Pedro Solbes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pedro Solbes
Pedro Sorbes IMF.JPG

Commissario europeo per gli Affari Economici e Monetari
Durata mandato 16 settembre 1999 –
25 aprile 2004
Presidente Romano Prodi
Predecessore Yves-Thibault de Silguy
Successore Joaquín Almunia

Ministro dell'Economia e delle Finanze
Durata mandato 18 aprile 2004 –
7 aprile 2009
Presidente José Luis Rodríguez Zapatero
Predecessore Javier Arenas (Economia)
Cristobal Montoro (Finanze)
Successore Elena Salgado

Durata mandato 13 luglio 1993 –
5 maggio 1996
Presidente Felipe González
Predecessore Carlos Solchaga
Successore Rodrigo Rato

Ministro dell'Agricoltura, Pesca e Alimentazione
Durata mandato 7 luglio 1991 –
13 luglio 1993
Presidente Felipe González
Predecessore Carlos Romero
Successore Vicente Albero

Pedro Solbes Mira (Pinoso, 31 agosto 1942) è un politico spagnolo, esponente del Partito Socialista Operaio (PSOE).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È laureato in giurisprudenza presso l'Università Complutense di Madrid, dove ha anche conseguito il dottorato in Scienze politiche, e si è diplomato in Economia europea presso la Libera Università di Bruxelles: è sposato ed ha tre figli.

Nel 1968 ha iniziato a lavorare come alto funzionario presso i ministeri del Commercio con l'Estero e delle Finanze, come responsabile per le relazioni con le Comunità europee: in particolare, è stato consigliere economico della Missione diplomatica della Spagna presso le Comunità europee (1973-1978) ed è stato membro del gruppo di lavoro per i negoziati di adesione della Spagna alla CEE (1982-1985).

È entrato a far parte del primo governo presieduto da Felipe González Márquez come sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri con delega alle relazioni con la CE (1982-1991): nei successivi governi di Gonzales, ha ricoperto la carica di ministro dell'Agricoltura (1991-1993) e dell'Economia (1993-1996). Eletto al Congreso de los Deputados nel 1996, ha svolto anche l'incarico di docente presso l'università di Alicante.

Ha fatto parte della Commissione Europea dal 2000 (Commissione Prodi) con delega agli Affari economici e monetari: si è dimesso nel 2004 (è stato sostituito da Joaquín Almunia) per entrare a far parte del governo di José Luis Rodríguez Zapatero come ministro dell'Economia e secondo Vicepresidente del Governo. Dopo essere stato riconfermato nella sua posizione nel secondo Governo Zapatero, il 7 aprile 2009 a seguito di un rimpasto è stato sostituito dalla collega Elena Salgado.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore di Numero dell'Ordine di Isabella la Cattolica - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Numero dell'Ordine di Isabella la Cattolica
— 30 maggio 1985[1]
Gran Croce dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Carlo III
— 10 maggio 1996[2]
Collare dell'Ordine al Merito Civile - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine al Merito Civile
— 24 aprile 2009[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Template:Cita publicación
  2. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  3. ^ Template:Cita publicación

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Commissario europeo per gli Affari Economici e Monetari Successore Flag of Europe.svg
Yves-Thibault de Silguy 16 settembre 1999 - 25 aprile 2004 Joaquín Almunia
Predecessore Commissario europeo
della Spagna
Successore Flag of Spain.svg
Marcelino Oreja
Manuel Marin
16 settembre 1999-25 aprile 2004
con Loyola de Palacio
Joaquín Almunia

Controllo di autorità VIAF: 62841520 LCCN: n80049218