Parupeneus spilurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parupeneus signatus)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parupeneus spilurus
OkinaHJki.jpg OkinaHJ.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Mullidae
Genere Parupeneus
Specie P. spilurus
Nomenclatura binomiale
Parupeneus spilurus
(Bleeker, 1854)
P. spilurus

Parupeneus spilurus (Bleeker, 1854) è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Mullidae proveniente dall'ovest dell'oceano Pacifico[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Proviene da Nuova Caledonia, Nuova Zelanda[1], Giappone, Tonga e Australia. Vive nelle barriere coralline e talvolta nelle foci dei fiumi. Nuota fino a 80 m di profondità.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La lunghezza massima registrata è 50 cm. Presenta un corpo compresso sull'addome, abbastanza allungato, con il dorso prevalentemente marrone, dove però passano delle linee più chiare orizzontali. Il ventre è di solito bianco o rosa pallido. La pinna caudale è bianca, biforcuta, e sul peduncolo caudale è presente una macchia nera. I barbigli sono giallastri.

Gli adulti possono presentare sfumature rossastre.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Solitamente gli esemplari giovanili nuotano in banchi composti da pochi esemplari, gli adulti tendono a essere più solitari e nuotano in gruppo più raramente.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre sia di pesci più piccoli, in particolare gobidi e le loro uova, che di piccoli crostacei marini come granchi (Xanthidae, Portunidae, Galatheidae), anfipodi (Gammaridea), isopodi, gamberi, stomatopodi e copepodi[2].

Parassiti[modifica | modifica wikitesto]

Può presentare due specie di copepodi parassiti: Irodes parupenei e Irodes upenei[1].

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Viene talvolta pescato per essere mangiato ma non è particolarmente diffuso in commercio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Parupeneus spilurus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  2. ^ P. spilurus, alimentazione. URL consultato il 16 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pesci