Pattinaggio aggressive

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aggressive inline(3).jpg

Il Pattinaggio Aggressive, noto anche come pattinaggio street, è una disciplina del pattinaggio in line (rollerblading) che nasce nei primi anni 90 negli USA e si sviluppa in Italia e in tutta Europa a partire dalla fine del 1993. È una disciplina non riconosciuta dalla Fihp (Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio) pur contando un numero di praticanti a volte superiore di altre discipline dentro al Fihp.

Le specialità dell'Aggressive[modifica | modifica sorgente]

Il pattinaggio aggressive comprende le specialità di street, skatepark, halfpipe. Lo street si pratica nelle strade e comunque in tutti gli spazi urbani utilizzando le architetture che la città offre come corrimani, muretti, panchine, tubi vari...

Lo skatepark, come da nome, si pratica negli skateparks, aree apposite costruite per riprodurre al meglio gli ostacoli dello street. Lo skatepark è formato da rampe (funbox, quarters, spine...). L'Halfpipe è un mezzo tubo di legno alto dai 3,20m ai 4,50 con un tubo (cooping) alle sue due estremità. La larghezza di solito è di 6 m, ma può variare dai 4,5m ai 18 m. Il minipipe è un halfpipe in dimensioni ridotte. Può essere alto da 1,2 m per arrivare ai 2,8m con larghezza che va dai 3 m ai 18 m.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport