Partito della Nazione Corsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito della Nazione Corsa
(FR) Partitu di a Nazione Corsa
(CO) Parti de la Nation corse
Segretario Jean-Christophe Angelini
Stato Francia Francia
Fondazione 7 dicembre 2002
Sede 5, boulevard de Montera - F-20200 Bastia
Ideologia Nazionalismo corso, Regionalismo, Ecologismo, Ambientalismo
Collocazione Centro-sinistra
Coalizione Femu a Corsica
Affiliazione internazionale Alleanza libera europea
Seggi Assemblea nazionale
0 / 577
 (2012)
Seggi Senato
0 / 348
 (2012)
Seggi Europarlamento
1 / 72
 (2014)
Testata Arritti
Iscritti 20.000
Sito web http://www.p-n-c.eu/

Il Partito della Nazione Corsa (in lingua corsa Partitu di a Nazione Corsa, in francese, Parti de la Nation corse, PNC) è un partito politico francese, fondato nel 2002 che rivendica l'autonomia della Corsica. Fa parte dell'Alleanza Libera Europea. È rappresentato al Parlamento europeo da un deputato, François Alfonsi, eletto nel 2014 con la lista Régions et Peuples Solidaires.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il PNC è stato fondato a Corte il 24 luglio 2002 dalla fusione dell'Unione del Popolo della Corsica con Nova a Mossa Naziunale. Il suo congresso di fondazione si è tenuto a Furiani il 7 dicembre 2002.

Il suo segretario nazionale è Jean-Christophe Angelini.

Il PNC sta conducendo una campagna per l'autonomia e non l'indipendenza. Egli rifiutò risolutamente violenza politica praticata dal FLNC, configurandosi come la formazione più strutturata della Corsica fra i movimenti nazionalisti moderati, tra cui si trovano pure A Chjami e Insieme per a Corsica.

Il PNC pubblica la rivista settimanale Arritti (Dritto, nel senso di costruito contro le avversità). L'editore è Fabiana Giovannini aiutata da Francois Alfonsi e Max Simeoni (ex eurodeputato). La rivista è stata fondata nel 1966, è la più antica dell'isola e ha sede a Bastia.

Il PNC, un membro della federazione dei popoli e regioni, ha invitato a votare per Dominique Voynet nel primo turno delle elezioni presidenziali del 2007. Già nel 2002 l'UPC ha chiamato a votare Verdi.

Per le elezioni europee del 2009 il PNC ha rinnovato il suo accordo con i Verdi e François Alfonsi era in seconda posizione nella lista ecologista, guidata da Michele Rivasi, nella circoscrizione Sud-Est, che gli permette di essere eletto al Parlamento europeo. Il PNC fa parte dell'Alleanza libera europea (ALE). I membri ALE sostengono il diritto di autodeterminazione dei popoli e il rispetto dei principi della democrazia parlamentare e dei diritti umani.

Dopo le elezioni cantonali e comunali del 2008 il PNC, in alleanza con Chjami, elegge un consigliere provinciale, Paul Joseph Caitucoli, e oltre un centinaio di consiglieri comunali tra cui una dozzina di sindaci, di cui 6 PNC. PNC-Chjami è diventato il primo gruppo di opposizione a Bastia e Porto-Vecchio.

Uno degli obiettivi di PNC è quello di creare legami con tutti i partiti o movimenti politici, democratiche e progressiste. Il PNC si unisce al movimento nazionalista moderato per istituire un gruppo centrista in grado di aumentare le competenze regionali, in collaborazione con gli altri democratici di sensibilità diverse.

Il gruppo PNC-Chjami, che ha assunto il nome di Femu a Corsica, ha eletto 11 consiglieri regionali all'Assemblea della Corsica nel corso delle elezioni regionali del 2010, ponendosi come elemento determinante per sostenere un'eventuale maggioranza di centro-sinistra.

Alle elezioni europee del 2014 il partito ottiene il 21,51% dei voti in Corsica con François Alfonsi che viene rieletto parlamentare europeo con Indipendente[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Résultats Corse 2014

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]