Passport to Pimlico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passport to Pimlico
Titolo originale Passport to Pimlico
Lingua originale inglese
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1949
Durata 84 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Henry Cornelius
Soggetto T.E.B. Clark
Produttore Michael Balcon ed E.V.H. Emmett (produttore associato)
Casa di produzione J. Arthur Rank Organisation e Ealing Studios
Fotografia Lionel Banes
Montaggio Michael Truman
Musiche Georges Auric
Scenografia Roy Oxley
Costumi Anthony Mendleson
Trucco Barbara Barnard, Ernest Taylor
Interpreti e personaggi

Passport to Pimlico è un film del 1949 diretto da Henry Cornelius. Nel 1950 ricevette la candidatura agli Academy Awards per la migliore sceneggiatura originale nella persona di T.E.B. Clark e ai British Academy of Film and Television Arts come miglior film.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Quando, durante la seconda guerra mondiale, scoppia un ordigno nella zona di Pimlico, viene trovato un documento che rivela come quel quartiere sia parte del territorio della Burgundia e quindi parte della Francia. A fine guerra, il governo britannico tenta in ogni modo di non riconoscere il trattato, ma i cittadini di Pimlico optano per l'indipendenza. Non dovendo sottostare alle dure restrizioni provocate dalla guerra, Pimlico diventa così zona franca e, per accedere al resto di Londra, gli abitanti devono esibire il passaporto, come devono fare gli altri londinesi per poter entrare a Pimlico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema