Paul Hardcastle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Hardcastle
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Musica elettronica
Boogie-woogie
Smooth jazz
Synth pop
Periodo di attività 1980 – in attività
Strumento Sintetizzatori
Tastiere
Album pubblicati 15

Paul Hardcastle (Londra, 10 dicembre 1957) è un compositore e musicista inglese.

Egli è riconosciuto come una delle personalità più rappresentative dello smooth jazz.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver studiato pianoforte, nei primi anni '80, Hardcastle suonò le tastiere in diversi singoli dell'etichetta discografica "Oval" per molti gruppi e artisti musicali. Successivamente, nel 1985, decide di intraprendere una carriera solista, specializzandosi in musica disco. Questa incominciò con il disco Zero One, frutto di una collaborazione con il gruppo funk Universal Funk. Da questo esperimento vennero pubblicati due singoli: la rilassante Rain Forest e l'inquietante Sound Chaser. Questi entrarono immediatamente nelle classifiche di musica dance, specialmente Rain Forest che si posizionò al numero 57 della Hot 100. Subito dopo Hardcastle pubblicò una cover di un pezzo dei D-Train You're The One For Me, unita con altre due sue composizioni, AM e Daybreak. Sempre nello stesso anno, pubblica il suo album di debutto, dal titolo omonimo, ricco di brani da discoteca come King Tut, Just for Money, Central Park, Better e la famosissima 19. Quest'ultima è una delle canzoni più note del musicista britannico ed è incentrata sulla partecipazione, da parte degli americani alla guerra del Vietnam e l'effetto che questa ebbe sui soldati coinvolti. Dopo questa canzone, Hardcastle pubblicò: Don't Waste My Time (con la voce di Carol Kenyon) che raggiunse la posizione numero 8 nella UK Singles Chart, The Wizard, che è diventata la colonna sonora per la trasmissione televisiva Top of the Pops e The Voyager, che è stato utilizzato per il programma della BBC, "Holiday". Dopo il 1986, Paul Hardcastle iniziò a occuparsi principalmente di colonne sonore per show televisivi (infatti, scrisse il tema principale di "Saturday Live") e remix di alcuni lavori, alcuni di artisti come Five Star, Barry White, Third World, Sinitta, Johnny Logan, Hiroshima e Ian Dury. Nel 1988, rilascia il suo primo (e unico) concept album, No Winners, che si concentra sugli effetti distruttivi della corsa agli armamenti della Guerra Fredda. Da qui, egli cambia rotta e si tuffa nell'universo del free jazz. Diventerà una delle icone più rappresentative di questo stile, soprattutto nel 2000 con il singolo Desire.

Hardcastle ha registrato diversi album smooth jazz, alternando uscite sotto i nomi di Kiss The Sky, The Jazzmasters, e Hardcastle. In questi lavori vi è la collaborazione con alcuni cantanti (come Helen Rogers, Becki Biggins, e Margo LeDuc) e sassofonisti tra cui Gary Barnacle, Snake Davis, Phil Todd, Tony Woods, e Rock Hendricks. Tutti questi rilasci sono stati poi riprodotti su radio smooth jazz negli Stati Uniti. Paul quindi nel 2008 vinse come miglior artista jazz nella Smooth of the Year Award.

Vita personale[modifica | modifica sorgente]

Appassionato di motociclette, Paul Hardcastle è sposato con Dolores Baker da cui ha avuto tre figli: Maxine (aprile 1986) Paul Jr. (agosto 1990) e Ritchie (maggio 1997).

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

Anno Album
1984 Daybreak
1985 Zero One
1985 Paul Hardcastle
1988 No winners
1990 Sound Syndicate
1992 Kiss The Sky
1994 Millennium Sky Way
1997 First Light
2004 The Smooth Cuts
2009 Zero One

The Jazzmasters[modifica | modifica sorgente]

Anno Album
1991 The Jazzmasters
1995 The Jazzmasters II
1999 The Jazzmasters III
2004 The Jazzmasters IV
2006 The Jazzmasters V
2010 The Jazzmasters VI
2013 The Jazzmasters VII

Hardcastle[modifica | modifica sorgente]

Anno Album
1994 Hardcastle
1996 Hardcastle II
2002 Hardcastle III
2005 Hardcastle IV
2008 Hardcastle V
2011 Hardcastle VI

Antologie[modifica | modifica sorgente]

Anno Album
1993 The Definitive
1999 Cover to Cover: A Musical Autobiography
2000 Jazzmasters: The Greatest Hits
2003 The Very Best of Paul Hardcastle 1983-2003
2009 Paul Hardcastle: The Collection

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24790245 LCCN: n93002429

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie