Paul Du Bois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paul Du Bois, spesso scritto Dubois (Aywaille, 1859Uccle, 1938), è stato uno scultore e medaglista belga.

Allievo di Eugène Simonis e Charles Van der Stappen, ha studiato dal 1877 al 1883 presso l'Accademia Reale di Belle Arti di Bruxelles e ha vinto il Premio Godecharle nel 1884.

Contribuì al rinnovamento della espressione artistica in Belgio alla fine del XIX secolo: a Bruxzelles fu tra i fondatori dei gruppi d'avanguardia Les XX e poi La Libre Esthétique; insegnò nelle accademie di Mons (1900-1929) e Bruxelles (1901-1929).

La sua eclettica opera comprende sia sculture di piccole dimensioni, medaglie e gioielli che statue, monumenti pubblici o funerari.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Monumente a Edith Cavell e Marie Depage, Bruxelles.

A Bruxelles:

A Liegi la statua di Walthère Frère-Orban, in boulevard d'Avroy.

Molti altri monumenti sono nelle piazze e nei cimiteri di Ixelles, Uccle, Tournai, Mons, Frameries, Huy e Liegi, oppure nei musei di queste città.

È stato anche autore del disegno della Medaglia interalleata della vittoria belga nella Prima guerra mondiale, della quale sono stati coniati circa 350.000 esemplari.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The WWI Victory Medal Series – Belgium, Collector's Weekly. URL consultato il 29 marzo 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paul Du Bois 1859-1938, edizione dell'Horta Museum, Bruxelles, 1996

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]