Persistenza (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica, il concetto di persistenza si riferisce alla caratteristica dei dati di sopravvivere all'esecuzione del programma che li ha creati: senza questa capacità infatti i dati vengono salvati solo in memoria Ram e verranno persi allo spegnimento del computer.

Nella programmazione informatica, la persistenza si riferisce in particolare alla possibilità di far sopravvivere delle strutture dati all'esecuzione di un singolo programma. Questa possibilità è raggiunta salvando i dati in uno storage non volatile, come su un file system o su un database (es. applicazioni web).

Esempi di persistenza sono usati ad esempio nella serializzazione Java per salvare oggetti Java su disco rigido, oppure in Java EE per salvare i dati di un Enterprise Java Beans in un database nell'ambito di applicazioni web in architettura three-tier.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica