Personaggi di Fire Emblem: Ankoku Ryū to Hikari no Ken

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

In questa sezione sono catalogati i personaggi immaginari del videogioco Fire Emblem: Ankoku Ryū to Hikari no Ken.

Protagonisti[modifica | modifica sorgente]

Marth[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Marth (Fire Emblem).
« Non comprendi ancora di avere dinanzi a te il vincitore? »
(Super Smash Bros. Melee)

Marth (マルス, Marusu) è il protagonista del gioco, nonché primo Lord della saga Fire Emblem.

Marth in passato era conosciuto solo in Giappone, causa la non esportazione di Fire Emblem: Ankoku Ryū to Hikari no Ken e Fire Emblem: Monshō no Nazo, dove in entrambi ricopriva il luogo di personaggio principale.

Grazie alla sua apparizione in Super Smash Bros. Melee, celebre picchiaduro prodotto dalla Nintendo su Nintendo GameCube, Marth ha lentamente acquisito popolarità anche all'estero.

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Come già detto, Marth appare in entrambi gli ultimi Super Smash Bros. È possibile sbloccarlo dopo aver finito la Classic Mode a qualunque livello di difficoltà, assieme a Roy, lord di Fire Emblem 6: Fujiin no Tsurugi.

La sua Final Smash, o Super Colpo, chiamata "Colpo Critico", consiste in un attacco micidiale contro il nemico così forte da farlo andare K.O. in un colpo se andato a segno perfettamente.

Ruolo in Fire Emblem: Ankoku Ryū to Hikari no Ken[modifica | modifica sorgente]

Sono ormai passati centinaia di anni da quando Medeus, il drago oscuro, è stato sconfitto, portando la pace su Akanea. Ma ora Medeus è resuscitato grazie alla magia oscura, facendo rinascere il suo regno in Dolua, intento ad invadere Akanea ancora una volta.

Dopo essere stati attaccati da Dolua, Marth viene costretto all'esilio nell'isola di Tallis, nazione loro alleata. Suo padre, Re Cornelius, è stato ucciso in battaglia dal Druido Oscuro Garnef, mentre sua sorella maggiore, Ellis, viene rapita.

Grazie al fedele paladino di corte Jeigan, della principessa Talisiana Sheeda e di tanti altri personaggi, Marth viaggia per il mondo combattendo contro numerosi nemici, per giungere all'obiettivo finale: uccidere Medeus, vendicare suo padre uccidendo Garnef e liberare dalle grinfie dei nemici sua sorella maggiore.

In seguito incontrerà Niena, la principessa di Akanea, che donerà a Marth il Fire Emblem. In seguito Marth riuscirà ad ottenere anche la Falchion, rubata da suo padre da Garnef, e grazie alla benedizione del Fire Emblem, riuscirà a maneggiarla perfettamente e ad sconfiggere Medeus.

Jeigan[modifica | modifica sorgente]

Jeigan è il paladino di corte di Aritria, e si metterà al servizio di Marth. All'inizio si rivela una unità davvero potente, capace da sola di eliminare tutti i nemici senza problemi, ma in seguito, ha percentuali di crescita pari a solo il 10% in ogni statistica.

Anche nel seguito Fire Emblem: Monshō no Nazo fa da supporto a Marth; in seguito, data la sua vecchiaia, morirà e Kain prenderà il suo posto.

Archetipo[modifica | modifica sorgente]

I Jeigan sono unità pre-promosse di tipo Paladino; sono messe a disposizione del giocatore sin dal primo capitolo e, a differenza degli altri personaggi, dispongono di statistiche molto più elevate.

Essendo pre-promossi, spesso gli Jeigan si riveleranno un'arma a doppio taglio: difatti, essi eliminano facilmente i nemici, ma un utilizzo troppo sconsiderato di queste unità all'inizio del gioco renderebbe le altre, non promosse e con statistiche più basse, troppo deboli per un continuo andamento del gioco.

Soltanto il personaggio "Jeigan", quello originale da cui è stato preso il nome, può accumulare esperienza allo stesso livello dei personaggi non promossi.

Comunque, un Jeigan ha di solito percentuali di crescita molto basse, rendendolo difficilmente un personaggio capace di arrivare alla fine del gioco con statistiche di buon livello.

Lista dei Jeigan[modifica | modifica sorgente]

Negli altri episodi di Fire Emblem, ci sono numerosi Jeigan.

  • Jeigan (FE 1/FE 3 Book 1)
  • Alan (FE1) (FE3 Book 2)
  • Eyvel (FE 5)
  • Dagda (FE 5)
  • Marcus (FE 6/FE 7)

Negli ultimi capitoli della saga, rispettivamente:

Fire Emblem: Radiant Dawn, il più recente della saga, non mette a disposizione nessun Jeigan. La Jeigan da Fire Emblem: Path of Radiance, Titania, riappare ancora una volta come paladina, più tardi nel gioco, e con statistiche molto più elevate.

Sheeda[modifica | modifica sorgente]

Sheeda (detta anche Shiida) à una Cavallerizza Pegaso ed è la principessina del regno di Talis. Amica d'infanzia di Marth, e cresciuta assieme a lui in armonia. Aiuta Marth nella sua avventura, standogli sempre accanto ed aiutando tutti coloro che necessitano d'aiuto.

Assieme a lei andranno i suoi fedeli soldati, tra cui Kashim, Nabarl e Lawrence. Dopo aver sconfitto Medeus nella battaglia finale, Sheeda diventerà moglie di Marth.

Anni dopo la sconfitta di Medeus, Sheeda ritorna ad Altea accolta ben volentieri. Sfortunatamente, dopo il rifiuto di Marth alle proposte del re Hardin, Altea è stata attaccata fino ad essere so. La sorella di Marth si è arresa per far sì che Sheeda fuggisse, quindi una volta scappata, si riunisce a Marth, ed una nuova avventura comincia.

Personaggi usabili dal giocatore[modifica | modifica sorgente]

Abel[modifica | modifica sorgente]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere leale di Altea ed amico di Kain, viene soprannominato "Pantera Nera". Aiuterà Marth nella sua avventura ma, a differenza di Kain, che continuera ad essere al servizio del regno, aprirà un negozio. Inoltre, si sposerà con una delle Cavallerizze Pegaso Macedoniane, Ester.

A seguito degli attacchi dei ribelli, Abel è stato costretto a tornare alle armi contro il suo regno, Altea. Una volta incontrato Marth sul campo di battaglia, non riuscendo a combattere il proprio ex-compagno di avventure, Abel si unirà a loro, ben sapendo peroó che Ester sarà giustiziata; eventualmente il giocatore possegga una "Bacchetta Salvatrice", usabile da Yumina, Ester può essere salvata dalla prigione e diventare parte del party.

Finito il gioco, Abel fuggirà e non si farà vedere mai più, sentendosi colpevole di alto tradimento verso il suo regno.

Archetipo[modifica | modifica sorgente]

Abel e Kain, oltre ad essere una pura citazione di Abele e Caino della Bibbia, sono rispettivamente i due classici cavalieri che in un Fire Emblem si ottengono all'inizio, differenziati dalle percentuali di crescita completamente differenti:

  1. I cavalieri verdi, eccezione fatta per Fire Emblem 7: Rekka no Ken, dove il sistema è invertito, sono più veloci e più precisi
  2. I cavalieri rossi, eccezione fatta per Fire Emblem 7: Rekka no Ken, dove il sistema è invertito, dispongono di più punti ferita, più forza e più difesa

Kain[modifica | modifica sorgente]

Kain è un fedele cavaliere di Altea, spesso accompagnato dal suo amico Abel. Seguirà con lealtà Marth nella sua avventura fino alla fine.

Quando Marth ed il suo gruppo abbandonano il palazzo per ascoltare le richieste di Hardin, Kain rimane ad Altea in procinto di difesa. Quando l'Impero decide di attaccare Aritia, Kain fugge e si riunisce con Marth, aiutandolo ancora una volta nelle battaglie.

Una volta che Jeigan morirà di vecchiaia, Kain lo sostituirà.

Personaggi Secondari[modifica | modifica sorgente]

Re Cornelius[modifica | modifica sorgente]

Padre di Marth, riesce ad utilizzare la leggendaria spada Falchion grazie all'uso del Fire Emblem. Morirà a causa del druido oscuro Garnef, che lo ucciderà usando un tomo maledetto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]