con Sally Draper, cosa cui Betty è fortemente contraria, arrivando a proibire alla figlia di vedere il ragazzino.

Helen Bishop[modifica | modifica wikitesto]

Helen Bishop (Darby Stanchfield) è una vicina dei Draper, divorziata e madre di due figli. Lavora come volontaria per organizzare la campagna presidenziale di John F. Kennedy. Il suo divorzio e altre "stranezze" come l'abitudine di passeggiare la sera da sola la rendono oggetto di pettegolezzi fra le signore del quartiere amiche di Betty. Con quest'ultima poi un'ulteriore causa di tensione è dovuta all'inquietante fissazione che Glen, il figlio di Helen, sviluppa per Betty Draper: quando Helen, incontrata Betty al supermercato, le chiede perché abbia acconsentito alla richiesta del bambino di dargli una ciocca di capelli, Betty la schiaffeggia. Quando Glen scappa di casa e si rifugia dai Draper, Betty avvisa subito Helen, ma le suggerisce di dedicare più attenzione al figlio, che chiaramente si sente solo e trascurato. A lei Betty confida anche la crisi che il suo matrimonio con Don sta attraversando.

Ida Blankenship[modifica | modifica wikitesto]

Ida Blankenship (Randee Heller) è l'anziana segretaria di Bert Cooper, in servizio presso di lui da molti anni; per le prime tre stagioni non compare mai in scena, ma viene solo menzionata dagli altri personaggi, solo nella quarta stagione viene introdotta quale nuova segretaria di Don Draper, in sostituzione di Allison, andata via sbattendo la porta dopo essere stata sedotta e abbandonata dall'uomo. Miss Blankenship è brusca, priva di tatto, spesso fa commenti sgradevoli o imbarazzanti, tuttavia proprio il suo carattere impossibile, la sua età avanzata e la sua poca avvenenza la rendono la scelta migliore per Don, che molto difficilmente commetterà con lei lo stesso errore fatto con la precedente segretaria. Tuttavia, nella sua autobiografia, che sta dettando in un registratore, Roger Sterling rivela che in passato la bisbetica vecchietta era una donna molto sensuale e vorace, con la quale aveva avuto una storia. Miss Blankenship muore improvvisamente e silenziosamente alla sua scrivania alla Sterling Cooper Draper Pryce nel nono episodio della quarta stagione, ambientata nel 1965; poiché Cooper ricorda che ella era nata nel 1898, si deduce che aveva 67 anni al momento del decesso.

Andrew e Dorothy Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Andrew Campbell (Christopher Allport) è il padre di Pete Campbell. Egli disapprova la scelta del figlio di lavorare nella pubblicità e lo tratta con freddezza e disprezzo. Nel secondo episodio della seconda stagione, Disastro aereo, Andrew muore nell'incidente aereo del volo American Airlines 1; si scopre quindi che egli ha sperperato il patrimonio suo e della moglie per mantenere uno stile di vita al di là delle sue possibilità. Dorothy "Dot" Dyckman Campbell (Channing Chase) è la madre di Pete, anch'ella estremamente distante e altezzosa: è decisamente contraria al fatto che Pete e Trudy ricorrino all'adozione per avere un figlio e lo esprime con parole molto pesanti: offeso, Pete le rivela crudelmente la verità sullo stato finanziario della famiglia.

Bud e Judy Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Andrew "Bud" Campbell Jr. (Rich Hutchman) è il fratello maggiore di Pete. Più favorito dai genitori, ha comunque un buon rapporto con Pete. È lui a rivelargli la loro difficile situazione finanziaria e a prendere i necessari drastici provvedimenti per assicurare un adeguato sostentamento alla madre. Judy (Miranda Lilley) è sua moglie, che, a differenza di Trudy, è ben contenta di non avere figli. Bud si lascia scappare con la madre che Pete e Trudy, non riuscendo a concepire un figlio dopo mesi di tentativi, contemplano l'ipotesi dell'adozione.

Tammy Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Tamsin "Tammy" Campbell è la figlia di Pete e Trudy, nata nel 1965, tra il 7 e il 10 settembre, nel corso della quarta stagione, dopo un travaglio lungo e difficoltoso durato più di due giorni. Non è però l'unica figlia di Pete, che è già diventato padre, nel 1960, di un figlio avuto con Peggy Olson, che però non ha mai conosciuto perché la ragazza lo ha dato in adozione.

Carla[modifica | modifica wikitesto]

Carla (Deborah Lacey) è una donna afroamericana che lavora come governante in casa Draper sin dalla nascita di Sally, e vi rimane anche dopo il divorzio di Betty e le sue seconde nozze con Henry Francis. Pacata, saggia e sensibile, con i suoi consigli e le sue parole rassicuranti è spesso di conforto per Betty quando il suo matrimonio con Don attraversa periodi difficili: viene però bruscamente licenziata dalla donna perché permette a Glen Bishop di entrare in casa per salutare Sally.

Arthur Case[modifica | modifica wikitesto]

Arthur Case (Gabriel Mann) è un ragazzo che frequenta lo stesso maneggio di Betty e della sua amica Sarah Beth Carson (Missy Yager). Benché fidanzato con la ricca Tara (Cameron Goodman), ben presto egli manifesta una forte attrazione verso Betty. È anche uno dei pochi a capire che la donna, dietro l'apparenza di una vita perfetta, è in realtà molto infelice. Tuttavia, Betty respinge le sue avances, favorendo invece la tresca di Arthur e di Sarah Beth, più anziana di lui e sposata.

Dawn Chambers[modifica | modifica wikitesto]

Dawn Chambers (Teyonah Parris) è la prima impiegata di colore della Sterling Cooper Draper Pryce. Assunta all'inizio della quinta stagione, in realtà a causa di un equivoco (l'agenzia aveva fatto pubblicare una finta offerta di lavoro per persone di colore per cavalcare le proteste contro un'agenzia rivale, resasi protagonista di un episodio di razzismo: quando però i candidati si erano presentati realmente, per paura della pubblicità negativa non era stato possibile non assumere nessuno sul serio), lavora come segretaria di Don Draper.

Ted Chaough[modifica | modifica wikitesto]

Ted Chaough (Kevin Rahm) è, nella quarta stagione, un pubblicitario che lavora in un'agenzia rivale della Sterling Cooper Draper Pryce, la Cutler Gleason & Chaough (CGC): è costantemente in competizione con Don Draper, cui tenta di soffiare il contratto con la Honda. Al termine della quarta stagione, venuto a conoscenza delle difficoltà della Sterling Cooper Draper Pryce, cerca di convincere Pete Campbell a unirsi alla CGC. In seguito, alla fine della quinta stagione, è proprio a lui che si rivolge Peggy, desiderosa di dare finalmente una scossa alla sua carriera, che reputa stagnante: Ted Chaough, che ammira il suo talento, le fa un'offerta economica molto vantaggiosa e la ragazza decide di accettarla, dando le dimissioni dalla Sterling Cooper Draper Pryce.

Jennifer Crane[modifica | modifica wikitesto]

Jennifer Crane (Laura Regan) è la moglie di Harry Crane. Al contrario delle altre consorti dei protagonisti della serie, Jennifer ha un lavoro, all'American Telephone & Telegraph. Ha un carattere concreto e generoso, ma non proviene dai medesimi ambienti esclusivi e sofisticati delle altre signore, e talvolta pertanto ha difficoltà a inserirsi; sembra in particolare sentire una certa "rivalità" con Trudy Campbell. Il matrimonio con Harry, sereno e ben riuscito, ha superato una grave crisi quando egli l'ha tradita con la segretaria Hildy nella prima stagione, ma già nella seconda i due sono di nuovo insieme e sono diventati genitori di una bambina, Beatrice Grace, nata nel 1962.

Midge Daniels[modifica | modifica wikitesto]

Midge Daniels (Rosemarie DeWitt) è una pittrice e illustratrice che, nel corso della prima stagione, ha una relazione con Don Draper. Frequenta l'ambiente alternativo del Greenwich Village e un gruppo di proto-hippie, fuma marijuana e legge autori come Jack Kerouac e Allen Ginsberg. Oltre a Don ha anche altri amanti e, quando l'uomo si accorge che probabilmente è innamorata di un altro, tronca la relazione. Midge ricompare nella quarta stagione; nel frattempo si è sposata, incontra Don e lo invita nel suo appartamento, dove cerca di vendergli un suo quadro: ha infatti bisogno di denaro contante poiché è diventata eroinomane. Mosso a pietà, Don acquista una tela e se ne va.

Howard e Beth Dawes[modifica | modifica wikitesto]

Howard (Jeff Clarke) e Beth Dawes (Alexis Bledel) sono una coppia di coniugi che, nella quinta stagione, abitano non lontano da Pete e Trudy Campbell, a Cos Cob, Connecticut: Howard e Pete prendono lo stesso treno per andare e tornare da New York. Nel corso dei viaggi, parlano spesso delle loro consorti: Howard, che quando si riferisce alla moglie ne parla sempre con fastidio e quasi come se fosse strana o malata, approfitta di un appartamento che possiede a New York per incontrarvi le sue amanti, e spinge Pete a fare lo stesso. Pete incontra casualmente Beth una sera alla stazione, l'accompagna a casa e fra i due scatta immediatamente una forte attrazione, tanto che finiscono per fare l'amore. L'uomo spera che possa nascerne una relazione seria, ma la donna invece decide di non volerlo più vedere, e rifiuta qualsiasi tentativo di riavvicinamento. Nei mesi successivi, Pete non può far altro che continuare a fantasticare su di lei, fin quando non la rivede un giorno in treno. I due hanno un nuovo incontro e Beth gli rivela che il marito, per "curare" la sua depressione e melancolia, ha deciso di farla sottoporre all'elettrochoc: quando Pete le propone di fuggire insieme, rifiuta. Pete si reca a trovarla in ospedale, ma Beth ormai non si ricorda più di lui; quando, ancora turbato per quell'incontro, l'uomo in treno incontra Howard, sempre sgradevole e crudele verso la moglie, non si trattiene e i due vengono alle mani.

Anna Draper[modifica | modifica wikitesto]

Anna Draper (Melinda Page Hamilton) è la vedova del vero Don Draper (Troy Ruptash), l'uomo la cui identità Dick Whitman ha assunto dopo essere stato testimone della sua morte nella guerra di Corea. In un flashback ambientato negli anni cinquanta, mostrato nel corso della seconda stagione, Anna rintraccia Dick/Don, che ha iniziato a lavorare come rivenditore di auto usate, e lo accusa subito di non essere chi dice di essere, Don allora le rivela che il marito è morto, e il perché del suo gesto. A dispetto di questo primo incontro molto teso, Don e Anna diventano poi ottimi amici, la donna non rivela il suo segreto, e Don, che formalmente è a tutti gli effetti suo marito, la ripaga comprandole una casa in California. La casa di Anna è anche il rifugio sicuro di Don in momenti di crisi: l'amica funge spesso da confidente ed egli si reca più volte a trovarla a Los Angeles. In un altro flashback, quando Don incontra Betty e si decide a chiederle di sposarlo, chiede ad Anna di concedergli il "divorzio", ed ella subito accetta. Anna ha una sorella maggiore, Patty (Susan Leslie), e una nipote di nome Stephanie (Caity Lotz): zia e nipote sono molto simili, anticonformiste, libere, di buon cuore. Proprio Stephanie nella quarta stagione informa Don che Anna ha un cancro in fase terminale, ma la famiglia ha deciso di lasciarla all'oscuro di ciò: Don, dapprima contrario, accetta di fare lo stesso. Anna muore qualche tempo dopo: Don la piange amaramente come l'unica persona che lo conoscesse realmente.

Abe Drexler[modifica | modifica wikitesto]

Abe Drexler (Charlie Hofheimer) è uno scrittore conosciuto da Peggy a una festa nel corso della quarta stagione. Sebbene egli esprima alcune critiche sulla professione di pubblicitario che non fanno piacere alla ragazza, poco dopo, quando, per nascondersi durante una retata della polizia, i due si ritrovano chiusi assieme in una stanza, si scambiano un bacio. Con l'aiuto della comune amica Joyce Abe riesce a ottenere un altro incontro qualche tempo dopo, in cui ha modo di scusarsi ma anche di far notare a Peggy che alcune delle aziende per le quali la sua agenzia lavora hanno politiche discriminatorie verso i neri, la ragazza le accomuna alle discriminazioni che le donne devono subire sul lavoro, e fra i due nasce un altro battibecco. In seguito, Abe va a trovare Peggy in ufficio per portarle un articolo che ha scritto che gli è stato ispirato dalle sue parole: sebbene, dopo averlo letto, la ragazza reagisca con rabbia perché, facendo il nome di alcune aziende clienti della Sterling Cooper Draper Pryce, Abe rischia di metterla in una posizione spiacevole, le idee ivi espresse la colpiscono. Peggy e Abe si incontrano nuovamente mentre lei sta tornando da una notte passata in spiaggia con Joyce: tornata a casa, la ragazza lo invita a salire nel suo appartamento, e i due fanno l'amore. Da quel momento sono fidanzati.

Suzanne Farrell[modifica | modifica wikitesto]

Suzanne Farrell (Abigail Spencer) compare per la prima volta all'inizio della terza stagione: è la maestra di Sally Draper e fra lei e Don scatta immediatamente una certa attrazione. Dopo un corteggiamento sempre più intenso, alla fine i due diventano amanti. Suzanne viene dipinta come una donna idealista e appartenente alla nascente cultura dei "figli dei fiori" che avrà pieno sviluppo nella seconda metà degli anni sessanta. Il suo fratello minore, Danny (Marshall Allman), soffre di epilessia e, a causa della sua disabilità, non riesce a mantenere un lavoro a lungo e dà parecchie preoccupazioni alla sorella. Al termine della terza stagione, sembra che Don desideri rendere più seria la sua relazione con Suzanne, ma i suoi piani vengono sconvolti quando Betty scopre tutto sul suo passato.

Pauline Francis[modifica | modifica wikitesto]

Pauline Francis (Pamela Dunlap) è l'anziana madre di Henry Francis, comparsa per la prima volta nel corso della quarta stagione: non è stata molto felice delle seconde nozze del figlio con Betty, che non perde occasione di criticare, soprattutto perché ritiene non abbia insegnato la buona educazione ai suoi bambini, in particolare a Sally, con cui si comporta in modo molto severo.

Lee Garner Jr.[modifica | modifica wikitesto]

Lee Garner Jr. (Darren Pettie) è un potente dirigente della Lucky Strike, figlio del presidente della compagnia, Lee Garner Sr. (John Cullum). La multinazionale del tabacco è uno dei più importanti clienti della Sterling Cooper prima e della Sterling Cooper Draper Pryce poi. Arrogante e prepotente, Lee Garner Jr. è perfettamente cosciente del fatto che la Lucky Strike è troppo importante per la sopravvivenza dell'agenzia, e che quindi può permettersi qualsiasi cosa: nella terza stagione, infatti, pretende il licenziamento su due piedi di Sal Romano, solo perché questi ha rifiutato le sue avances, mentre nella quarta stagione si autoinvita al party di Natale della Sterling Cooper Draper Pryce, divertendosi a umiliare Roger Sterling facendolo vestire da Babbo Natale. Qualche tempo dopo, informa lo stesso Sterling che la Lucky Strike ha deciso di chiudere il rapporto con l'agenzia.

Padre John Gill[modifica | modifica wikitesto]

Il padre John Gill (Colin Hanks) è un giovane prete cattolico che per qualche periodo officia nella chiesa frequentata dalla famiglia di Peggy a Brooklyn: compare per la prima volta nell'episodio Tre domeniche della seconda stagione. Gesuita, ha idee abbastanza moderne per l'epoca, e, saputo che Peggy lavora come pubblicitaria, le chiede alcuni consigli su come meglio presentare il sermone e organizzare la festa di ballo della parrocchia. Viene a sapere della passata gravidanza di Peggy quando la sorella di lei, Anita, va a confessarsi; da quel momento si impegna perché Peggy si riconcili con la Chiesa confessando i suoi peccati, più volte invitandola ad aprirsi con lui se lo desidera e ad accostarsi all'eucaristia. Peggy inizialmente apprezza la sua amicizia, ma diventa poi sempre più perplessa di fronte all'insistenza del sacerdote: padre Gill compare per l'ultima volta nell'episodio finale della seconda stagione, in cui a un ennesimo tentativo per spingere la ragazza a confessarsi, prospettandole l'inferno se non lo farà, ma Peggy se ne va.

Michael Ginsberg[modifica | modifica wikitesto]

Michael Ginsberg (Ben Feldman) è un giovane e brillante copywriter che viene assunto alla Sterling Cooper Draper Pryce all'inizio della quinta stagione. Le sue idee sono originali e provocatorie, ma talvolta si lascia trascinare eccessivamente dal suo estro e travalica i confini che il suo superiore, Don, gli impone. Michael è ebreo e vive in un appartamento assieme al padre.

Francine Hanson[modifica | modifica wikitesto]

Francine Hanson (Anne Dudek) è una vicina dei Draper e una delle più care amiche di Betty. Molto intrigante e pettegola, nella prima stagione le sue energie sono rivolte principalmente a sparlare della nuova arrivata nel quartiere, Helen Bishop, che suscita la curiosità delle signore perché da poco divorziata. Francine è sposata con Carlton (Kristoffer Polaha) e nella prima stagione ha appena avuto un bambino. In seguito scopre che il marito la tradisce e lo rivela disperata e furibonda a Betty: all'inizio della seconda stagione, la coppia sembra essersi riconciliata.

Greg Harris[modifica | modifica wikitesto]

Il dr. Greg Harris (Samuel Page) è il fidanzato, poi marito di Joan. La personalità forte e decisa della sua compagna, e anche il suo passato vivace, sembrano metterlo a disagio, tanto che un giorno, essendo venuto a prendere la ragazza alla Sterling Cooper, per dimostrarle la sua autorità maschile la violenta nell'ufficio di Don. La sua insicurezza emerge anche sul lavoro, perché non riesce a ottenere la promozione a caporeparto su cui lui e Joan avevano molto sperato, e in previsione della quale la donna aveva lasciato l'ufficio. Nonostante i suoi difetti e la sua tendenza ad autocommiserarsi, però, Joan è innamorata di lui e cerca di sostenerlo in ogni modo. Dopo la mancata promozione, Greg decide senza consultarsi con la moglie di arruolarsi per diventare medico dell'esercito: dopo un periodo di addestramento, viene inviato in Vietnam. Greg e Joan hanno intenzione di avere figli; la donna rimane in effetti incinta, ma il figlio è di Roger a causa di un rapporto occasionale; ciò nonostante, Joan decide di tenerlo e di far credere al marito che sia suo, e Greg ne è convinto. Quando però Joan scopre che, terminato l'anno di servizio in Vietnam, l'uomo si è offerto volontario per proseguire, si arrabbia e decide di piantarlo.

Hildy[modifica | modifica wikitesto]

Hildy (Julie McNiven) è la segretaria di Pete Campbell alla Sterling Cooper, nelle prime tre stagioni della serie. A causa del carattere scostante e umorale del suo capo, i due non vanno molto d'accordo. Nella prima stagione, Hildy e Harry Crane, dopo aver bevuto troppo, finiscono per fare l'amore nell'ufficio di lui, ma l'uomo, che è sposato, si pente subito della sua scappatella.

Conrad Hilton[modifica | modifica wikitesto]

Conrad "Connie" Hilton (Chelcie Ross) è il realmente esistito Conrad Hilton, fondatore della catena alberghiera Hilton. Incontra Don Draper, senza però presentarglisi, nel corso della terza stagione, a una festa organizzata da Roger Sterling, e lo ricontatta poi perché si occupi della pubblicità per i suoi hotel. Nasce con Don un rapporto di grande fiducia e stima (in un'occasione ammette di considerarlo quasi come un figlio), tanto che Hilton vorrà che Draper lo segua addirittura a Roma per visionare il suo albergo in quella città. È lui a rivelare a Don che la Sterling Cooper sta per essere comprata dalla McCann Erickson: a causa di queste incertezze societarie, egli si sgancia dal suo contratto pubblicitario ed esce di scena.

Gene Hofstadt[modifica | modifica wikitesto]

Eugene "Gene" Hofstadt (Ryan Cutrona) è l'anziano (ha combattuto nella prima guerra mondiale) padre di Betty. Compare per la prima volta nel corso della prima stagione: passati alcuni mesi dalla morte della moglie Ruth, comincia a frequentare un'altra donna, Gloria Massey, cosa che infastidisce molto Betty. I due sono sposati a partire dalla seconda stagione. Nel 1962, Gene ha un paio di ictus che lo lasciano indebolito e soprattutto mentalmente confuso: talvolta crede di essere tornato ai tempi dell'esercito o al proibizionismo, oppure scambia la figlia per la moglie morta. La sua salute sempre più in declino è il motivo per cui Gloria lo lascia all'inizio della terza stagione, ed egli va a vivere in casa Draper, dove si rafforza il suo legame affettivo con la nipotina Sally. Muore nel giugno 1963, poco prima della nascita del terzo figlio di Betty e Don, che viene chiamato "Gene" in sua memoria.

William e Judy Hofstadt[modifica | modifica wikitesto]

William Hofstadt (Eric Ladin) è il fratello minore di Betty Draper. Ha due figlie dalla moglie Judy (Megan Henning). William e Betty sono in disaccordo riguardo ai provvedimenti da prendere sulla casa paterna (Betty non vuole che William vi abiti) e al modo di prendersi cura del padre Gene ora che la sua salute sta rapidamente deteriorando: mentre egli pensa che starebbe bene in un ospizio, la sorella vorrebbe tenerlo in casa. Judy sembra da parte sua molto affezionata al suocero.

Hollis[modifica | modifica wikitesto]

Hollis (La Monde Byrd) è l'addetto all'ascensore nel grattacielo di Madison Avenue in cui ha sede la Sterling Cooper. Afroamericano, ha talvolta alcuni scambi di battute con gli impiegati dell'agenzia, in particolare in un'occasione con Pete Campbell, il quale chiede il suo parere per capire quale strategie usare per rivolgersi al crescente mercato costituito dai consumatori afroamericani.

Gail Holloway[modifica | modifica wikitesto]

Gail Holloway (Christine Estabrook) è la madre di Joan, apparsa per la prima volta all'inizio della quinta stagione. Trasferitasi a casa della figlia per aiutarla col piccolo Kevin in assenza del marito, partito per il Vietnam, preme affinché ella rinunci a tornare alla Sterling Cooper Draper Pryce e si dedichi a fare la mamma a tempo pieno.

John Hooker[modifica | modifica wikitesto]

John Hooker (Ryan Cartwright) è l'assistente di Lane Pryce nella terza stagione. Anch'egli proveniente dall'Inghilterra, si considera ben più di un semplice segretario, piuttosto un braccio destro del suo capo, e tratta con una certa altezzosità le altre segretarie della Sterling Cooper e specialmente Joan Harris (che sostituirà nella carica di capoufficio quando ella si dimetterà per dedicarsi completamente alla casa e al marito).

Edna Keener[modifica | modifica wikitesto]

La dott.ssa Edna Keener (Patricia Bethune) è una psicologa infantile con cui Sally, il cui comportamento Betty non riesce più a controllare, fa alcune sedute nel corso della quarta stagione. La donna si mostra soddisfatta dei progressi della ragazzina, e propone che gli incontri diventino meno frequenti, ma Betty non è d'accordo. La dottoressa sostiene che anche per Betty parlare delle sue ansie con uno specialista sarebbe di aiuto.

Mark Kerney[modifica | modifica wikitesto]

Mark Kerney (Blake Bashoff) è, per un certo periodo nel corso della quarta stagione, il fidanzato di Peggy. Il loro primo incontro non viene mostrato. Poiché la ragazza desidera aspettare prima di andare a letto con lui, Mark si convince erroneamente che ella sia vergine e cerca di spingerla a superare le sue presunte paure. Accompagna la fidanzata al party natalizio della Sterling Cooper Draper Pryce, dove Peggy lo presenta ai colleghi. Per il compleanno della ragazza, organizza una cena, cui, all'insaputa di lei, invita anche Katherine e Anita Olson; Peggy viene però trattenuta in ufficio da Don per terminare un lavoro, telefona per dire che ritarderà ma fra i due scoppia comunque un litigio, aggravatosi quando Peggy viene a sapere che al ristorante l'aspettano anche la madre e la sorella, cosa che non gradisce affatto: i due si lasciano.

Gloria Massey[modifica | modifica wikitesto]

Gloria Hofstadt, nata Massey (Darcy Shean), è la seconda moglie di Gene Hofstadt. Betty Draper non la sopporta e la ritiene una profittatrice. Nella seconda stagione Gloria cerca di tenere nascosta la gravità della malattia di Gene. Non compare nel corso della terza stagione, ma il fratello di Betty, William, rivela che, non riuscendo a convivere con le condizioni sempre più gravi di Gene, lo ha lasciato.

Rachel Menken[modifica | modifica wikitesto]

Rachel Katz (née Menken; Maggie Siff), di famiglia ebraica, è la proprietaria di un elegante grande magazzino che nel corso della prima stagione si rivolge alla Sterling Cooper per attirare nuova clientela. Dapprima si scontra subito con Don, sorpreso di trovare una donna, e dal carattere forte e deciso, in una simile posizione di potere, ma tra i due c'è anche subito una certa attrazione. La donna però non si concede subito, perché diffidente verso gli uomini e l'amore. Una volta che i due sono diventati amanti, Don le rivela particolari della sua infanzia che ha sempre tenuto nascosti persino alla moglie. Quando viene ricattato da Pete Campbell, va subito da Rachel e le propone di fuggire con lui a Los Angeles, ma Rachel capisce ben presto che all'uomo interessa soprattutto scappare, piuttosto che andare via con lei. La loro relazione finisce; il personaggio ricompare brevemente in un episodio della seconda stagione, quando, accompagnata dall'uomo che nel frattempo ha sposato, Tilden Katz, si imbatte in Don e Bobbie Barrett che cenano insieme.

Faye Miller[modifica | modifica wikitesto]

La dott.ssa Faye Miller (Cara Buono) svolge ricerche di mercato per conto della Sterling Cooper Draper Pryce nella quarta stagione. Dopo un periodo di corteggiamento, lei e Don iniziano una relazione, tenuta nascosta ai colleghi. La donna è molto intelligente, intuitiva e in gamba, e a lei Don sceglie di rivelare il suo passato come Dick Whitman. In seguito, però, dopo aver proposto a sorpresa alla sua segretaria Megan di sposarlo, Don tronca bruscamente la relazione con Faye, lasciandola distrutta.

Katherine Olson e Anita Olson Respola[modifica | modifica wikitesto]

Katherine Olson (Myra Turley) e Anita Olson Respola (Audrey Wasilewski) sono, rispettivamente, la madre e la sorella maggiore di Peggy. Entrambe sono ferventi cattoliche (soprattutto la prima, vedova da anni, è particolarmente affezionata al papa Giovanni XXIII). Le due sono ovviamente a conoscenza del segreto di Peggy, e cioè che ella, al termine della prima stagione, ha dato alla luce un figlio nato da una relazione con un uomo sposato, ma ritengono erroneamente che costui sia il suo capo Don Draper (si tratta invece di Pete Campbell). Mentre la madre della ragazza, seppur preoccupata per l'avvenire della figlia minore, la tratta con maggiore indulgenza, la sorella Anita cova per lei un segreto risentimento, ed è sconcertata dal fatto che sembri comportarsi come se non fosse successo nulla. Man mano che la vita di Peggy prende una strada sempre più libera e indipendente, la distanza dalla sua famiglia aumenta: Katherine, ad esempio, disapprova decisamente la decisione di lei di trasferirsi da Brooklyn a Manhattan e in seguito, nella quinta stagione, sarà decisamente contraria al fatto che la figlia e il suo fidanzato, Abe Drexler, convivano senza essere sposati.

Phoebe[modifica | modifica wikitesto]

Phoebe (Nora Zehetner) è una giovane infermiera che, nella quarta stagione, vive nello stesso condominio di Don Draper al Greenwich Village. Nel loro primo incontro, tenta inutilmente di sedurlo; Don in seguito le chiede di fare da baby-sitter a Sally e Bobby mentre egli è a cena con Bethany Van Nuys: proprio in quest'occasione, però, ella non riesce a impedire che Sally si tagli maldestramente da sola i capelli. Don l'accusa di non averla sorvegliata adeguatamente.

St. John Powell[modifica | modifica wikitesto]

St. John Powell (Charles Shaughnessy) è l'amministratore delegato dell'agenzia pubblicitaria londinese Putnam, Powell & Lowe. Nella seconda stagione, Duck Phillips, che in precedenza lavorava per lui, gli propone di acquistare la Sterling Cooper. Dopo che la transazione è stata conclusa, però, Powell, constatato che Duck e Don Draper non possono lavorare insieme, prende la decisione di licenziare il primo. Al termine della terza stagione, progetta di vendere l'agenzia alla McCann Erickson, senza informare neppure Lane Pryce della cosa; saputo che Pryce ha congiurato con Sterling, Cooper e Draper per fondare una loro nuova agenzia, lo licenzia.

Rebecca Pryce[modifica | modifica wikitesto]

Rebecca Pryce (Embeth Davidtz) è la moglie di Lane Pryce; i due sono sposati da 18 anni. Tipico esempio dell'alta borghesia inglese, è molto elegante e cortese, ma anche un po' snob e altezzosa. Si trasferisce con Lane a New York nel corso della terza stagione, ma, a differenza del marito, la città e gli americani non le piacciono affatto e sente troppo la nostalgia di Londra, e nella quarta stagione torna in patria assieme al figlio Nigel. Dopo un breve periodo di separazione, durante il quale Lane ha una relazione con un'altra donna, i due coniugi sembrano riconciliarsi, anche per l'energico intervento del padre di lui, Robert Pryce. Nel corso della quinta stagione, Rebecca si dimostra una moglie amorevole, ma viene tenuta all'oscuro dal marito dell'aggravarsi della loro situazione finanziaria, anche se si accorge che la retta della scuola privata del figlio Nigel viene sempre pagata con grande ritardo. E così, il suicidio di Lane la coglie totalmente alla sprovvista; Don si reca da lei per restituirle parte della somma incassata dall'agenzia grazie all'assicurazione sulla vita stipulata in precedenza da Lane, ma la donna, pur accettando il denaro, lo tratta con freddezza.

Joyce Ramsay[modifica | modifica wikitesto]

Joyce Ramsay (Zosia Mamet), personaggio introdotto nel corso della quarta stagione, è una photo editor che lavora presso la rivista Life, che ha sede nello stesso palazzo della Sterling Cooper Draper Pryce. Peggy la incontra un giorno in ascensore; Joyce è lesbica e inizialmente tenta alcune avances con Peggy, ma, dopo che quest'ultima le respinge con tranquillità, le due diventano buone amiche. Joyce introduce Peggy nel mondo della cultura alternativa ed è lei a presentarle Abe Drexler.

Lois Sadler[modifica | modifica wikitesto]

Lois Sadler (Crista Flanagan) è, nella prima stagione, una delle centraliniste della Sterling Cooper. Ha una cotta per Sal, del quale non sospetta affatto che sia omosessuale. Nella seconda stagione sostituisce Peggy come segretaria di Don, ma si dimostra alquanto inadatta al ruolo e viene di nuovo riassegnata al centralino. È lei a rivelare a Harry, Paul e Ken che l'agenzia sta per essere acquisita dalla Puttnam, Powell & Lowe, avendolo sentito dalle conversazioni telefoniche. Nella terza stagione è stata promossa a segretaria di Paul, ed è lei a causare l'incidente con la falciatrice che costa un piede al nuovo direttore finanziario in pectore, Guy MacKendrick; contrariamente alle previsioni, non viene licenziata dopo questo fatto.

Danny Siegel[modifica | modifica wikitesto]

Danny Siegel (Danny Strong) è il cugino di Jane Sterling. Desidera lavorare come copywriter alla Sterling Cooper Draper Pryce, e punta sulla sua parentela con la moglie di Roger per riuscirvi, ma, nel corso del colloquio, Don e Peggy si rendono conto che non ha un briciolo di talento e si rifiutano di assumerlo. Tuttavia, Don inavvertitamente propone uno degli slogan pensati da Danny a un cliente, che ne è entusiasta: Don prova a convincere Danny a vendergli la sua idea, ma egli invece preferisce un lavoro. Poco dopo, però, Danny è uno dei primi a essere licenziato quando, alla fine della quarta stagione, alla Sterling Cooper Draper Pryce si rendono necessari drastici tagli al personale.

"Smitty" Smith e Kurt Smith[modifica | modifica wikitesto]

"Smitty" Smith (Patrick Cavanaugh) e Kurt Smith (Edin Gali) sono due giovanissimi copywriter e artisti che lavorano in coppia, assunti da Don all'inizio della seconda stagione. "Smitty" è americano, mentre Kurt è europeo. Quest'ultimo è anche un grande ammiratore di Bob Dylan (la cui carriera era agli inizi nel 1962, l'anno in cui è ambientata la seconda stagione) e invita Peggy a un suo concerto. Inoltre, Kurt è omosessuale, come dichiara apertamente e senza nessun imbarazzo di fronte ai suoi colleghi, causando un certo sconcerto (all'epoca l'affermazione era piuttosto rischiosa). Smitty ama fumare marijuana, come Paul Kinsey: non passa alla nuova agenzia nella quarta stagione, ma fa solo una breve apparizione: ha iniziato a lavorare per la rivale CGC, ed è presumibile (anche se il personaggio non compare) che anche il suo compagno inseparabile, Kurt, lavori lì.

Jane Sterling[modifica | modifica wikitesto]

Jane Sterling (nata Siegel; Peyton List) lavora come segretaria alla Sterling Cooper dalla seconda stagione. Viene assegnata alla scrivania di Don Draper. Bella, seducente e un po' "gattamorta", Jane ha frequenti battibecchi con Joan e in una di queste occasioni rischia di essere licenziata, e solo l'intervento di Roger lo impedisce. Poco dopo, lei e Roger diventano amanti, e l'uomo ne è talmente affascinato da divorziare dalla moglie Mona e chiederle di sposarlo. All'inizio della terza stagione i due sono già marito e moglie: la decisione di Roger viene giudicata avventata e sciocca da parte di molti suoi conoscenti; la figlia di lui, Margaret, di poco più giovane della matrigna, è decisamente ostile a Jane, tanto da chiedere che non venga al suo matrimonio. Lo stesso Roger inizia a pentirsi della sua scelta nel corso della quarta stagione e, all'inizio della quinta, i rapporti fra i due coniugi sono sempre più freddi. I due arrivano finalmente a comprendere che il loro matrimonio è fallito in seguito a un'esperienza "illuminante" avuta provando LSD: Roger decide di divorziare, e Jane si trasferisce in un nuovo, costoso appartamento che l'ex marito le regala.

Margaret Sterling[modifica | modifica wikitesto]

Margaret Sterling (Elizabeth Rice) è l'unica figlia di Roger e Mona Sterling. Con il padre ha un rapporto conflittuale e nel corso delle prime stagioni sembra che abbia anche problemi col cibo (il padre dichiara più volte che ha quasi smesso di mangiare). Sembra raggiungere una maggiore maturità con il fidanzamento, sebbene le seconde nozze di Roger con la quasi coetanea Jane la indispettiscano molto. Si sposa proprio il giorno successivo all'assassinio di John F. Kennedy, il 23 novembre 1963.

Mona Sterling[modifica | modifica wikitesto]

Mona Sterling (Talia Balsam) è l'ex moglie di Roger Sterling. Sebbene l'uomo abbia avuto diverse relazioni extraconiugali, ha preso la decisione di divorziare solo dopo il suo incontro con la giovane Jane Siegel. L'attrice Talia Balsam è, nella realtà, la moglie di John Slattery, che interpreta Sterling.

Bethany Van Nuys[modifica | modifica wikitesto]

Bethany Van Nuys (Anna Camp) è un'amica di Jane Sterling che per qualche tempo frequenta Don nel corso della quarta stagione.

Tom e Jeannie Vogel[modifica | modifica wikitesto]

Thomas e Jeannie Vogel (Joe O'Connor e Sheila Shaw) sono i genitori di Trudy Campbell. Tom occupa un'importante posizione all'interno del colosso farmaceutico Vicks Chemical. Nella prima stagione, si offre di aiutare Pete e Trudy ad acquistare il loro nuovo appartamento e accetta che la campagna pubblicitaria per la linea di prodotti Clearasil venga curata dalla Sterling Cooper, a patto che Pete lo renda presto nonno. Nella seconda stagione, poiché Trudy non riesce a rimanere incinta, moglie e suoceri premono su Pete perché acconsenta a ricorrere all'adozione, ma, quando questi rifiuta, Tom straccia il contratto della Clearasil. Tornerà sui suoi passi nel corso della terza stagione, mentre nella quarta Pete riuscirà a far sì che il suocero offra alla Sterling Cooper Draper Pryce un contratto molto più remunerativo. Pete è fortemente infastidito dalle costanti intromissioni dei suoceri nel suo matrimonio e dalla grande influenza che i due hanno su sua moglie.

Arnold Wayne[modifica | modifica wikitesto]

Il dr. Arnold Wayne (Andy Umberger) è, durante la prima stagione, lo psichiatra che ha in cura Betty: la donna si è rivolta a lui a causa del suo problema alle mani, spesso prese da un tremore incontrollabile di natura nervosa. All'insaputa di lei, il dr. Wayne informa costantemente Don dei colloqui che ha con la sua paziente: Betty lo scopre nella puntata finale della prima stagione.

Sheila White[modifica | modifica wikitesto]

Sheila White (Donielle Artese) è una donna afroamericana che per qualche tempo frequenta Paul Kinsey. L'uomo la presenta agli amici nel secondo episodio della seconda stagione, nel corso di una festa nel suo appartamento; secondo Joan, Paul la frequenta solo per darsi arie di tipo anticonformista e aperto. Sheila è molto attiva nelle battaglie del movimento per i diritti civili e rimane delusa quando, nell'episodio L'eredità della seconda stagione, apprende che Paul non l'accompagnerà, come aveva promesso, in Mississippi per aiutare iscrivere gli elettori neri nelle liste elettorali, perché deve recarsi in California per lavoro; l'impegno di Paul però salta, ed egli quindi può unirsi a lei nel suo viaggio nel Sud. Tuttavia la storia fra i due si chiude proprio in quel periodo.

Abigail Whitman[modifica | modifica wikitesto]

Abigail Whitman (Brynn Horrocks) era la moglie di Archie Whitman, matrigna di Dick e madre di Adam. Compare in numerosi flashback e viene ritratta come una donna dura e severa, specialmente con il figliastro, che il marito ha avuto da una prostituta e le è stato affidato ancora in fasce. Prima della nascita di Adam aveva avuto numerosi aborti, e temeva di non essere in grado di dare un figlio al consorte. Dopo la morte di questi, si mette con un altro uomo. Don ha un ricordo estremamente negativo della matrigna, tanto che quando Adam lo informa della recente morte di lei esprime soddisfazione e sollievo.

Adam Whitman[modifica | modifica wikitesto]

Adam Whitman (Jay Paulson) è il fratellastro di Dick Whitman, figlio di Archie e Abigail. Da bambini i due sembrano essere stati molto legati, come testimoniano le vecchie fotografie che li ritraggono insieme. Nell'episodio La stanza 5G della prima stagione, Adam, che per anni ha creduto Dick morto nella guerra di Corea, riesce a rintracciare il fratello, ormai noto come Don Draper, grazie a una foto su un giornale. Inizialmente Don nega tutto, poi non vorrebbe avere più nulla a che fare con lui, ma infine accetta di incontrarlo; gli consegna però 5.000 dollari in contanti e lo prega di non cercarlo mai più, perché egli ha ormai una nuova vita. Adam accetta piangente. Qualche tempo dopo, però, spedisce a Don un pacco contenente fotografie e vecchi ricordi e si impicca: Don viene a sapere del suo suicidio solo dopo un certo periodo, e la notizia lo lascia affranto. Da ragazzino, quando la salma di "Dick Whitman" (in realtà il corpo del vero Don Draper) era stata riconsegnata alla famiglia, Adam era stato l'unico a scorgere il fratello nascosto sul treno in ripartenza, ma nessuno gli aveva creduto.

Archie Whitman[modifica | modifica wikitesto]

Archie Whitman (Joseph Culp) era il padre di Dick Whitman. Ha un rapporto con una giovane prostituta, che rimane incinta e muore dando alla luce Dick, e il neonato viene cresciuto da Archie e da sua moglie Abigail. Archie è anche il padre del fratellastro di Dick, Adam. Don/Dick rivela a Betty che suo padre lo picchiava molto spesso e che da piccolo lo detestava. Il bambino assiste anche alla morte accidentale del padre quando, ubriaco, Archie si reca nella stalla della fattoria in cui la famiglia vive e riceve un calcio in faccia da un cavallo imbizzarrito, che lo uccide sul colpo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]