Pedro de Ursúa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pedro de Ursúa

Pedro de Ursúa (Baztan, 15261561) è stato un esploratore e conquistador spagnolo originario dei Paesi Baschi.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

A Panama, Ursúa represse una rivolta di cimarrón (ex-schiavi) invitandone il capo Bayano a discutere una tregua, per poi catturarlo e mandarlo da re Filippo II di Spagna.[1] Ursúa setacciò anche l'Amazzonia alla ricerca di El Dorado e di Kambeba con Lope de Aguirre. Aguirre uccise Ursúa, forse perché questi non gli aveva permesso di portare la moglie nella spedizione, o più semplicemente nel corso di una lotta di potere.[2]

Una versione romanzata della storia di Ursúa e Aguirre è descritta nel film di Werner Herzog intitolato Aguirre, furore di Dio, ed in quello di Carlos Saura intitolato El Dorado.

Il romanzo "Ursúa" di William Ospina è diventato una delle principali fonti su Pedro de Ursúa. Il libro fornisce dettagli sulla vita di Ursúa, e degli eventi accaduti nel Nuovo Mondo verso la metà del XVI secolo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sportfishing charters. Pagina sulla pesca nel Rio Chepo, con un paragrafo sulla storia di Ursúa e dei cimarrón.
  2. ^ Discendenti di Juan de Ursua

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 13108777 LCCN: n80040754

Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe