Pavel Grigor'evič Antokolskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pavel Grigor'evič Antokolskij (Pietroburgo, 18961978) è stato un poeta russo.

Inizialmente attratto dalla letteratura occidentale, descrisse in seguito gli ideali della vita sovietica. Dopo la guerra risentì dell'influsso di Puškin.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Robespierre e La Gorgone (1928)
  • François Villon (1934)
  • Grandi distanze (1936)
  • Ferro e fuoco (1942)
  • Il figlio (1943)
  • Il 1848 (1948)
  • Nel vicolo dietro l'Arbat (1954)
  • I poeti e il tempo (1957)
  • La forza del Vietnam (1960)
  • Su Puškin (1960)

Controllo di autorità VIAF: 71505141