Pat Miletich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pat Miletich
PatMiletich.png
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 77 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Jiu jitsu brasiliano, Shuri-ryū karate, Pugilato, Muay thai, Lotta libera
Squadra Stati Uniti Miletich Fighting Systems
Carriera
Soprannome The Croatian Sensation
Combatte da Stati Uniti Bettendorf, Stati Uniti
Vittorie 29
per knockout 5
per sottomissione 18
Sconfitte 7
Pareggi 2
 

Patrick Jay Miletich (Davenport, 9 marzo 1968) è un ex lottatore di arti marziali miste statunitense di origini croate.

È stato il primo campione dei Pesi Welter UFC, titolo che difese per ben quattro volte; vinse anche il torneo dei pesi leggeri UFC 16.

Nel 2014 venne inserito nella Hall of Fame dell'UFC.

È il fondatore della scuola di arti marziali miste Miletich Fighting Systems, dove allenò campioni del calibro di Matt Hughes, Tim Sylvia, Jens Pulver e Robbie Lawler.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Pat è il quinto di cinque fratelli nati da genitori croati, dei quali due sono deceduti. È orgoglioso delle sue origini croate, e porta tatuato sul braccio sinistro la šahovnica.

Iniziò con la scuola a praticare lotta libera e football americano, dove fu compagno del futuro campione di arti marziali miste Mark Kerr. Trovò la sua dimensione nella lotta libera, e quando la madre iniziò a soffrire di cardiopatia Miletich si diede al professionismo per aiutare la famiglia economicamente.

Miletich iniziò a praticare karate e ottenne un background di pugilato grazie allo zio Johnny "Miller" Miletich, ex pugile olimpico.

La carriera da professionista di Miletich inizia nel 1995 con alcuni tornei nell'Illinois, dove in due anni mette a segno un record personale di 17-1-1, venendo fermato solamente da Matt Hume e Chris Brennan, due lottatori che avranno un futuro in UFC.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Miletich esordisce in UFC il 13 marzo 1998, prendendo parte al torneo UFC 16: Battle in the Bayou. Qui dimostra di essere già un lottatore di grandissimo talento, vincendo il torneo e imponendosi sui rivali Townsend Saunders e Chris Brennan.

Nel 1998 Miletich raggiunge la sua vetta professionale battendo Mikey Burnett e divenendo il primo campione dei pesi welter della storia dell'UFC.

Negli anni successivi Miletich riuscirà a difendere il titolo a più riprese grazie alle vittorie sui brasiliani Jorge Patino e Andre Pederneiras, sul canadese John Alessio e sul giapponese Kenichi Yamamoto, le ultime due vittorie per sottomissione.

Non va altrettanto bene negli incontri che Miletich svolse contemporaneamente alla difesa del titolo UFC nelle altre organizzazioni, in quanto venne sconfitto da Jutaro Nakao in Superbrawl, da José Landi-Jons in WEF e da Kiyoshi Tamura nella giapponese RINGS.

Nel 2001 cederà anche la cintura di campione dei pesi welter UFC venendo sottomesso al terzo round da Carlos Newton.

Miletich combatte altri due incontri, ovvero una vittoria contro Shonie Carter e una sconfitta in un confronto di pesi medi contro Matt Lindland; successivamente decise di prendersi una lunga pausa per recuperare da infortuni che cronicamente lo affliggevano.

Torna a combattere un incontro nel 2006 nell'IFL perdendo contro Renzo Gracie, mentre nel 2008 sconfigge Thomas Denny nel suo ultimo incontro della carriera.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Miletich rimase nell'IFL anche dopo il ritiro da lottatore professionista, divenendo allenatore dei Quad City Silverbacks.

Attualmente è un commentatore sportivo.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 29–7-2 Stati Uniti Thomas Denny KO (pugni) Adrenaline MMA 2: Miletich vs. Denny 11 dicembre 2008 2 0:50 Stati Uniti Moline, Stati Uniti
Sconfitta 28-7-2 Brasile Renzo Gracie Sottomissione (ghigliottina) IFL: Gracie vs. Miletich 23 settembre 2006 1 3:37 Stati Uniti Moline, Stati Uniti
Sconfitta 28-6-2 Stati Uniti Matt Lindland KO Tecnico (pugni) UFC 36: Worlds Collide 22 marzo 2002 1 3:09 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 28–5-2 Stati Uniti Shonie Carter KO (calcio alla testa) UFC 32: Showdown in the Meadowlands 29 giugno 2001 2 2:42 Stati Uniti East Rutherford, Stati Uniti
Sconfitta 27-5-2 Canada Carlos Newton Sottomissione (bulldog choke) UFC 31: Locked and Loaded 4 maggio 2001 3 2:50 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti Perde il titolo dei Pesi Welter UFC
Vittoria 27–4-2 Giappone Kenichi Yamamoto Sottomissione (ghigliottina) UFC 29: Defense of the Belts 16 dicembre 2000 2 1:58 Giappone Tokyo, Giappone Difende il titolo dei Pesi Welter UFC
Sconfitta 26-4-2 Giappone Kiyoshi Tamura Decisione (maggioranza) RINGS: Millennium Combine 3 23 agosto 2000 2 5:00 Giappone Osaka, Giappone
Vittoria 26–3-2 Canada John Alessio Sottomissione (armbar) UFC 26: Ultimate Field Of Dreams 9 giugno 2000 2 1:43 Stati Uniti Cedar Rapids, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Welter UFC
Sconfitta 25-3-2 Cuba José Landi-Jons KO Tecnico (stop medico) WEF 8: Goin' Platinum 15 gennaio 2000 1 8:00 Stati Uniti Rome, Stati Uniti
Vittoria 25–2-2 Stati Uniti Shonie Carter Decisione (unanime) Extreme Challenge 27 21 agosto 1999 1 20:00 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 24–2-2 Brasile Andre Pederneiras KO Tecnico (ferita) UFC 21: Return of the Champions 16 luglio 1999 2 2:20 Stati Uniti Cedar Rapids, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Welter UFC
Vittoria 23–2-2 Stati Uniti Clayton Miller Sottomissione (triangolo) Cage Combat 2 30 maggio 1999 1 0:40 Stati Uniti Ottumwa, Stati Uniti
Sconfitta 22-2-2 Giappone Jutaro Nakao Sottomissione (triangolo) SuperBrawl 11 2 febbraio 1999 1 9:22 Stati Uniti Honolulu, Stati Uniti
Vittoria 22–1-2 Brasile Jorge Patino Decisione (unanime) UFC 18: The Road to the Heavyweight Title 8 gennaio 1999 1 21:00 Stati Uniti New Orleans, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Welter UFC
Vittoria 21–1-2 Stati Uniti Mikey Burnett Decisione (non unanime) UFC Brazil: Ultimate Brazil 16 ottobre 1998 1 21:00 Brasile San Paolo, Brasile Vince il titolo dei Pesi Welter UFC
Parità 20–1-2 Stati Uniti Dan Severn Parità Extreme Challenge 20 22 agosto 1998 1 20:00 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 20–1-1 Stati Uniti Al Buck Jr Sottomissione (strangolamento) Midwest Shootfighting 1 27 giugno 1998 2 2:49 Stati Uniti Clinton, Stati Uniti
Vittoria 19–1-1 Stati Uniti Chris Brennan Sottomissione (strangolamento) UFC 16: Battle in the Bayou 13 marzo 1998 1 9:02 Stati Uniti New Orleans, Stati Uniti Vince il torneo Pesi Leggeri UFC 16
Vittoria 18–1-1 Stati Uniti Townsend Saunders Decisione (non unanime) UFC 16: Battle in the Bayou 13 marzo 1998 1 15:00 Stati Uniti New Orleans, Stati Uniti Torneo Pesi Leggeri UFC 16, Semifinale
Vittoria 17–1-1 Stati Uniti Chris Brennan Decisione Extreme Challenge Trials 15 novembre 1997 1 10:00 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Parità 16–1-1 Stati Uniti Chris Brennan Parità Extreme Challenge 9 30 agosto 1997 1 20:00 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 16–1 Stati Uniti Chuck Kim Sottomissione (rear naked choke) Extreme Challenge 7 25 giugno 1997 1 10:46 Stati Uniti Council Bluffs, Stati Uniti
Sconfitta 15-1 Stati Uniti Matt Hume KO Tecnico (stop medico) Extreme Challenge 4 28 marzo 1997 1 5:00 Stati Uniti Des Moines, Stati Uniti
Vittoria 15–0 Stati Uniti Chad Cox Sottomissione (pugno) Extreme Challenge 3 15 febbraio 1997 1 1:84 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 14–0 Stati Uniti Paul Kimbrel Sottomissione (armbar) Extreme Challenge 2 1º febbraio 1997 1 5:13 Stati Uniti Des Moines, Stati Uniti
Vittoria 13–0 Stati Uniti Jason Nicholson Decisione (unanime) SuperBrawl 3 17 gennaio 1997 1 15:00 Stati Uniti Honolulu, Stati Uniti
Vittoria 12–0 Stati Uniti Earl Loucks Sottomissione (keylock) Extreme Challenge 1 23 novembre 1996 1 7:00 Stati Uniti Des Moines, Stati Uniti
Vittoria 11–0 Stati Uniti Pat Assalone Sottomissione (armbar) Brawl at the Ballpark 1 1º settembre 1996 1 4:01 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 10–0 Stati Uniti Matt Andersen Sottomissione (colpi) Gladiators 1 26 luglio 1996 1 5:21 Stati Uniti Davenport, Stati Uniti
Vittoria 9–0 Giappone Yasunori Matsumoto KO Tecnico (stop medico) Quad City Ultimate 2 11 maggio 1996 1 15:53 Stati Uniti Moline, Stati Uniti
Vittoria 8–0 Russia Andrey Dudko Sottomissione (rear naked choke) Battle of the Masters 2 10 febbraio 1996 1 2:49 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 7–0 Stati Uniti Bob Gholson KO Battle of the Masters 2 10 febbraio 1996 1 2:20 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 6–0 Stati Uniti Rick Graveson Sottomissione (rear naked choke) Battle of the Masters 2 10 febbraio 1996 1 0:46 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 5–0 Stati Uniti Rick Graveson Sottomissione (rear naked choke) Quad City Ultimate 1 20 gennaio 1996 1 1:53 Stati Uniti Moline, Stati Uniti
Vittoria 4–0 Stati Uniti Ed McLennan Sottomissione (armbar) Quad City Ultimate 1 20 gennaio 1996 1 1:28 Stati Uniti Moline, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Kevin Marino Sottomissione (rear naked choke) Battle of the Masters 1 28 ottobre 1995 1 3:49 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 2–0 Stati Uniti Angelo Rivera Sottomissione (rear naked choke) Battle of the Masters 1 28 ottobre 1995 1 1:40 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Vittoria 1–0 Giappone Yasunori Matsumoto Sottomissione (rear naked choke) Battle of the Masters 1 28 ottobre 1995 1 7:40 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 75791294