Pelecanus philippensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pellicano grigio
Spotbilled pelican.jpg
Pelecanus philippensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Pelecanidae
Genere Pelecanus
Specie P. philippensis
Nomenclatura binomiale
Pelecanus philippensis
Gmelin, 1789

Il pellicano grigio (Pelecanus philippensis Gmelin, 1789) è un membro della famiglia dei pellicani[2]. Si riproduce nell'Asia meridionale dal sud del Pakistan sino all'India ed all'Indonesia. Abita i grandi specchi d'acqua dell'entroterra e le acque costiere, ma predilige in assoluto i laghi poco profondi. I suoi nidi sono formati da cataste di residui vegetali e si trovano sugli alberi. In genere depone da tre a quattro uova per volta.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Un Pelecanus philippensis atterra trasportando materiale per il nido, mentre i pulcini lo attendono. Fotografia scattata ad Uppalapadu, Andhra Pradesh, India.

Questo pellicano è relativamente piccolo rispetto agli altri della famiglia, anche se rimane un uccello piuttosto grande. La sua lunghezza è compresa tra i 125 ed i 152 cm ed il peso tra i 4.1 ed i 6 kg. È principalmente di colore bianco, con cresta, collo e coda di colore grigio. Durante la stagione dell'accoppiamento, nel piumaggio al di sotto delle ali della coda compare una sfumatura rosacea. Normalmente queste aree sono invece bianche come il resto del corpo, mentre gli esemplari immaturi sono completamente marroni. Sul becco rosa compaiono delle macchie nere durante la stagione degli amori.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una specie stanziale che si muove solamente all'interno di aree ristrette e si distribuisce in modo più ampio al di fuori della stagione degli amori. Come la maggior parte dei pellicani, cattura i pesci nel grosso becco mentre vola solcando la superficie dell'acqua.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

A causa della distruzione dell'habitat naturale e del disturbo arrecatogli dall'uomo, questo pellicano sta diminuendo in numero. Fortunatamente, in tempi recenti si è scoperto che la situazione non è così grave come si credeva in precedenza, e la specie è stata declassata dallo stato di vulnerabile a quello di prossima alla minaccia nel 2007, dopo che purtroppo la specie si era estinta nelle Filippine già a metà del XX secolo[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Pelecanus philippensis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Pelecanidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 7 maggio 2014.
  3. ^ Vedi BirdLife International (2007a, b)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica acquisita ad Uppalapadu e Garapadu, Andhra Pradesh, India

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli