Perilla frutescens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Perilla" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Perilla (disambigua).
bussola Disambiguazione – "Shiso" rimanda qui. Se stai cercando la città giapponese, vedi Shisō.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Perilla frutescens
Shiso detail.jpg
Pianta di Shiso con gemme fogliari,
fusto e dettaglio della foglia
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Perilla
L.
Specie P. frutescens
Nomenclatura binomiale
Perilla frutescens
(L.) Britton
Sinonimi

Perilla nankinensis
(Lour.) Decne.

Nomi comuni

Basilico cinese, Timo giapponese,
Shiso (Giappone).

Perilla frutescens (L.) Britton, nota come shiso o egoma, è una erbacea annuale della famiglia delle Lamiacee, coltivata estesamente in Cina, Giappone e Corea, nonché in India e Vietnam. È l'unica specie del genere Perilla.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La pianta ha una struttura simile a quella del basilico, con un'altezza che va dai 60 agli 80 cm. Le foglie sono opposte, cuoriformi, appuntite e dentellate. L'infiorescenza è apicale, simile a quella del basilico.

È una pianta aromatica, con un profumo che va dall'anice alla melissa.

Akajiso (Shiso rosso - Perilla frutescens var. crispa f. purpurea)

Usi alimentari[modifica | modifica sorgente]

È una pianta medicinale, ornamentale ed orticola della famiglia delle Lamiaceae, quindi analoga alla menta e al basilico.

In cucina le piante di shiso (parti fresche) sono usate come vegetali alimentari, come decorazione, condimento o contorno, spesso per piatti di pesce (Giappone). I semi sono usati per estrarre un olio commestibile, ma utilizzato anche in ambiente industriale.

Le foglie della varietà a foglia purpurea sono usate per colorare ed aromatizzare un condimento giapponese: l'Umeboshi.

I semi macinati sono aggiunti per insaporire le zuppe in Corea, o aggiunti a salse in India. L'olio estratto tradizionalmente per uso alimentare (Sud Est Asiatico e Corea), è soprattutto ottenuto da piante di tipo egoma.

Egoma e shiso, ed i corrispondenti cinesi, vietnamiti e indiani, sono piante molto simili, ed i loro semi sono difficilmente distinguibili anche al microscopio elettronico, ma il sapore delle piante è piuttosto diverso. La conformazione ed i principi attivi delle piante coltivate nei vari paesi sono notevolmente diversi.

Perilla coreana usata come decorazione di piatti tradizionali

Lo shiso (varietà atropurpurea, a foglie rosse), è usato per colorare di rosso l'umeboshi, particolare condimento, a base di frutti di prugna, giapponese.

Un derivato di un'aldeide estratta dalla pianta, detto perillartina, è usato come dolcificante in Giappone dato che la sostanza è circa 2000 volte più dolce del saccarosio.[senza fonte]

Usi industriali[modifica | modifica sorgente]

L'olio è molto ricco in acidi grassi omega-3, acido alfa-linolenico. L'olio è utilizzato industrialmente come solvente in vernici, inchiostri, linoleum, come impregnante ed idrorepellente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Perilla frutescens in The Plant List. URL consultato il 17 ottobre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]