Partito della Società Democratica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito della Società Democratica
(TR) Demokratik Toplum Partisi
(KU) Partiya Civaka Demokratîk
Leader Ahmet Türk
Stato Turchia Turchia
Fondazione 2005
Dissoluzione 11 dicembre 2009[1]
Sede Barış Manço Cad. 32. Sk. No:37, Balgat - Ankara, Turchia
Ideologia Socialdemocrazia,
Nazionalismo curdo,
Nazionalismo di sinistra
Collocazione Centrosinistra
Partito europeo Partito del Socialismo Europeo (associato)
Affiliazione internazionale Internazionale Socialista (osservatore)
Seggi massimi Grande Assemblea Nazionale
23 / 659
 (2007)
Sito web http://www.dtp.org.tr

Il Partito della Società Democratica (in turco Demokratik Toplum Partisi, DTP) è stato un partito politico turco, fondato nel 2005 come principale partito dei curdi. È stato affiliato al Partito del Socialismo Europeo, prima di essere stato chiuso dalla Corte costituzionale turca.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il partito politico fu fondato nel 2005, nato dall'unione con il Movimento democratico della società (in turco Demokratik Toplum Hareketi). Fu il primo partito politico ad essere guidato da due leader contemporanei, quindi da Aysel Tuğluk e Ahmet Türk. Il governo turco però non apprezzò questa decisione, quindi Ahmet Türk fu l'unico leader a prendere le redini del partito.

Chiusura del partito[modifica | modifica sorgente]

Il partito politico venne chiuso l'11 dicembre 2009, in seguito all'accusa di collaborare con l'organizzazione terroristica PKK guidata da Abdullah Öcalan. I beni del partito sono stati confiscati dallo stato e molti deputati sono stati obbligati a non partecipare più alla vita politica per cinque anni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo sul giornale turco Sabah
politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica