Pernis celebensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pecchiaiolo barrato
Immagine di Pernis celebensis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Accipitriformes
Famiglia Accipitridae
Sottofamiglia Perninae
Genere Pernis
Specie P. celebensis
Nomenclatura binomiale
Pernis celebensis
Wallace, 1868

Il pecchiaiolo barrato (Pernis celebensis Wallace, 1868) è un rapace della famiglia degli Accipitridi[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il pecchiaiolo barrato misura 50-58 cm di lunghezza e ha un'apertura alare di 110-125 cm. Si differenzia dal falco pecchiaiolo e dal pecchiaiolo orientale per la presenza di una cresta sulla nuca, più breve, comunque, di quella del pecchiaiolo delle Filippine. Rispetto ai primi due ha inoltre ali più brevi. L'adulto ha vertice nero, regione dorsale marrone, coda di colore più chiaro con larghe bande trasversali nerastre e 2-3 barre basali più sottili; la gola è bianca e il petto è color camoscio-rossiccio con striature nerastre, così come l'addome. Il giovane ha una colorazione molto più chiara di quella dell'adulto, un numero di striature minore sulla regione ventrale, e 5 barre scure sulla coda. Il dimorfismo sessuale è pressoché assente, ma la femmina è più grande del maschio del 5% circa. L'iride è gialla nell'adulto e marrone nel giovane, mentre cera e zampe sono di colore variabile dal giallognolo al giallo[3].

Come altri rappresentanti del genere Pernis, ha sviluppato un piumaggio dai disegni molto simili a quelli di altri rapaci più forti e aggressivi, nello specifico lo spizaeto di Sulawesi (Spizaetus lanceolatus), in modo da scoraggiare gli attacchi degli Accipitridi più grandi[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il pecchiaiolo barrato è endemico dell'isola di Sulawesi, ma si rinviene anche su tre isole minori vicine (Peleng, Muna e Buton). Vive, da solo o in coppie, nelle foreste pluviali o ai loro margini, generalmente su terreni collinari o montuosi, ma anche in pianura, ad altitudini comprese tra i 250 e i 1100 m[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Come altre specie di pecchiaiolo, anche questa specie si è probabilmente specializzata a nutrirsi di nidi, larve, pupe e forse adulti di vespe, api e altri imenotteri sociali. Tuttavia, i resti di uccelli rinvenuti negli stomaci degli esemplari analizzati lasciano immaginare che si tratti di un predatore opportunista, capace, all'occorrenza, di catturare anche invertebrati o piccoli vertebrati. Caccia dal posatoio, seguendo gli imenotteri in volo per localizzarne il nido, ed è capace anche di catturare gli insetti in volo[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Il comportamento riproduttivo del pecchiaiolo barrato è molto poco conosciuto. Tuttavia, nidi con uova sono stati rinvenuti nel mese di maggio, mentre una femmina pronta a riprodursi è stata abbattuta in settembre. Ciascuna nidiata è composta da 2 uova. I periodi di incubazione e di involo sono sconosciuti[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Birdlife International 2014, Pernis celebensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Accipitridae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 9 maggio 2014.
  3. ^ a b c d e James Ferguson-Lees and David A. Christie. Illustrated by Kim Franklin, David Mead, and Philip Burton, Raptors of the World, Houghton Mifflin, 2001, ISBN 978-0-618-12762-7. URL consultato il 29 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Pernis celebensis in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.


uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli