Pena di morte in Croazia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La pena di morte in Croazia è stata abolita nel 1990, quando è stata esplicitamente proibita dall'articolo 21 della nuova costituzione.[1]

In Jugoslavia l'impiccagione è stata sostituita dal plotone d'esecuzione nel 1959, e l'ultima esecuzione di un civile è avvenuta nel 1987.[2]

La Croazia è firmataria del protocollo 13 della Convenzione europea per i diritti umani che abolisce la pena di morte in ogni circostanza. La convenzione è stata firmata il 3 luglio 2002, ratificata il 3 febbraio 2003, è entrata in vigore il 1º luglio 2003.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Constitution of Croatia
  2. ^ (SCR) Deveterostruko ubojstvo najteži zločin in Glas Slavonije, 27 maggio 2009. URL consultato il 20 marzo 2012.
  3. ^ Protocol No. 13 to the Convention for the Protection of Human Rights and Fundamental Freedoms, concerning the abolition of the death penalty in all circumstances