Paz!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paz!
Paz.png
Una scena del film
Paese di produzione Italia
Anno 2002
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Renato De Maria
Soggetto Ivan Cotroneo
Renato De Maria
Sceneggiatura Ivan Cotroneo
Renato De Maria
Francesco Piccolo
Ivan Moffat
Produttore Roberto & Matteo Levi per Tangram Film, RAI Cinema, Stream, I.T.C. Movie
Fotografia Gian Filippo Corticelli
Montaggio Jacopo Quadri Letizia Caudullo
Musiche Riccardo Sinigallia
Francesco Zampaglione
Meme
Scenografia Giancarlo Basili
Interpreti e personaggi
Premi
« Mai tornare indietro, neanche per prendere la rincorsa. »
(Andrea Pazienza, murale)

Paz! è un film del 2002 diretto da Renato De Maria, tratto dai fumetti del disegnatore Andrea Pazienza e ambientato nella tumultuosa Bologna del 1977.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La trama manca di linearità, essendo il film composto da sketch estrapolati da almeno quattro opere diverse. I protagonisti infatti non interagiscono mai tra loro, nonostante succeda più volte nel film che s'incrocino. Penthotal, Fiabeschi e Zanna e il suo gruppo non si conoscono, ma sono accomunati dallo sfondo, la città, il tessuto sociale, gli avvenimenti, e, soprattutto, l'appartamento. Il regista ha infatti girato le interne sempre nello stesso luogo: il numero 43 di via Emilia Ponente, occupato di volta in volta da ognuno dei protagonisti con i propri coinquilini.

Il film inizia con Zanardi (dal fumetto Zanardi, 1983), insieme a Colasanti e Petrilli, ripetenti della quinta classe del Liceo Scientifico Enrico Fermi, che passano le giornate tra droga (non l'eroina di cui Pazienza faceva notoriamente uso), bullismo, sesso e totale mancanza di empatia. Il secondo a comparire è Pentothal, un fumettista e studente fuori corso al D.A.M.S. (dal fumetto Le straordinarie avventure di Pentothal, 1982) che dopo i primi piccoli successi, sembra entrato in una sorta di torpore atarassico: è svogliato, inerte, passivo. Crede, o forse cerca, di provare dolore per essere stato appena lasciato da una fidanzata della quale, in realtà, non gli importa nulla. Vive con altri tre inquilini impegnati nella protesta studentesca che lo accusano di immobilismo. Il terzo protagonista è Fiabeschi, studente fuori corso all'indirizzo Cinema del D.A.M.S. (dal fumetto Giorno, apparso sulla rivista Frigidaire nel gennaio 1981), sempre alla ricerca di marijuana e che vive sulle spalle della innamoratissima fidanzata.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

  1. A vivermi l'inchiodo – Skit
  2. Com'è profondo il mareLucio Dalla e Tiromancino
  3. Feel the FlowDJ Sensei
  4. La lama – Skit
  5. Io sono DioRiccardo Sinigallia
  6. Passami il trip – Skit
  7. Io sto beneUstmamò e Giovanni Lindo Ferretti
  8. Verde matematico – Skit
  9. Every Moment of the DayDJ Sensei
  10. Timida mi ti dòPolina
  11. Amatemi – Skit
  12. Pezzo d'amoreRiccardo Sinigallia
  13. Sei in banana duraShandon
  14. SettantaPer Grazia Ricevuta
  15. EptadoneSkiantos
  16. Japanese GirlGaznevada
  17. Vodka colaArea
  18. Intervallo - Flaminio Maphia

Anacronismi[modifica | modifica sorgente]

  • La canzone Io sto bene dei CCCP che Zanardi ascolta in bagno è uscita nel 1985
  • Fiabeschi prepara per l'esame il film Apocalypse Now uscito nel 1979, ma Paz! è ambientato nel 1977.
  • I ragazzi in discoteca ballano sulle note di Let the Music Play di Shannon, un singolo del 1983.
  • In aula la cartina geografica fisica dell'Asia riporta Russia invece di U.R.S.S..
  • Dietro al barbone che canta si intravede una locandina del gruppo Punkreas, nato nel 1990. Ma è probabile anche che si tratti dell'omonimo locale Bolognese, aperto sul finire degli anni '70.
  • La Canzone Eptadone degli Skiantos che Fiabeschi ascolta in auto è estratta dall'album MONO tono uscito nel 1978.
  • All'interno del D.A.M.S. occupato si intravede la locandina di un concerto del gruppo britannico Test Dept, formatosi nel 1981.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema