Perfezione catalitica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine perfezione catalitica (o perfezione cinetica) ci si riferisce alla condizione limite teorica di efficienza catalitica di un enzima.

In condizioni di perfezione catalitica si suppone che la velocità di reazione sia talmente elevata da far sì che il processo della catalisi sia controllata dalla diffusione dei reagenti (detti anche "substrati") dal bulk del fluido al sito attivo (che si trova sulla superficie dell'enzima) e dalla diffusione dei prodotti dal sito attivo al bulk del fluido.

Tale limite teorico imposto dalla diffusione corrisponde ad una efficienza catalitica di circa 108-109 M-1s-1.[1] Infatti la k+1 della reazione non può essere maggiore della frequenza di collisione.

Alcuni enzimi si avvicinano molto a tale limite. Ad esempio:[1][2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Catalase - An Extraordinary Enzyme
  2. ^ Bugg, op. cit., pp. 41-42

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]