Pedro Eugenio Aramburu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox militare}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Pedro Eugenio Aramburu Clivet

Pedro Eugenio Aramburu Clivet (Río Cuarto, 21 marzo 1905Carlos Tejedor, 1 giugno 1970) è stato un politico e generale argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pedro Eugenio Aramburu nacque a Río Cuarto, nella provincia di Córdoba, il 21 marzo 1905; fu iscritto al Colegio Militar de la Nación dove ottenne il grado di sottotenente nel 1922 e di maggiore nel 1939; fu docente presso la Escuela Superior de Guerra nel 1943 e, dopo la fine della seconda guerra mondiale, raggiunse il grado di generale di brigata nel 1951 e, nel 1955, divenne Capo di Stato Maggiore dell'Esercito con il grado di tenente generale.

Nello stesso anno fu tra gli organizzatori del colpo di stato che il 16 settembre rovesciò il governo del presidente Juan Domingo Perón, costringendolo all'esilio, ed assunse la presidenza dell'Argentina dal 13 novembre 1955 al 1º maggio 1958 quando fu sostituito da Arturo Frondizi.

Aramburu fu assassinato il 1 giugno 1970, due giorni dopo essere stato rapito, dal gruppo filo peronista Montoneros[1]; le sue spoglie riposano al cimitero monumentale della Recoleta a Buenos Aires.

Predecessore Presidente dell'Argentina Successore Coat of arms of Argentina.svg
Eduardo Lonardi 13 novembre 1955 - 1º maggio 1958 Arturo Frondizi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clarín.com.ar

Controllo di autorità VIAF: 55056393 LCCN: n88611932