Passchendaele

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passchendaele
frazione
Passchendaele – Veduta
Localizzazione
Stato Belgio Belgio
Regione Flag of Flanders.svg Fiandre
Provincia Flag of West Flanders.svg Fiandre Occidentali
Arrondissement Ypres
Comune Zonnebeke
Territorio
Coordinate 50°52′N 2°59′E / 50.866667°N 2.983333°E50.866667; 2.983333 (Passchendaele)Coordinate: 50°52′N 2°59′E / 50.866667°N 2.983333°E50.866667; 2.983333 (Passchendaele)
Superficie 22,22 km²
Abitanti 2 928 (01-01-2007)
Densità 131,77 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 8980
Prefisso 051-057
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Belgio
Passchendaele

Passendale (o Passchendaele secondo la grafia più antica con la quale in molti casi storici la località è nota) è una frazione del comune belga di Zonnebeke. La sua popolazione è di 2.928 abitanti ed è situata nella provincia fiamminga delle Fiandre Occidentali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Dalle origini alla prima guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

In epoca pre-romana e romana l'area del villaggio si trovava sul confine tra le tribu dei Menapii e dei Morini, tribù belga appartenenti al ceppo dei galli e in tempi successivi fu sul confine tra i vescovati di Tournai e Térouanne. Il villaggio viene menzionato per la prima volta in un documento dell'844 col nome di Pascandale, un'etimologia dericava da nomi latini o locali come Paulus, Pascan o Pasko. In epoca medievale, gran parte della regione ricadde sotto il controllo del monastero agostiniano di Zonnebeke e sotto il convento benedettino di Nonnebossen. Sia l'abazia che il convento vennero distrutti durante la guerra per l'iconoclastia del 1580.

La grande guerra[modifica | modifica sorgente]

Il nome del villaggio di Passchendaele è però più di ogni altro legato al nome della Battaglia di Passchendaele, nota anche col nome di terza battaglia di Ypres, una delle maggiori della prima guerra mondiale. Qui si tenne una pesante offensiva britannica ai danni dei tedeschi dal 31 luglio al 30 novembre 1917. Dopo 16 settimane di combattimenti tra pioggia, melma e fango, circa un sesto degli obiettivi predisposti erano stati raggiunti con una perdita di 400.000 britannici (di cui 17.000 ufficiali), e 400.000 soldati tedeschi, che però furono costretti ad abbandonare il paese cedendo la vittoria agli inglesi.

Il Canadian Memorial a Passendale

A Passendale, proprio in ricordo della famosa battaglia, si possono ancora oggi trovare diversi cimiteri militari di differenti nazioni: il Tyne Cot Cemetery (il più grande cimitero del Commonwealth al mondo), il New British Cemetery, il Canadian Memorial ed il New Zealand Forces Memorial. Il villaggio ospita inoltre un museo della guerra con numerosi reperti e monumenti dedicati alle differenti nazioni che presero parte allo scontro.

Tutti gli anni Passendale ospita anche un gran numero di eventi ed esibizioni dedicati alla prima guerra mondiale, cultimati nel 2008 in occasione del 90º anniversario della conclusione della grande guerra.

Produzioni locali[modifica | modifica sorgente]

Passendale è famosa internazionalmente anche per via della sua birra, di colore chiaro e di antica fabbricazione, che viene tradizionalmente servita in un bicchiere noto appunto come Passendale. La città è conosciuta anche per il formaggio Passendale ed ogni anno ospita un festival del formaggio.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio