Pegasidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pegasidae
1 Eurypegasus draconis.JPG Pegasus lancifer in vivo.jpg
Eurypegasus draconis e Pegasus lancifer
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Gasterosteiformes
Famiglia Pegasidae

Pegasidae è una famiglia di pesci ossei di mare dell'ordine Gasterosteiformes[1].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Provengono dall'oceano Pacifico e dall'est dell'oceano Indiano[2].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presentano un corpo abbastanza schiacciato, con la testa molto sottile e allungata. Le scaglie sono spesse e evidenti. Le pinne pettorali sono orizzontali e decisamente più ampie delle altre[3]. La specie di dimensioni maggiori è Pegasus volitans, che raggiunge i 20 cm[2].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutrono di piccoli invertebrati marini[3].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Sono ovipari, e non ci sono cure nei confronti delle uova.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In questa famiglia sono riconosciuti soltanto 2 generi[2]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Pegasidae in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  2. ^ a b c FishBase:Pegasidae. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  3. ^ a b Famiglia Pegasidae. URL consultato il 19 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci