Passaporto lussemburghese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il passaporto lussemburghese è un documento d'identità rilasciato ai cittadini lussemburghesi per effettuare viaggi all'estero fuori dall’Unione Europea e dallo Spazio Economico Europeo.

Vale come prova del possesso della cittadinanza lussemburghese ed è necessario per richiedere assistenza e protezione presso le ambasciate del Granducato nel mondo.

Ai sensi dell'articolo 21 Diritto di libera circolazione e di soggiorno dei cittadini dell'UE del trattato UE, i cittadini lussemburghesi possono vivere e lavorare liberamente in qualsiasi paese dell'Unione europea. Per i viaggi all'interno dell'Unione, ai cittadini lussemburghesi è sufficiente la carta d'identità granducale.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il passaporto lussemburghese rispetta le caratteristiche dei passaporti dell'Unione Europea.[1]

La copertina è di colore rosso borgogna con al centro un grosso emblema raffigurante un leone rampante di rosso con la coda forcata, coronato, rostrato e linguato, le scritte "UNION EUROPEENNE", "GRAND-DUCHE DE LUXEMBOURG" E "PASSEPORT" in sequenza a sinistra sopra lo stemma.

In basso a sinistra l'emblema di stato del Granducato del Lussemburgo, in versione piccola e sotto il simbolo del passaporto biometrico EPassport logo.svg che viene rilasciato dal 31 luglio 2006.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Resolution of the Representatives of the Governments of the Member States of the European Communities, meeting within the Council of 23 June 1981, EUR-Lex, 23 giugno 1981.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Lussemburgo Portale Lussemburgo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lussemburgo