Partito dell'Unione per i Diritti Umani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito dell'Unione per i Diritti Umani
(SQ) Partia Bashkimi për të Drejtat e Njeriut
(EL) Κόμμα Ένωσης Ανθρωπίνων Δικαιωμάτων
PDBNJ Logo.png
Leader Vangjel Dule
Stato Albania Albania
Fondazione 1992
Sede Tirana
Ideologia Interesse della minoranza greca,[1]
Liberalismo sociale[1]
Collocazione Centro
Coalizione Alleanza per un'Albania Europea
Seggi Assemblea di Albania
1 / 140
 (2013)
Sito web www.pbdnj.com

Il Partito dell'Unione per i Diritti Umani (in albanese Partia Bashkimi për të Drejtat e Njeriut, PBDNJ, in greco Κόμμα Ένωσης Ανθρωπίνων Δικαιωμάτων, KEAΔ) è un partito politico albanese, fondato nel 1992 come rappresentanza politica dell'organizzazione Omonoia ("Unione Democratica della Minoranza Greca").

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 1997 il PBDNJ partecipò ad una coalizione guidata dai Socialisti (PSSH) e ottenne il 2.6% dei voti e 3 deputati. Alle elezioni parlamentari del 2001 ha ottenuto il 2,6% dei voti e tre seggi.

Alle elezioni parlamentari del 2005 ha ottenuto il 4,1 % dei voti e due seggi. Alle elezioni parlamentari del 2009 calò all'1,2% dei voti, conservando un solo seggio.

Alle politiche del 2013 il PBDNJ si è presentato nell'Alleanza per un'Albania Europea, conquistando un seggio.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

Il PBDNJ è un partito centrista, a ispirazione socioliberale.[1] Si prefigge la tutela degli interessi della minoranza greca d'Albania.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Wolfram Nordsieck, Albania in Parties and Elections, 2013. URL consultato il 24 agosto 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica