Personaggi di Final Fantasy VI

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Final Fantasy VI.

I personaggi principali di Final Fantasy VI a bordo della Falcon, l'aeronave del gioco

Questa è la lista dei personaggi principali del celebre videogioco del 1994 Final Fantasy VI, della Square.

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Terra Branford[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Terra Branford.

Una ragazza dal passato misterioso e in possesso del "potere mistico", ovvero l'abilità innata di utilizzare la magia. La sua classe è quella della Élite Magitek: è in grado di utilizzare potenti incantesimi e di trasformarsi in Esper con l'abilità Trance per raddoppiare le sue statistiche.[1]

Locke Cole[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Locke Cole.

Un cacciatore di tesori coraggioso e dalla battuta sempre pronta. La sua classe è quella dell'Avventuriero: dispone di un parametro "Velocità" molto alto ed è più propenso alla fuga e al furto di oggetti dai nemici che al combattimento vero e proprio. Con il Guanto del ladro, l'abilità Ruba si muta in Scippo, permettendo al ladro di attaccare e sottrarre ai nemici oggetti allo stesso tempo.[2] Numerose abilità e caratteristiche di Locke influenzeranno in futuro il personaggio di Gidan Tribal, del videogioco Final Fantasy IX.

Celes Chere[modifica | modifica sorgente]

Celes Chere
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Femmina
Luogo di nascita Tzen
Data di nascita 10 marzo
Abilità
  • Padronanza della magia
  • Capacità di assorbire incantesimi

Ex generalessa imperiale, la cui grazia è seconda solo al suo coraggio. Verrà salvata da Locke in una prigione dell'Impero dopo aver disertato. La sua classe è quella del Cavaliere Runico: è in grado di apprendere magie potenti, e grazie all'abilità Rune neutralizza qualunque incantesimo e lo converte in Punti Magia.[3] Yoshinori Kitase ha affermato che si tratta del suo personaggio preferito del videogioco.[4]

Celes nasce a Tzen, e i suoi genitori vengono assassinati quando aveva solo un anno. Verrà cresciuta da un Gestahl già Imperatore di Vector, e dopo numerosi, severi insegnamenti, verrà nominata Cavaliere Magitek e infusa con potere Magitek già in giovane età. In questo gruppo di guerrieri conoscerà anche Kefka Palazzo, il comandante, ai tempi un ragazzo di 23 anni particolarmente egoista, crudele e molto severo, noto per le sue violente soluzioni e terribili strategie di guerra. Celes continuerà ad avere successo e, probabilmente a causa della cattiva influenza di Kefka, non avrà problemi a causare la terribile Strage di Maranda, giorno in cui molte donne e bambini innocenti persero la vita. In seguito, Kefka perderà del tutto la ragione a causa degli esperimenti Magitek ancora non perfezionati condotti 10 anni prima, diventando un uomo volgare, distruttivo, caotico, ma soprattutto molto più crudele: un vero e proprio psicopatico. Celes farà di tutto per evitarlo, mentre il Generale Leo, uomo forte, leale e giusto prenderà il posto dell'ormai pazzo Kefka, che comincerà a vestirsi come un clown, a truccarsi per assomigliare sempre di più ad una bambola con la quale giocava da bambino e a trarre gioia e piacere dalla sola idea di distruzione, miseria e sofferenza, sottolineando il suo attuale stato mentale.

Celes si accorgerà in seguito del terribile posto in cui è stata cresciuta, e deciderà di disertare, dopo aver sentito parlare di un gruppo opposto all'Impero, la Resistenza. Verrà, tuttavia, catturata da due soldati durante la fuga, e torturata in prigione. Viene salvata da Locke, grazie al quale riuscirà a far parte del gruppo di ribelli. Dopo la trasformazione di Terra in Esper, diventerà la leader del gruppo in sua assenza, e sarà costretta a cantare nell'opera Maria & Draco per attirare il pilota Setzer Gabbiani e raggiungere l'Istituto di Ricerca Magitek, in una delle scene più celebri della saga.[5] A seguito di numerosi eventi, Kefka e Gestahl riusciranno a dar vita al Continente Fluttuante, e lì Celes colpirà il folle clown allo stomaco con una spada, ma per tutta risposta Kefka ucciderà Gestahl, buttandolo giù dal Continente Fluttuante, e sconvolgerà l'equilibrio della Triade della Discordia, distruggendo il mondo.

Celes si sveglierà un anno dopo su una piccola isola, sotto le cure dell'ex scienziato Cid del Norte Marquez, che sta ormai morendo. Dopo vari, inutili tentativi di fargli mangiare del pesce, Cid morirà e Celes, in preda alla disperazione più totale, e convinta che tutti i suoi amici siano morti, tenterà il suicidio gettandosi da una rupe.[6] Tuttavia riuscirà a salvarsi, e trovando la bandana di Locke sulla spiaggia si farà forza e andrà alla ricerca dei compagni dispersi con una zattera.

Dopo aver trovato i membri dell Resistenza e aver sconfitto definitivamente Kefka, che era diventato un dio dopo aver assorbito i poteri della Triade della Discordia, Celes fa cadere per sbaglio la bandana di Locke durante la fuga dalla Torre. Tentando di recuperarla proprio quando la piattaforma sotto di lei comincerà a crollare, verrà nuovamente salvata da Locke, che l'aiuterà a risalire promettendole che d'ora in avanti non la lascerà mai. Farà la sua ultima apparizione sulla Falcon, durante il finale del gioco.

È stata nominata da IGN uno dei migliori personaggi della serie, lodando il suo coraggio e citando il brano Aria di Mezzo Carattere, che accompagna la celebre scena dell'Opera della quale è protagonista.[7]

Celes appare anche come personaggio giocabile nella versione iOS di Theatrhythm Final Fantasy.

Shadow[modifica | modifica sorgente]

Clyde
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Soprannome Shadow
Autore Yoshitaka Amano, Tetsuya Nomura
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Imprecisato
Abilità
  • Velocità e agilità fuori dal normale
Parenti
  • Una moglie (deceduta)
  • Relm Arrowny (figlia)
  • Strago Magus (suocero)

Un mercenario che offre i suoi preziosi servigi al miglior offerente, e che ha come unico amico il suo cane Interceptor, che in battaglia può essere usato per attaccare.[8] La sua classe è quella dell'Assassino: potente fisicamente, e con l'abilità Tira può scagliare armi letali sul nemico.[9]

Nella prima metà del gioco, è possibile utilizzare Shadow soltanto durante determinati momenti della trama, ad esempio durante l'assalto di Doma o il Continente Fluttuante. Il destino di Shadow nel gioco è completamente determinato da una scelta del giocatore: se, infatti, Terra e gli altri scappano dal Continente Fluttuante prima dello scadere del tempo, si presume che Shadow muoia nello scontro con Kefka. Tuttavia, se si aspetta fino agli ultimi secondi vicino all'aeronave di Setzer, Shadow potrà essere reclutato successivamente nel Mondo in Rovina.

Nella seconda metà del gioco, Shadow viene trovato ferito nella Caverna del Veldt, e una volta salvato dall'attacco di due feroci Behemoth, tornerà a riposare a Thamasa. Più avanti, viaggerà fino all'Arena del Collo di Drago per ottenere una rara e potente arma ninja, la Striker, ma finirà col combattere con gli eroi e, sconfitto e rassegnato, si unirà definitivamente al gruppo.

A seguito di numerosi eventi, dormendo in diverse locande di diverse locazioni del Mondo in Rovina, o utilizzando semplicemente una Tenda, verrà rivelato il passato di Shadow. Il suo vero nome è Clyde, e agiva come assassino in compagnia del suo migliore amico, Baram (Billy nella versione originale giapponese). I due erano dei ricercati, ed erano conosciuti come "I banditi dell'ombra". Durante un attacco ai due da parte di alcuni soldati imperiali, Baram verrà ferito a morte. Quest'ultimo, quindi, rassegnato al suo destino, chiederà a Clyde di ucciderlo, ma l'amico scapperà codardemente. Clyde raggiungerà Thamasa, e verrà aiutato da una donna e il suo cane. Qualche anno più tardi, Clyde avrà una figlia, Relm, ma sarà costretto ad abbandonarla e a viaggiare verso posti lontani con il nome di Shadow per non essere riconosciuto dall'Impero.

Alla fine del gioco, si vedrà Shadow scappare dalla Torre di Kefka che sta crollando, ma si fermerà improvvisamente e si allontanerà dal gruppo, per poi allontanare Interceptor stesso che cercava di seguirlo, dicendogli che il suo viaggio è finalmente terminato. La sua ultima frase del gioco è diretta a Baram: "Sembra che possa finalmente smettere di scappare... sto arrivando", suggerendo al giocatore che l'uomo si suiciderà. Interceptor verrà successivamente visto con Relm nel finale.

La relazione tra Shadow e Relm è stata confermata in un'intervista ai programmatori del gioco del 1995. Dissero anche di aver rimosso (ancora senza un particolare motivo) una scena in cui Strago diceva a Shadow di rivelargli la sua vera identità. Il dialogo doveva avvenire in un bar a Thamasa.[10]

Malgrado il limitato numero di apparizioni nel gioco, Shadow è stato apprezzato dalla critica anche a distanza di anni dalla pubblicazione di Final Fantasy VI. Nella classifica dei migliori ninja nei videogiochi del sito web TechCrunch del 2008 è stato piazzato al quarto posto,[11] mentre è stato inserito nella lista dei 6 personaggi più mascolini della serie da Destructoid, nel 2007.[12] Complex, invece, l'ha nominato l'ottavo miglior assassino dei videogiochi nella sua classifica del 2013.[13].

Shadow appare anche nella demo del 1995 di Final Fantasy VI: The Interactive CG Game come uno dei 3 personaggi giocabili (insieme a Terra e Locke), e anche come tutore in Dissidia Final Fantasy, accompagnato dall'inseparabile Interceptor.

Edgar e Sabin Figaro[modifica | modifica sorgente]

Edgar Roni Figaro
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano, Kaori Tanaka
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Figaro
Abilità
  • Capacità di utilizzare particolari strumenti offensivi
Sabin Rene Figaro
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano, Kaori Tanaka
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Figaro
Abilità
  • Notevole forza fisica
  • Maestro dell'arte Jujitsu

Edgar Roni Figaro è un re donnaiolo che tradisce l'Imperatore Gestahl e si unisce alla Resistenza. La sua classe è quella del Meccanico: forte fisicamente e capace di usare macchine letali con il comando Arnesi.[14]

Il fratello di Edgar, Sabin Rene Figaro, è stato addestrato dal maestro Duncan Harcourt. È un Monaco, in grado di usare le Jujitsu, combinazioni di tasti che scatenano attacchi devastanti.[15] Il wrestler professionista Josh Harter ha adottato il suo nome di combattimento, Chris Sabin, proprio da Sabin.[16] Come Shadow, Sabin è stato nominato tra i sei uomini più mascolini della serie Final Fantasy nella classifica del 2007 del sito web Destructoid.[12]

Edgar e Sabin sono nati come i principi del trono di Figaro, dal padre Stewart Remy Figaro e una madre mai menzionata nel videogioco. A quattordici anni, Edgar partecipò alla "caccia dell'Antlion", un rito di passaggio all'età adulta e tradizione del regno, e con l'aiuto di suo fratello Sabin, riuscì a superarlo brillantemente. Le sue manie di donnaiolo iniziarono durante la sua gioventù, periodo in cui si metteva spesso nei guai "interessandosi" alla moglie di suo zio. A diciassette anni, l'Impero avvelenò suo padre, che morì con il desiderio di lasciare il trono ad entrambi i fratelli.

Sabin, sconvolto dal fatto che a nessuno del regno importava della morte del padre, ma solo della successione, esortò Edgar alla fuga dal castello e dalla politica corrotta. Edgar desiderava andare con suo fratello, ma sapeva che abbandonando il regno sarebbe andato contro la volontà del padre, e decise di dare al fratello la libertà e di diventare re dopo il lancio di una moneta: Sabin lasciò così il regno.

In futuro, Edgar stabilì un'amicizia ufficiale con l'Impero Gestahliano, ma non dimenticò mai che furono loro la causa della morte del padre: era infatti segretamente alleato con la Resistenza, con Locke Cole che fungeva da contatto fra di loro. Un giorno, Locke portò al castello una ragazza di nome Terra Branford, ed Edgar accettò di ospitarla per nasconderla dall'Impero. Poco dopo il malvagio generale Kefka Palazzo, consapevole dell'inganno, dà fuoco al castello, costringendo il Cancelliere a sommergerlo nella sabbia, e spinge la Resistenza alla fuga.

Edgar decide allora di portare Locke e Terra al covo della Resistenza, e scalano il Monte Koltz, ma vengono sfidati da Vargas, il figlio del maestro d'arti marziali Duncan Harcourt. Sabin arriva per salvarli, e dopo averlo ucciso decide di unirsi alla Resistenza. Raggiunto il covo organizzano una strategia con il capo Banon, per poi viaggiare lungo il fiume Lethe con una zattera per raggiungere la città di Narshe e vedere l'Esper congelato Valigarmanda. S'imbattono però in Ultros, una piovra parlante che separa Sabin dal resto del gruppo. Il giovane riesce a raggiungere Narshe dopo mille peripezie, e insieme alla Resistenza sconfigge Kefka e i suoi soldati, che volevano impadronirsi della creatura magica. Dopo la trasformazione di Terra in Esper, Edgar e Sabin si fermeranno brevemente al castello di Figaro, e ricorderanno i tragici eventi che li hanno separati.

Dopo l'improvviso pentimento dell'Imperatore Gestahl, Edgar sedurrà una delle serve del sovrano per ottenere importanti informazioni, e scoprirà che si tratta in realtà di una farsa. Volerà quindi con l'aeronave di Setzer verso il villaggio di Thamasa, per avvertire il resto del gruppo delle vere intenzioni di Gestahl, ma è troppo tardi: l'Imperatore, insieme a Kefka, ha già dato vita al Continente Fluttuante, luogo in cui il malvagio generale, però, uccide Gestahl, distrugge il mondo e diventa un vero e proprio Dio della Magia.

Un anno dopo l'Apocalisse, Sabin viene trovato da Celes al villaggio di Tzen intento a salvare il figlio di una donna chiuso in una casa che sta per crollare: grazie all'aiuto della ragazza, che porterà fuori il bambino, Sabin si unirà nuovamente alla Resistenza. Edgar, invece, consapevole del fatto che il suo castello è rimasto bloccato sotto il deserto, si traveste da ladro e si fa chiamare Gerad (l'anagramma del suo vero nome), per farsi condurre al regno di Figaro da un gruppo di cacciatori di tesori conosciuto come i ladri "Crimson". Celes e Sabin lo seguono, per poi aiutarlo in una battaglia contro un mostro che voleva distruggere la sala dei macchinari del castello: Edgar si unisce allora al gruppo.

Dopo la morte di Kefka, il gruppo deve fuggire dalla torre che sta per crollare. Durante la fuga, Edgar viene salvato dalla caduta di una trave proprio da Sabin, e i due fratelli chiariscono finalmente le loro incomprensioni.

Cyan Garamonde[modifica | modifica sorgente]

Cyan Garamonde
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Doma
Data di nascita 3 gennaio
Abilità
  • Padronanza nell'utilizzo di spade samurai

Un nobile generale di Doma, che si unisce alla Resistenza per vendicare moglie e figlio, quando il suo regno viene colpito dall'epidemia causata dai veleni di Kefka. È un Samurai: un'elevata potenza fisica, unita alle Bushido (tecniche di combattimento con la spada), ne fanno un guerriero straordinario.[17]

Cyan fa la sua prima apparizione durante l'assalto di Doma da parte del malvagio Impero. Pensa a una strategia per allontanare i soldati, e arriverà alla conclusione di dover uccidere il Comandante, in modo da far scappare il resto del gruppo. Nel frattempo, il crudele e disumano Kefka Palazzo ha piani ben diversi da quelli del generale Leo, e, annoiato e spazientito, prenderà la decisione di avvelenare le acque di tutto il Regno, a causa della quale morirà anche la famiglia di Cyan. Arrabbiato e confuso, Cyan esce dal castello e uccide molti soldati del campo imperiale, attirando così l'attenzione di Sabin e Shadow, che lo aiuteranno. Cyan, da quel momento, farà parte del gruppo per vendicarsi contro Kefka. Nella strada per tornare a Narshe, s'imbatteranno nel Treno Fantasma, inquietante locomotiva che trasporta le anime inquiete all'aldilà. Quando Cyan, Sabin e Shadow si accorgono del posto in cui sono entrati, è ormai troppo tardi, e faranno di tutto per fermare il treno, persino affrontarlo in una particolare battaglia, durante la quale Sabin potrà anche utilizzare la tecnica Suplex, sollevando e buttando a terra il treno in movimento. Una volta scesi dalla locomotiva, Cyan assisterà alla partenza delle anime di sua moglie e suo figlio, e una volta capito di averli persi per sempre, si deprimerà. Questo episodio lo porterà a un trauma psicologico, che si manifesterà più tardi nel Mondo in Rovina.

In seguito al falso pentimento dell'Imperatore Gestahl, Cyan, Edgar e Sabin rimaranno a Vector per investigare sull'improvviso cambiamento dell'uomo. Avevano infatti ragione: dopo la strage di Thamasa e l'uccisione del generale Leo e di moltissimi Esper da parte di Kefka, Cyan raggiungerà Terra, Locke, Strago e Relm e li avvertirà di raggiungere il Continente Fluttuante, luogo in cui, però, Kefka distruggerà il mondo.

Nel mondo desolato il gruppo incontrerà una donna di nome Lola, che sta ricevendo numerose lettere da parte del suo amato: Celes e gli altri, però, dopo averne letta una, capiranno che si tratta in realtà di Cyan, che si sta fingendo il ragazzo di Lola per non darle dispiaceri (in realtà, infatti, è morto durante la distruzione del mondo). Una volta reclutato in cima al Monte Zozo, però, Cyan è costretto a mandare un'ultima lettera alla ragazza, dicendole la verità e invitandola a continuare a vivere, e a sperare in un mondo migliore. Se, dopo averlo reclutato, si sceglierà di dormire nella stanza vicino alla sala del trono del castello di Doma, il giocatore darà il via a una missione secondaria in cui il gruppo entrerà negli incubi di Cyan e lo aiuterà e riprendersi dallo shock dell'avvelenamento di Doma e la morte dei suoi cari.

Cyan fa anche una piccola, segreta apparizione in Dissidia 012 Final Fantasy, durante l'installazione dei dati di gioco: se viene premuto ripetutamente il pulsante "L", Cyan apparirà sullo schermo a bordo di un Blindato Magitek (mezzi di trasporto utilizzati dall'Impero), incapace di controllarlo su un campo innevato.

Setzer Gabbiani[modifica | modifica sorgente]

Setzer Gabbiani
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano (Final Fantasy VI)
Tetsuya Nomura (Kingdom Hearts II)
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Voci orig.
Specie Umana
Sesso Maschio
Data di nascita 8 febbraio

Un giocatore professionista che cela, sotto comportamenti da spaccone, un triste passato. La sua classe è quella dello Scommettitore: la sua abilità Slot può, a seconda del caso, scatenare potenti attacchi sui nemici o causare pesanti malus al gruppo.[18] Con le Jitte di Heiji, la sua abilità si trasforma in Elemosina: Setzer adesso può attaccare i nemici lanciando Gil, la moneta del gioco. Setzer Gabbiani compare anche in Kingdom Hearts II, curato da Tetsuya Nomura, e doppiato da Crispin Freeman in lingua inglese e Ryotaru Okiayu in lingua giapponese.[19]

Da giovane, Setzer ha avuto una breve relazione con Darill, proprietaria dell'aeronave più veloce del mondo, la leggendaria Falcon. Darill, preoccupata per il suo futuro, disse a Setzer che l'aeronave sarebbe diventata sua se le fosse successo qualcosa. Qualche giorno dopo, Darill spinse la Falcon ai suoi limiti, e morì tragicamente. La Falcon si schiantò su una valle lontana, e Setzer abbandonò i resti in una tomba sott'acqua (la Tomba di Darill).

Molti anni più tardi, quando Setzer si riprese dallo shock, cominciò ad interessarsi a una famosa cantante lirica, Maria. L'apice di quest'ossessione si presentò quando decise di elaborare un piano per catturarla nel bel mezzo della performance. Locke e il gruppo hanno disperatamente bisogno di un'aeronave, e decidono di far cantare Celes al posto dell'assente Maria, a causa della sua impressionante somiglianza. Dopo la celebre scena in cui la ragazza canta Aria di Mezzo Carattere, Setzer rapisce Celes (scambiandola inizialmente per Maria), e il gruppo sale a bordo della Blackjack, la sua aeronave.

Setzer è deluso per non essere riuscito a catturare Maria, ma ben presto si accorge dell'addirittura superiore fascino di Celes: dopo una scommessa in cui la ragazza usa una moneta uguale in entrambi i lati per ingannarlo, Setzer è stupito e "innamorato" dell'abilità di Celes, e decide di unirsi al gruppo per vendicarsi nei confronti di Gestahl, uomo con cui aveva già avuto problemi economici in passato.

Un anno dopo la distruzione del mondo, Celes e Sabin trovano Setzer depresso e confuso in una locanda di Kohlingen. Il ragazzo afferma di aver perso la sua aeronave a causa di Kefka, e dopo alcune discussioni in cui Setzer dimostra di aver veramente perso la speranza, decide infine di condurre Celes, Edgar e Sabin in quella stessa tomba in cui risiede la Falcon, aeronave del suo deceduto amore. Dopo l'uccisione di Kefka, Setzer decide inizialmente di trovare una via d'uscita dalla Torre con il lancio di una moneta, ma soltanto dopo si accorge che ciò che deve fare è percepire il pericolo e seguire il suo istinto, ricordando le sagge parole di Darill, "Quando pensi di avere ragione, hai torto".

Setzer compare anche in Kingdom Hearts II, della Square Enix. È l'unico personaggio di un titolo della serie in 2D a comparire nella serie. In questo gioco, la sua personalità è esagerata, in quanto viene descritto come un idolo delle ragazzine e una persona egoista e senza scrupoli. Appare anche in Final Fantasy XIII-2, Final Fantasy Tactics e Dissidia Final Fantasy come tutor.

Gau[modifica | modifica sorgente]

Un bambino che ha imparato a vivere allo stato brado. Si unirà alla Resistenza dopo avergli dato del cibo nel "Veldt", il territorio selvaggio in cui è cresciuto. La classe di questo personaggio è il Ragazzo Selvaggio: è in grado di assimilare le tecniche di determinati mostri con il comando Balzo, e di poterle utilizzare con l'abilità Furore.[20]

Strago Magus[modifica | modifica sorgente]

Un potente mago che addestra la nipotina Relm e studia il misterioso comportamento dei mostri vicino il villaggio di Thamasa, luogo in cui vive. È un Mago Blu: se subisce gli effetti di determinati incantesimi di un nemico, impara la suddetta magia.[21]

Relm Arrowny[modifica | modifica sorgente]

Una bambina cresciuta dal mago Strago, Relm è una disegnatrice professionista. La sua classe, infatti, è proprio quella della Pittrice: è in grado di eseguire schizzi dei nemici per materializzare potenti creature.[22] Con i Baffi finti, Pittura diventa Controlla: per un turno Relm può ora piegare al suo volere un nemico.

Mog[modifica | modifica sorgente]

Un Moguri (una delle creature più celebri della serie) che si unirà alla Resistenza solo se il giocatore lo salverà da un bandito che lo ha preso in ostaggio a Narshe. Può anche essere reclutato successivamente nel Mondo in Rovina, se il giocatore decidesse di aiutare il bandito.[23] La sua classe è quella del Danzatore: selezionando il comando Danza, Mog userà una combinazione di 4 attacchi, differenti a seconda del luogo in cui il gruppo sta combattendo.[24] Mog è inoltre la voce narrante all'inizio del videogioco.[25]

Umaro[modifica | modifica sorgente]

Creatura che appartiene alla leggendaria razza degli yeti. La sua classe è quella del Berseker: nonostante non possa usare magie e non possa essere controllato dal giocatore, è il personaggio dalla più elevata potenza fisica del gioco.[26] Equipaggiando la Reliquia Globo Bufera, Umaro avrà la possibilità di utilizzare l'attacco Bufera in battaglia, mentre con l'Anello d'ira lo yeti potrà scagliare i suoi alleati contro i nemici per causare ingenti danni fisici.

Gogo[modifica | modifica sorgente]

Un mimo la cui vera identità è avvolta nel mistero. Facendo parte della classe del Mimo, riesce a copiare l'ultima azione, sia essa magia o attacco, eseguita da uno dei membri del gruppo, senza usare Punti Magia. Inoltre, è totalmente personalizzabile in quanto abilità: gli si potrà infatti equipaggiare qualunque comando dalla voce "Status" del menu principale, sia esso Jujitsu, Ruba o qualunque altro, Gogo lo potrà utilizzare.[27]

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

Gruppo Kupò[modifica | modifica sorgente]

Una combriccola di Moguri di cui faceva parte anche Mog, che all'inizio del gioco offrirà il suo aiuto a Locke per difendere una vulnerabile Terra dagli attacchi delle guardie di Narshe. Non possiedono alcuna particolare abilità, ma sono equipaggiati con potenti armi che garantiscono loro una buona offensiva.[28]

Banon[modifica | modifica sorgente]

Il capo della Resistenza. Uomo severo ma giusto, odia l'Impero Gestahliano e propugna l'utilizzo di ogni mezzo per fermare la sua spinta espansionistica. In battaglia è classificato come Oracolo: non è molto forte fisicamente, ma l'abilità Prega guarisce tutti i membri della squadra.[29]

Generale Leo[modifica | modifica sorgente]

Leo Cristophe
Universo Final Fantasy VI
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshitaka Amano
1ª app. 1994
1ª app. in Final Fantasy VI
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Vector
Data di nascita 8 luglio
Abilità
  • Padronanza nell'utilizzo di ogni tipo di spade
  • Capacità di utilizzare la tecnica Shock

Il miglior generale dell'Impero Gesthaliano. Nonostante sia alleato dei nemici, è un uomo giusto, che preferisce alla violenza la diplomazia, e per questa sua indole si troverà spesso in disaccordo con Kefka, che preferisce optare a soluzioni molto più violente. Lo si potrà utilizzare solo nella battaglia contro il folle pagliaccio a Thamasa, prima di essere ucciso. La sua classe è quella del Paladino: ha alti valori fisici, che uniti a un ottimo equipaggiamento e alla Reliquia Tomo del Maestro (che permette di attaccare fino a 4 volte di seguito in un solo turno) ne fanno uno straordinario attaccante. Ha anche a disposizione l'abilità Shock, che colpisce tutti i nemici causando gravi danni magici.[30]

Leo Cristophe nasce a Vector, capitale dell'Impero Gestahliano. Divenne presto un soldato, dimostrando di essere superiore a numerosi uomini dal rango persino più elevato del suo, e portando a termine ogni missione e incarico con successo. È un uomo rispettato dall'Impero per il suo onore e coraggio, al contrario di Kefka, crudele "persona" che molti temono. Fu uno dei pochi soldati a rifiutare l'infusione con potere Magitek.

Leo appare per la prima volta durante un flashback di Terra, in cui ascolta il discorso dell'Imperatore Gestahl ai suoi uomini. Quando Sabin e Shadow arrivano al Campo Imperiale, vicino il castello di Doma, notano subito il suo onore e le sue qualità, che lo rendono a tutti gli effetti una persona che non sembra neanche far parte di un malvagio impero. Viene infatti udito segretamente da Sabin e Shadow il suo discorso con un soldato, durante il quale il nobile generale suggerisce al membro delle truppe di non attaccare subito il castello di Doma, per evitare inutili sacrifici. Kefka, tuttavia, non sopporta questi modi di fare del generale, e avvelena per divertimento le acque del regno durante una breve assenza di Leo, compiendo così un vero e proprio genocidio e uccidendo anche la moglie e il figlio di Cyan.

Quando gli Esper, svegliati dal loro sonno, attaccano e bruciano Vector, l'Imperatore Gestahl si pentirà improvvisamente di tutte le sue azioni, diventando un uomo leale e sincero. Ordina così alla Resistenza di viaggiare con un traghetto fino a Thamasa per cercare gli Esper fuggiti, e vengono accompagnati da Leo, Celes e Shadow. Kefka, invece, è stato messo in carcere per terribili crimini commessi prima e dopo il suo crollo mentale. Durante il viaggio in barca verso Thamasa, Leo ha un breve discorso con Terra, durante il quale la ragazza afferma di aver paura e di non comprendere ancora cosa sia l'amore. Leo, mortificato e senza effettive risposte, dice a Terra di dover continuare e trovare ciò che cerca da sola.

Successivamente, gli eroi riusciranno a trovare gli Esper, aiutati anche da Strago e Relm, due abitanti del villaggio. Dopo essere tornati a Thamasa, sembra che un lungo periodo di pace stia finalmente per iniziare, ma un Kefka scatenato e completamente fuori controllo evade dal carcere dell'Impero e uccide tutti gli Esper ritrovati da Terra e gli altri, dopo aver bruciato il villaggio e messo KO senza problemi l'intero gruppo. Leo, questa volta veramente arrabbiato con il pazzo Kefka, lo affronta con l'intento di ucciderlo una volta per tutte. Sembra riuscirci, ma in realtà il mago ha utilizzato un ologramma per confonderlo e, in un momento di confusione del generale, lo attacca alle spalle e lo pugnala numerose volte, tingendo di rosso l'intera schermata di gioco e uccidendolo.

Il gruppo si risveglia e seppellisce il generale, l'unica persona leale e giusta dell'Impero.

Cid Marquez[modifica | modifica sorgente]

È il capo ricercatore e scienziato dell'Impero Gestahliano, e una delle tante apparizioni di Cid nella serie. I suoi esperimenti portarono alla nascita della tecnologia Magitek e di soldati magicamente potenziati, i Cavalieri Magitek, insieme allo sviluppo di equipaggiamento indistruttibile. È inizialmente alleato con l'Impero, ma in seguito si unirà alla Resistenza per la lotta contro Kefka. Dopo la distruzione del mondo, Cid si sveglierà su un'isola deserta insieme a Celes, e si prenderà cura di lei durante l'intero periodo di coma della ragazza. Proprio come lo scienziato affermerà, insieme a lui si trovarono sull'isola numerosi sopravvissuti, che però si suicidarono o morirono di fame, sete e disperazione. Poco tempo dopo, Cid si ammalerà, e Celes dovrà dargli del pesce per tenerlo in vita: a questo punto, il destino dello scienziato è interamente nelle mani del giocatore,[31] che dovrà scegliere i pesci più svelti e difficili da catturare, altrimenti morirà. Se Cid guarisce, fornirà una zattera a Celes di sua spontanea volontà, con la quale la ragazza dovrà andare alla ricerca dei compagni dispersi. Se lo scienziato, invece, muore, Celes si suiciderà, ma finendo in acqua riuscirà a salvarsi, e trovando la bandana di Locke nella spiaggia avrà finalmente il coraggio di prendere la zattera di Cid e cominciare un nuovo viaggio.

Antagonisti[modifica | modifica sorgente]

Kefka Palazzo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kefka Palazzo.

Generale imperiale, potente mago, comandante dei Cavalieri Magitek e folle psicopatico, la cui unica gioia nella vita deriva dal causare morte e distruzione ovunque: è temuto dalla Resistenza, dai suoi sottoposti e persino da Gestahl, ed è considerata la persona più pericolosa dell'Impero. Non appena entrerà in possesso dei poteri della Triade della Discordia non esiterà a sbarazzarsi di Gestahl e devastare l'intero mondo, assorbendo i poteri delle tre divinità e diventando un vero e proprio dio. Attorno a lui si radunerà il gruppo dei cosiddetti Fanatici e alcune bestie mistiche da tempo estinte torneranno in vita; si tratta degli otto draghi elementali, del Mortifero, di Ultima, del Drago Kaiser e di Omega Weapon (questi ultimi due presenti solo nell'edizione per Game Boy Advance).

Kefka è considerato dalla critica uno dei più grandi cattivi della storia dei videogiochi,[32][33] nonché uno dei migliori personaggi della serie.[34]

Imperatore Gestahl[modifica | modifica sorgente]

Uomo di umili origini che aprì il passaggio che conduceva al Mondo degli Esper, e si servì dei poteri di questi ultimi per dominare il mondo. Fu lui ad allevare Terra Branford, consapevole della natura di quest'ultima, e a sfruttarla per piegare al suo volere una città dopo l'altra. Verrà ucciso da Kefka poco prima dell'Apocalisse.

Ultros e Tyfon[modifica | modifica sorgente]

Un'enorme piovra che mette spesso i bastoni fra le ruote ai protagonisti. Dopo la distruzione del mondo diventerà l'addetto alla reception dell'Arena del Collo di Drago. È servito da un gigantesco essere dalla forza strepitosa, Tyfon, che può essere affrontato alla suddetta arena scommettendo determinati oggetti, ma la sua abilità Sbuffata porrà subito fine allo scontro.[35]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Final Fantasy VI Terra's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato l'11 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Final Fantasy Advance Locke's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Final Fantasy VI Celes's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  4. ^ (EN) Jeremy Parish, Final Fantasy: Kitase's Inside Story in 1UP.com, p. 3. URL consultato l'11 maggio 2014.
  5. ^ (EN) Top Ten Final Fantasy Moments, Blame The Lag. URL consultato il 22 maggio 2014.
  6. ^ (EN) Final Fantasy: The 150 Greatest Moments, WhatCulture. URL consultato il 22 maggio 2014.
  7. ^ (EN) Top 25 Final Fantasy Characters - Day III, IGN. URL consultato il 22 maggio 2014.
  8. ^ (EN) Brittany Vincent, Video Game Canines That Would Make the Dog From "Call of Duty: Ghosts" Look Like a Little Puppy in Complex, 12 luglio 2013. URL consultato il 6 giugno 2014.
  9. ^ (EN) Final Fantasy VI Shadow's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  10. ^ (EN) The Memory Card .90: In her father's Shadow, Destructoid.com, 5 dicembre 2011. URL consultato il 21 giugno 2014.
  11. ^ (EN) CrunchArcade: Top Ten Video Game Ninjas, 31 marzo 2008. URL consultato il 21 giugno 2014.
  12. ^ a b (EN) The manliest men of Final Fantasy: Part two, Destructoid.com, 14 febbraio 2007. URL consultato il 21 giugno 2014.
  13. ^ (EN) The 10 Best Assassins And Hitmen in Video Games, 4 gennaio 2013. URL consultato il 21 giugno 2014.
  14. ^ (EN) Final Fantasy VI Edgar's Skills in Finalfantasykingdom.net. URL consultato il 13 maggio 2014.
  15. ^ (EN) Final Fantasy 6/ VI/ FF6 - Character Skills / Sabin's Blitz in Final Fantasy Insider. URL consultato il 14 maggio 2014.
  16. ^ (EN) Jon Robinson, Chris Sabin Interview in IGN, 12 gennaio 2007. URL consultato l'11 maggio 2014.
  17. ^ (EN) Final Fantasy VI Cyan's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  18. ^ (EN) Final Fantasy VI Setzer's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  19. ^ (IT) Alessandro Gabelli, Setzer Gabbiani in Kingdom Hearts 2 direttamente da Final Fantasy VI in Everyeye.it, 8 dicembre 2005. URL consultato il 6 giugno 2014.
  20. ^ (EN) Final Fantasy VI Gau's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  21. ^ (EN) Final Fantasy VI Strago's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  22. ^ (EN) Final Fantasy Relm's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  23. ^ (EN) RPGClassics.com - FF6 Walkthrough v2 - Getting Mog in RPGclassics.com. URL consultato il 6 giugno 2014.
  24. ^ (EN) Final Fantasy VI Mog's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  25. ^ (EN) Final Fantasy VI: The World is Square in Socksmakepeoplesexy.net. URL consultato il 6 giugno 2014.
  26. ^ (EN) Final Fantasy VI Umaro & Gogo's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  27. ^ (EN) Final Fantasy VI Mastering Gogo in Caves of Narshe, Josh Alvies. URL consultato il 6 giugno 2014.
  28. ^ (EN) Final Fantasy Species: Moogle in Final Fantasy Compendium. URL consultato l'11 giugno 2014.
  29. ^ (EN) Final Fantasy VI Banon's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  30. ^ (EN) Final Fantasy VI Leo's Skills in Final Fantasy Kingdom. URL consultato il 14 maggio 2014.
  31. ^ (EN) Final Fantasy 6 / VI / FF6 - Tips & Tricks in Uffsite.net. URL consultato il 22 giugno 2014.
  32. ^ (EN) 50 Greatest Video Game Villain of All Time in What Culture, p. 10. URL consultato il 4 settembre 2014.
  33. ^ (EN) 100 best villains in video games in Games Radar. URL consultato il 4 settembre 2014.
  34. ^ (EN) Ben Worcester, Top 10 Final Fantasy Characters - No. 2 - Kefka Palazzo in Arcade Sushi. URL consultato il 4 settembre 2014.
  35. ^ (EN) Final Fantasy VI Colosseum Guide - Caves of Narshe in Caves of Narshe, Josh Alvies. URL consultato il 12 giugno 2014.
videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi