Per guadagnarsi la vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Making a Living" rimanda qui. Se stai cercando la serie televisiva, vedi Nancy, Sonny & Co..
Per guadagnarsi la vita
(Charlot giornalista)
Titolo originale Making a Living
Paese di produzione USA
Anno 1914
Durata 13 min
Colore B/N
Audio muto
Genere comico
Regia Henry Lehrman
Sceneggiatura Reed Heustis
Produttore Mack Sennett
Fotografia E. J. Vallejo
Interpreti e personaggi

Per guadagnarsi la vita, conosciuto in Italia anche con il titolo di Charlot giornalista, è il primo film interpretato da Charlie Chaplin, proiettato per la prima volta il 2 febbraio 1914.

Chaplin interpreta un aspirante giornalista a caccia di scoop. Non appare ancora nelle vesti di Charlot. Il personaggio è ancora in divenire, ma già si intravedono alcuni tratti caratteristici della maschera del vagabondo: l'apparente eleganza, la gestualità tipica e la mancanza di quattrini.

Nel cortometraggio Chaplin si esibisce in gag che poi diverranno familiari agli spettatori di tutto il mondo: la tipica corsa a perdifiato per sfuggire agli inseguitori (nello specifico un giornalista derubato delle fotografie dello scoop) ed il manovrare frenetico di cilindro (sostituito poi dalla bombetta) e bastoncino da passeggio (questo lo accompagnerà fedelmente) nelle mani per non perderli.

Il film non avrà successo, ma passerà alla storia per la prima apparizione di Chaplin.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Charlie interpreta Swindler, uno scapestrato che, a corto di quattrini, prima deruba Henry Lehrman di qualche spicciolo, quindi seduce la sua donna, infine gli ruba lo scoop da lui immortalato con la sua macchina fotografica. Inevitabile la scazzottata finale fra i due.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema