Paul Scholes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Scholes
P Scholes.jpg
Dati biografici
Nome Paul Aaron Scholes
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 171[1] cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 12 maggio 2013
Carriera
Giovanili
1991-1994 Manchester Utd Manchester United
Squadre di club1
1994-2013 Manchester Utd Manchester United 501 (108)
Nazionale
1993
1997-2004
Inghilterra Inghilterra U-18
Inghilterra Inghilterra
3 (0)
66 (14)
Carriera da allenatore
2011- Manchester Utd Manchester United Riserve/Vice
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 aprile 2014

Paul Aaron Scholes (Salford, 16 novembre 1974) è un ex calciatore inglese, centrocampista.

È soprannominato Silent hero (in italiano Eroe silenzioso).[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo ruolo Paul Scholes è ritenuto uno dei giocatori più forti di sempre, omaggiato anche da Zinedine Zidane che lo aveva definito «Il più grande mediano dell'ultima generazione, l'avversario più difficile da affrontare».[2] Centrocampista completo: dotato di grande quantità (nonostante sia affetto da asma, malattia che gli ha imposto di fare un aerosol prima di ogni partita) e qualità, un rubapalloni dotato di buona tecnica e visione di gioco, qualità che gli permettevano anche di impostare l'azione. In fase offensiva aveva negli inserimenti e nel tiro dalla distanza i suoi punti di forza, capace di segnare gol memorabili come quello che ha deciso la semifinale di ritorno della Champions League 2007-2008 contro il Barcellona[3] permettendo ai Red Devils di accedere alla finale poi vinta contro il Chelsea.[4] I 150 gol in 676 partite con il Manchester United[2] hanno dimostrato il suo gran contributo in fase realizzativa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 17 anni, nel 1991, entra nella squadra giovanile del Manchester United. Il 23 luglio 1993 firma il suo primo contratto da professionista e nella stagione 1994-1995 colleziona 17 presenze realizzando 5 goal. Il suo debutto avviene il 21 settembre 1994 contro il Port Vale, gara di Coppa di Lega vinta 2-1 in cui segna una doppietta.

Il posto da titolare fisso lo ottiene a partire dalla stagione 1997-1998, complice un infortunio occorso a Roy Keane.[5] Nella stagione 1998-1999 vince con i "Red Devils" il "treble", ossia vittoria di scudetto, FA Cup e Champions League. Sigla due reti nella finale di FA Cup contro il Newcastle United, poi salta la finale di Champions League contro il Bayern Monaco a causa di una squalifica.

Scholes nel Manchester United

Ha subito un infortunio nella stagione 2005-2006, rimanendo fuori parecchi mesi causa un grave problema alla vista e rientrando in campo alla fine della stagione.[6] Il 22 ottobre 2006, nella vittoria per 2-0 contro il Liverpool, è diventato il nono giocatore a raggiungere quota 500 presenze con il Manchester United; dopo quella partita viene votato "Man of the match".[7]

Il 3 marzo 2007 ha subito la sua seconda espulsione della carriera in FA Premier League al Manchester United causa una gomitata rifilata a Xabi Alonso del Liverpool (la prima fu contro l'Everton nell'aprile 2005).[8][9] Torna in campo dopo tre giornate di squalifica, il 31 marzo contro il Blackburn, realizzando anche un gol.[10] Subisce poi un'altra espulsione nella stagione, contro la Roma, il 24 aprile in Champions League, causa doppia ammonizione.[11] Il 7 maggio 2007 vince il suo settimo titolo nazionale.

Nella stagione 2007-2008 ha realizzato il suo primo gol il 15 agosto, contro il Portsmouth.[12] Nella sfida dell'andata aveva raggiunto il traguardo delle 100 presenze nella massima competizione continentale.

Il 6 marzo 2010, firmando il gol-vittoria in Wolverhampton-Manchester United (0-1), ha raggiunto quota 100 reti in Premier League.[13] Il 16 aprile 2010 ha rinnovato il contratto con lo United fino al 30 giugno 2011.[14]

Il 31 maggio 2011, dopo aver perso la finale di Champions League contro il Barcellona, annuncia il ritiro dal calcio giocato[15][16], restando allo United con un ruolo tecnico nello staff di Sir Alex Ferguson. Infatti dal 1º luglio è vice allenatore di Warren Joyce al Manchester United Riserve & Under 21.

L'8 gennaio 2012 su richiesta di Sir Alex Ferguson decide di tornare a vestire la maglia numero 22 dello United fino alla fine della stagione effettuando così il ritorno al calcio giocato.[17] Torna in campo lo stesso giorno, nel derby Manchester City-Manchester United (2-3), valevole per il passaggio del turno in FA Cup[18] Alla sua seconda partita dopo il rientro segna un gol in Premier League contro il Bolton.[19]

Il 14 maggio 2012 rinnova il contratto di un ulteriore anno con scadenza 30 giugno 2013.[20]

Il 12 maggio 2013, a pochi giorni dal ritiro dello storico allenatore Alex Ferguson, lo United annuncia la decisione di Scholes di ritirarsi a fine stagione.[21]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha vestito la maglia della Nazionale inglese per sette anni, debuttando nel 1997. Con la maglia dell'Inghilterra ha giocato i Mondiali del 1998 e del 2002 e gli europei del 2000 e del 2004. Il 5 giugno 1999 è stato il primo calciatore inglese ad essere espulso a Wembley in 223 partite interne della Nazionale inglese. Dal momento che l'impianto è stato demolito, è l'unico giocatore inglese espulso al vecchio stadio di Wembley.[22]

Dopo Euro 2004 ha annunciato il suo ritiro dalla Nazionale, volendosi dedicare completamente al proprio club. Poco prima dei mondiali 2010 il CT della Nazionale inglese Fabio Capello lo ha contattato per chiedergli di far parte della spedizione in partenza per il Sudafrica[23]: Scholes ha declinato l'invito per rispetto di chi si era guadagnato il diritto a partecipare a quel mondiale sul campo giocando le qualificazioni.[24]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2013.[25]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995 Inghilterra Manchester United PL 17 5 FACup+CdL 3+3 0+2 UCL 2 0 SI 0 0 25 7
1995-1996 PL 26 10 FACup+CdL 2+1 1+2 CU 2 1 - - - 31 14
1996-1997 PL 24 3 FACup+CdL 2+2 2+1 UCL 4 0 SI 1 0 33 6
1997-1998 PL 31 8 FACup+CdL 2+1 0 UCL 7 2 SI 1 0 42 10
1998-1999 PL 31 6 FACup+CdL 6+1 1+0 UCL 12 4 CS 1 0 51 11
1999-2000 PL 31 9 FACup+CdL 0 0 UCL 11 3 SI+SU+CInt 1+1+1 0 45 12
2000-2001 PL 32 6 FACup+CdL 0 0 UCL 12 6 SI 1 0 45 12
2001-2002 PL 35 8 FACup+CdL 2+0 0 UCL 13 1 SI 1 0 51 9
2002-2003 PL 33 14 FACup+CdL 3+6 1+3 UCL 10 2 - - - 52 20
2003-2004 PL 28 9 FACup+CdL 6+0 4+0 UCL 5 1 SI 1 0 40 14
2004-2005 PL 33 9 FACup+CdL 6+2 3+0 UCL 7 0 SI 1 0 49 12
2005-2006 PL 20 2 FACup+CdL 0 0 UCL 7 1 - - - 27 3
2006-2007 PL 30 6 FACup+CdL 4+0 0 UCL 11 1 - - - 45 7
2007-2008 PL 24 1 FACup+CdL 3+0 0 UCL 7 1 SI - - 34 2
2008-2009 PL 21 2 FACup+CdL 2+3 1+0 UCL 6 0 SI+SU+Cmc 1+1+1 0 35 3
2009-2010 PL 28 3 FACup+CdL 0+2 0+1 UCL 7 3 SI 1 0 36 7
2010-2011 PL 24 1 FACup+CdL 3+0 0 UCL 8 0 SI 1 0 36 1
2011-2012 PL 17 4 FACup+CdL 2+0 0 UCL+UEL 0+2 0 - - - 21 4
2012-2013 PL 16 1 FACup+CdL 3+0 0 UCL 2 0 - - - 21 1
Totale Manchester United 501 108 70 22 136 26 15 0 719 156

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester United: 1995-1996, 1996-1997, 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001, 2002-2003, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2010-2011, 2012-2013
Manchester United: 1995-1996, 1998-1999, 2003-2004
Manchester United: 1994, 1996, 1997, 2003, 2007, 2008, 2010
Manchester United: 2005-2006, 2008-2009, 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester United: 1998-1999, 2007-2008
Manchester United: 1999
Manchester United: 2008

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1993

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio 2003, dicembre 2003, ottobre 2006, agosto 2010
2000-2001, 2002-2003, 2006-2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ uefa.com, titolo=Profilo di Paul Scholes http://it.uefa.com/teamsandplayers/players/player=14681/profile/index.html titolo=Profilo di Paul Scholes. URL consultato il 28 Settembre 2014.
  2. ^ a b c Paul Scholes si ritira, viaggio nella carriera di "Silent hero" blog.panorama.it
  3. ^ Manchester United 1-0 Barcellona, Soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  4. ^ Chelsea 1-1 Manchester United, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  5. ^ (EN) Club Trophy Room, Manchester United. URL consultato il 16 aprile 2009.
  6. ^ (EN) Steve Bartram, Scholes still troubled by vision problems in 1 novembre 2006, Manchester United. URL consultato il 19 dicembre 2008.
  7. ^ (EN) Caroline Cheese, Man Utd 2–0 Liverpool in 22 ottobre 2006, Manchester United. URL consultato il 22 ottobre 2006.
  8. ^ (EN) O'Shea stuns Anfield, ESPNsoccernet. URL consultato il 15 giugno 2012..
  9. ^ Liverpool 0-1 Manchester United, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  10. ^ Manchester United 4-1 Blackburn, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  11. ^ Roma 2-1 Manchester United, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  12. ^ Portsmouth 1-1 Manchester United, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  13. ^ SCHOLES FA 100 E IL MANCHESTER UNITED È IN VETTA
  14. ^ (EN) New deal for Scholes, Manutd.com.
  15. ^ Ufficiale, Paul Scholes si ritira in Calciomercato.com, 31 maggio 2011.
  16. ^ (EN) Scholes retires - but stays at OT in ManUtd.com, 31 maggio 2011.
  17. ^ Scholes, a volte ritornano sportmediaset.mediaset.it
  18. ^ United, vendetta sul City sportmediaset.mediaset.it
  19. ^ Manchester United 3-0 Bolton, soccerway.com. URL consultato il 15 giugno 2012.
  20. ^ Paul Scholes to sign new contract with Manchester United, BBC. URL consultato il 14 maggio 2012.
  21. ^ Manchester United, UFFICIALE: si ritira Scholes, calciomercato.com. URL consultato il 12 maggio 2013.
  22. ^ (EN) Jamie Jackson, Simply the best (London), The Observer, 18 maggio 2008. URL consultato il 19 dicembre 2008.
  23. ^ (EN) World Cup 2010: Timing wrong for Scholes England return in 7 giugno 2010, British Broadcasting Corporation. URL consultato il 7 giugno 2010.
  24. ^ (EN) 27 luglio 2010, British Broadcasting Corporation, titolo=Paul Scholes hints at England World Cup regret http://news.bbc.co.uk/sport1/hi/football/8858276.stm titolo=Paul Scholes hints at England World Cup regret . URL consultato il 27 luglio 2010.
  25. ^ Andrew Endlar, Paul Scholes, StretfordEnd.co.uk. URL consultato il 24 aprile 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul Scholes in National-football-teams.com, National Football Teams.
  • (DEENIT) Paul Scholes in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (ENESFR) Paul Scholes in FootballDatabase.eu.
  • (DE) Paul Scholes in FussballDaten.de, Fussballdaten Verlags GmbH.
  • (EN) Paul Scholes in Soccerbase.com, Racing Post.