Perclorato d'ammonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Perclorato d'ammonio
Abbreviazioni
AP (ammonium perchlorate)
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare NH4ClO4
Massa molecolare (u) 117,489 u
Peso formula (u) 117.48876 g/mol
Aspetto solido bianco granulare
Numero CAS [7790-98-9]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/l, in c.s.) 1950 g/L
Solubilità in acqua 185 g/L
Temperatura di fusione 700 (426 °C, decomposizione)
Sistema cristallino ortorombico (< 513 K)

cubico (> 513 K)

Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
esplosivo

pericolo

Frasi H 201 - 271 - EUH044
Consigli P 220 [1]

Il perclorato di ammonio è il sale di ammonio dell'acido perclorico. Come molti sali di ammonio, decompone prima di raggiungere il punto di fusione, rilasciando azoto, ossigeno, cloro ed acqua.

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

È un potente ossidante, frequentemente utilizzato nella formulazione di propellenti solidi impiegati nella propulsione spaziale e rappresenta il 75% circa in massa dell'intero propellente (la restante parte è costituita da un 25% di combustibile e da un legante polimerico). Fortemente costoso, è oggi allo studio la sostituzione di questo sale con nitrato d'ammonio, meno oneroso in termini economici, ma anche meno prestante dal punto di vista balistico. Ciò ha portato non al completo abbandono del perclorato di ammonio, ma ad una sua parziale sostituzione al fine di garantire prestazioni accettabili.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda del perclorato d'ammonio su IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia