Patrizia di Connaught

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principessa Patrizia
La principessa Patricia di Connaught in una fotografia dell'inizio del XX secolo.
La principessa Patricia di Connaught in una fotografia dell'inizio del XX secolo.
Nascita Buckingham Palace, 17 marzo 1886
Morte Windlesham, Surrey, 12 gennaio 1974
Luogo di sepoltura Frogmore
Padre Principe Arturo, Duca di Connaught
Madre Luisa Margherita di Prussia
Consorte Sir Alexander Ramsay
Figli Alexander Ramsay di Mar

Patrizia di Sassonia-Coburgo-Gotha (Buckingham Palace, 17 marzo 1886Windlesham, 12 gennaio 1974) fu un membro della famiglia reale britannica e una nipote della regina Vittoria. Sposando Alexander Ramsay, ella abbandonò il suo titolo di principessa del Regno Unito ed il trattamento di Altezza Reale.

Il reggimento di fanteria delle forze armate canadesi, Fanteria Leggera Canadese della Principessa Patrizia, venne battezzato in suo onore.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e gioventù[modifica | modifica sorgente]

La famiglia del principe Arturo, duca di Connaught e Strathearn.

La principessa Patrizia – Patsy per i famigliari e gli amici – nacque il 17 marzo 1886, il giorno di San Patrizio, a Buckingham Palace, a Londra. Suo padre era il principe Arturo, duca di Connaught e Strathearn, terzogenito della regina Vittoria e del principe consorte Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha. Sua madre era invece la principessa Luisa Margherita di Prussia. Patrizia aveva un fratello e una sorella maggiori, il principe Arturo di Connaught e la principessa Margherita di Connaught, futura principessa della corona di Svezia.

Venne battezzata con i nomi di Vittoria Patrizia Elena Elisabetta, a Bagshot Park, il 1º maggio 1886; il nome Vittoria le derivava dalla nonna paterna, Patrizia da San Patrizio, il santo commemorato nel giorno del suo compleanno, ed Elena dalla sorella del padre. Furono suoi padrini e madrine:

Canada[modifica | modifica sorgente]

La principessa Patrizia ispeziona il suo reggimento di fanteria, il 21 febbraio 1919.

Nella sua infanzia Patrizia viaggiò molto; suo padre venne infatti inviato in India con la British Army e quindi la giovane Principessa vi trascorse due anni. Connaught Place, la piazza degli affari centrale di Nuova Delhi, è così chiamata in onore del Duca di Connaught. Nel 1911 Arturo venne nominato governatore generale del Canada, così Patrizia accompagnò in Canada i suoi genitori, divenendovi molto popolare.

Il 22 febbraio 1918 venne nominata colonnello in capo del reggimento Fanteria Leggera Canadese della Principessa Patrizia, carica che detenne fino alla morte. Patriza disegnò personalmente l'emblema ed i colori del reggimento, e giocò un ruolo attivo nel comando dello stesso. Nel 1974 venne succeduta da sua cugina e figlioccia, Lady Patricia Mountbatten (figlia di Lord Louis Mountbatten), che in seguito sarebbe divenuta Contessa Mountbatten di Burma; quest'ultima chiese ai membri del reggimento di non riferirsi a lei utilizzando tutti i suoi titoli nobiliari, ma chiamandolo semplicemente Lady Patricia, in onore della sua omonima che l'aveva preceduta.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

La questione del matrimonio della principessa Patrizia fu un argomento scottante di conversazione nel periodo edoardiano. Ella incontrò molti reali stranieri, tra cui il re Alfonso XIII di Spagna e il futuro re Manuele II del Portogallo, nonché Adolfo Federico, Granduca ereditario di Meclemburgo-Strelitz[1] e il granduca Michail Aleksandrovič di Russia, fratello minore dello zar Nicola II.

Alla fine, comunque, Patrizia scelse un uomo comune piuttosto che uno sposo di sangue reale. Sposò il comandante della Royal Navy (in seguito ammiraglio) The Honourable Alexander Ramsay (29 maggio 1881 – 8 ottobre 1972), uno degli aiutanti di campo di suo padre, e terzo figlio del Conte di Dalhousie. La coppia si sposò nell'abbazia di Westminster il 27 febbraio 1919; in questa occasione la principessa Patrizia rinunciò volontariamente al trattamento di Altezza Reale e al titolo di Principessa di Gran Bretagna ed Irlanda, assumendo il titolo di Lady Patrizia Ramsay, con precedenza sulle marchese d'Inghilterra.

Patrizia e Alexander Ramsay ebbero un solo figlio:

Ultimi anni[modifica | modifica sorgente]

Nonostante la sua rinunzia ai suoi titolo reali di nascita, Lady Patriza rimase un membro della famiglia reale britannica, conservò la sua posizione nella linea di successione al trono, e partecipò a tutti i più importanti eventi della vita reale, inclusi matrimoni, funerali e le incoronazioni di Giorgio VI ed Elisabetta II, rispettivamente nel 1937 e nel 1953.

Patrizia era un'artista dotata, specializzata nella tecnica dell'acquerello. Molti dei suoi dipinti furono ispirati dai suoi viaggi in Paesi tropicali e lo stile risentiva dell'influenza di Gauguin e Van Gogh, visto che il suo maestro fu A. S. Hartrick, il quale aveva conosciuto questi artisti.

Lady Patrizia morì a Ribsden Holt, a Windlesham, nel Surrey, poco prima del suo ottantottesimo compleanno e un anno e mezzo dopo essere rimasta vedova. Lei era la più giovane delle uniche due nipoti femmine sopravvissute della regina Vittoria; l'altra era la principessa Alice. Lady Patrizia Ramsay e l'ammiraglio Alexander Ramsay sono sepolti nel cimitero di Frogmore House, proprio dietro il mausoleo reale dei suoi nonni, la regina Vittoria e il principe Alberto.

Titoli nobiliari, onorificenze e stemma[modifica | modifica sorgente]

Il monogramma personale della principessa Patrizia di Connaught.

Titoli[modifica | modifica sorgente]

  • 17 marzo 1886 – 27 febbraio 1919: Sua Altezza Reale Principessa Patrizia di Connaught
  • 27 febbraio 1919 – 12 gennaio 1974: Lady Patrizia Ramsay

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama dell'Ordine della Corona d'India - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Corona d'India
— 1911
Dama di Gran Croce del Venerabile Ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce del Venerabile Ordine di San Giovanni
— 1934
Canadian Forces Decoration - nastrino per uniforme ordinaria Canadian Forces Decoration
— 1934

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Stemma di Patrizia di Sassonia-Coburgo-Gotha

Coat of Arms of Patricia of Connaught.svg


In occasione del suo matrimonio, nel 1919, venne concesso a Patrizia l'uso di uno stemma, in quanto nipote in linea maschile di un monarca britannico. Il suo stemma era quello del regno, con un nastro a differenziarlo. La blasonatura è quindi la seguente:

Inquartato, nel primo e quarto di rosso a tre leopardi d'oro posti in palo (per l'Inghilterra); nel secondo d'oro al leone rampante con una doppia orlatura fiorita e contrafiorita di gigli, il tutto di rosso (per la Scozia); nel terzo d'azzurro, all'arpa d'oro cordata d'argento (per l'Irlanda).

Il tutto è appunto differenziato con un nastro d'argento a cinque punte, la prima e la quinta con una croce rossa, le altre con un fiordaliso azzurro ciascuna.[2]

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Patrizia di Sassonia-Coburgo-Gotha Padre:
Arturo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Nonno paterno:
Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha
Bisnonno paterno:
Ernesto I di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonno paterno:
Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Trisnonna paterna:
Augusta di Reuss-Ebersdorf
Bisnonna paterna:
Luisa di Sassonia-Gotha-Altenburg
Trisnonno paterno:
Augusto di Sassonia-Gotha-Altenburg
Trisnonna paterna:
Luisa Carlotta di Meclemburgo-Schwerin
Nonna paterna:
Vittoria del Regno Unito
Bisnonno paterno:
Edoardo Augusto di Hannover
Trisnonno paterno:
Giorgio III del Regno Unito
Trisnonna paterna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonna paterna:
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Trisnonno paterno:
Francesco Federico di Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Trisnonna paterna:
Augusta di Reuss-Ebersdorf
Madre:
Luisa Margherita di Prussia
Nonno materno:
Federico Carlo di Prussia
Bisnonno materno:
Carlo di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonna materna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonna materna:
Maria di Sassonia-Weimar-Eisenach
Trisnonno materno:
Carlo Federico di Sassonia-Weimar-Eisenach
Trisnonna materna:
Marija Pavlovna Romanova
Nonna materna:
Maria Anna di Anhalt
Bisnonno materno:
Leopoldo IV di Anhalt-Dessau
Trisnonno materno:
Federico di Anhalt-Dessau
Trisnonna materna:
Cristiana Amalia di Assia-Homburg
Bisnonna materna:
Federica di Prussia
Trisnonno materno:
Luigi Carlo di Prussia
Trisnonna materna:
Federica di Meclemburgo-Strelitz

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "PRINCESS PAT" ENGAGED?; Grand Duke of Mecklenburg-Strelitz Said to be Her Fiance, "New York Times", 30 giugno 1913, p. 4.
  2. ^ Marks of Cadency in the British Royal Family

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Marlene A. Eilers, Queen Victoria's Descendants, New York, Atlantic International Publishing, 1987
  • Allison Weir, Britain's Royal Families: The Complete Genealogy, London, Palmico, 1996
  • Obituary: Lady Patricia Ramsay, Granddaughter of Queen Victoria, "The Times", 14 gennaio 1974, p. 14

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95811583

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie