Patti D'Arbanville

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Patti D'Arbanville

Patricia D'Arbanville, nota come Patti D'Arbanville (New York, 25 maggio 1951), è un'attrice e modella statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlia di un'artista, attrice cinematografica e in seguito televisiva, è stata al centro dei riflettori delle cronache rosa per la sua relazione con l'attore Don Johnson negli anni 1981-1986. La coppia ebbe un figlio, Jesse Wayne Johnson, nel 1982.

Sul finire degli anni sessanta risiedette a Londra dove fece la modella e conobbe Cat Stevens, con cui ebbe una relazione (1968-1970): per il cantante, la D'Arbanville fu d'ispirazione per alcune canzoni, tra cui Lady D'Arbanville (in Mona Bone Jakon), e Wild World (in Tea for the Tillerman).

Sposata tre volte: con l'attore francese Roger Miremont (dal 1975-1980, ha anche vissuto in Francia per una decina d'anni); con l'atleta Steve Curry (1980-1981) e infine con un vigile del fuoco, Terry Quinn, da cui ha avuto tre figli, Emmelyn, Alexandra e Liam.

Carriera di attrice[modifica | modifica sorgente]

Scoperta da Andy Warhol durante un giro per locali quando aveva solo 13 anni, partecipò al suo primo film nel 1960 in una pellicola studentesca (Tuesday and Blue Silk). Lasciata la scuola a 14 anni, ha girato gli Stati Uniti prima di essere inserita nel cast di un film di Warhol, (Flesh del 1968) all'età di 16 anni. Nel 1977 partecipò al film Bilitis, con cui fece scandalo nel ruolo della protagonista lesbica: l'anno seguente è nel cast principale di Un mercoledì da leoni, di John Milius.

Da allora sono molti i ruoli in serie televisive e le apparizioni in pellicole cinematografiche: fra tutte, sono da ricordare i 37 episodi di New York Undercover (1994-1997, accreditata come Patti D'Arbanville-Quinn, dal cognome del terzo marito) e la piccola ma incisiva parte nel ruolo di Lorraine Calluzzo ne I Soprano (2004).

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2672679 LCCN: no99074149