Patrizio Rizzotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monumento a Patrzio Rizzotti al Famedio del Grancamposanto di Messina

Patrizio Rizzotti (Livorno, 26 gennaio 1811Messina, 17 ottobre 1874) è stato un banchiere italiano.

È stato un banchiere messinese molto conosciuto nel mondo economico-bancario di fine ottocento e impegnato nella maggiori iniziative economiche della città.

Esponente della borghesia mercantile della città di Messina, era uno dei maggiori azionisti della Banca Siciliana insieme alla famiglia Grill e ai fratelli Fischer (esponenti dell'alta borghesia mercantile e imprenditoriale messinese).

Presidente della Camera di commercio di Messina dal 1869 al 1874 (nella quale tutt'oggi si conserva un busto in marmo del banchiere del 1881 e scampato alla distruzione del terremoto)[1], fu sepolto nel famedio del cimitero monumentale di Messina.

Il monumento funebre è opera dello scultore Giovanni Scarfì.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L'ultimo splendore: Messina tra rilancio e decadenza (1815-1920) di Rosario Battaglia;
  • Il Mezzogiorno preunitario: economia, società e istituzioni di Angelo Massafra;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ * RESTAURO CONSERVATIVO DI DUE BUSTI MARMOREI SITI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI MESSINA di Francesco Genovese « Sicilia l'Isola da amare
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie