Pascua-Lama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pascua-Lama è un progetto minerario di oro, argento nella Cordigliera delle Ande a sud di Atacama, al confine tra Cile e Argentina ad un'altitudine di oltre 4.500 metri.

Barrick Gold, la più grande società al mondo per l'estrazione dell'oro, con sede a Toronto sta sviluppando il progetto. Vista la prossimità col ghiacciaio di Pascua-Lama è sorta una controversia e varie proteste in Cile che sono sfociate in dimostrazioni e petizioni presentate al Governo cileno. Malgrado ciò i governi argentino e cileno hanno entrambi approvato il progetto.

Pascua-Lama contiene depositi di 17 milioni di once di oro e 635 milioni di once di argento,[1] col 75 percento dei depositi in Cile ed il 25 percento in Argentina.[2]

Satellite view of the project area showing the Pascua-Lama open pit in red

La Barrick intende avviare la costruzione della miniera alla fine del 2007.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gustavo González, Gold Mining Project Threatens Andean Glaciers, Inter Press Service News Agency, 25 giugno 2005.
  2. ^ Daniela Estrada, Conflict Over Andean Glaciers Heats Up, Inter Press Service News Agency, 11 novembre 2005.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 29°19′13″S 70°01′41″W / 29.320278°S 70.028056°W-29.320278; -70.028056