Per vincere domani - The Karate Kid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Per vincere domani - The Karate Kid
Karate Kid.jpg
Una scena del film.
Titolo originale The Karate Kid
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1984
Durata 126 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere sportivo
Regia John G. Avildsen
Soggetto Robert Mark Kamen
Sceneggiatura Robert Mark Kamen
Fotografia James Crabe
Montaggio John G. Avildsen, Walt Mulconery, Bud S. Smith
Musiche Bill Conti, Gang of Four
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Prima lava tutte le macchine. Poi le lucidi, con la cera. Devi dare la cera con la mano destra e la devi togliere con la sinistra. Dai la cera, togli la cera. Il respiro lo prendi con il naso e lo emetti dalla bocca. Dai la cera, togli la cera. Non dimenticare il respiro è molto importante. »
(Maestro Miyagi durante gli allenamenti di Daniel)

Per vincere domani - The Karate Kid (The Karate Kid) è un film del 1984 diretto da John G. Avildsen.

È il primo capitolo della tetralogia di Karate Kid. Oltre a segnare la fama di Ralph Macchio (nel ruolo del giovane protagonista Daniel LaRusso) il film ha messo in risalto altri attori, primo fra tutti Noryuki "Pat" Morita che per questa interpretazione si è guadagnato una nomination come miglior attore non protagonista agli Oscar del 1985.

Karate Kid si propone come una versione per ragazzi di un campione di incassi come Rocky, ed infatti non è un caso che a dirigere il film sia stato chiamato John G. Avildsen, regista del film con Stallone. Il grande successo commerciale aprì la strada ad alcune imitazioni, tra cui l'italiano Il ragazzo dal kimono d'oro, e riaccese la passione del pubblico cinematografico verso i film di arti marziali, dopo il grande successo che i film con Bruce Lee avevano riscosso negli anni settanta. Il film funzionò anche come spot per la diffusione del karate e delle arti marziali in generale, che dopo questo film, negli Stati Uniti come nel resto dell'Occidente, ebbero un grande impulso e si svilupparono notevolmente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Daniel LaRusso è un sedicenne del New Jersey. Di origine italiana e orfano di padre che, per esigenze lavorative della madre, è costretto a trasferirsi in California. Per nulla entusiasta di questo trasferimento, inizialmente Daniel sembra comunque riuscire a legare con la gioventù locale e, lo stesso giorno in cui lui e Lucille giungono a Los Angeles, nel residence popolare di Reseda dove avrebbero vissuto, Daniel conosce un ragazzo suo coetaneo - il latino Freddie Fernandez - che lo invita ad una festa sulla spiaggia quella sera stessa.

Poco dopo Daniel fa la sua prima conoscenza con Miyagi, quando acconsente alla richiesta di sua madre nel mandarlo "dall'uomo che fa le riparazioni" e chiedergli di venire ad aggiustare il rubinetto. Quando Daniel entra nella sua abitazione, rimane piuttosto sconcertato nel vederlo concentrato con un paio di bacchette di legno a tentare di afferrare delle mosche che gli girano attorno. Dopo un inutile tentativo di attirare la sua attenzione per spiegargli il motivo della visita, Daniel capisce che l'uomo vuole essere lasciato in pace e quindi se ne va.

La sera, durante la festa, Daniel ha modo di conoscere altri ragazzi, rimanendo colpito dalla bellezza di una ragazza dai capelli biondi, la ricca Ali che abita nelle colline di Encino. Verso sera, Daniel riesce finalmente a tentare un primo approccio con Ali e sembra riuscirci. Sarà l'arrivo di Johnny Lawrence e dei suoi amici a rovinare tutto, quando il giovane bullo tenterà in maniera brusca di parlare con la ragazza e Daniel, intervenendo in sua difesa, verrà brutalmente picchiato da Johnny, che si dimostrerà abilissimo nelle arti marziali.

Nei giorni successivi il ragazzo tenterà più volte di familiarizzare con Ali, scoprendo con piacere che frequentano la stessa scuola. Tuttavia, anche Johnny ed i suoi amici frequentano lo stesso istituto e Daniel viene a scoprire che Ali e Johnny erano stati fidanzati tempo addietro.

Le cose non vanno bene per Daniel nei giorni successivi. Oltre ad essere vittima di continue molestie da parte di Johnny e dei suoi amici, Daniel inizia ad evitare di frequentare Ali per paura di ricevere ulteriori fastidi da parte del gruppo di bulli. Decide di prendere in considerazione l'idea di incominciare a studiare il karate di nuovo presso una palestra locale chiamata Dojo Kobra Kai. Recatosi sul luogo, scopre che l'intera banda dei bulletti frequenta il Dojo, Johnny sembra essere l'allievo migliore ed il Maestro, Sensei John Kreese, un reduce della guerra del Vietnam, sottopone i suoi allievi ad allenamenti duri e disciplinati da una severità marziale tipica di un'accademia militare.

Durante l'allenamento Daniel viene scorto e riconosciuto da Johnny che, tuttavia, si limita solo a lanciargli un sorrisetto beffardo. Daniel decide di allenarsi per conto suo, sebbene le possibilità siano limitate ad un libro ed esercizi casalinghi. Una sera, mentre sta tornando a casa in bicicletta, viene raggiunto dalla banda di Johnny in motocicletta che, deridendolo e prendendolo in giro come al solito, lo scagliano giù per un canale con tutta la bicicletta che viene gravemente danneggiata. Daniel ritorna a casa furibondo, gettando la bicicletta in un cassonetto e viene soccorso dalla madre.

Dopo qualche giorno, mentre ritorna a casa, Daniel trova davanti l'uscio della porta la bicicletta, pulita e riparata. Daniel, intuendo che fosse stato "l'uomo delle riparazioni", decide di andarlo a ringraziare. Quando si reca sul posto rimane molto affascinato di come l'uomo stava curando delle pianticelle che non aveva mai visto prima: degli alberi bonsai. Miyagi si dimostra gentile con lui, non solo insegnandogli a potare gli alberi nani ma regalandone uno al ragazzo ed un altro alla madre. Con il passare dei giorni, Daniel inizia a frequentare Miyagi e tra di loro inizia a manifestarsi una prima simpatia.

Ad Halloween Daniel viene convinto da Miyagi ad andare alla festa della scuola, trovando per lui un travestimento che gli avrebbe permesso di non essere riconosciuto. Ali tuttavia, durante la festa, intuisce subito che dietro La Doccia si cela Daniel e così lo raggiunge, riuscendo infine a convincerlo ad uscire fuori e non avere paura. Durante la festa Daniel inquadra anche la banda di Johnny con i suoi amici e decide di tirargli uno scherzo: mentre Johnny è solo in bagno, Daniel incastra una prolunga di gomma tra le tubature sotto il soffitto e quindi apre il rubinetto dell'acqua, innaffiando lo sbruffone. La banda si infuria ed insegue Daniel . La fuga si prolunga fino a quasi sotto casa di Daniel ma alla fine il gruppo riesce ad acciuffarlo ed a pestarlo brutalmente. È soprattutto Johnny, animato dalla gelosia, ad accanirsi sul rivale sostenuto in particolare da Tommy e Dutch, due ragazzi esaltati e molto inclini alla violenza; al contrario, il mite Bobby Brown tenta inutilmente di calmare gli animi.

Sarà l'intervento di Miyagi a salvare Daniel dalle grinfie dei bulletti: saltando la recinzione del condominio di Daniel, il giapponese mostra immediatamente finissime doti di karateka, e in pochi secondi stende tutta la banda. Dopo aver perduto i sensi, Daniel si risveglia a casa di Miyagi, e alla fine riesce a convincerlo ad aiutarlo. Il giorno dopo entrambi si presentano alla palestra Kobra Kai - mentre è in corso una dura lezione all'insegna del "senza pietà" per l'avversario - e parlano col sensei John Kreese. L'uomo deriderà la richiesta del vecchio giapponese di lasciare in pace Daniel ed alla fine, leggendo un manifesto pubblicitario affisso nel dojo, vengono a sapere la dta del torneo di karate.

Miyagi insegna a Daniel l'arte e la filosofia del Karate. Daniel inizierà a comprendere non solo l'arte del combattimento ma anche tutti gli elementi che compongono la vera filosofia del karate, ossia: equilibrio, rispetto e onore. Durante l'allenamento, Daniel ha modo di poter frequentare Ali, anche se l'intervento inopportuno di Johnny ed i suoi amicimanderà all'aria i suoi piani. In particolar modo, Johnny, poiché ha ricevuto il divieto di picchiarlo fino al giorno del torneo, farà di tutto per mandare all'aria il suo tentativo di conquistare la sua ex ragazza ed una sera sembra quasi riuscirci: durante un ballo al country club di Encino, dove sono radunate tante ricche famiglie, Johnny viene letteralmente messo nelle braccia di Ali dalla madre di quest'ultima che lo preferisce chiaramente a Daniel. Egli abbraccia la ragazza e la bacia proprio nel momento in cui Daniel arriva, introfolatosi dalle cucine. Daniel urta un cameriere che gli rovescia addosso una zuppiera di spaghetti al sugo, finisce a terra ed abbandona frettolosamente il club. Ali schiaffeggia Johnny.

Saputo dell'equivoco, Daniel riuscirà a chiarirsi con la ragazza e, finalmente, avranno modo di mettersi insieme, tant'è che Ali lo affiancherà assieme a Miyagi durante il torneo.

Il giorno della gara, Daniel si dimostrerà subito capace e preparato. Superate le prime difficoltà infatti, inizierà a vincere i vari incontri e batterà diversi atleti, alcuni dei quali appartenenti al Dojo Kobra Kai. Negli ottavi di finale sconfigge il nevrotico Tommy, nei quarti l'esaltato Dutch, un altro biondino dai tratti chiaramente neerlandesi, che era stato il suo principale persecutore dopo Johnny; Daniel subisce un duro colpo pochi secondi dopo l'apertura, ma ribalta il risultato e vince. Kreese e Johnny si voltano, contrariati.

Alle semifinali Daniel affronta Bobby Brown, il ragazzo relativamente più mite tra i Kobras. Prima dell'incontro, John Kreese ordinerà a Bobby di assicurarsi che Daniel venga messo fuori combattimento. Sebbene riluttante, il giovane Bobby non ha la forza di opporsi al volere del suo maestro per timore di essere emarginato e così, subito dopo l'inizio, colpisce Daniel al ginocchio con un colpo proibito e con eccessiva potenza. Rendendosi conto di ciò che ha causato Bobby cerca disperatamente di scusarsi con Daniel, ma ciò non evita la squalifica. Daniel, debilitato dal colpo, viene portato via in barella mentre Johnny Lawrence, che nel frattempo aveva vinto l'altra semifinale contro Darryl Vidal, si prepara ad aggiudicarsi la vittoria del torneo "per abbandono".

Tuttavia, negli spogliatoi, Daniel implora Miyagi di fare qualcosa per rimettergli a posto la gamba. Sebbene Miyagi sia riluttante a tal proposito, poiché convinto che Daniel abbia già dimostrato il suo valore, concorda con l'allievo sul fatto che solo la vittoria di quell'incontro lo avrebbe aiutato a trovare un proprio equilibrio. Così facendo, inizia a massaggiargli la gamba e fargli passare il dolore e, all'ultimo momento, gli permette disputare l'incontro.

Il combattimento tra Johnny e Daniel parte bene per quest'ultimo, che nei primi due scambi si aggiudica due dei tre punti necessari per la vittoria, poi Johnny facendo valere la sua migliore condizione fisica riesce a colpire due volte il dolorante Daniel riportando l'incontro in una situazione di pareggio. Durante un time out, John Kreese ordinerà a Johnny di spezzare la gamba lesionata di Daniel. Anche Johnny, ora, sembra rendersi conto della follia del suo sensei al quale per altro anche lui non ha la forza di opporsi. Ad un certo punto, riesce a colpire con violenza lo stesso ginocchio di Daniel che era stato colpito da Bobby. Daniel tuttavia riesce a rialzarsi e continuare e, assumendo una curiosa guardia, assai differente da quella utilizzata in precedenza, conclude l'incontro colpendo Johnny con la "Tecnica della Gru" che aveva visto realizzare da Miyagi durante un allenamento e su cui egli stesso si era preparato in segreto. Subito dopo Daniel viene portato in trionfo e Johnny, piangente, prende il trofeo dalle mani dell'arbitro per consegnarlo al legittimo proprietario Daniel, ammettendo la sconfitta e facendogli i complimenti.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniel Larusso: il protagonista
  • Miyagi: il maestro di Daniel. Sua moglie è morta insieme al figlio durante il parto.
  • John Kreese: il sensei dei Kobra. Molto più cattivo dei suoi allievi.
  • Johnny Lawrence: il più forte dei Kobra e il capo della banda che tormenta Daniel, segue gli ideali di nessuna pietà per l'avversario professati dal suo maestro John Kreese, ma alla fine quando il sensei gli ordina di spezzare la gamba ferita di Daniel rimane giustamente meravigliato e dopo essere stato sconfitto mostra un lato umano e sportivo consegnando di persona in lacrime il trofeo a Daniel e dicendogli "Hai vinto e sei il più forte".
  • Bobby Brown: il secondo più forte dei Kobra e il più mite dei ragazzi della banda, non partecipa mai attivamente ai "pestaggi" su Daniel e più volte tenta inutilmente di convincere i suoi a non esagerare. Dal modo in cui parla si capisce chiaramente che è un ragazzo molto timido e insicuro che rimane attaccato alla "banda" per timore di ritrovarsi da solo. Inoltre è il primo a rendersi conto della follia del sensei e mostra tutto il suo lato buono chiedendo scusa in lacrime a Daniel dopo averlo colpito gravemente alla gamba.
  • Dutch: riconoscibile dalla vistosa chioma bionda. Il suo carattere è nettamente incline alla violenza, ma a differenza di Tommy il suo comportamente è più spaccone ed esibizionista. Dopo la vittoria di Daniel sul suo grande amico Tommy negli ottavi di finale è uno dei primi a rendersi conto che Daniel è migliorato a tal punto da essere una minaccia per il gruppo dei Kobra. Viene eliminato proprio da Daniel nei quarti di finale.
  • Tommy: la sua personalità emerge solo durante il torneo perché per il resto del film parla poco. Il suo carattere è molto incline alla violenza, ma a differenza di Dutch dimostra di essere molto più nevrotico ed isterico. Viene eliminato da Daniel negli ottavi di finale e subito dopo aver subito il punto decisivo urla di rabbia. Rimane fedele al sensei fino alla fine incitando Johnny e Bobby.
  • Robertson: ragazzo di colore dei Kobra di scarso talento, durante un allenamento viene sconfitto facilmente da Bobby e durante uno dei primi incontri viene eliminato senza troppi problemi anche da Daniel.
  • Darryl Vidal: ragazzo di origine latino-americana dotato di grande talento, è membro dell'All Valley Karate Club, insieme a Daniel è l'unica minaccia al monopolio del blocco dei Kobra e ne elimina alcuni nel suo percorso nel torneo. Verrà battuto nettamente per 3-0 da Johnny nella semifinale.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome del maestro Miyagi è un chiaro riferimento al maestro Chojun Miyagi, fondatore dello stile di karate Goju Ryu.
  • Alcune delle tecniche di karate viste nel film ("dai la cera, togli la cera", "dipingi steccato", "dipingi casa") sono tipiche del Goju Ryu.
  • La tecnica della gru, anche se è stata utilizzata in maniera "Cinematografica" (l'applicazione della tecnica è in realtà diversa), è caratteristica della scuola Shorei a cui appartiene il goju ryu
  • Nella scena in cui Johnny Lawrence andrà a "spezzare" la gamba di Daniel LaRusso, si può notare Ralph Macchio indicare a William Zabka con quale gamba gli sferrerà il calcio.

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Dal film è stato sviluppato un videogioco intitolato The Karate Kid,sulla piattaforma NES che è diviso in 4 livelli.

Citazioni e parodie[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio 7x03 de I Griffin, Joe picchia gli amici Peter, Cleveland e Quagmire. I quattro si trovano in un Dojo e Joe urla frasi che ricordano la scena in cui John Kreese maltratta i suoi allievi.
  • Nell'episodio 9x02 de I Griffin, il conduttore televisivo e giornalista americano di idee conservatrici Rush Limbaugh, salva Brian mentre viene picchiato da una banda di teppisti, in una scena perfettamente identica a quella del film in cui Daniel, travestito da tendina da doccia per una festa in maschera, viene picchiato e poi salvato dal maestro Miyagi.
  • Nel film Hercules alcune scene dell'allenamento di Hercules ricordano molto quelle di Daniel, in particolare le posizioni su una gamba.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Karate Kid - La leggenda continua.

Il film è stato oggetto di un remake intitolato The Karate Kid - La leggenda continua, uscito nell'estate 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]