Pedro Arrupe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pedro Arrupe (Bilbao, 14 novembre 1907Roma, 5 febbraio 1991) è stato un gesuita spagnolo, Preposito Generale della Compagnia di Gesù dal 1965 al 1983

Padre Pedro Arrupe SJ

.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Missionario a Hiroshima durante e dopo l'esplosione della bomba nucleare nel 1945, teologo, divenne Superiore Generale della Compagnia di Gesù nel 1965, all'indomani del Concilio Vaticano II, sviluppando l'opzione preferenziale per i poveri, l'impegno per la giustizia sociale e una certa simpatia (ma in seguito anche una presa di distanza) dalla teologia della liberazione.

Nel 1974 chiese invano a papa Paolo VI di estendere il quarto voto di obbedienza al Papa, proprio dei gesuiti, a tutti i sacerdoti. In seguito, durante i primi anni del pontificato di papa Giovanni Paolo II, i rapporti con la Santa Sede si fecero più distanti.

Nel 1980 presentò al papa le sue dimissioni - primo caso nella storia della Compagnia - dalla carica di Superiore. Queste vennero rifiutate da Giovanni Paolo II, che tuttavia l'anno successivo, di fronte all'ictus che nel frattempo aveva colpito Arrupe, decise di inviare ai vertici della Compagnia un proprio "delegato personale" nella persona di Paolo Dezza. Dopo lo svolgimento di tale incarico transitorio, venne eletto Peter Hans Kolvenbach.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni La Bella, Pedro Arrupe. Un uomo per gli altri (Il Mulino, Bologna 2007)
Predecessore Preposito Generale della Compagnia di Gesù Successore
Jean-Baptiste Janssens 1965 - 1983 Peter Hans Kolvenbach

Controllo di autorità VIAF: 104691246 LCCN: n80037932