Paul Kossoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Kossoff
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Hard rock
Blues rock
Periodo di attività 1968-1976
Strumento Chitarra
Gruppi Free
Album pubblicati 7 (Free)
Studio 6
Live 1
Raccolte 8

Paul Kossoff (Hampstead, 14 settembre 1950Los Angeles, 19 marzo 1976) è stato un chitarrista inglese, noto per esser stato membro fondatore e musicista dei Free.

Kossoff è stato classificato cinquantunesimo nella classifica The 100 Greatest Guitarists of All Time della rivista Rolling Stone.

Nell'aprile del 1968 Kossoff e Kirke collaborarono con Paul Rodgers (voce) e Andy Fraser (basso) con cui registrarono due album in due anni: Tons of Sobs (1968) e Free (1969). Entrambi gli album presentano influenze blues e soul, uno stile che era in contrasto con alcuni dei loro omologhi progressisti e più pesanti di quel momento.

Il successo arrivò nel 1970, quando il loro terzo album, Fire and Water (1970), generò il grande successo All Right Now. La band suonò al famoso festival dell'Isola di Wight con elogi da parte del pubblico e della critica. Il successivo tour fu tutto esaurito nel Regno Unito, in Europa, e in Giappone, ma dopo l'uscita dell'album successivo, Highway (1970), le pressioni esercitate sulla band portarono a una rottura. Il live album Free Live, registrato nel 1970, venne rilasciato nel 1971 come una registrazione di addio. Mentre Rodgers e Fraser perseguirono dei progetti solisti non riusciti, Kossoff e Kirke collaborarono con il tastierista texano John "Rabbit" Bundrick e il bassista giapponese Tetsu Yamauchi e pubblicarono l'album del 1971 Kossoff, Kirke, Tetsu and Rabbit.

I Free si riunirono per pubblicare l'album Free at Last (1972). Dopo il rilascio Fraser dichiarò che ne aveva abbastanza e uscì dalla band per formare gli Sharks. i Free richiamarono Tetsu e Rabbit per l'album Heartbreaker (1973), dopo di che il gruppo si sciolse.

Rodgers e Kirke continuarono a formare il riuscito gruppo Bad Company mentre Kossoff pubblicò un album solista, Back Street Crawler (1973). Egli inoltre accompagnò John Martyn in un tour nel 1975 prima di formare un gruppo chiamato Back Street Crawler.

I Back Street Crawler pubblicarono due album: The Band Plays On nel 1975 e 2nd Street nel 1976. Le registrazioni di uno dei loro concerti nel Regno Unito nel 1975 furono rilasciati anche con il titolo Live at Croydon Fairfield Halls 15/6/75.

Quando i Free supportarono i Blind Faith negli Stati Uniti (1969), Eric Clapton fu così colpito da chiedere a Kossoff di insegnarli la sua tecnica di vibrato. La chitarra di Kossoff era anche molto richiesta per le sessioni di studio e ha contribuito ad assoli per diversi album tra cui: Oh How We Danced di Jim Capaldi (1972), Fields and Angels di Martha Velez (1969), Mulgrave Street di Blondel (1974); Uncle Dog's Old Hat (1972), dei Michael Gately's Gately's Cafe e nel 1971 l'album di Mike Vernon, Bring It Back Home. Inoltre ha suonato in quattro demo di Ken Hensley (pubblicate finalmente nell'album From Time to Time del 1994) e tre tracce che appaiono sull'album di John Martyn del 1975 Live At Leeds.

Una inedito di chitarra solista è emerso nel 2006, nell'album All One di David Elliot che ha registrato con Paul Kossoff negli anni '70. La canzone Seagull, dall'album solista Short Cut Draw Blood di Jim Capaldi del 1975, è considerata scritta da Kossoff. Una retrospettiva sulla carriera di 16 tracce, Koss, è stata rilasciata nel 1977.

Alla fine del 1990 ha visto un rinnovato interesse per Kossoff, e un'altra retrospettiva della carriera è stata rilasciata nel 1997 con il titolo Blue Soul di 14 tracce (in realtà una riedizione di un doppio vinile dalla metà degli anni '80 con lo stesso nome), così come il Box-set di 5 dischi dei Free Songs of Yesterday, e una biografia dei Free dal titolo Heavy Load: La storia dei Free.

Lo stile di Paul Kossoff è di chiara matrice blues dotato di grande feeling ed espressività: i soli principalmente sviluppati sulla scala pentatonica minore e maggiore con un ampio uso del bending e del vibrato. Suonava principalmente chitarre Gibson Les Paul e dal vivo con 2 o più amplificatori: Testate Orange o Marshall, Cabinets Marshall. Possedeva inoltre una Fender Stratocaster nera del 1963, con manico in acero del 1957, che nel 1976 venne acquistata da Dave Murray, poi chitarrista degli Iron Maiden, che ne modificò i pickup. Nel 2012 la Gibson ha rilasciato un modello Signature per il Custom Shop di Gibson Les Paul in suo onore, ricalcante le caratteristiche della sua Gibson Les Paul Standard 59. Non usava nessun effetto a pedale di saturazione ma sfruttava le sfumature ottenibili solo con i potenziometri di volume e tono.

Anche se il medico legale ha indicato la causa ufficiale della morte come edema cerebrale e polmonare, non c'è dubbio che i problemi di salute precedenti del giovane chitarrista legati all'uso di sostanze stupefacenti, abbiano contribuito alla sua prematura scomparsa, sul volo che lo portava da Los Angeles a New York il 19 Marzo 1976.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Free:

I seguenti album sono stati rilasciati dopo che la band cessò di registrare:

Solista:

Back Street Crawler:

Dopo la morte di Kossoff la band pubblicò altri album.

Controllo di autorità VIAF: 48444584 LCCN: n93095994