Passbook (iOS)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cards
Sviluppatore Apple Inc.
Data prima versione 19 settembre 2012
Ultima versione iOS 6.0.1 (2 novembre 2012)
Sistema operativo iOS
Genere
Licenza Proprietario
(Licenza chiusa)
Sito web apple.com/iphone/from-the-app-store/apps-by-apple/

Passbook è un'applicazione sviluppata da Apple con la quale si possono gestire biglietti di viaggio e carte fedeltà.

Presentata l'11 giugno al WWDC 2012,[1] è stata distribuita con iOS 6 il 19 settembre 2012.[2] e si trova nativamente su tutti i dispositivi compatibili con iOs 6 o superiore. È un vero e proprio contenitore di ticket, fidelity card, coupon, biglietti e codici promozionali.

Passbook è stato reso compatibile anche con tutti gli smartphone compatibili con Android previo download di un applicativo chiamato PassWallet presente su Google Play che riesce a riprodurre pressoché completamente tutte le caratteristiche che Passbook ha sui sistemi iOS.

PassBook è il sistema migliore per interagire con i propri clienti e creare nuove strategie di mobile e viral-marketing, infatti permette di inviare messaggi personalizzati che possono essere implementati a piacimento, su misura e sulle esigenze del cliente.

PassBook è senza dubbio di sicura efficacia comunicativa: la notifica che appare sul cellulare (esempio: possibilità di usufruire di un buono sconto per il negozio dentro il centro commerciale) supera esponenzialmente la capacità di penetrazione di una campagna di newsletter via email o di sms.

PassBook è geo localizzabile, visualizzabile sempre ed ovunque. La geo localizzazione permette di inviare pass mirati fino a 10 localizzazioni differenti e in contemporanea.

Il messaggio immesso nel Pass, con il cambio di localizzazione, è modificabile a piacere tenendo così viva l’attenzione dei proprietari di smartphone.

Dalla sua uscita, Passbook non ha subito ottenuto un enorme successo nel mondo, infatti solo poche aziende inizialmente hanno deciso di utilizzarlo come sistema di pagamento e di marketing. Nel corso del 2014, il ventaglio di aziende che hanno deciso di adottare PassBook sta aumentando sempre più, il che fa presagire che PassBook diventi il wallet di riferimento per tantissime aziende.

L'utilizzo di PassBook può risultare praticamente illimitato e può essere adottato, grazie alla facilità di implementazione, sia da grandi aziende che da medio-piccole aziende.

Si distingue in Europa il progetto PassMakers che in pochi mesi ha suscitato l'attenzione di moltissimi brand internazionali europei e non. Passmakers sfrutta tutte le potenzialità di Passbook trasformando il pass in un vero e proprio sistema di marketing a 360°: come sistema di pagamento, infatti al pass è stato collegato un conto corrente online e con il pass, che fa le veci della carta di credito, si può pagare in tutti gli esercizi affiliati con costi di transazione molto bassi o in alcuni casi quasi nulli.

Passmakers permette inoltre la distribuzione dei pass attraverso anche il proprio sistema di Social wifi dove l'avventore di una attività può trovare una wifi gratuita con accesso alla navigazione gratuita solo utilizzando le credenziali del proprio social network preferito, ricevendo istantaneamente sullo smartphone un pass completamente personalizzato dall'azienda che offre il servizio con i dati dell'avventore. Passmakers permette quindi in qualsiasi momento di poter ricontattare l'avventore anche quando si trova nella propria abitazione o in qualsiasi altro luogo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Notarianni, iOS 6, Apple mostra un’anteprima in macitynet.it, 11 giugno 2012. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ Mauro Notarianni, iOS 6: ecco le novità più importanti in macitynet.it, 19 settembre 2012. URL consultato il 23 settembre 2012.
Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple