Pentri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Sannio secondo l'Historical Atlas

I Pentri erano una delle quattro tribù che costituivano il popolo dei Sanniti e che facevano parte della confederazione che andava sotto il nome di Lega sannitica. Erano stanziati nel Sannio settentrionale, a cavallo delle attuali province di Campobasso, Isernia, L'Aquila e Chieti, tra Molise e Abruzzo.

Il loro nome ha la stessa radice del celtico pen ("sommità") e significherebbe quindi "popolo dei monti".

La loro capitale era Bovianum, probabilmente l'attuale Bojano ed era la tribù sannitica più potente. Altre due importanti città erano Allifae e Aesernia. I Pentri parteciparono, nel corso della terza guerra sannitica, alla battaglia di Sentino insieme agli Irpini (Sanniti del Beneventano-Avellinese) e ai Galli Senoni.

La Legio Linteata[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Legio Linteata.

I Pentri che facevano parte della Lega Sannitica furono guerrieri molto temibili e valorosi e contribuirono non poco con i loro uomini alla Legio Linteata: un gruppo scelto di guerrieri, dopo una particolare cerimonia sacra, diventava una casta di votata al sacrificio estremo per difendere il proprio popolo. Questa eccellenza nelle armi[quale?] rimase sempre[quando? I Sanniti furono sottomessi a Roma] un ostacolo nelle mire espansionistiche di Roma.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia