Passo della Presolana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passo della Presolana
Presolana0001.jpg
Passo della Presolana
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Bergamo Bergamo
Località collegate Val Borlezza
Valle di Scalve
Altitudine 1297 m s.l.m.
Coordinate 45°55′45.12″N 10°05′56.04″E / 45.9292°N 10.0989°E45.9292; 10.0989Coordinate: 45°55′45.12″N 10°05′56.04″E / 45.9292°N 10.0989°E45.9292; 10.0989
Infrastruttura Strada Statale 671 Italia.svg della Val Seriana
Pendenza massima 18%
Lunghezza 7,5 km
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo della Presolana
Passo della Presolana

Il passo della Presolana è un valico alpino delle Prealpi Bergamasche, in provincia di Bergamo, che unisce la val Borlezza e la valle Seriana alla valle di Scalve; si trova a una quota di 1 297 m s.l.m.

La zona del valico, collocata ai piedi del massiccio montuoso della Presolana, è caratterizzata dalla presenza di frequentate strutture turistiche; dal punto di vista amministrativo è suddivisa fra i comuni di Castione della Presolana, Colere e Angolo Terme, quest'ultimo appartenente alla provincia di Brescia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione sciistica del passo (le cui piste scendono dai versanti nord del monte Scanapà) è stata la prima stazione sciistica della Bergamasca ad utilizzare degli impianti a fune, negli anni Trenta. Era presente, una volta[quando?], una sorta di seggiovia rudimentale, la slittovia, costituita da una panca, che trasportava fino a 20 persone per volta, collegata ad un nastro trasportatore. Oggi[quando?] la stazione si è notevolmente ingrandita e conta 5 impianti di risalita, suddivisi in due seggiovie e 3 sciovie, per un totale di 15 chilometri circa di piste di sci da discesa. Negli ultimi anni[quando?] è stato anche sviluppato un sistema di innevamento artificiale, mentre nel comprensorio non sono presenti piste da sci di fondo.

Il passo della Presolana e il ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

La strada che sale dalla valle di Scalve (ex SS 671 della Val Seriana), contraddistinta da una pendenza massima del 18%, è stata affrontata dai corridori del Giro d'Italia sin dal 1938, poi nel 1964, nel 1977 e nel 1978. Nel 2004 la tappa si concludeva in discesa, 3 chilometri oltre il valico, e fu vinta da Stefano Garzelli che si impose su Gilberto Simoni primo al gran premio della montagna. È stata di nuovo affrontata nel 2008, stavolta solo per gli ultimi chilometri (i più duri, peraltro), prima che i corridori si dirigessero verso la salita finale del Monte Pora. La tappa fu eletta la più bella del Giro 2008, grazie all'azione di Danilo Di Luca e Paolo Savoldelli, ciclista di casa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Il passo della Presolana dai pendii del monte Scanapà sotto un'ampia coltre di neve